Così la Chiesa (finalmente) va alla crociata contro Halloween

Se la banalità del male ha il sapore del dolcetto: Halloween è una festa da Medioevo

Oggi, subito dopo scuola, gireranno ragazzini simpatici, citofonando: dolcetto o scherzetto. Una caramella, la darò. Ma bisognerebbe spiegargli qualcosa in famiglia. A costo di passare per genitori o nonni retrogradi, si potrebbe raccontare perché ci sono cari i morti e non gli zombi. In questa nostra tradizione, così vituperata, ma più umana e vera di quelle introdotte da scassinatori americani delle coscienze. Bisogna spiegarlo in famiglia, con la cioccolata e il pane dei morti sulla tavola. A scuola lo escludo, gli insegnanti si sono arresi a internet, e la sorgente del web è inquinata, si impone con la prepotenza del virus. E la notte dei morti viventi comincia, è Halloween. Stasera si vedranno in giro zucche arancioni intagliate a teschio, maschere di cadaveri. Gente che crede di essere spiritosa, scherzerà sui morti. Non sanno quel che fanno. O forse sì. Ma resta il fatto di un'invasione che inquina qualcosa di profondo, sfregia l'idea cristiana della festa dei defunti, per la quale alla fine Ognissanti (Tutti i Santi, primo novembre) e la commemorazione dei morti (2 novembre) sono in continuità: malinconia e resurrezione. Sorella morte corporale non è l'orrore, dice san Francesco, la tristezza non è disperazione, ma attesa.

Bisognerebbe ribellarsi.

Halloween merita una guerra culturale? Rispondo di sì. Non è una festicciola simpatica, un po' macabra. È il modo con cui si insinua nella nostra vita la banalità del male. Anzi, la banalità del diavolo. Mi soccorre persino Hannah Arendt, il cui famoso libro, citato sempre senza che lo si legga, si intitola nell'originale Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil . Evil vuol dire male, Devil è il male con lo zampino, il Demonio. Il Diavolo entra nelle zucche vuote, si insinua. Il nuovo arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi, che conosce bene i ragazzi, lo sa. In questo condivide le preoccupazioni di un suo grande predecessore defunto pochi mesi fa, il cardinal Giacomo Biffi. Zuppi ha partecipato a un incontro a Roma dove si è denunciata l'entità del pericolo, e ne ha dato testimonianza. Il Diavolo invade il nostro popolo grazie (anche!) ad Halloween? Concordo.

Sono matto? Forse. Ma pretendo di essere più razionale di chi lo nega. In base a quale presunzione tutta questa sicurezza nel negarne l'esistenza? Sappiamo così poco, la scienza non è riuscita a scoprire la cura contro la calvizie e il raffreddore, e pretende di conoscere i recessi del buio, gli anfratti del male? Anche chi ne ride dovrebbe studiare un po'. Non si scherza con le tenebre. Si legga il libro del grande storico delle ideologie Giorgio Galli Hitler e il nazismo magico : si evince che la pratica dello spiritismo e del far parlare i morti era diffusissima tra le camicie brune, e si ancorava proprio alle medesime origini di antichi culti celtici da cui pretende di derivare Halloween.

Papa Bergoglio quasi ogni giorno indica il Diavolo come nemico assoluto che ci gira intorno ruggendo, cercando chi divorare. Per fortuna a dirlo è Francesco, il quale passa per progressista e, dunque, non lo critica nessuno. Ma ne ritagliano solo quanto fa comodo. Quando capitò a Paolo VI di scagliare l'anatema contro colui «che chiamiamo Demonio», rompendo il silenzio su «questo Essere oscuro e conturbante (che) esiste davvero, e che con proditoria astuzia agisce ancora; è il nemico occulto che semina errori e sventure nella storia umana», la prima penna della laicissima Stampa , Vittorio Gorresio, gli dedicò un libro irridente: Il Papa e il Diavolo . Sostenne che la Chiesa era ripiombata nel Medioevo. Con Halloween l'Italia ricasca nelle caverne.

Alternative? Ci sono zucche più interessanti di quelle di Halloween. Come ogni anno mi precipiterò alla festa delle zucche di Pecorara, in Val Tidone, Piacenza, dove con Bossi e Tremonti, prima si va a messa per i morti, poi si mangia la zucca. Altro che Halloween. Festa cristiana e padana, festa italiana.

