Condanna di Berlusconi anomala. Ma il Csm non vuole fare nulla

Il giurista Iorio sulla nuova sentenza della Cassazione che boccia quella contro il leader azzurro: "Contrasto evidente". E Palazzo de' Marescialli fa sapere: interveniamo solo per errori abnormi

«Le due sentenze della Cassazione, quella di maggio 2014 che cancella la condanna e quella Mediaset dell'agosto 2013 che la conferma, sono “similari”, con analoghe contestazioni. Ma l'esisto è contraddittorio. L'ultima, che mi sembra ineccepibile, rivede l'orientamento precedente e il relatore, lo stesso Amedeo Franco dell'altra volta, lo scrive esplicitamente».

Il professor Antonio Iorio, docente di Economia dei tributi all'università della Tuscia a Viterbo, è sorpreso dal modo clamoroso in cui la Suprema Corte rinnega se stessa, a così breve scadenza e su un caso dagli importanti profili politici. Iorio è stato uno dei pochissimi ad avventurarsi nel commento del verdetto che ha portato alla condanna a 4 anni di Silvio Berlusconi per frode fiscale, in un saggio sulla rivista giuridica del Sole 24 ore : Guida del diritto. Come il suo collega Enrico Marzaduri, ordinario di Diritto pubblico all'università di Pisa, la criticò in diversi punti. E i suoi dubbi tecnici e le contestazioni in punta di diritto, ora trovano conferma da parte della stessa Cassazione.

Iorio spiega che per questo reato «dal 2000 c'è uniformità sul principio centrale di quando scatta la condotta illecita: all'atto della dichiarazione dei redditi e non prima, quando si procurano le fatture false». Solo che nel processo Mediaset è stato condannato Berlusconi per gli atti preparatori alla frode fiscale e non chi ha firmato la dichiarazione dei redditi, Confalonieri, ritenuto inconsapevole. Per il legale dell'ex Cavaliere, Niccolò Ghedini, è chiaro che quella sentenza è stata un unicum, sia prima che dopo si è deciso diversamente.

E qualcuno si chiede se potrebbe entrare in gioco il Csm. «L'unico profilo di responsabilità - spiegano a Palazzo de' Marescialli - sarebbe quello disciplinare, con un'azione promossa dal Pg della Cassazione o dal ministro. Ma solo in caso di provvedimento “abnorme”, cioè al di fuori del mondo giuridico, perché non è censurabile l'interpretazione della legge da parte del giudice, si richiede solo che sia motivata adeguatamente».

Il problema è anche: quanto è vincolante una pronuncia della Cassazione e non solo delle Sezioni Unite su quelle successive? «Il giudice - risponde il componente del Csm - se ne può sempre discostare, ma deve spiegare bene perché la pensa diversamente».

È quello che ha fatto Franco, nell'ultima sentenza che corregge se stesso. «Scrive - dice Iorio - citando la sentenza Mediaset: “Una tesi che non può essere qui condivisa e confermata, perché contraria alla assolutamente costante e pacifica giurisprudenza di questa Corte e d al vigente sistema sanzionatorio dei reati tributari”». Il professore sottolinea due fatti singolari: «In onestà, non è raro che le sentenze siano discordanti. Ma qui il relatore è lo stesso e, a pochi mesi di distanza, corregge l'orientamento seguito, con un esplicito riferimento al caso Mediaset».

Le indiscrezioni filtrate dalla camera di consiglio allora parlarono, in effetti, di una posizione discordante di Amedeo Franco, che nella sezione Feriale sarebbe finito in minoranza, cosa almeno inusuale. L'anno dopo il relatore parla per la Terza sezione, quella dei maggiori esperti in materia. «Abituati - dice Iorio - a spaccare in quattro il capello».

