La Consulta azzoppa il dl Salvini: bocciati i super poteri ai prefetti

La Corte Costituzionale ritiene inammissibili i ricorsi delle Regioni rosse sugli immigrati. Ma boccia i super poteri dei prefetti

La Corte Costituzionale azzoppa il decreto Sicurezza. Se da una parte stronca le Regioni rosse che sono scese in campo contro le norme in materia di immigrazione, dall'altra boccia i super poteri concessi da Matteo Salvini ai prefetti. Ritenenendo che la nuova legge violi l'autonomia costituzionalmente garantita a Comuni e Province, i magistrati della Consulta hanno di fatto svuotato quella parte del pacchetto che svuotava i poteri dei sindaci in materia di gestione della sicurezza per darli, appunto, ai prefetti.

Continua il braccio di ferro (politico e giudiziario) sulle misure approvate dal governo Conte in materia di immigrazione e sicurezza. Il nuovo stop arriva dalla Consulta che oggi si è riunita per esaminare titolo II del decreto che all'articolo 28 prevede un potere sostitutivo del prefetto nell'attività di Comuni e Province. Nelle prossime settimane i giudici costituzionali depositeranno le motivazioni della sentenza ma, al termine della camera di consiglio, hanno già fatto sapere che la nuova legge viola un'autonomia costituzionalmente garantita ai Comuni e alle Province.

Restano, invece, valide le nuove regole su permessi di soggiorno, iscrizione all'anagrafe dei richiedenti asilo e Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) perché sono state adottate nell'ambito delle competenze riservate in via esclusiva allo Stato senza che vi sia stata incidenza diretta o indiretta sulle competenze regionali. I ricorsi promossi dalle cinque Regioni "rosse" (Calabria, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria), che avevano impugnato numerose disposizioni del decreto Sicurezza lamentando la violazione diretta o indiretta delle loro competenze, sono stati infatti dichiarati inammissibili. Un'altolà che, però, non ferma i governatori progressisti nella crociata cotro Salvini. "È solo il primo tempo della battaglia che abbiamo intenzione di combattere contro chi calpesta i diritti umani più elementari", annuncia Enrico Rossi dopo la doccia gelata della Consulta. Nei prossimi giorni il Consiglio regionale della Toscana discuterà una proposta di legge per aggirare il decreto Sicurezza. "L'abbiamo chiamata legge samaritana - spiega l'esponente piddì - sfidiamo il governo a fare ricorso".

Commenti

Reip

Gio, 20/06/2019 - 20:22

Bene buono a sapersi! Quando presto scoppiera’ una guerra civile in questo schifo di Paese i cittadini sapranno di chi e’ la colpa e la responsabilita’!

Giorgio5819

Gio, 20/06/2019 - 20:23

Rifare l'Italia, é ora, non se ne può più. Rifare da zero.

VittorioMar

Gio, 20/06/2019 - 20:28

..C.V.D. !!..si può sempre MODIFICARE E MIGLIORARE..!!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 20/06/2019 - 20:30

Mi risulta che anche al di la' del Decreto Sicurezza il Prefetto abbia il potere di commissariare un Comune, se questo Comune, o qualche suo organo, SINDACO COMPRESO, NON SI ATTENGONO ALLA LEGGE. E poi, non dovrebbe semplicemente bastare l'"OMISSIONE DI ATTI D'UFFICIO"?

Antibuonisti

Gio, 20/06/2019 - 20:30

E' ora di scendere in piazza , facciamolo per dare una terra sicura ai nostri figli. gli italiani devono dar una mano a Salvini non e' sufficiente il voto bisogna fare come i gilet gialli di francia . non fare niente equivale alla condanna.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 20/06/2019 - 20:31

Non sono ancora stati abbastanza "sballottati.. Ma non disperiamo...

