Comunali, il Pd milanese punta sull’islamismo politico

Il PD milanese persiste fianco a fianco con gli islamisti: Pierfrancesco Majorino fotografato in questi giorni assieme a Sameh Meligy, legato ai Fratelli Musulmani

Il PD milanese persiste fianco a fianco con gli islamisti. Non sono bastati i collegamenti messi in evidenza dai media durante la campagna per le Comunali tra la candidata Sumaya Abdel Qader e i Fratelli Musulmani, non sono bastate le sue dichiarazioni contraddittorie nei confronti dell’organizzazione islamista e nemmeno i post equivoci del marito, Abdallah Kabakebbji, nei confronti di Israele, definita “una truffa” e un “errore storico”.

La rete che collega la candidata del PD e “confratelli” a ambienti come CAIM, Comitato Libertà e Democrazia per l’Egitto, Waqf al-Islami, Associazione Donne Musulmane d’Italia (Admi) e Alleanza Islamica, nonché a Fioe, Femyso.

Sarà forse un caso che il presidente del Caim, Maher Kabakebbji, nonché suocero di Sumaya, è anche presidente del Caim e del Waqf al-Islami? Sarà un caso che Maher e il figlio Abdallah (marito di Sumaya) venivano ritratti in foto con Rachid Ghannouchi, leader storico dei Fratelli Musulmani tunisini?

Sarà una coincidenza che Souhair Katkhouda, moglie di Maher Kabakebbji, è la presidentessa dell’Admi? Entrambi erano inoltre agli eventi organizzati in nord-Italia per inaugurare moschee finanziate dalla Qatar Charity.

E che dire della foto che ritrae il padre di Sumaya Abdel Qader, nonché imam di Perugia, a un evento ufficiale mentre stringe la mano dell’ex presidente egiziano ed esponente dei Fratelli Musulmani, Mohamed Morsi?

Guarda caso diversi esponenti del Caim erano stati fotografati e filmati a manifestazioni a favore di Morsi, tra cui Omar Jibril, legato al Comitato Libertà e Democrazia per l’Egitto (gruppo molto attivo con iniziative a favore di Morsi).

Omar Jibril e Sumaya Abdel Qader venivano recentemente fotografati a una riunione proprio con il candidato sindaco PD, Beppe Sala.

Al momento Beppe Sala si è limitato a dire, durante un confronto televisivo con Parisi, che gli elementi in questione non sono dei Fratelli Musulmani, ma non ha ancora fornito chiarimenti riguardo ai collegamenti più che evidenti messi in luce dai media, così come Sumaya Abdel Qader non si è vista granchè sui grandi schermi e non ha chiarito le sue posizioni nei confronti dei matrimoni gay, delle adozioni, della repressione messa in atto dal governo-regime di Erdogan nei confronti di intellettuali, giornalisti, membri dell’opposizione e curdi. Tutti temi che, almeno in teoria, dovrebbero essere cari alla sinistra.

Non dimentichiamo inoltre che in piena campagna elettorale il PD si è visto costretto a ritirare la candidatura di Sameh Meligy, pronto a correre per la zona 4 di Milano e fotografato assieme a Beppe Sala. Le polemiche erano scoppiate in seguito a una sua foto scattata assieme al predicatore legato ai Fratelli Musulmani kuwaitiani, Tareq Suwaidan, al quale è stato recentemente vietato l’ingresso in Italia poiché dal 2014 sulla blacklist dell’area Schengen e la cui enciclopedia illustrata sugli ebrei è ben più pericolosa del Mein Kampf. Meligy era inoltre apparso anche lui a manifestazioni pro-Fratelli Musulmani egiziani assieme a membri del Caim. Le posizioni islamiste intransigenti di Meligy sono ben note.

Nonostante ciò, l’assessore alle politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, è stato fotografato in questi giorni assieme a Meligy durante i volantinaggi del PD a favore di Beppe Sala.

Meligy che è inoltre amico di Usama Santawy, predicatore noto non soltanto pro-Fratelli Musulmani, ma legato anche a personaggi come Musa Cerantonio, predicatore italo-australiano apologeta dell’Isis.

Tutto ciò mentre i principi del Qatar, paese notoriamente legato ai Fratelli Musulmani e accusato di supportare i jihadisti in Siria, venivano in Italia a incontrare il Papa e a inaugurare centri islamici. Nel frattempo a Milano, dal 3 al 5 giugno, veniva ospitato a una conferenza organizzata dalla European Muslim Network, Tariq Ramadan, esponente dell’Islam “europeo” ma anche nipote del fondatore dei Fratelli Musulmani, Hassan al-Banna.

Non dimentichiamo che l’organizzazione dei Fratelli Musulmani è stata messa al bando in Russia, Egitto, Siria, Arabia Saudita ed Emirati Arabi mentre in Gran Bretagna Cameron aveva fatto aprire un’inchiesta per avere maggiori informazioni sull’organizzazione.

Il braccio palestinese dei Fratelli Musulmani è niente meno che Hamas, che pochi giorni fa festeggiava l’attentato di Tel Aviv offrendo pasticcini agli incroci stradali di Gaza.

Vista la delicata situazione internazionale, la presenza di elementi legati all’islamismo politico all’interno del PD andrebbe affrontata con le necessarie cautele.

Gli elementi emersi non possono non far riflettere. Il PD milanese a questo punto deve fornire delle risposte immediate ed esaustive al riguardo che vadano oltre il “non sono dei Fratelli Musulmani”, visto che la questione è seria.