Commenti

ammazzalupi

Mar, 21/04/2015 - 08:31

Questa E' la giustizia? Questa Italia è un paese normale? E ci meravigliamo, e veniamo censurati se diciamo che i KOMUNISTI ci hanno trascinato in un mare di MER.DA?

little hawks

Mar, 21/04/2015 - 08:50

Quante persone in Italia hanno subito analoghi misfatti da una magistratura capace di emettere sentenze diverse per casi uguali? Io ne conosco personalmente diverse ed è una grande vergogna.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Mar, 21/04/2015 - 09:01

Forse a qualcuno poteva essere rimasto il dubbio che ci fosse qualche fondamento per la condanna. Noi (come volete definirci: bananas? Berluscones?) eravamo convinti, viste due precedenti sentenze della stessa Corte, che tutto si sarebbe sgonfiato. Che tutto sarebbe finito, ad legem, in un nulla di fatto. E' suonato un campanello di allarme quando si è voluto affidare una sentenza così importante, ad una sezione feriale. Ma c'era comunque l'illusione che alla fine in Italia la giustizia conservasse un po di pudore. La vergogna della lotta politica fatta attraverso dei magistrati a dir poco "compiacenti" è un assurdo tutto Italiano. Prima pensavo che contassero sull'ignoranza dei cittadini. Poi ho capito che, a loro, dei cittadini non gliene frega proprio niente

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Mar, 21/04/2015 - 09:03

Ecco la casta degli intoccabili.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 21/04/2015 - 09:33

Palazzo de' Marescialli fa sapere: "Interveniamo solo per errori abnormi". E per quelli ancora più ABNORMI No????

linoalo1

Mar, 21/04/2015 - 09:42

Visto che siamo in un Regime,non bisogna meravigliarsi di niente!

SCHIZZO

Mar, 21/04/2015 - 09:50

@gabrichan46- Per dare un giudizio, lei si è sentito in dovere di leggere le 208 pagine della Cassazione, riguardante B. e anche l'altra sentenza, che poi non si sa chi sia e a che si riferisce, o naviga "a vista"?

roberto zanella

Mar, 21/04/2015 - 09:50

Se Berlusconi continua a dormire...l'hanno capito...con tutte le confessioni a suo favore per il golpe ripetute da Zapatero e gli altri non si è mosso ,non ha detto nulla...figurati per questa bega interna,stà zitto,gioca con i cani,ad Arcore lo hanno imbesuito come vittima sacrificale , a quest'ora sia per una cosa che per l'altra avaeva da salire al Colle e dare di matto e così far muovere i suoi,invece è lì rattrappito come un vecchietto senza idsee ...e allora ne approffitano...

rosa52

Mar, 21/04/2015 - 10:02

la cosa drammatica e'che x colpa di questi giudici di parte,l'Italia sta precipitando nel baratro!!

buri

Mar, 21/04/2015 - 10:31

Non c'è da meravigliarsi, si è mai visto un magistrato riconoscere di aver sbagliato? ma vogloamo scherzare, tanto più che la vittima dell'errore si chiama Berlusconi, il danno e la beffa, ecco come funziona la giustizia in Italia, e poi proclanmano che bisogna aver fiducia nella giustizia

buri

Mar, 21/04/2015 - 10:39

siamo tornati ai tribunali speciali, con sentenze emesse in base all'opportinità politica e non al diritto

giovanni PERINCIOLO

Mar, 21/04/2015 - 10:53

"E Palazzo de' Marescialli fa sapere: interveniamo solo per errori abnormi." Quindi io, cittadino, anzi, suddito ignorante capisco che l'uso della sediceznte "giustizia" per fini politici di parte é pratica normale e giusta! Al che la definizione che alcuni danno per spregio dell'acronimo CSM si conferma quantomeno probabile se non certa! E sua sapienza Mattarella continua a brillare per il suo silenzio e la sua assenza!

Rossana Rossi

Mar, 21/04/2015 - 11:22

Ti pareva.......altro che leggi quì c'è la giustizia 'ad personam'........uno schifo!

nonnoaldo

Mar, 21/04/2015 - 11:26

Per il CSM una condana ingiusta non è un errore abnorme, ovvero fuori dalla norma, quindi, per il CSM una condanna ingiusta rientra nella norma. Strano concetto di giustizia, a dir poco. Ciò che lascia più perplessi è che il presidente del CSM non batta ciglio di fronte a simili aberranti affermazioni.

