Conte-flop davanti ai leader. Fa dietrofront sulla Russia

Lo scivolone del premier al debutto al G7: appoggia Trump ma Putin non ci sta e gli altri lo ignorano

Stretto tra «pupari e rosiconi», secondo la consapevole definizione di Beppe Grillo, già al suo esordio internazionale al G7 di Charlevoix (Canada) il premier Conte ha dimostrato di voler e poter correre rischi inediti e imprevedibili. Tanto per sé, quanto per il nostro Paese.

C'è da uscir matti sul serio. I «suoi» vicepremier ne parlano come dell'ultimo bomber acquistato (a voler mantenere un certo riguardo): «Sono contento di averlo scelto, sta andando bene», dice per esempio Salvini da Como. Senza soverchie cautele, sia il leghista che Di Maio gli ricordano che cosa debba fare attraverso i media. Così, però, anche i «rosiconi» del Pd ci vanno a nozze per tutta la giornata, e sarebbe meglio che la si piantasse con un autolesionismo che non disdegna neppure fake-news e, alla fine, non agevola certo l'immagine dell'Italia. Conte, da par suo, è invece davvero un temerario, capace di correre persino il rischio più grosso: prendere confidenza con il ruolo, decidere in proprio, esporsi fin troppo. «Sono qui a esprimere una posizione forte politicamente, perché io sono forte di una legittimazione politica molto intensa».

Accade perciò che, in continuità con il malvezzo di certi ultimi premier, anche lui informi via Instagram su che cosa faccia e cosa pensi («Arrivato in Canada, anche qui per portare gli interessi degli italiani»). Posta persino la foto del tavolo del primo incontro tra europei voluto da Macron, restando, fin qui, al provincialismo figlio della vanità sconsiderata dei tempi.

Ma quando poi si concede un break con i giornalisti internazionali, ecco il premier andare a ruota libera, raccontando di sé e di quel che si sono detti nei bilaterali, dimenticando ogni prudenza quando rivela della conflittualità sui dazi («ci sono state parole veementi di Trump e degli europei») e di un'Italia «moderata» che si comporterà «di conseguenza». È un attimo, perché il suo body-guard, pardòn portavoce, Rocco Casalino, lo prende rudemente per il gomito e se lo porta via (scena già capitata con altri uomini politici, ma che con Conte, considerato il ruolo, diventa subito un «caso» sul web). Prescindendo da questo, Conte però non se la cava affatto male: riceve complimenti, auguri e ossequi da tutti i capi di Stato. Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, si dichiarerà «onorato, lui è un vero patriota italiano che si preoccupa dell'Europa», al termine di un incontro che non è stato dei più facili. Anche perché Conte ha tenuto fede al mandato: le fonti raccontano di un intervento «molto forte», nel quale ha voluto rimarcare la differenza con il governo precedente e una maggiore «centralità dell'Italia e dei suoi interessi, sia per le sanzioni alla Russia, i dazi e i migranti». Soprattutto sul regolamento di Dublino, il premier rafforza la contrarietà già manifestata da Gentiloni, evidentemente in modi più felpati. E ci tiene a farlo sapere: «Siamo totalmente insoddisfatti, è inaccettabile che l'Italia sia stata lasciata sola in tutti questi anni, gliel'ho detto a Tusk... Ci vuole più solidarietà, le proposte sono assolutamente insoddisfacenti». I due si rivedranno, così come con Jean-Claude Juncker, presidente Ue. «Sono uscito rassicurato - racconta al termine la vecchia volpe dell'euroburocrazia -, non vedo divergenze da affrontare tra Italia ed Europa... Riparleremo con lui di immigrazione e budget europeo. L'Italia ha un ruolo fondamentale...». Parole che dietro la cortina fumogena potrebbero nascondere esiti affatto rassicuranti, almeno per i nostri conti. Tusk si dice certo che la Ue avrà un'unica posizione sulla Russia, nonostante Conte avesse insistito su una rivalutazione delle sanzioni, l'apertura di un dialogo e appoggiato l'idea di Trump di riammettere Putin in un G8, pur essendo l'Italia, «confortevolmente nella Nato». Fredda la Russia, lapidario il commento di Tusk: «Lasciamo il formato del G7 così com'è. Sette è un numero fortunato, almeno qui da noi».