Ritratto di DVX70

DVX70

Gio, 20/06/2019 - 20:35

Tipica soluzione 'pilatesca' che non accomtenta nessuno... pazienza spero che presto ne saranno chiamati a rendere cnto.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 20/06/2019 - 20:42

Ecco la solita "palla al piede" ISTITUZIONALE,non attualizzata dal voto maggioritario,effetto della "più bella costituzione del mondo"(altra "palla al piede")

cgf

Gio, 20/06/2019 - 20:46

i rappresentanti locali del Governo sono i prefetti e non i sindaci... oppure facciamo dipendere dall'unico ministero che di occupa di sicurezza interna anche i sindaci. Non penso sia una soluzione salomonica.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/06/2019 - 20:48

ora voglio proprio ridere sulle giravolte dei babbei comunisti grulli e legaioli: per salvini è giusto che la consulta faccia cosi? per berlusconi si, anzi, hanno fatto anche il botto! stavolta come reagirete? contro la sinistra o contro salvini? :-) e, malvolentieri tirerete in ballo berlusconi e gli attacchi giudiziari .... vogliamo riparlarne? :-) come ne usciremo secondo voi? azzoppando la sinistra o azzoppando salvini? :-)

Garganella

Gio, 20/06/2019 - 20:48

Ma perché non facciamo governare il paese alla Corte Costituzionale?

ziobeppe1951

Gio, 20/06/2019 - 20:57

mortimer...a cuccia, quando sarai grande forse capirai

bernardo47

Gio, 20/06/2019 - 20:58

se vi sono talune norme incostituzionali, meglio correggerle subito! e' interesse dello stato innanzitutto! La Corte svolge il compito che la Costituzione Le affida! nulla di piu' e nulla di meno!

bernardo47

Gio, 20/06/2019 - 20:59

il paese va governato nei limiti della Costituzione! e se vi sono norme incostituzionali, meglio modificarle no? e' la democrazia bellezza!

MOSTARDELLIS

Gio, 20/06/2019 - 21:06

Ma se i Prefetti non hanno voce in capitolo in questa materia ma chi caxxxo ce l'ha? I sindaci di Riace, di Firenze, di Lampedusa e di AGrigento

Una-mattina-mi-...

Gio, 20/06/2019 - 21:10

BISOGNA RIFONDARE L'ANPI, IN MODO CHE SI ISCRIVANO FINALMENTE DEI VERI PARTIGIANI, CHE AMANO LA PATRIA E COMBATTANO PER ESSA...

glasnost

Gio, 20/06/2019 - 21:18

Basta con questa magistratura corrotta fino al midollo che fa l'opposizione ad un governo legittimamente eletto. Facciamo in fretta qualcosa altrimenti questi nominati dal PCI (nelle sue varie denominazioni) rendono inutile la democrazia.

giottin

Gio, 20/06/2019 - 21:25

Ma la consulta ha ancora dei poteri? Visto che un buon numero di impiegati si sono dimessi, così per dire.

Loher77

Gio, 20/06/2019 - 21:26

Ma quindi nella pratica che succede? Cmq a questo punto le eggi le facciano direttamente i magistrati, sono loro che decidono tutto.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 20/06/2019 - 21:32

in pratica i pollitici fanno le leggi e le donne magistrato che voi amate tanto grullini le aboliscono ? e allora a cosa servono le leggi se questi parassiti le violano, le cancellano e dicono di fare il contrario ?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/06/2019 - 21:42

poverini, non sanno piu a cosa pensare. in effetti, i neuroni a sinistra ormai si sono estinti.... :-)

killkoms

Gio, 20/06/2019 - 21:43

sentenza cerchiobottista (all'italiana)!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 20/06/2019 - 21:54

I prefetti non mi sono mai piaciuti, perche li ha "inventati" Napoleone.E sopratutto per (negli ultimi 7/8 anni IMPORRE agli Italiani le INVASIONI) Ma mai come ora mi sono diventati simpatici !!!!jajajajajaja.

gabriel maria

Gio, 20/06/2019 - 22:00

La nostra Costituzione che ha dato così tanto potere ai giudici è ottima come carta igienica....i giudici sono tutti rossi,anche gli ultimi scandali dimostrano ciò che tutti sanno da lustri..L'unico che può intervenire è Mattarella...ma.......ormai lo conoscete tutti......non vi è bisogno di commentarlo