Commenti

Giorgio5819

Sab, 31/10/2015 - 16:10

E' davvero questo uno dei problemi importanti della devastata società italiana ? Le feste dell'unità fanno più danni di quattro ragazzetti truccati che hanno voglia di giocare.

MEFEL68

Sab, 31/10/2015 - 16:24

Halloween è una festa che festa non è. E' un'invenzione che ci vogliono imporre solo per fini commerciali. I bambini non si rendono conto del dolore che porta la morte, ma soprattutto non si rendono conto che la nostra società è già satura di mostri e non c'è bisogno di evocarne altri come zombi, streghe, e altre figure demoniache. Non dico che sarebbe meglio riflettere sulla morte e salutarci con "Fratello, ricordati che devi morire", dico solo che non c'è niente da festeggiare per un'usanza brutta e che non ci appartiene.

Gaeta Agostino

Sab, 31/10/2015 - 16:34

E' una ricorrenza pagana. Questo giorno ricorda le streghe che venivano messe al rogo. Cosa centra la festa? Oltretutto, che si definisce Cristiano non dovrebbe festeggiarla. Finalmente la chiesa ha preso una posizione chiare e univoca.

macchiapam

Sab, 31/10/2015 - 16:44

Eh, Farina: al diavolo Halloween, non foss'altro perchè ispirato dall'orrendo episodio delle streghe di Salem, povera gente che fu impiccata, coll'accusa di stregoneria, solo perchè non allineata al rigore codino dell'epoca. E quanto a Pecorara, forse domani ci vedremo; e mi raccomando: dite quello che meritano ai soloni dell'OMS che hanno creduto di poter squalificare carni e salumi. Viva la coppa piacentina!

Tobi

Sab, 31/10/2015 - 16:50

Mi complimento con lei Dott. Farina, veramente un ottimo articolo! Toglie da halloween quella buccia superficiale di chi vuol farne una innocente festa o semplice gioco, trascurandone le origini spiritiche e gli effetti che certa banalizzazione e normalizzazione del male possono avere. Grazie!

bruco52

Sab, 31/10/2015 - 16:51

diavolo o non diavolo, è una ricorrenza stupida, per come viene fatta qui da noi...solo un pretesto per vendere dei costumi orribili, dolci e caramelle...una festa importata dagli USA, brutta copia del nostro carnevale, che per motivi commerciali è stata enfatizzata, e siccome da noi i boccaloni non mancano, tutti a seguire mode a noi estranee, lontane dalla nostra tradizione...Halloween ma chi ti conosce...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 31/10/2015 - 16:55

Farina:....concordo al 100%!....E' la classica ricorrenza "importata" per motivi commerciali,che fa tanto "multiculturalismo" e "progressismo"....Non appartiene alla mia cultura!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 31/10/2015 - 17:17

@bruco52:...vedo che condividiamo sul tema la stessa opinione!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 31/10/2015 - 17:19

"La chiesa va alla crociata contro Halloween"? L'inquisizione, le donne dai capelli rossi fatte arrostire, il diavolo sotto forma di gatto nero ecc possono essere capiti solo se collocati in un contesto di abissale ignoranza (della chiesa, soprattutto), ma oggi la crociata contro una sxxxxxxxa come Halloween è una ridicola assurdità.

Rotohorsy

Sab, 31/10/2015 - 17:21

Ma che ognuno abbia il piacere di fare quello che vuole nell'ambito del legittimo senza essere sempre criticato per ogni banalità facendone una crociata contro o a favore di culture. Che cavolo c'entra ora la Chiesa e la propria voce. Ma perchè non prova a esprimersi nel mondo anglosassone forse perchè viene puntualmente ignorata ?? E allora che lasci in pace dove il giudizio morale non necessita.

Ettore41

Sab, 31/10/2015 - 17:42

E no caro Farina l'articolo e' molto superficiale e mi puzza di Santa Inquisizione. ALL HALLOWS'EVENING - HALLOWEEN - tradotto significa "La note di tutti i Santi" Questa festa risale a piu' di 2000 anni fa ed ha origine nel Festival della citta'di Samhain nella regione che e' oggi conosciuta come Irlanda. Il Regno Unito ed il Nord della Francia celebravano il Nuovo Anno il 1 Novembre che rappresentava la fine dell'estate e dei raccolti e l'inizio dei freddi giorni invernali. I Celti credevano che la notte precedente (il 31 ottobre) il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti si sfuocasse diventasse nebuloso e che i morti ritornassero sulla terra nelle sembianze di fantasmi 1/2 continua ..

