Ddl Cirinnà, scendono in campo i "preti arcobaleno"

Don Aldo Antonelli, prete noto per il suo antiberlusconismo, è il primo firmatario di un appello sottoscritto da altri 6 preti che chiedono l'approvazione del ddl Cirinnà, adozioni comprese

Ora a difesa del ddl Cirinnà scendono in campi i ‘preti arcobaleno’, figli di un Dio laico. In un appello pubblicato sull’Huffington Post, scritto da Don Aldo Antonelli, membro dell’associazione Libera di Don Ciotti e noto per il suo antiberlusconismo, esprime, a nome anche di altri 6 sacredoti tutto il loro “disagio nel difendere l'ultima versione del disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili perché è un compromesso al ribasso”.

Una soluzione frutto di un accordo di governo fatto da una maggioranza“raccogliticcia e indifferente ai diritti civili, ma interessata alle manovra di potere”, si legge nell’appello in cui vi è anche forte critica verso quei parlamentari che si definiscono cattolici e poi “appoggiano e votano qualsiasi sconcezza, calpestano qualsiasi etica, sono conniventi con malaffare, malavita e interessi di parte, facendo della corruzione e della illegalità il loro pane quotidiano”.

I preti arcobaleno si appellano al secondo e terzo articolo della Costituzione e chiedono che una legge come questa sia prerogativa del Parlamento e venga votata senza alcun vincolo di appartenenza.“Siamo convinti - si legge nella lettera - che la storia dell'umanità non è mai stata portatrice di un solo modello di famiglia e tanto meno si fa garante di 'una famiglia come voluta da Dio', dal momento che la Sacra Scrittura (Antico e Nuovo Testamento) non ne parlano, ma offrono a ciascuno la possibilità di vivere il dono dell'alleanza e dell'amore a perdere come segno e manifestazione del volto del Dio di Gesù Cristo”. Per loro la famiglia tradizionale promossa dal"Family Day" “è un'astrazione, legata a una particolare cultura di particolari momenti storici, condizionata da sistemi e costumi sociali, economici e religiosi”.

Un luogo che troppo spesso è teatro di violenze proprio nei confronti di quei bambini che si vorrebbe difendere proibendo coppie omosessuali di adottare dei bambini. I ‘preti arcobaleno’, invece, si schierano contro la posizione la posizione ufficiale espressa dalla Cei, e a favore delle adozioni gay. Da qui nasce l’appello di questi “preti cattolici rispettosi della laicità dello Stato” (così si definiscono) ai parlamentari affinché “senza manovre di bassa lega” approvino la legge Cirinnà, mentre invitano chi non la vuole a evitare “minacce di ritorsione elettorale”. La lettera è sottoscritta da altri 6 preti : don Giorgio De Capitani di Milano, don Claudio Miglioranza di Castelfranco Veneto, don Paolo Farinella di Genova, don Raffaele Garofalo di Sulmona, don Michele Dosio e don Pippo Anastasi, entrambi di Torino.

Commenti

Maura S.

Mer, 24/02/2016 - 19:31

Da tempo sappiamo che ci sono i preti arcobaleno, ( o meglio culattoni) = What has been will be again, what has been done will be done again; there is nothing new under the sun.

margherita cagliari

Mer, 24/02/2016 - 19:42

Dunque, secondo questi preti nella Bibbia e nella Tradizione non si condannano i sodomiti? E questi celebrano la Messa? non posso credere che non vengano rimossi dal vescovo locale!!!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 24/02/2016 - 20:09

C'è da dire che "tradizionale" non è la vera famiglia, la famiglia naturale, fatta di uomo e donna, ma sono "tradizionali" questi pretacci sottoscrittori di un simile appello e che già da questo momento, se il papa fosse veramente degno vicario di Cristo, dovrebbero essere rigettati là, da dove sono venuti, e dov'erano prima che fossero consacrati indegnamente sacerdoti.

roberto zanella

Mer, 24/02/2016 - 20:17

Preti gay...probabile si sono fatti preti perchè tendenzialmente omosessuali...povera Chiesa !!! Tenete lontani i bimbi altro che Oratorio...!!

milope.47

Mer, 24/02/2016 - 20:27

Ma questi non sono preti arcobaleno. Sono preti giudizio universale. Non vedo l'ora di andare a confessarmi da loro.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mer, 24/02/2016 - 21:10

Signori preti arcobaleni, perchè già che ci siete non reclamate il diritto di sposarvi? I tempi sono favorevoli, non fatevi scappare l'occasione finchè abbiamo un Papa tanto aperto e solidale!

46gianni

Mer, 24/02/2016 - 22:59

preti di belfagor

Prameri

Gio, 25/02/2016 - 00:59

La Chiesa sta sprofondando nel fango da tanto tempo. Non c'è giorno in cui i giornali non riportino notizie di preti immorali che danno scandalo con la pedofilia. Gli omosessuali non sono pedofili, ma l'80% dei pedofili sono omosessuali. L'ambiente clericale è il più protettivo per i gay. La negazione della libertà di essere celibi o di sposarsi, la negazione di poter cambiare lo stato civile in preti adulti sta distruggendo la Chiesa. I preti per questo sono disprezzati dalla maggioranza delle persone (non li disprezzano per Cristo ma per le loro omofilie/sessofobie), sono ridotti a fare cerimonie soprattutto per gli anziani, alla raccolta di soldi... %

Prameri

Gio, 25/02/2016 - 00:59

per i poveri (la maggior parte dei soldi però sono ottenuti dalle attribuzioni della percentuale fra chi non ha effettuato alcuna scelta nel versare le tasse). Preparano per sacramenti da cui la gente si stacca sempre più. Mancano spinte ideali e morali nella società e mancano più ancora nel clero. I preti eterosessuali hanno una donna più o meno nascosta e questo rischia di renderli più vessati dei preti gay. Più di quei 6 preti, falliti anche come mosche cocchiere

Ritratto di ventavog

ventavog

Gio, 25/02/2016 - 08:03

.“Siamo convinti - si legge nella lettera - che la storia dell'umanità non è mai stata portatrice di un solo modello di famiglia e tanto meno si fa garante di 'una famiglia come voluta da Dio', dal momento che la Sacra Scrittura (Antico e Nuovo Testamento) non ne parlano, ma offrono a ciascuno la possibilità di vivere il dono dell'alleanza e dell'amore a perdere come segno e manifestazione del volto del Dio di Gesù Cristo”. Matteo, 19/4". 4Ed egli rispose: "Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola? " Ma quale Vangelo hanno letto questi apostati?????????

killkoms

Gio, 25/02/2016 - 08:26

e il papà perché non libscomunica?

INGVDI

Gio, 25/02/2016 - 10:40

Preti nichilisti. Cattolici? Sì, sulla carta. Cristiani? No.

opinione-critica

Gio, 25/02/2016 - 13:35

In teoria dovremmo aspettarci, dai vescovi, una tirata d'orecchie a questi preti. Ma, scommetto sulla comprensione dei vescovi e del papa, diranno: "la carne è debole..." ecc. Sarei quasi portato a pensare che la classe dirigente degli islamici, imam e cxxxi vari, sia superiore alla classe dirigente cattolica,gli islamici sono un coro unico sui loro principi, i cattolici viaggiano in direzioni a 360 gradi, non sanno più dov'è il nord e il sud