Conte: “Sì al carcere per i grandi evasori”

Alla kermesse della Cgil, il premier Conte ammette la necessità di una profonda riforma fiscale e garantisce che Quota 100 sarà mantenuta

Dura presa di posizione di Giuseppe Conte contro i grandi evasori. Il premier dichiara di essere favorevole "a pene anche detentive per i casi di conclamata evasione” perché “chi sbaglia deve pagare pesantemente".

L’affermazione è stata fatta dal palco del Teatro Apollo a Lecce nel corso di un faccia a faccia con il segretario Cgil Maurizio Landini alla kermesse “Giornate del lavoro del sindacato”.

Secondo il premier l'attuale sistema fiscale necessita di una riforma profonda perchè è "iniquo e inefficiente". L’obiettivo è quello di “arrivare a una vera alleanza tra il cittadino onesto e il fisco".

Conte ha quindi chiarito che "le definizioni agevolate per me sono una 'una tantum', i condoni non posso diventare parte integrante della disciplina fiscale". Il premier ha spiegato alla platea che per attuare una riforma vera e profonda dell’apparato fiscale, chiede tempo ipotizzando “un periodo di 2-3 anni, fino alla fine della legislatura".

Anche in previsione della prossima manovra, Conte ha sottolineato che il governo dovrà lavorare per “alleggerire la pressione fiscale. Noi non abbiamo molte risorse, però già quest'anno stiamo lavorando per dare un segnale significativo sul cuneo fiscale".

Su Quota 100, il premier ha garantito che sebbene sia "una misura temporanea, introdotta per sanare una ferita", il provvedimento "sarà mantenuto, ma non è la panacea dei problemi del sistema pensionistico".

Il grande problema oggi, però, è legato ai giovani in quanto“rischiano di non maturare un adeguato sistema pensionistico. Ecco perché ho parlato di integrare il fondo previdenziale integrativo e occorre lavorare ad una perequazione pensionistica curando chi si trova in una posizione svantaggiosa".

Conte, nel colloquio con Landini, ha parlato anche di Meridione ammettendo che il Paese "è attraversato da tante diseguaglianze, economiche, generazionali, di genere e territoriali. Il divario Nord-Sud è certificato anche a livello europeo”. Far ripartire il Sud significa favorire anche il Nord e l’Italia intera.

Difficile ma non impossibile. Una soluzione ci sarebbe. Secondo il premier per dare slancio al Mezzogiorno la ricetta è quella di concedere “una fiscalità di vantaggio per l'intera area del Sud e un intervento strutturato".

Rispondendo a una domanda di una lavoratrice del Mercatone 1, Conte ha sottolineato che "il problema delle crisi aziendali in Italia è un problema molto serio. Hanno un tale impatto che pongono un problema di sistema". Al fine di superare questa situazione, il premier invita il governo a “tirar fuori un piano industriale per l'Italia”. Ma l’esecutivo sarebbe sulla strada giusta in quanto “nella manovra stiamo cominciando a lavorare in questa direzione".

Conte ha anche affermato che l’obiettivo dell’azione di governo è quella di perseguire e realizzare un Green New Deal. Per fare ciò, invita "tutti gli esponenti del mondo produttivo a considerare che già alcuni studi dimostrano che il ri-orientamento produttivo in senso sostenibile comporta un costo inizialmente ma dà vantaggi competitivi incredibili e crea occupazione".

Secondo il segretario generale della Cgil Landini, il confronto con Conte è stato un bene ma il giudizio dell’operato del governo giallorosso sarà nel merito e lo si esprimerà“quando vedremo concretamente i provvedimenti: dobbiamo vedere che legge di bilancio si farà, se davvero si attivano tavoli. Sicuramente un confronto in cui si condivide una serie di temi comuni e che le soluzioni si trovano insieme va benissimo, però adesso il problema è trovarle".

Lo stesso Landini ha affermato che il fatto che il premier abbia definito una iattura l'assenza del confronto con le parti sociali è “un passaggio molto importante. Molti governi non lo hanno pensato. Lo stesso governo che ha presieduto in precedenza ha messo a punto una manovra che neppure il parlamento conosceva, non l'avevano discussa con nessuno. Sicuramente è un cambiamento importante, ora però voglio vedere il merito dei contenuti che si realizzeranno", ha concluso il leader della Cgil.