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 11:33

@schizzo, lei invece ha letto tutte le pagine e può confutare l'assenza di similitudini vero? Oppure in quanto elettore PD si auto investe di una superiorità morale (inesistente) e si sente unto di cultura (senza informarsi)? Se ha gli strumenti giuridici o la cultura per contraddire quello che dice il prof. Antonio Iorio o il relatore di Cassazione, il giudice Amedeo Franco, prego ce la esponga. Altrimenti debbo farle tristemente notare la sua totale malafede. Ossequi a lei.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 21/04/2015 - 11:40

SCHIZZO @ qualcuno naviga a vista certamente e qualcuno ha letto tutti i fascicoli,lei sicuramente no,lei va per partito preso.Per lei B era già colpevole ancora prima di essere processato,ed anche per qualcun altro che manovra la casta.

agosvac

Mar, 21/04/2015 - 11:40

Il vero problema è che il CSM, cioè l'organo che dovrebbe "controllare" l'operato dei magistrati è composto quasi esclusivamente da magistrati. Tra l'altro il suo reale Presidente è il capo dello Stato che negli ultimi anni è sempre stato esponente della sinistra. E', pertanto, più che ovvio che del massimo esponente dell'opposizione se ne freghi allegramente!!!

Italianoinpanama

Mar, 21/04/2015 - 11:54

povera itaglietta ridicoli il mondo si beffa di noi che tristezza

elio2

Mar, 21/04/2015 - 11:55

Ma è logico, sono stati comprati per condannarlo e ora se lo dovessero assolvere dovrebbero rendere il malloppo e si sa che per i comunisti il malloppo è tutto.

abocca55

Mar, 21/04/2015 - 12:12

L'anomalia è nella giustizia italiana, ma anche nei politici che non trovano l'accordo per riformarla. La rottura del patto del Nazareno è stata unagrande disgrazie per gli Italiani, che anno perso le speranze.

giovauriem

Mar, 21/04/2015 - 12:12

cosa dovrebbe fare o controllare il csm visto che i due terzi dei consiglieri è eletto dai magistrati ? il nostro paese è l'unico al mondo dove il controllato è anche controllore , il csm dovrebbe essere composto da cittadini normali ,con l'immunità uguale a quella parlamentare in modo da non poter essere ricattati dai magistrati ordinari e eletti per un solo anno per evitare che riescano a mettere le mani in pasta

squalotigre

Mar, 21/04/2015 - 12:18

SCHIZZO - io non ho avuto il tempo di leggere le pagine della sentenza che ha condannato Silvio. Sono sicuro però che le ha lette con competenza il Prof. Iorio e soprattutto le ha sicuramente compulsate il relatore della sentenza che, mandando assolto un'altra persona imputata della stessa fattispecie di reato, ha fatto riferimento esplicito alla sentenza di Esposito definendola contraria a tutta la giurisprudenza consolidata dalla Corte ed anche alla legge. Ha sicuramente letto la sentenza di B. anche perché ne è stato il relatore ed evidentemente è stato messo in minoranza da parte del collegio che la sentenza l'aveva già decisa e che non era il collegio prefissato per legge, alla faccia della Costituzione, quella più bella del mondo. Le ricordo sempre l'ameba, che è molto più intelligente di lei.

NON RASSEGNATO

Mar, 21/04/2015 - 12:19

Solo i politici(ma di sinistra) "non potevano non sapere" dei soldi rubati dal loro partito e sottoposti.

angelovf

Mar, 21/04/2015 - 12:22

Questa giustizia è malata, il codice penale lo interpretano a seconda della persona da giudicare questo è uno schifo, speriamo che venga un governo che li allinea tutti, ma questa politica che fa, si fa comandare dalle toghe che sono solo degli impiegati e che devono osservare le leggi fatte dalla politica, se poi i politici sono corrotti ed hanno paura inutile parlarne, comunque sia è un grande schifo che non ha uguali in nessuno stato del mondo.

