Cuscini magici e taxi-droni Il pesce d'aprile diventa globale

Nell'epoca delle fake news e della post-verità, che senso ha più il pesce d'aprile? Nessuno o quasi. Se non per quelle aziende utilizzano la data più pazza dell'anno per farsi pubblicità virale grazie al lancio di prodotti inventati, spesso incredibili, a volte plausibili.

La più attiva è come ogni anno Google. Che «trolla» i suoi utenti lanciando in rete finti prodotti: il «Google Gnome», versione nano da giardino dell'altoparlante intelligente, la tastiera da computer che al posto dei pulsanti ha bolle da scoppiare come fossero di plastica, e «Haptic Helpers», il visore di realtà virtuale che coinvolge anche tatto, odorato e gusto.

Molto gettonate in questo pesce d'aprile 2017 le bevande energetiche: una, la Dash, non lava più bianco ma ha la lattina che sembra una pila elettrica e permette di dormire solo una mezz'ora avendo la carica per tutta la giornata. Andrebbe a ruba se fosse vera. Falsa anche la Pet Bull, versione per cani del più noto energy drink.

Altri scherzi in pillole. Fanno abbastanza schifo il dentifricio al gusto hamburger lanciato dalla catena Kentucky Fried Chicken e la crema di bellezza alla salsiccia grigliata del marchio Bob Evans. È in versione smartphone il cinema con schermo verticale annunciato in Francia. Ridurrebbe il traffico di tir piene di bottiglie la goccia idratante SodaStream, dissetante come un intero bicchiere (testimonial, anch'essa fake, Paris Hilton). Sarebbe bellissimo invece dormire sul cuscino Duolingo Pillow: una notte di sonno e impari a livello basico una lingua (si può scegliere tra spagnolo, francese, giapponese e sì, italiano). Risolverebbe molti problemi di traffico il taxi-drone con tanto di cinghie di sicurezza da indossare. E chissà quanti ieri al supermercato hanno cercato il grissino che secondo una fake pubblicità sarebbe stato brevettato dalla marca di tonno «che si taglia con un grissino», appunto (anche se, come i gourmet sanno, il tonno migliore non deve essere friabile).

Così, fanno quasi tenerezza gli scherzi old style, senza intenti commerciali, le beffe per sghignazzare e basta: lo chef Gordon Ramsay che, in uno show tv, mette la mano dentro un frullatore e finge che gli venga spappolata (il pubblico in sala urla). Il Daily Mail che pubblica le foto del matrimonio tra il principe Harry e l'attricetta Meghan Markle. Niente photoshop ma un semplice sosia. Che tenerezza, no?