Commenti

Chanel

Sab, 09/06/2018 - 08:29

Non sono grillina ma al momento mi sento soprattutto italiana. Perché non si perde il vizio di farci male da soli? Come ai tempi di Berlusconi da noi la stampa gode a sparare sul proprio leader. Perché non si sottolinea che abbiamo un premier colto e capace di dialogare perfettamente in tedesco francese e inglese? Visto i campioni del precedente governo non mi pare poco. Conte farà bene? Non lo so ma me lo auguro, ma per la nostra stampa se non governa il pd siamo alla catastrofe, in questo è il nostro provincialismo e si che abbiamo visto i tanti illuminati piedini dove ci hanno portato

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 09/06/2018 - 08:32

Scafuri ma che stai a dì? E' da ieri che Putin è rimasto freddo su quelle dichiarazioni di Trump e di Conte che sono solamente proposte. Con l'Italia Putin ha ringraziato per le manifestazioni del governo attuale ma tu, memore del fatto che Silvio non c'è, ti lasci andare a costrutti un pò sui generis. E' ovvio che se su 7 paesi 5 sono contrari e con Trump c'è un "sospeso" ben diverso da quello che c'è con l'Italia, quello che affermi è privo di un distinguo che il governo (M5s+Lega) ha fatto in precedenza.

Ritratto di Gius1

Gius1

Sab, 09/06/2018 - 08:53

Trump sembra voler dire " ma questo chi e ?

apostata

Sab, 09/06/2018 - 08:58

Che strano! Si parte col titolare: “Conte-flop davanti ai leader. Fa dietrofront sulla Russia” e si continua con “Conte però non se la cava affatto male: riceve complimenti, auguri e ossequi”. Si capisce che anche il giornale, come gli italiani che ragionano, è in confusione.

afriemel

Sab, 09/06/2018 - 08:58

PUTIN NON CI STA? NON LO SCRIVE NEMMENO LEI NELL'ARTICOLO. DICE SOLO "FREDDA LA RUSSIA". COSI' COME "GLI ALTRI LO IGNORANO". SOTTOTITOLO INGANNEVOLE, DEL RESTO CI STIAMO ABITUANDO, NOI, TRA UN PO', EX LETTORI DEL GIORNALE

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/06/2018 - 09:15

ecco. tutta qui la consistenza del governo gialloverde! grulli e legaioli insieme.... che sciagura! e conte fa come fracchia....mamma mia, che razza di gente!!!!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 09/06/2018 - 09:16

Il Giornale scatenato a sputare veleno ed insinuazioni contro il nuovo Governo e tutti i suoi componenti come neanche la Repubblica di De Benedetti o gli altri giornali di sinistra stanno facendo! Persino travisando i fatti, cosa mai accaduta in precedenza nemmeno nei confronti dei Governi di sinistra quando, tuttalpiù, i fatti venivano interpretati ma non adulterati! Vien da pensare: ma quanto brucia a Berlusconi aver perso l'occasione di essere eletto al Parlamento e di fruire della conseguente immunità, il rifiuto di Salvini di andare a nuove elezioni?

mbghilotti

Sab, 09/06/2018 - 09:16

Va sottolineata una certa discrepanza tra titolo e contenuto dell'articolo dove si può leggere: "Prescindendo da questo, Conte però non se la cava affatto male: riceve complimenti, auguri e ossequi da tutti i capi di Stato".

obiettore

Sab, 09/06/2018 - 09:17

Grande Berlusconi col suo cucu'. Un vero signore.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 09/06/2018 - 09:23

Votare per X e veder impancato Y, per volere della cricca Napolitano Marx & soci, è una delle cose più turpi che possano capitare a chi ha votato con "diritto". Poniamo fine a tanta menzogna!

Xplr

Sab, 09/06/2018 - 09:28

Italia rappresentata da un professore di diritto privato non eletto, ma come siamo caduti in basso, fa rimpiangere perfino Letta... Più vanno avanti più peggiorano la loro e la nostra reputazione. Iva non aumenterà, abolizione legge fornero, reddito di cittadinanza, ma dove li trovano tutti questi miliardi a ottobre? La legge finanziaria deve avere coperture, ma si rendono conto?