squalotigre

Mar, 21/04/2015 - 12:26

Luigi.Morettini- è vero che Palazzo dei Marescialli può intervenire solo in caso di errori abnormi. Che cosa c'è di abnorme nella condanna di un senatore della Repubblica, più volte primo ministro, che è stato in seguito a tale sentenza sbattuto fuori dal Senato, votato da milioni di elettori? E' una cosa normale che una sentenza politica, ispirata dall'odio, contraria alla giurisprudenza ed alla legge, annunciata preventivamente dal Presidente del Collegio non prefissato per legge, abbia sovvertito la volontà popolare. E' normale, ma in Cina. Da noi un po' meno.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 21/04/2015 - 12:28

qualcuno aveva bisogno di disfarsi di Berlusconi per impossessarsi del paese e compiere lo scempio che è sotto gli occhi di tutti tutti i giorni

vince50_19

Mar, 21/04/2015 - 12:29

Questo è il Csm, una casta che "lavora" solamente dove reputa sia conveniente al suo status. Siete ridicoli, assolutamente si!

gian paolo cardelli

Mar, 21/04/2015 - 12:44

Ricapitolando: 1) la legge e la giurisprudenza associa il reato di frode fiscale alla documentazione societaria ed a chi la deve firmare; 2) in tutti i processi Mediaset sulla faccenda i responsabili per legge sono stati assolti; 3) in uno dei due B è stato assolto ed in un altro condannato; 4) la Cassazione ha dichiarato quest'ultima sentenza "difforme" da tutta la giurisprudenza in materia, antecedente e conseguente; 5) il CSM non considera la situazione "abnorme"... solo i troll "di sinistra" fanatici ovvero in malafede che infestano il sito possono dar loro ragione!

honhil

Mar, 21/04/2015 - 13:12

Non c’è stata nessuna interpretazione diversa, molto semplicemente è stato un pezzo di quel puzzle che voleva ammazzare politicamente Berlusconi.

elio2

Mar, 21/04/2015 - 13:43

Compagno SCHIZZO, quando madre natura distribuì l'intelligenza lei non era presente, vero?

narteco

Mar, 21/04/2015 - 14:07

Il Csm interviene solo per errori abnormi,il caso Berlusca super certifica la terzietà e serietà della giustizia.Il Csm anzichè annullare la condanna a Berlusconi viziata perfino da un cambio di data last minute e collegio giudicante non ha radiato esposito bensì ha archiviato tutto malgrado esposito si vantasse di essere un antiberlusconiano doc a feste ed eventi pubblici da tempo e malgrado l’intervista al mattino,la sua sentenza dunque è carta straccia lo dice la legge stessa,il giudice che sia prima che dopo la sentenza aveva manifestato la propria ostilità politca e personale in qualsivoglia maniera al poi condannato va sospeso dall'uffico e tradotto innanzi al Csm che deciderà se spostarlo ad altra mansione o revocarne la funzione per sempre se si aggiunge l’infamia della legge severino applicatagli retroattivamente per cacciarlo dal senato e la farsa del caso ruby l’abnormità diventa megagalattica ed universale ma Xil Csm tutto regolare e a norma di legge cubana

SCHIZZO

Mar, 21/04/2015 - 14:14

@elio2- 13:43 - Non ti ricordi??? Eri proprio davanti a me!

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 14:46

@schizzo ore 14.14, elio2 era davanti a lei e da ingordo si è preso anche l'intelligenza spettante a lei. Comunque le va dato onore che sa di essere poco preparato, poco onesto intellettualmente e con pochi argomenti di cui parlare... Saluti a lei e buona giornata.

elpaso21

Mar, 21/04/2015 - 15:30

Ma perchè continuate a chiedere l'appoggio di istituzioni "nemiche"? Quando era al governo Berlusconi lo poteva riformare il CSM, perchè non l'ha fatto? non ha fatto niente!!

SCHIZZO

Mar, 21/04/2015 - 15:48

@Libertà75- Hooo stai sempre a metter bocca dove non devi! Ma una 15na di ca..i tuoi quando li fai!?

ego

Mar, 21/04/2015 - 15:53

Se c'era un dubbio sull'assoluta inutilità del CSM, adesso se ne ha la certezza. Anzi, direi che questo CSM non solo è inutile ma è anche dannoso: esso è la perfetta fotografia dell'insipienza della magistratura italiana, al cui interno prevalgono i falchi politicizzati e corrotti.