Algenor

Gio, 20/06/2019 - 23:12

Svuotare i poteri dei prefetti e restituirli a province e comuni significa neutralizzare il Decreto Sicurezza perché dove 5 stelle, piddini e liste civiche di sinistra, sono al potere, semplicemente non lo applicheranno. Il prefetto dovrebbe invece proprio essere colui che assicura l'applicazione della legge dello stato sul territorio: insomma altro che bocciatura della consulta ai ricorsi delle regioni! Finche una riforma costituzionale non impedirà alle corti non elette di abrogare/disapplicare le leggi del parlamento eletto, nulla cambierá veramente in questo paese: purtroppo la maggior parte degli italiani non vota Lega o Lega + FdI, impendendo loro di avere i seggi parlanentari sufficienti per cambiare radicalmente il funzionamento dello stato italiano.

Macrone

Ven, 21/06/2019 - 02:32

Attendiamo le motivazioni della sentenza della consulta e si inseriscono le modifiche ad hoc nel decreto sicurezza 2 in discussione in parlamento.

Marguerite

Ven, 21/06/2019 - 06:10

Antibuonisti, I GILETS JAUNES IN FRANCIA, ....sono stati sconfitti!!!!!! Il loro partito ha avuto, alle Europee, 0,5% (zero virgola cinque) e Macron ha avuto, 22,7% i gilets jaunes sono di ultra sinistra amici di bandiere Arcobaleno !!!!!!!!!

Marguerite

Ven, 21/06/2019 - 06:59

Salvini, che ne pensi del tuo amico leghista Ticinese, Omar Wicht....anche a lui piace Trump....contro gli Italiani! "Omar Wicht come Donald Trump" La 'sparata' social del consigliere comunale leghista di Lugano non è passata inosservata Oltreconfini "Come Trump, politico ticinese auspica la costruzione di un muro tra Como e la Svizzera". Come prevedibile la 'sparata' del consigliere comunale di Lugano Omar Wicht contro i lavoratori frontalieri non è passata inosservata Oltreconfine. La Provincia di Como e QuiComo hanno riportato lo sfogo social del leghista che nella giornata di ieri aveva raccolto centinaia di 'like' e commenti, riaccendendo un annoso dibattito transfrontaliero.”

Iacobellig

Ven, 21/06/2019 - 07:11

I comuni non sono organizzati a fronteggiare le emergenze e la sicurezza del paese, oltre certi limiti è direttamente lo Stato e i suoi rappresentanti governativi ufficiali ad attuare le misure di sicurezza, come anche i Prefetti.

ValdoValdese

Ven, 21/06/2019 - 07:33

VENITE, ADOREMUS BUSINESS!

tosco1

Ven, 21/06/2019 - 07:52

Bene Rossi, abbiamo capito le intenzioni,fra l'altro,molto note. Ci vediamo alle prossime elezioni regionali toscane per pareggiare i conti.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 21/06/2019 - 07:52

toghe rosse rovina dell'Italia.

rudyger

Ven, 21/06/2019 - 07:53

questi sono gli effetti della modifica dell'art. 114 della Costituzione. Essendo la repubblica costituita da: 1° Comuni; 2° Province; 3° Città Metropolitane; 4° Regioni; 5° ed ultimo STATO (art. 114 Cost.). L'articolo precedente era: La Repubblica si riparte in Regioni, Provincie e Comuni. Nel nostro ordinamento, democratico, ne consegue che in Italia COMANDA l'ultimo Comune di 50-100 abitanti in quanto lo STATO non conta una cippa . Chi ha voluto questo: Governi AMATO-DALEMA-PRODI-BERLUSCONI!