Luigi Farinelli

Sab, 09/06/2018 - 10:17

L'articolo è in sostanza elogiativo sull'operato di Conte ma preceduto da una serie di attacchi (soprattutto nel titolo) che assomigliano molto a ciò che in questo stesso articolo viene detto sul PD (abituato a denigrare, per abilità storica, viste le sue radici). Scrive infatti Scafuri: "Così, però, anche i «rosiconi» del Pd ci vanno a nozze per tutta la giornata, e sarebbe meglio che la si piantasse con un autolesionismo che non disdegna neppure fake-news e, alla fine, non agevola certo l'immagine dell'Italia". Nel "cappello" però i "rosiconi" appaiono quelli di FI, esprimendo, con questo articolo il sofferto rapporto che ha con questo governo. Così, ecco i titoli (per i frettolosi che leggono solo quelli) per psantementeConte e il resto dell'articolo che, in sostanza lo elogia.

Ritratto di ..sandrino..

..sandrino..

Sab, 09/06/2018 - 10:22

conte? conte chi?

no_balls

Sab, 09/06/2018 - 10:23

titolo completamente astruso dall'articolo..... Come sempre.... fake title.

Cesare007

Sab, 09/06/2018 - 10:54

Sui giornali stranieri scrivono che questo debutto è stato un successone.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/06/2018 - 11:04

Chanel - standing ovation

igiulp

Sab, 09/06/2018 - 11:07

Chiunque, nel proprio lavoro, con l'esperienza si migliora. Ma questi giornalisti........... Mah! Solo @Mortimer li capisce.

VittorioMar

Sab, 09/06/2018 - 11:10

...serve uno scatto di Sincerità e di Orgoglio di essere Italiani... più Patriottismo ...meno provinciali..NON SIAMO SECONDI A NESSUNO...vale anche per i giornalisti !!

venco

Sab, 09/06/2018 - 11:10

Salvini non dimentica e ad un certo punto presenterà il conto.

mzee3

Sab, 09/06/2018 - 11:12

Conte o è un ingenuo oppure fa finta e manda fake news per il popolino.Chissà quanti risoluni sotto i baffi. Dovrebbe ricordare, lui che fa tante citazioni erudite, Publio Virgilio Marone che dice nell'Eneide : "Timeo danaos et dona ferentes"... Tanti elogi(forse???) non sono da tenere come veri...anzi...

mzee3

Sab, 09/06/2018 - 11:13

Immagino che abbia anche battuto i pugni sul tavolo! E tutti a tremare!!!

Rebolledo

Sab, 09/06/2018 - 11:15

Occidente non puoi avere due governi con due strategie .. L'Europa non può continuare a essere governata dai vassalli di Obama

Rebolledo

Sab, 09/06/2018 - 11:20

Jean-Claude Juncker e il suo governo devono andare in pensione, anche la Merkel deve andare in pensione..

michettone

Sab, 09/06/2018 - 11:24

LA DIMOSTRAZIONE DI COME NON SI POSSA STARE IN DUE SCARPE CON LO STESSO PIEDE è RAPPRESENTATA BEN BENE DA CODESTO QUOTIDIANO CHE NON MANCA MAI DI FARE LE PULCI AL NOSTRO pREMIER cONTE, SOLAMENTE Perché NON APPARTIENE A FORZA ITAIA DI bERLUSCONI. iL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO è IL PRIMO RAPPRESENTANTE L'ITALIA E NON CERTO I GIORNALI E GIORNALISTI, CHE NON SONO DA QUESTI PAGATI. IL RISULTATO MIGLIORE CHE POTESSE OTTENERE è STATO QUELLO DELL'INVITO ALLA CASA BIANCA, DI CUI OVVIAMENTE NON PARLATE CERTO VOI.... DATEVI UNA CALMATA, CHE TANTO BERLUSCONI NON POTRA MAI TORNARE NELL'AGONE POLITICO....