SCHIZZO

Mar, 21/04/2015 - 16:04

@Libertà75- Ma lei ritiene le persone che mi scrivono non siano capaci di replicate, tant'è che si arroga il diritto di replicare per conto terzi! Posso immaginare le gente che vive con lei quel che possa pensare, nei suoi confronti!

unosolo

Mar, 21/04/2015 - 16:12

possibile passare da incompetenti o carenti di diritto ? davanti ad una lampante diversa interpretazione della legge per di più dallo stesso relatore non si corre al riparo ? cioè visto che si rivolgerà alla corte dei diritti Europea ,aspettare che quella corte mette in ridicolo i nostri giudici ? ma dai un colpo di coda e si riammette il Berlusconi a tutte le cose che ha perso dietro una delibera che egli non chieda risarcimenti. Sia chiaro speriamo davvero che non li chieda , in quel caso solo i sinistri devono risarcirlo .

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 21/04/2015 - 16:53

Condanna anomala? Nulla da dire, ovviamente. L'impressione dell'uomo della strada è che quella condanna DOVEVA arrivare ed infatti è arrivata. Naturalmente crescono tra la gente i dubbi sul sistema della giustizia nel bel paese: una giustizia troppo vicina alla politica.

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 16:53

@schizzo, ahahahaha, certo certo, perfavore mi racconta in merito al fatto che non sono sovrapponibili le 2 sentenze? E comunque voi pdini siete proprio permalosi, guai a farvi una battuta... proprio avversi all'ironia :D hahahaah

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 16:57

@schizzo, cmq da intellettuale di sinistra, potrebbe perfavore postare un link di giuristi vari a difesa della sua opinione? Glielo chiedo veramente, così potrei consultarli ed allargare le mie nozioni. Ringrazio in anticipo.

elio2

Mar, 21/04/2015 - 17:05

Se di una cosa sono sicuro caro compagno SCHIZZO, in qualunque posto fossi mai stato certamente ero almeno mille miglia distante da lei. Difatti io che non ho padroni, posso anche permettermi di ragionare e prendere decisioni con la mia testa, mentre lei può solo portare al popolo il pensiero unico deciso dal Comintern e votare ciò che gli viene imposto, anche se non lo dovesse condividere, cosa per altro improbabile. Buona serata.

Giorgio5819

Mar, 21/04/2015 - 17:31

Se l'Italia avesse un presidente della repubblica il problema sarebbe già risolto.

SCHIZZO

Mar, 21/04/2015 - 17:51

Haaaaaaaaa come mi diverto quando mi danno del comunista: Godo perché pur di aver ragione sono disposti loro a pagarmi la tessera del PD.

squalotigre

Mar, 21/04/2015 - 18:51

elpaso21 - lei purtroppo è preda del concetto che un Presidente del Consiglio, in Italia abbia il potere di riformare qualsiasi istituto ed addirittura attuare il proprio programma con il quale si è presentato agli elettori. Mi dispiace deludere questa sua convinzione, ma non è così. Il Presidente del Consiglio ha un potere minore di quello di un sindaco, non può neanche sostituire un ministro se il ministro non è d'accordo. Non può andare a nuove elezioni anche se gli eletti con il suo partito lo cambiano. Insomma ha solo un potere di indirizzo e nemmeno quello. Se ne faccia una ragione.

squalotigre

Mar, 21/04/2015 - 19:27

elio2 - ma lei crede davvero che schizzo sia comunista? Il comunismo nella sua tragicità è una cosa seria e quell'ameba di schizzo neanche sa cosa sia il comintern. So che è difficile non replicare alle fesserie che sgorgano dal suo cervello malato e confesso che anche per me è arduo non replicare ad un quaraquaqua che gli insulti li strappa e talvolta rispondo senza neppure dire tutto quello che vorrei perché ogni insulto è sempre poco. Forse schizzo neanche esiste è solo un ectoplasma inventato da qualche giornalista di questo quotidiano buontempone. Mi riesce difficile infatti pensare che ci siano persone come lui.