Ettore41

Sab, 31/10/2015 - 17:43

2/2 continua....Quando i Romani occuparono la maggior parte dei territori celtici due feste romane si fusero con quella celtica: i Feralia (dedicata ai morti) e la giornata dedicata a Pomona, Dea della frutta e degli alberi. Nell'ottavo secolo Papa Gregorio III designo' il 1 ed il 2 Novembre come festa di tutti i Santi e tutti i Morti. Fu il solito giochetto della Chiesa che ha sempre cercato di uccidere le festivita' pagane inventandosi quelle cristiane. Tipico esempio e' il 25 Dicembre che da somma festa del Sol Invictus divento' la Nativita'. Oggi Halloween non e' altro che una festa commerciale ne' piu' e ne' meno come lo e' il 25 Dicembre e la Befana. Lasci perdere Hitler e le camicie brune e godiamoci questa pittoresca e piena di colori festivita' Druida. HAPPY HALLOWEEN.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 31/10/2015 - 17:44

Nun me ne po' frega' de meno.

mila

Sab, 31/10/2015 - 17:49

@ tempus fugit -L'Inquisizione in parte era dovuta a motivi politici (ovviamente sbagliati), e cmq da tempo non c'e' piu'. Le tradizioni celtiche, dalle quali deriva Halloween, comprendevano simpatiche abitudini, come i sacrifici umani.

Un idealista

Sab, 31/10/2015 - 17:55

Ogni cretinata è buona per far festa e Halloween è una cretinata dannosa. I bambini hanno diritto a divertirsi, è chiaro; nella vita di ognuno ci deve essere del tempo sia per cose serie e utili, ma anche per divertirsi. Però i genitori accorti possono trovare molte alternative per divertire i figli, le quali possono essere sicuramente più utili e divertenti di questa sciempiaggine.

mila

Sab, 31/10/2015 - 17:55

Per me non vogliono imporre Halloween tanto per scopi commerciali. Allora, perche' si festeggia sempre meno il Carnevale? Come al solito, e' per imporre una sudditanza culturale, per sostituire una festa nostra con una importata dall'America, per di piu' di cattivo gusto.

Ettore41

Sab, 31/10/2015 - 18:10

E no caro Farina l'articolo e' molto superficiale e mi puzza di Santa Inquisizione. ALL HALLOWS'EVENING - HALLOWEEN - tradotto significa "La note di tutti i Santi" Questa festa risale a piu' di 2000 anni fa ed ha origine nel Festival della citta'di Samhain nella regione che e' oggi conosciuta come Irlanda. Il Regno Unito ed il Nord della Francia celebravano il Nuovo Anno il 1 Novembre che rappresentava la fine dell'estate e dei raccolti e l'inizio dei freddi giorni invernali. I Celti credevano che la notte precedente (il 31 ottobre) il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti si sfuocasse diventasse nebuloso e che i morti ritornassero sulla terra nelle sembianze di fantasmi. Quando i Romani occuparono la maggior parte dei territori celtici due feste romane si fusero con quella celtica: i Feralia (dedicata ai morti) e la giornata dedicata a Pomona, Dea della frutta e degli alberi.

Ettore41

Sab, 31/10/2015 - 18:10

Nell'ottavo secolo Papa Gregorio III designo' il 1 ed il 2 Novembre come festa di tutti i Santi e tutti i Morti. Fu il solito giochetto della Chiesa che ha sempre cercato di uccidere le festivita' pagane inventandosi quelle cristiane. Tipico esempio e' il 25 Dicembre che da somma festa del Sol Invictus divento' la Nativita'. Oggi Halloween non e' altro che una festa commerciale ne' piu' e ne' meno come lo e' il 25 Dicembre e la Befana. Lasci perdere Hitler e le camicie brune e godiamoci questa pittoresca e piena di colori festivita' Druida. HAPPY HALLOWEEN.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 31/10/2015 - 18:19

tempus_fugit_888: parzialmente d'accordo con te, nel senso che i roghi delle streghe si resero si possibili per l'ignoranza del popolino ma soprattutto per la malafede dei potenti i quali scaricavano sul diavolo la loro incapacità nel venire incontro alle problematiche della gente. Non a caso il termine "caccia alle streghe" resta in voga anche oggi, ma a differenza di allora anzichè gli eretici ci sono gli extracomunitari e i gay. Ed anche il popolino ignorante si rende disponibile ad abboccare e ad applaudire queste nuove crociate.