Romolo48

Ven, 21/06/2019 - 07:54

Ma come mai, invece, ai tempi di Renzi/Alfano i prefetti avevano il potere di obbligare i comuni a accogliere gli immigrati?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 21/06/2019 - 07:58

Il classico colpo al cerchio e colpo alla botte. Salomonico? Se problema c'è, riguarda la composizione della consulta: troppi 5 ermellini nominati da un P.d.R. di una repubblica parlamentare. Questo oltre il fatto che la Costituzione (art. 135) prevede che il Presidente rimanga in carica per un triennio e sia rieleggibile, fermi restando i termini di scadenza dall’ufficio di giudice. La disposizione è stata di fatto elusa dalla Consulta, proprio mediante l’elezione di giudici in scadenza, con la conseguenza che, dal 1956 ad oggi, si sono succeduti ben 38 presidenti. Che non sia una questione di privilegi economici? Mi auguro di no.

rudyger

Ven, 21/06/2019 - 08:00

leggere Erodoto: monarchia, oligarchia, democrazia. Per inciso: Pericle cadde per la corruzione dei suoi nel suo governo democratico.

rudyger

Ven, 21/06/2019 - 08:05

leggere il 2° comma dell'art. 114 della Cost. ......I Comuni....sono enti autonomi con propri statuti e poteri e funzioni SECONDO I PRINCIPI FISSATI DALLA COSTITUZIONE - art. 118

K#B

Ven, 21/06/2019 - 08:36

Meno male che ancora la legge funziona e si riesce a fare argine agli scempi di questo decreto... non capisco perché non va a discutere di migranti nelle riunioni in Europa? ma già , per lui il problema non sono i migranti, ma le ONG.... speriamo evapori al più presto...

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 21/06/2019 - 09:21

BEN FATTO LA SICUREZZA DI UNO STATO VA OLTRE GLI INTERESSI DI ALCUNI "FACCENDIERI"

ginobernard

Ven, 21/06/2019 - 09:32

"La Corte Costituzionale ritiene inammissibili i ricorsi delle Regioni rosse sugli immigrati" quello che hanno fatto i sindaci ribelli è di una gravità inaudita. Sono andati contro la legge che hanno GIURATO di rispettare. Quando un politico tradisce la parola data dimostra la sua levatura. Se non sei d'accordo puoi sempre dare le dimissioni. Ma non disattendere il dovere. Una bruttissima pagina della nostra storia. Vergognosi.

ginobernard

Ven, 21/06/2019 - 10:08

"Svuotare i poteri dei prefetti e restituirli a province e comuni significa neutralizzare il Decreto Sicurezza perché dove 5 stelle, piddini e liste civiche di sinistra, sono al potere, semplicemente non lo applicheranno" non credo proprio. Scatterebbe la denuncia immediata dei sindaci. Non esiste potere senza responsabilità. Ma vediamo ... la cosa si fa veramente interessante. Quando non succede niente c'è da preoccuparsi.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Ven, 21/06/2019 - 10:15

E' sempre molto sgradevole dover fare i conti con la legge. Mi rendo conto che certa gente preferirebbe andare avanti a colpi di manganello e olio di ricino. Peccato che ci sia anche la giustizia, una vera sfortuna.

Rossana Rossi

Ven, 21/06/2019 - 10:20

Povera Italia in mano alle toghe...........

vocepopolare

Ven, 21/06/2019 - 10:26

solo oggi con un diffusione più ampia delle cronache parlamentari e di quelle informazioni che i "padroni" dei tg ed i loro sodali della carta stampata ci hanno negato, forse abbiamo realmente smesso e ci siamo convinti che la carta costituzionale non è il SS sceso fra noi , anzi un diabolico strumento creato e promozionato dai partiti rossi che hanno voluto creare i presupposti per il loro eterno controllo sul paese fino a ridurlo nelle condizioni attuali.

tosco1

Ven, 21/06/2019 - 11:24

l'elezione della Consulta e' , a mio parere, ma e' un fatto,lo specchio del'elezione del CSM.E'tutta in mano alla politica. Quindi, a cosa serve.?E' la grande mano politica che controlla tutto, e,purtroppo, come sappiamo la piu' influente e' quella di sinistra, che viene da lontano, da molto lontano,esperta di controllo del territorio.Ricordo un giudice della Consulta che ebbe a dire, tempo fa', che la Consulta deve decidere in base alla opportunita' e convenienza e sostenibilita', nel momento politico'economico del paese.Rimasi atterrito e preoccupato da quelle parole. Tempo dopo segui' il riconoscimento della legittimita' del Decreto renziano retrottivo sulle rivalutazioni pensionistiche, che fregava i pensionati. Cosa dire.?Siamo in Italia, basta.?