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Sab, 09/06/2018 - 11:24

Vi consiglio di cambiare linea editoriale e di de-sgarbizzare questo giornale, che sta dis-informando solo per impreparazione al nuovo assetto politico italiano. Ottimo Marcello.508

Adirato98

Sab, 09/06/2018 - 11:36

Gli attacchi dei piccoli "Padroni del Vapore" si fanno sempre più violenti e scomposti. Bisogna Capirli. Il terreno sta franando sotto i loro piedi e non gli resta altro che scatenare i fedeli pennivendoli a libro-paga. Tutto inutile. Il popolo ha capito.

adal46

Sab, 09/06/2018 - 11:38

Sono molto spiaciuto che la stampa, e anche questa stampa, sparino a zero. Non ho votato nessuno che sostiene Conte. Ma concordo con Chanel che noi italiani siamo dei geni a farci male da soli; e che anche questo giornale si sta allineando alle becere espressioni dei piddini blateroni. Il paese ha un'unica speranza: quella di uscire dal tritacarne europeo e finalmente ora ci si sta provando. Vien da piangere che a farlo siano questi, dopo oltre 20 anni di inutili cazzeggi.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 09/06/2018 - 11:49

Gentile redattore Sig. Roberto Scafuri - - - 1) Forse mi sfugge qualcosa, ma non riesco a vedere dove stia "lo scivolone di Conte"; nell'aver suggerito di dialogare-con e riammettere la Russia ? E tutto ciò perché il tale Tusk, Presidente UE (Unione Ebeti), non è d'accordo ? - - - 2) Nel sottotitolo leggo "appoggia Trump ma Putin non ci sta e gli altri lo ignorano", però nel corpo dell'articolo non si fa alcun cenno a Putin, né si spiega perché "Putin non ci sta" (salvo nel finale 3 vaghe parole : "Fredda la Russia"). - - - 3) Sempre nel sottotitolo leggo "e gli altri [chi?] lo ignorano", però nel corpo dell'articolo leggo tutto il contrario. Vengono nominati infatti solo Junker (Sono uscito rassicurato) e Tusk ("si dichiarerà onorato, lui è un vero patriota italiano che si preoccupa dell'Europa"). - Mah ... – (2° invio)--

robiking

Sab, 09/06/2018 - 11:57

Provo ogni giorno a leggere gli articoli politici, ma mi rendo conto che oramai "Il Giornale" e' troppo schierato all'opposizione e attacca senza appello ogni iniziativa del nuovo governo, in questa primissima fase di lavori. Mi auguro che in futuro sia meno "DISTRUTTIVO"!!!

Ronchet

Sab, 09/06/2018 - 12:19

il giornale la repubblica

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 09/06/2018 - 13:31

Un "pupazzo" che recita una parte non sua, già ridicolizzato all'estero per le fesserie raccontate in ordine al suoi livelli professionali. Una delle tante "tristezze" che ci stanno arrivando da un governo di incompetenti furbetti, che hanno dimenticato subito quello che avevano promesso: una legge elettorale "seria", a doppio turno, di difficile, ma non impossibile fattura. Così, quando l'ennesimo governo delle chiacchiere cadrà, ricominceremo da zero. Almeno noi di destra avremo imparato chi non deve essere più votato, specie fra i trasformisti padani.

oracolodidelfo

Sab, 09/06/2018 - 13:54

Chanel, Marcello.508, apostata, afriemel, Giovanni da Udine, Luigi Farinelli, no-balls, Cesare007.....Indro Montanelli sosteneva che il giornalista ha un solo padrone: il lettore! Mentre i pennivendoli....puah! puah! e ripuah!....

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 09/06/2018 - 14:33

@adal46:....certo,nemmeno ai tempi del "Renzino",c'era tanta critica,sulla partecipazione ai "meeting" internazionali,nonostante fosse famosa la sua passione per il "cono gelato",ed una pessima parlata in Inglese,che al di là del contenuto,lo rendeva ancor più ridicolo....

oracolodidelfo

Sab, 09/06/2018 - 18:11

02121940 13,31 - trasformisti padani? Avrebbe preferito un Governo FI-PD, Leu, Bonino/Soros, ecc. ecc.? Chi sta tradendo non è Salvini, ma Berlusconi e mi spiace constatarlo. Berlusconi non si rende conto che senza la manovra di Salvini, al Governo ci sarebbero andati i sopracitati 5S+Pd+Leu+Bonino/soros...e la destra sarebbe stata esclusa da tutto per chissà quanti anni ancora. FI ha comunque portato a casa la seconda carica dello Stato, ovvero la Presidente Elisabetta Alberti Casellati. Non mi sembra poco. Ribadisco: Berlusconi imprenditore da medaglia d'oro, politico da medaglia di ghiaccio, circondato da squallidi opportunisti. Fini, docet!