Conte si arrende agli indiani: tratteremo sui licenziamenti

Arcelor Mittal vuole 5.000 esuberi. Il governo punta a ridurli della metà. Il Pd: va ripristinato lo scudo penale

«Siamo pronti a trattare anche sugli esuberi». Il governo Conte alza bandiera bianca: non esiste alcun piano B.

Se Arcelor Mittal, grazie allo scellerato voto parlamentare (con l'avallo del medesimo governo) contro lo scudo fiscale, si può agevolmente sfilare, e mollare definitivamente la patata bollente della ex Ilva, la maggioranza Pd-Cinque stelle non sa come evitare la catastrofe industriale.

Dunque, bisogna cedere alle condizioni poste dal colosso siderurgico franco-indiano. E il messaggio in questo senso arriva direttamente dal premier Giuseppe Conte, secondo quanto rivelava ieri Huffington Post: il capo dell'esecutivo, durante l'incontro in prefettura a Taranto venerdì sera, avrebbe ammesso che l'unica strada praticabile è quella di riavviare la trattativa con Arcelor Mittal, mettendo sul tavolo concessioni pesanti. Non solo il maxi-sconto sull'affitto, già ipotizzato (si parla di dimezzare la cifra della proposta iniziale da 1,8 miliardi), ma anche gli esuberi. L'azienda ne ha annunciati 5mila, il governo starebbe lavorando ad una bozza di controproposta: 2.500 esuberi, da tutelare attraverso la cassa integrazione. In cambio, la multinazionale dovrebbe impegnarsi a «ritirare tutti gli atti e le procedure avviate, compresa quella al tribunale di Milano, relative al disimpegno e alla restituzione dell'impianto tarantino allo Stato».

E, ovviamente, sul tavolo va messo anche il ripristino dello scudo penale per dipendenti e nuovi gestori, anche se è un impegno che fa tremare le vene ai polsi di Conte, perché farlo votare dalla sua maggioranza e in particolare da quel Vietnam impazzito che è il partito dei Cinque stelle può rivelarsi esiziale per le sue sorti. Gigino Di Maio ha già minacciato la crisi, in caso di ripristino. E anche Arcelor Mittal sa bene che le promesse del premier in questo senso non hanno grande attendibilità. Il Pd insiste, con il capogruppo Delrio: «È stato un errore offrire quel pretesto, ora occorre ripristinare lo scudo».

Ma è necessario riportare la multinazionale al tavolo di Palazzo Chigi, si spera tra domani e martedì. A qualunque costo: le ipotesi di nazionalizzazione, di cui si sproloquia a vanvera da più parti della maggioranza, non sono fattibili, né esistono altri potenziali investitori. Mettere in fuga Arcelor Mittal sarebbe un segnale spaventoso di inadeguatezza e inaffidabilità del Paese.

Anche dal Pd c'è chi, come il sindaco di Milano Beppe Sala, dice apertamente che la trattativa va ravviata subito, e da una posizione di evidente debolezza: «Dobbiamo trattare e dobbiamo accettare una parte di riduzione del personale. Quello che viene chiesto è eccessivo, ma se non si accetta un po' di riduzione del personale non se ne esce». «Bisogna tenere i nervi saldi e costringere Mittal a sedersi al tavolo della trattativa», conferma il responsabile economico dei Dem. Un messaggio severo al governo arriva dal commissario Ue Paolo Gentiloni: «In queste materie i patti vanno rispettati: questo riguarda sia il gruppo Arcelor Mittal che le istituzioni italiane». A fare il Rodomonte resta solo l'improbabile Gigino: «Arcelor Mittal non se ne potrà andare indisturbata». Sai che paura.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 10/11/2019 - 09:17

Ovvero: il ruggito del coniglio.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/11/2019 - 09:26

MIO DIO CHE INCOMPETENTI CHE ABBIAMO AL GOVERNO!DI MAIO CHE DOPO AVER TOLTO LO SCUDO PENALE ALLA ARCELOR MITTAL VUOLE MINACCIARE QUESTA PERCHE LEI NON CI STA A PAGARE CON LA GALERA I SBAGLI COMMESSI DAI PROPRIETARI DEL;EX ILVA 40-20- OPPURE 10 ANNI FÁ?!CERTO CHE ESSERE COSI IDIOTA PUO SUCCEDERE SOLO AI POLITICI DEI 5 STALLE!É LA GENTE CHE DEVE PAGARNE LE CONSEGUENZE NON HA NESSUN MEZZO PER MANDARE A CASA QUESTI INCAPACI?!.