elpaso21

Mar, 21/04/2015 - 20:49

#squalotigre Berlusconi a suo tempo vinse le elezioni con una maggioranza "bulgara" mai vista in Italia, quindi, anche ammettendo che così non abbia avuto il potere di riformare nulla, a parte cosa lo abbiamo votato a fare, mi dica chi altro mai potrebbe riformare il CSM, forse qualche altro "potere forte"? La verità è che Berlusconi è sempre stato un politico pavido (a dir poco), e così, invece di una destra forte abbiamo avuto una destra "sfigata" :-)

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 23:35

@schizzo, prendiamo allora che lei sia di destra, va bene... non cambia, cmq una persona con poca preparazione sui temi che affronta è lo stesso... bananas o cocomeros non cambia

steali

Mer, 22/04/2015 - 09:33

I vertici della Cassazione, però, riconoscono che la sentenza del 2014 in un passaggio ha prestato il fianco, sia pure involontariamente a Libero , perché ha scritto delle frasi che non doveva: la Terza sezione non è andata in contrasto con la sezione Feriale che ha condannato Mediaset “pur in presenza di alcune espressioni palesemente superflue rispetto al tema della decisione”. Le frasi “palese - mente superflue” riguardano proprio una critica verso i giudici del collegio Mediaset, contenuta in una sentenza che ha annullato con rinvio la condanna della corte d’appello di Trento nei confronti di un ex amministratore delegato di una società che non aveva firmato la documentazione fiscale. Nelle motivazioni si fa riferimento al processo Berlusconi con il nome formale processo “Agrama” più altri, dal nome del produttore e socio occulto, secondo l’accusa, di Berlusconi, Frank Agrana: “...

steali

Mer, 22/04/2015 - 09:34

La Corte d’Appello appare aver adottato una interpretazione (analoga a quella poi seguita dalla Sezione Feriale, Agrama più altri ) nel senso che per la sussistenza del reato sarebbe sufficiente la prova di un ‘coinvolgimento diretto e consapevole alla creazione del meccanismo fraudolento ... che ha consentito ...di avvalersi della documentazione fiscale fittizia al sottoscrittore della dichiarazione... Si tratta però di una tesi che non può essere qui condivisa e confermata, perché contraria alla assolutamente costante e pacifica giurisprudenza di questa Corte” e alla legge del 2000.

steali

Mer, 22/04/2015 - 09:37

Che la sezione Feriale non è andata contro il principio enunciato dalla Terza, lo spiega, inoltre, il comunicato della Cassazione. I giudici della Terza sostengono che un soggetto per essere condannato deve “mettere in atto una concreta attività di determinazione o istigazione” riferi - ta alla presentazione della dichiarazione dei redditi. Un principio, prosegue la Cassazione, “che non è affatto contraddetto dalla sezione Feriale, che spende numerose pagine per illustrare i contributi determinanti (vedi frodi carosello, ndr) che sarebbero stati offerti in vista di una dichiarazione fraudolenta”.

steali

Mer, 22/04/2015 - 09:37

ALTRA PROVA che la sentenza Mediaset non è andata contro la “costante giurisprudenza” è data, come nota la Cassazione, da quanto scritto dall’ufficio Massimario penale che non ha definito “la massima della Terza sezione penale difforme” da quella della sezione Feriale.

steali

Mer, 22/04/2015 - 10:16

comunicato della Cassazione, che è girato per tutti gli uffici della Suprema Corte: “Con riferimento a notizie di stampa (Libero , ndr) secondo cui la sentenza della Terza sezione penale, depositata il 19 dicembre 2014, avrebbe ‘sconfessato’ la sentenza” Mediaset, emessa dalla sezione Feriale nell’agosto 2013, “si precisa quanto segue: il principio di diritto a cui si rifà la Terza sezione penale non è in contrasto con quanto sostenuto dalla sezione Feriale, dato che in questa pronuncia (Mediaset, ndr) non risulta sia stato messo in discussione il principio” del - la legge del 2000 secondo il quale non si può punire chi fa atti preparatori ai fini della frode fiscale ma poi non li esegue.