Del resto essere dei Fratelli Musulmani in Italia non comporta reato, dunque, se non c’è nulla da temere, se non ci sono scheletri nell’armadio perché negare? Vale poi la pena considerare un elemento, musulmani e Fratelli Musulmani non sono sinonimi, dunque inglobare nel PD elementi legati a un’ideologia politica significa discriminare la maggior parte dei musulmani che credono e seguono una religione e non un’ideologia.

Commenti

Kamen

Dom, 12/06/2016 - 19:28

I sinistri,pur di conquistare il potere,sono pronti ad infami alleanze ed a favorire l'invasione islamica.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 12/06/2016 - 19:34

L'esempio è già venuto dall'Inghilterra. Questo è il segno. Il crollo dell'occidente cristiano avverrà attraverso l'infiltrazione religiosa dell'Islam di fronte ad un sistema occidentale che ha abbandonato la religione di Cristo, pur avendone finalmente accolto i due principi, esclusivamente cristiani, dell'EGUAGLIANZA delle persone, indipendentemente dal sesso, e della SEPARAZIONE tra religione e politica, principi sempre ignorati dall'Islam. Vincerà Maometto, dopo 14 secoli, per l'insipienza degli ormai ex cristiani, guidati dal papa "fratello" dell'Islam, il papa nero della previsione antica.

Fossil

Dom, 12/06/2016 - 19:36

I pidioti pur di non mollare il potere si alleerebbero pure con l'immondizia.

giuliana

Dom, 12/06/2016 - 20:20

l'islam è sharia e la sharia è CONTRARIA (non complementare) alle leggi italiane che devono essere rispettate senza distinzione di sesso, razza, religione.......I PDIOTI sostengono una sètta che si autoproclama religiosa, ma è fuorilegge. Da galera.

People

Dom, 12/06/2016 - 21:02

Principianti. E c'è chi li vota ancora.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 12/06/2016 - 21:43

FORSE AI MILANESI PIACERA' AVERE TAGLIAGOLA SOTTO CASA, SIETE UN POPOLO ASSURDO E COGL**NE PEGGIO PER VOI

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 12/06/2016 - 21:47

Da quando esistono hanno sempre puntato su una patria lontana. Prima era quella atea di Stalin; Ora è quella teocratica dell’islam. Basta che non sia l’Italia, dove sono nati, cresciuti e ben pasciuti.

FRANCO1

Dom, 12/06/2016 - 22:08

Traditori komunisti fino in fondo!!!

leo_polemico

Dom, 12/06/2016 - 22:49

Nelle loro menti i compagni, anche se ex ma sempre compagni anche se con il portafoglio ben pieno a destra, pensano che gli islamici, una volta ottenuta la cittadinanza, continuino a votare per chi ha aperto loro la strada. Non hanno mai letto qualche pagina del corano dove è scritto che la simulazione e il falso sono leciti per raggiungere i propri scopi? Non ricordano che già alle scorse amministrative si era parlato a Milano di un "partito islamico"? Non si rendono conto, come italiani, che si allevano "serpi nel proprio seno"?

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 12/06/2016 - 23:19

Bel coraggio di questi tempi cercare l'islamico, quanto successo oggi fa venire i brividi, ma si sa .......

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Dom, 12/06/2016 - 23:29

SE MILANESI, ROMANI, ECC. VOTANO ANCORA PD SONO MASOCHISTI

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 12/06/2016 - 23:51

Dato che in Italia non riuscivano ad andare al governo con il responso democratico delle urne, hanno forzato la mano sfruttando gli intrallazzi del maneggione comunista Napolitano. ORA CHE HANNO IL POTERE CERCANO ALLEANZE CON I MUSULMANI PER RIUSCIRE A CREARSI UN SUFFICIENTE BACINO DI VOTI. Comprandone un po' con l'elargizione degli 80 euro. Un altro po' comprando i giovani. Ed ancora un po' TRA LE MIGLIAIA DI CLANDESTINI CHE HANNO SCOPERTO COME VIVERE A SBAFO SULLE NOSTRE SPALLE LECCANDO I PIEDI AI COMUNISTI DEL PD.

vince50

Lun, 13/06/2016 - 07:31

Si permettono addirittura il lusso di fare fare delle porcate sotto gli occhi di tutti pur di mantenere il potere.Nonostante l'evidenza ci sono ancora Italiani che gli danno fiducia,l'errore di pochi pagato da tutti.

angelovf

Lun, 13/06/2016 - 08:59

Zozzoni traditori del nostro popolo, siete la vergogna per tutto il mondo, nessuno sa fare peggio di voi.

michetta

Lun, 13/06/2016 - 10:05

Se,vedere soltanto apparire,la prima volta,nella trasmissione di Del Debbio "dalla vostra parte",uno,solamente,di questi islamici, aggregato ai comunisti,per opportunismo sfacciato,mi ha fatto andare su tutte le furie e CANCELLARE DEFINITIVAMENTE,dalla mia personale audience,quella TV,potete immaginare che cosa si possa pensare della situazione,che si sta creando in Italia ed in Europa,con tutti questi africani che stanno veramente facendo diventare l'Unione Europea in Unione Africana!!! TUTTI AL MARE!!!

swiller

Lun, 13/06/2016 - 13:08

Gli Italiani non li voteranno più e loro ambiscono solo al potere.

aqualung56

Lun, 13/06/2016 - 23:24

Grazie a questi ottusi sinistrorsi avremo un futuro nerissimo per tutti. Scommettiamo?