Così i cattolici praticanti hanno votato per Matteo Salvini

Un sondaggio svela come il 33% dei cattolici praticanti abbia votato per Matteo Salvini. La Lega, però, primeggia pure tra i non praticanti

Come hanno votato i cattolici? È stato pubblicato un sondaggio che può essere d'ausilio a chi si è posto questa domanda.

Cominciamo col dire che Lega di Matteo Salvini è risultato essere il primo partito politico selezionato, tra quelli presenti sulla scheda elettorale, dai cattolici praticanti nell'ultima tornata. Significa che una parte considerevole, tra coloro che si recano in chiesa con regolarità, non disdegna affatto le posizioni del Carroccio. Il cardinal Gualtiero Bassetti, vertice della Conferenza episcopale italiana, aveva dichiarato di non aver mai invitato a non votare per il ministro dell'Interno - riporta ancora l'Ansa - , ma è difficile rimuovere dalla memoria le polemiche tra l'episcopato italiano e i sovranisti. Quelle che hanno preceduto le elezioni europee.

Il leader leghista - lo abbiamo già raccontato - è riuscito a convincere tanti fedeli, ponendosi come strenuo difensore della civiltà occidentale. Il cardinale Gherard Mueller, all'interno di un'intervista, aveva citato pure le "radici cristiane". Parliamo dell'ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, non di un ecclesiastico qualunque. Sembrano davvero lontani, poi, i tempi in cui prendeva piede l'ipotesi di un "partito dei cattolici". Gli attivisti che abbiamo ascoltato concordano: c'è chi si è riferito alla centralità dei "valori non negoziabili" nella narrativa salviniana e chi ha parlato della restituzione del "senso del sacro" in politica. Più in generale, insomma, sembra di poter constatare come, nel paniere delle opzioni presenti in campo, la bioetica abbia giocato in prima linea.

La pro life Manuela Antonacci, per esempio, ha rimarcato come Salvini incarni, dal suo punto di vista, una specie di "concorrenza sleale" rispetto a chi, tra le istituzioni ecclesiastiche, sembra voler porre l'accento solo sulle tematiche legate a migranti e immigrazione. L'ex Dc Dario Ceci, ancora, ci ha parlato di "sdoganamento del cattolicesimo" operato da Matteo Salvini. "Sdoganamento" che avrebbe avuto luogo mediante l'utilizzo del rosario, con le invocazioni alla Vergine Maria, con la domanda di protezione inoltrata ai Santi d'Europa e così via. Poi, come premesso all'inizio, ci sono i numeri.

Il sondaggio di Ixè per l'Huffington Post - come si legge su Sondaggibidimedia.com - ha rivelato come il 33% delle persone che partecipano alla messa almeno una volta a settimana abbia votato per la Lega. Chi prende parte alla celebrazione ogni tanto, invece, ha scelto comunque il Carroccio, ma per il 39.6% del totale. Sono statistiche consistenti, che magari qualcuno, considerate pure come le tendenze elettorali del recente passato, non si sarebbe aspettato.

Commenti

killkoms

Mar, 04/06/2019 - 08:23

se fosse per chi pensa solo a non cristiani