Il confronto in tv è un flop ma Renzi si sente Macron

Ascolti sotto il 3% per la sfida tra i candidati su Sky E l'ex premier silura Alfano: «Minniti molto meglio»

«Ora si riparte tutti insieme». Matteo Renzi si sente già il vincitore delle primarie Pd di domenica. Si sente un po' Macron, favorito al ballottaggio delle elezioni in Francia. E annuncia che il suo libro, in uscita il 10 o 17 maggio, si chiamerà Avanti, quasi come lo slogan «En marche!» del giovane candidato all'Eliseo.

Lui vuole di nuovo Palazzo Chigi, ma prima deve riconquistare il partito e farlo bene, sbaragliando i due antagonisti Andrea Orlando e Michele Emiliano. Chi vince le primarie è candidato premier, precisa, «lo prevede lo statuto del Pd». E già sceglie il primo dei suoi ministri, con un calcio ad Angelino Alfano: «Sui migranti i problemi sono innegabili, ma c'è una guida politica molto più forte che nel passato: Minniti sta facendo un lavoro straordinario».

Dalla batosta della riforma costituzionale («Sono l'ex di tutto, ma era giusto così dopo aver perso il referendum») Renzi ha imparato che personalizzare il voto fa male e stavolta evita lo scontro con gli altri candidati alla segreteria dem, che nel confronto Sky della sera prima ha trattato con guanti di velluto. Mentre loro al massimo lo punzecchiavano.

«Mi avete mai sentito parlare male di Emiliano di Orlando - chiede - Mai. Io non credo che le primarie debbano essere l'occasione per litigare tra di noi». L'ex Rottamatore ora punta sulle «idee», più che su cose e persone da sfasciare. Forse per questo non vuole animare troppo le primarie, limitarsi ad un unico duello tv e non sulla Rai, dove avrebbe avuto altro risalto. Su Sky ci sono stati 766mila telespettatori, share sotto il 3%, buon risultato per la rete, ma non l'audience di milioni della tv di Stato. «Avrei voluto più confronti, ma Renzi non si è reso disponibile», si lamenta il Guardasigilli Orlando. Sembra che il segretario uscente non voglia chiamare ai gazebo di domenica grandi folle, si accontenta di prevedere un milione di votanti, quando dal 2005, quando sono nate, le primarie del centrosinistra e poi del Pd hanno collezionato sempre un'affluenza tra i 4,3 milioni e i 2,8 del 2013 in cui Matteo conquistò lo scettro dem. Orlando, al contrario, spera di «avere delle sorprese» se ci sarà la «mobilitazione di un pezzo di società che vuole un Pd diverso da questo».

Il tema delle alleanze è l'unico che anima queste esangui primarie. Quella nel centrosinistra e Renzi avverte che «se si scrive Pisapia e si legge D'Alema» la proposta del giurista Giuliano di unire tutto il fronte è irricevibile, anche perchè «con quelli che se ne sono andati via dal Pd è ovvio che non facciamo alleanze». E quella possibile con Fi, perché il leader dem non esclude larghe intese, soprattutto se ci sarà un proporzionale, mentre lui vuole il maggioritario. Forse è la differenza più chiara emersa nel duello tv con Orlando ed Emiliano, che invece chiudono ad un Nazareno bis. Il ministro della Giustizia chiede un referendum tra gli iscritti Pd «per decidere se andare con Berlusconi o Pisapia». E spiega: «O vince il Pd o vince Renzi. Le due cose non sono conciliabili». Anche il governatore della Puglia è duro, con il suo linguaggio da magistrato: «Renzi vuole sbrigare queste primarie con rito abbreviato per andare al voto e non prendersi la responsabilità della legge di bilancio. La ricostruzione del centrosinistra non può che passare dalla sua sconfitta».