Commenti

bernardo47

Dom, 22/09/2019 - 19:57

che le pene per gli evasori specie grandi, vadano rafforzate, e' cosa buona e giusta, perche' non si puo' continuare con 132 miliardi(altro che 106) di evasione mentre dipendenti e pensionati pagano tutto alla fonte e fino a ultimo centesimo! invece quota cnto sara' meglio perfezionarla, con finestre di uscita allungate e il reddito va rimodulato, perche' al 70% sta andando chi ha fatto dichiarazioni mendaci!

bremen600

Dom, 22/09/2019 - 20:39

Per conoscenza,il signor CONTE GIUSEPPE aveva tasse non pagate per euro 52.000,00 nel periodo 1997 2008.il signor CESARE PALADINO proprietario dell'hotel plaza di roma la cui figlia OLIVIA è la fidanzata del signor CONTE GIUSEPPE è stato condannato a 1 anno 2 mesi e 7 giorni di carcere,con sospensione della pena concordata,per non aver versato DUE MILIONI DI EURO di tasse di soggiorno.A QUESTO PUNTO MI CHIEDO COSA INTENDE DIRE,"CARCERE PER GRANDI EVASORI".

amicomuffo

Dom, 22/09/2019 - 20:43

ma se non mettono in galera chi fà delitti peggiori! Ma inventatene un'altra o Conte!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 22/09/2019 - 20:58

visto? hanno paura di non trovare soldi, e costringeranno gli italiani a cacciarli dalle tasche. peggio di quanto faceva berlusconi :-) ma la cosa incredibile è che preferite che berlusconi si ritiri... voi, babbei comunisti e grulli avete problemi in testa: avete il cervello ristretto !!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 22/09/2019 - 21:07

Che eroe questo CONTE!!! Ora ho capito perché il padre della sua compagna (padrone dell'Hotel PLAZA) appena qualche mese fa ha PATTEGGIATO circa UN MILIONE di euro per EVASIONE FISCALE!!!

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 22/09/2019 - 21:25

in generale sarebbero anche giuste delle pene severe per gli evasori, ma non con le attuali aliquote e anche con l'attuale atteggiamento da stato ladro e prevenuto nei confronti dei cittadini.

mifra77

Dom, 22/09/2019 - 21:43

Ma baaastaaa! bla, bla, bla. Ed intanto i grossi imprenditori oltre a evadere e portare soldi all'estero, prendono persino contributi a fondo perduto. In Italia ormai i piccoli commercianti ed artigiani, sono spariti, creando disoccupazione e facendo spazio alle coop che non pagano neanche un soldo. La risposta di sottogovernanti ottusi, rimane la tassazione a chi le tasse già le paga e la nuova tassa ai bimbi che portano la merendina e l'acqua a scuola . La scoperta del secolo intanto non parla più di restituire soldi ai truffati dalle banche e cercare i fondi spariti dei numeri solidali per i terremotati ma una tassa per salvare il pianeta ed il suo clima che sebbene abbia avuto, ha ed avrà i perenni distruttori, padroni dei governi, sempre al lavoro. E, ciliegina sulla torta, tornano Renzi e la Boschi alla ribalta e con loro persino Nencini e Craxi Bobo; da "mani pulite a mani sulle banche!"

Royfree

Dom, 22/09/2019 - 21:59

Certo. Ma prima di mandare in carcere chi evade si dovrebbe prima capire a cosa servono le tasse. In considerazione che le tasse si pagano per avere una serie di servizi dallo Stato si dovrebbero prima sbattere fuori il 98% dei dipendenti della PA perchè incapaci, collusi, inetti e parassiti. Poi, si manda in galera chi evade.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 22/09/2019 - 22:06

Come negli USA dell'esemplare Trump

laval

Dom, 22/09/2019 - 22:12

Conte, guarda che il padre della tua donna è uno di quelli. Probabilmente lo hai già messo al sicuro meglio di Renzi con la storia delle banche. (Cesare Paladino, proprietario dell'Hotel Plaza di Roma, ha patteggiato per l'accusa di mancato versamento di 2 milioni di euro). Se la proposta la facevi prima facevi una più bella figura. Per il resto condivido il reato con una pena adeguata.

Mr Blonde

Lun, 23/09/2019 - 00:04

diciamo che se x chi evade si intende chi ha milioni sulla coscienza é sacrosanto

scorpione2

Lun, 23/09/2019 - 00:18

caro lagana',non lo vuole solo conte, lo vogliamo tutti i cittadini onesti QUELLI CHE PAGANO LE TASSE.

Popi46

Lun, 23/09/2019 - 05:41

Far pagare i grandi evasori,cancellare la Mafia, far (ri)partire il Sud,abolire la povertà, un piano industriale concreto e realizzabile...... Vastò programma,non c’è che dire. Peccato che sono solo tanti lustri che ne sento parlare. Renzi è stato bollato come venditore di pentole, questo che vende? Cicoria e coriandoli

mcm3

Lun, 23/09/2019 - 05:55

E finalmente, giustissimo, la gente onesta lavora, paga le tasse e spesso fatica ad arrivare a fine mese, questi evadono miliardi e mai nessuno li ha toccati, e' ora di cambiare

volo_basso

Lun, 23/09/2019 - 06:41

Gli esentasse non vanno in galera, quindi recintiamo l'Italia completamente ai confini facendo uscire gli immigrati clandestini e cosi il popolo ha risolto il problema di sicurezza. Tutti in prigione. il desiderio di Conte non potrà mai essere esaudito vista la mancanza di posti liberi nelle carceri .