ecastellani

Sab, 31/10/2015 - 18:45

Bah.. se vogliamo andare proprio a spaccare il capello è stata la Chiesa, da Nicea in poi, a fare grandi azioni di marketing. Cominciamo con la domenica in origine non certo la festa del Signore: lo è diventata per arruffianarsi la marea di pagani abituati a festeggiare il sole e probabilmente 2) per distinguersi dagli ebrei e le altre professioni che invece sono rimaste fedeli al settimo giorno biblico, il sabato. Ed halloween è una festa di marketing, esattamente come la festa della donna (occasione di vendita di mimose). E' pericolosa? Mah, non mi sembra promossa da forze occulte, nessuno ne approfitta per insegnare la venerazione del diavolo, e precede senza sovrapporsi alla due giorni cristiana. Non mi è particolarmente simpatica ma trovo che quotidianamente ci siano vagonate di cose ben più gravi di cui preoccuparci.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Sab, 31/10/2015 - 18:46

Caro Dottor Farina! x cortesia avvisa LEI il parroco del mio paese? I bambini che proprio mentre digito sulla tastiera continuano in modo irritante a suonare i campanelli escono dalla canonica!!!!!!! - A titolo di cronaca NON festeggio Halloween ma vorrei ricordare che in Italia ci sono tradizioni, specie nel sud Italia, molto simili che hanno origine da prima che gli USA importassimo questa carnevalata

Tuvok

Sab, 31/10/2015 - 18:59

Bergoglio e' decisamente andato fuori di.....ZUCCA.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 31/10/2015 - 19:50

Ma che bello, la festa di hallowen è una festa del diavolo mentre le feste della chiesa sono di Dio. Ma di quale Dio, quello di Gesù Cristo o quello di bergoglio. Non facciano ridere come capita ultimamente. Questi buffoni con la tonaca si diano una regolata che ne stanno facendo di tutti i colori.

galerius

Sab, 31/10/2015 - 21:16

A pochi chilometri da noi c'è gente che ammazza, tortura, prende schiave sessuali, distrugge vestigia millenarie... se permettete, sono un po' più preoccupato di quelli lì che non di una festa celtica e di qualche ragazzino travestito da scheletro.

yulbrynner

Sab, 31/10/2015 - 21:17

mefel daccordissimo ma la colpa e' dei genitori che s lasciano traviare da ogni cacata viene imposta direttamente o indirettamente i bambini sono ignari e non hanno alcuna colpa che ne sanno loro del significato di questa schifezza di festa.. e tutta sera che mi tritano le pelotas continuandoa citofonare senza manco chiedere più dolcetto o scherzetto... la gente e sempre più rimba..ovvero rimbambita bambini compresi..eh si non c'e più ne la gente ne i bambini di una volta ma tanti automi piccoli e adulti telecomandati a distanza

rokko

Sab, 31/10/2015 - 21:29

Macchissenefregaaaaa!!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 01/11/2015 - 00:19

@mila (17:49) e allora?

ANTONIO1956

Dom, 01/11/2015 - 08:21

Era ora che la Chiesa prendesse posizione e non è vero che fanno più danni le feste dell'Unità. E' questo il punto: la gente pensa che sia una festa innocente: NON lo è!! Non deve diventare una cosa normale con la Pasqua e il Natale.

buri

Dom, 01/11/2015 - 11:32

Finalmente, era ora di farla finita con tutte le stupidate importate dall'america che distrugono la morale e le coscienze

Ritratto di MetalMusic666

MetalMusic666

Dom, 01/11/2015 - 20:59

Primo articolo del Giornale con cui non mi trovo d'accordo. Ma d'altra parte la Chiesa pensa solo ad odiare il Metal, HALLOWEEN, aiutare gli stranieri e odiare gli italiani.

Ritratto di MetalMusic666

MetalMusic666

Dom, 01/11/2015 - 21:01

Leggendo i commenti mi viene addosso una tristezza...quando fate così siete ridicoli e oscurantisti come i musulmani.