Lui, Matteo, rimane cauto e precisa che il suo rapporto con Berlusconi «è inesistente da mesi», ma pensa ad un possibile accordo con Fi sulla legge elettorale, per uscire dalla «palude» del dopo referendum. Indica l'esempio della Francia, dove il ballottaggio (com'era nell'Italicum) porta ad un vincitore subito e sprona «quelli che hanno vinto il referendum, quelli del No» a fare una proposta. Sottolinea che vuole «votare quando lo dice Mattarella», ma per Emiliano «c'è un evidente conflitto tra Renzi e il Colle».

Commenti

mezzalunapiena

Ven, 28/04/2017 - 09:33

troppa pubblicità a renzi

aldoroma

Ven, 28/04/2017 - 10:54

cambia lavoro fidati............hai fatto troppi danni moro

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 28/04/2017 - 11:00

patetico lui è ancor di più chi continua a votare un patetico

buri

Ven, 28/04/2017 - 11:30

non ci libereremo mai di quel tizio se non ci decidiamo di smettere di fargli una pubblicità gratuita parlamdo e scrovendo sempre di lui, riportando i suoi discorsi e cpsì via, dobbiamo ignorarlo e basta xome se non esistesse

CARLOBERGAMO50

Ven, 28/04/2017 - 11:35

E' MEGLIO CHE PARTI DA SOLO. NON SEI UN MACRON SEI SOLO UN MICRON

apostata

Ven, 28/04/2017 - 11:35

Sky peggio di così non poteva fare, ha prodotto solo un giochino da oratorio noioso, da far rimpiangere i patetici ciriaco e zagrebelsky. Emiliano è un giacobino, il peggio che politica, magistratura e vivere civile possano offrire, si pone con tracotanza e demagogia alle quali neanche di pietro ci aveva abituato. Orlando ha l’illusione di rendersi credibile con la faccina di bimbetto, ma ha i connotati della falsità e s’illude di recuperare verginità rinnegando le scelte da ministro nel governo letta, con berlusconi e monti, e quelle condivise da ministro della giustizia con renzi. Renzi è il più equilibrato ma si porta dentro i postumi della sconfitta che potrebbero ancora pregiudicarlo. Sarebbe una iattura perché con gli altri due si ricadrebbe nella politica dell’odio dei pettinatori di bambole.

GiovannixGiornale

Ven, 28/04/2017 - 12:07

Già, Minniti sta facendo un lavoro straordinario. 36.000 sbarchi in quattro mesi, Alfano era un dilettante.

Atlantico

Ven, 28/04/2017 - 13:47

"Buon risultato per Sky ma inferiore agli ascolti della TV pubblica". E allora dove sarebbe 'sto flop ?! :-))

i-taglianibravagente

Ven, 28/04/2017 - 15:24

che pagliaccio...me lo ricordo quando si accodava a Tsipras quando la stupidita' dei rossi tirava di la'..Rentzi. Poi il mai estinto desiderio di somigliare a Cameron...siccome non c'era modo, si accontentava di copiarlo su giacca camicia e cravatta. E adesso, giu' a ciucciar gloria dal finocchietto francese... PAGLIACCIO!! ma orlando e il cinghialone pugliese, se possibile, fanno ancora piu' ridere.

i-taglianibravagente

Ven, 28/04/2017 - 15:47

e cosi, ridendo e scherzando, tra uno scioglilingua e una spacconata da bulletto, il nostro eroe si e' fatto 5 anni sulla cresta dell'onda senza essere mai stato eletto da nessuno....cose che capitano solo da noi. Ah no....e' stato eletto alle elezioni condominiali dei sinistri..le cosiddette primarie. da sbellicarsi.

settemillo

Ven, 28/04/2017 - 19:01

Io voterò per renzino solo quando ci saranno le elezioni per la nomina del PORTIERE DEL CONDOMINIO ove il paroliere ha la RESIDENZA.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 29/04/2017 - 07:01

udite udite in tema di poster ora Renzi ammette di aver "stranamente" confuso Kennedy con samanta fox ...... la balla era ancor più grossa di quella delle tasse diminuite alle piccole imprese = raddoppio delle imposte sui dividendi delle srl; questa con cosa l'hai confusa??