Duka

Lun, 23/09/2019 - 07:40

E per i "politici" ladri, truffatori, profittatori, incapaci ? Immagino finiscano anche questi in galera con la variante che la chiave la si butta via.

adal46

Lun, 23/09/2019 - 07:41

E chi ha speso 170 milioni di euro di denari nostri per un aereo di servizio che non è quasi mai servito, farà la medesima fine, speriamo? Dovrebbe essere una cifra "abbastanza grande"...

rrobytopyy

Lun, 23/09/2019 - 08:17

la solita storia che va avanti da 50 anni, combattere l' evasione fiscale, il grande mantra dei politicanti. Si sa benissimo che in italia, i minuscola, non avverrà mai. -Evasore- è un vocabolo insito nel nostro Dna, tutti evadiamo anche nel piccolo, per sopravvivere, per consuetudine, per emulare gli altri. Quindi anche noi puristi, nei discorsi quando ci confrontiamo con gli altri,lo siamo quasi tutti, quando saremo nella cabina elettorale da soli o meglio con il nostro portafoglio puniremo senza dubbio chi avrà portato avanti la bandiera della lotta all' evasione e riconosceremo chi l'ha pronunciata tanto per fare (tutti) e chi(ma ci sarà ') invece l' ha inneggiata per portarla avanti seriamente

rrobytopyy

Lun, 23/09/2019 - 08:18

meditate, sono più grandi i numeri della piccola evasione che quelli della grande. Siamo tutti evasori, altrimenti non saremmo italiani, i minuscola.

rudyger

Lun, 23/09/2019 - 08:22

"a pene anche detentive per i casi di conclamata evasione” perché “chi sbaglia deve pagare pesantemente". Ma lo sa il sig. Conte che la sinistra ha fatto chiudere nel tempo tantissimi istituti penitenziari ? e dove li metterà tutti questi evasori ? comunque inizi una nuova edilizia carceraria. L'edilizia è il motore dell'economia.

antipifferaio

Lun, 23/09/2019 - 08:38

Sull'evasione delle tasse il carcere? Un'altra boutade poteva riuscirgli meglio al "Conte del Grillo". In un paese in cui chi ammazza fa 2 anni e e poi esce con i mille cavilli creati per evitare di mettere dentro tutto il parlamento per corruzione...figurarsi se si può applicare una legge simile...simile a quella americana dove chi uccide entra e forse non esce nemmeno vivo dal carcere. Insomma, Conte dopo che il Pd si è rotto... non conta più niente. Parla a vuoto. Blatera solo per cercare di sembrare meno marionetta che nel governo precedente. La realtà è ben diversa. Tra qualche mese vedremo che tutti guarderanno alle prossime elezioni, cioè, tradotto, a pararsi il didietro nel caso la destra dovesse sfondare. La loro preoccupazione è principalmente questa.

Edda Buti

Lun, 23/09/2019 - 08:52

Ma questi governanti pensano che sia meglio mantenere in carcere, a spese dei cittadini, gli evasori, invece di farsi rifondere il maltolto con gli interessi?

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 23/09/2019 - 08:53

MA SE NON AVETE POSTO IN CARCERE PER I DELINQUENTI, """perchè parlate sempre a vanvera"""!!!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 23/09/2019 - 08:54

Se cominciamo con gli evasori democristiani, non ci sarebbe più posto per i delinquenti!!!

patrenius

Lun, 23/09/2019 - 08:57

Una novità assoluta di circa 25 anni fa: "Manette agli evasori" fu lo slogan di un politico di allora. Chissà perchè in tutto questo tempo evasori e politici si sono ingrassati a vicenda.

Edda Buti

Lun, 23/09/2019 - 08:57

Il male peggiore per chi vuole introitare soldi fregando stato e cittadini è il dover rifondere quanto fregato…...

mifra77

Lun, 23/09/2019 - 09:41

Un immigrato minorenne ci costa in un giorno come un artigiano pensionato in un mese, mentre un immigrato adulto ci costa al mese, il doppio del pensionato in questione. In realtà ,i soldi poi li intascano le coop, le organizzazioni umanitarie che non hanno niente a che vedere di umanitario e la chiesa. Questo luminare dell'accoglienza, parla di aumentare le tasse ed importare altri clandestini. Presto spero passerà la campanella a Salvini.

graffio2018

Lun, 23/09/2019 - 09:59

fiscalità di vantaggio per il Sud?? ma dove vive?? al Sud tanti non sanno neanche cosa sia un registratore fiscale!!! e i controlli li fanno già sempre solo al Nord!! poi va bene mettere in galera gli evasori, ma allora galera per chi sbaglia in generale!!! finora in galera c'è andato solo Corona, e tutti gli stupratori e assassini se la ridono

nerinaneri

Lun, 23/09/2019 - 10:01

mifra77: segnalami le fonti che voglio verificare...

vittoria1973

Lun, 23/09/2019 - 10:24

Forse PRIMA dovreste costruirne, di carceri. Siamo al collasso e quanta gente viene fatta uscire dai signori magistrati anche perché non c'è posto! Ma dai, siamo seri!

Duka

Lun, 23/09/2019 - 11:28

Questa è davvero la FIERA DELLE CASTRONERIE. Il bello che gli attori stanno al governo con BUSTA PAGA da 20.000 Euro/mese.