Antonio Chichierchia

Dom, 10/11/2019 - 09:29

Finalmente una scelta di buon senso: si può pretendere che un privato si porti appresso 5 mila operai italiani in più, quando l'acciaio è crollato grazie ai dazi importi dall'amico di Giuseppi?

bernardo47

Dom, 10/11/2019 - 10:27

In caso di neces#it attingere da Spesa per reddito nullafacenza che va meglio indirizzato e da quota cento che pochi chiedono ma che costa un occhio.

amedeov

Dom, 10/11/2019 - 10:29

Ha ragione l'ex ministro Calenda: CI SIAMO CALATE LE BRAGHE

jaguar

Dom, 10/11/2019 - 10:30

Ma come mai il governo non interviene se una piccola azienda decide di licenziare? E men che meno intervengono i sindacati.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 10/11/2019 - 10:34

Ormai hai fatto la frittata e non hai scuse ne competenze.Hai voluto metterci la faccia ma senza soluzioni,meglio se te ne stavi a casa.

edoardo11

Dom, 10/11/2019 - 10:53

Ridicolo.Aveva una coppia in mano ed è andato a vedere scoprendo che Arcelor aveva un poker di assi.Ma il "governo sarà inflessibile","non ci piegheremo mai",dove sono andati a finire? Arcelor si è mossa avendo carte validissime in mano,poi la moralità della questione è un'altra cosa.Ma il governo sta facendo una figura barbina(...e altro)

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Dom, 10/11/2019 - 11:10

Il governo se l'è fatta addosso, nelle braghette. Hanno bisogno del ricovero, per la rieducazione.

Capellonero

Dom, 10/11/2019 - 11:19

Tra il conte e il sacrestano urlavano al vento"NEssun esubero nessuno lascierà il posto;"tra pochi giorni la fabbrica chiudera', e cosi vissero felici e contenti! Wl'Italia!.

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 10/11/2019 - 11:32

Ma ci pensate? Una delle prime potenze mondiali che deve ricorre alle elemosine di un Paese del Terzo Mondo? Come siamo caduti in basso grazie alla incompetenza gestionale delle sinistre...!

paolinopierino

Dom, 10/11/2019 - 12:10

Ogni dieci licenziati dall'ILVA con la trattativa diretta da Conte due parlamentari uno del PD ed uno del M5* RISPEDITI A CASA LORO SENZA STIPENDIO

Gianni11

Dom, 10/11/2019 - 12:10

La svendita dell'Italia, imposta su di noi dall'ue e la finanza internazionale vuol dire che finiremmo nullatenenti a casa nostra e ridotti a supplicare per lavoro a stranieri. Ecco gli ignobili risultati. O ci riprendiamo il Paese e la nostra SOVRANITA', sia politica che economica, o finiamo per stracci. Questo caso dovrebbe farlo chiaro anche ai piu' ottusi e miopi.

bernardo47

Dom, 10/11/2019 - 12:16

riaprire la trattativa e' fondamentale per taranto e per italia. E vanno trovate sollecite soluzioni. Bene Conte comunque, a metterci la faccia. In bocca al lupo quindi.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/11/2019 - 15:02

Un governo che "sgoverna". Non si può andare avanti così! DEMOCRAZIA" significa "Governo del Popolo", mentre invece chi governa é la politica, ma dovrebbe farlo quando esprime la volontà della maggioranza del Popolo, maggioranza che non ha, dato che invece fa capo al centro destra.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/11/2019 - 15:03

Un governo che "sgoverna". Ma non si può andare avanti così! DEMOCRAZIA" significa "Governo del Popolo", mentre invece chi governa é la politica, ma dovrebbe farlo quando esprime la volontà della maggioranza del Popolo, maggioranza che non ha, dato che invece fa capo al centro destra.