De Benedetti fallito e salvato: le banche acquistano Sorgenia

Dal tribunale via libera al piano di riassetto del gruppo energetico che aveva accumulato quasi due miliardi di debiti. E il governo Renzi gli regala altri 150 milioni di incentivi

I l regalino a Carlo De Benedetti e famiglia è arrivato. Il tribunale di Milano ha dato via libera al riassetto dell'enorme debito di Sorgenia: 1,8 miliardi di euro. La società energetica evita così il fallimento passando - a breve - sotto il controllo delle banche. L'omologa del tribunale era l'ultimo passo per il salvataggio del gruppo controllato dalla Cir (famiglia De Benedetti) e dall'austriaca Verbund. Con questo passaggio vengono autorizzati un aumento di capitale da 398 milioni e un prestito convertendo da 198 milioni: in questo modo le banche con cui Sorgenia era indebitata potranno trasformare i loro crediti in capitale. Il creditore che rischiava di più è il Montepaschi (600 milioni).

È un'operazione alla portata di tutti gli imprenditori esposti con il sistema creditizio? Certo che no. Di solito le banche chiedono ai debitori di rientrare velocemente e senza discutere troppo. E, prima ancora, si guardano bene dal prestare soldi a imprenditori che mostrino crepe nell'assetto finanziario. In questi anni di crisi non si contano gli artigiani che hanno chiuso bottega perché le banche non concedevano dilazioni ai debiti. O i proprietari di case pignorati perché non ce la facevano a pagare le rate del mutuo.

Non è stato così con Sorgenia: tutti ai piedi dei De Benedetti. Lo scorso luglio, quando fu raggiunto l'accordo base per evitare il fallimento, il gruppo energetico aveva accumulato un debito mostruoso: quasi 2 miliardi di euro con 21 istituti. Che in passato avevano largheggiato con la società controllata dall'editore di Repubblica ed Espresso (in anni recenti ha lasciato i ruoli operativi ai figli) nonostante che le attività di Sorgenia andassero male. Uno degli asset più famosi, la centrale elettrica a carbone di Vado Ligure partecipata tramite Tirreno Power, ha perso 384,4 milioni di euro tra inizio 2013 e ottobre 2014 ed è gravato da un debito di 894 milioni.

Con somme di questa portata le banche avevano bisogno di un «incentivo» per impegnarsi ancora a non affossare la società energetica della famiglia De Benedetti. Un paio di settimane prima che fosse ratificato l'accordo che prevede l'uscita dall'azionariato di Cir e Verbund, l'aiutino è arrivato puntuale dal governo Renzi. Il che spiega anche perché il quotidiano di famiglia sia così benevolo con il premier.

Si tratta di un decreto firmato a fine giugno dal viceministro dello Sviluppo economico Claudio De Vincenti (professore alla Sapienza molto vicino a Bersani e Visco): sembra che la titolare del dicastero, Federica Guidi, non ne fosse informata a differenza del presidente del Consiglio. Il provvedimento era previsto anche nelle leggi di stabilità dei governi Monti e Letta. Insomma, a sinistra cambiano i governi, non l'ossequio all'Ingegnere.

Il «capacity payment» fu introdotto nel 2003 (governo Berlusconi, ministro Marzano): è un incentivo pubblico concesso ai produttori di energia che s'impegnavano ad aumentare la produzione in caso di picchi di richiesta. Negli anni successivi la capacità è aumentata e il problema è venuto meno: non così il fabbisogno e le richieste di Sorgenia. Così il fondo è stato dotato di circa 700 milioni di euro, e la società ne dovrebbe attingere tra il 20 e il 25 per cento, quindi almeno 150 milioni. Un bell'incentivo pubblico per salvare l'ex società energetica dei De Benedetti.

Annunci

Altri articoli
Commenti

grandeoceano

Ven, 27/02/2015 - 08:06

soliti falliti di sinistra con i soldi pubblici. schifo immondo.

wainer

Ven, 27/02/2015 - 08:10

cane (rosso) non mangia cane (rosso)!

elio2

Ven, 27/02/2015 - 08:12

Non vorrete mica che spenda i soldi per rinnovare la tessera del PD inutilmente spero? I furti e le truffe dei compagni da mondo e mondo li ha sempre pagati la società civile, compresi gli idioti che li vanno a votare, dimostrando ancora una volta che chi vota a sinistra non può essere considerato una persona intelligente e neppure capace di intendere e volere, visto che non sa fare neppure i propri interessi.

Marcoulpiotraiano

Ven, 27/02/2015 - 08:13

Le banche italiane, tutte guidate da comunisti, aiutano i grossi imprenditori, comunisti come loro, e strozzano i piccoli imprenditori sani e produttivi che mandano avanti l'Italia.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 27/02/2015 - 08:20

Beh, quando si è in possesso della tessera n. 1 del PD tutto è possibile, qui in Italia! Pure che nascano le piante di fave cotte!! Questo è l'effetto della "non democrazia" esistente in Italia!!

linoalo1

Ven, 27/02/2015 - 08:21

Cosa vuol dire avere la Tessera N.1!!!!!Lino.

MagoG

Ven, 27/02/2015 - 08:22

La riforma Campi-Amato che creò le fondazioni bancarie non è stata mai completata (privatizzando interamente le fondazioni) ed i risultati si vedono. In ogni caso se ti indebiti con delle banche per 1,8 miliardi di euro, l'interesse a non farti fallire è di entrambe le parti.

gisto

Ven, 27/02/2015 - 08:24

Che facciamo la punta a tutte le matite? DeBenedetti,MPS,CoopCostruttori,Telecom,ecc. ,il vero problema sarebbe Berlusconi?

Ritratto di Mike0

Mike0

Ven, 27/02/2015 - 08:32

Per questo incapace cavaliere del LAVORO che non ha mai creato, ma solo distrutto, la sinistra e la magistratura di sinistra continuano a fare favori, mentre il VERO Cavaliere del Lavoro che ha sempre creato lavoro per gli altri, nonostante avversità sinistre e perseguitanti magistrature rosse è stato de-cavalierizzato e continua ad essere perseguitato. In-giustizia italiana!

Oraculus

Ven, 27/02/2015 - 08:35

Basta essere nemici giurati di Berlusocni per trovare clemenze e sussidi pùbblici e privati...il Berlusca ha fatto delle bestialita' politiche ma come imprenditore non si e' mai sottratto ai suoi doveri , anzi e' credo tuutora il primo contribuente d'Italia...mentre il De Benedetti??...sta col cxxo con la pancia e con i suoi soldi in...Svizzera!!.

g-perri

Ven, 27/02/2015 - 08:43

Quando si tratta di andare in soccorso della tessera n. 1 del PD, giudici e partito sono sempre pronti ad aiutarlo, tanto a pagare il conto sono sempre i cittadini italiani(che subiscono ancora le conseguenze dell'ennesimo fallimento di questo incapace, il quale continua a fare danni in Italia nonostante abbia trasferito la residenza in Svizzera). Se qualcuno a sinistra si intendesse di costi-benefici per il PIL italiano rapportandoli rispettivamente alle attività dell'ingegnere e del Cavaliere, provi a fare il confronto e poi si guardi allo specchio. Poi on c'è bisogno che ci racconti cosa vede, lo sappiamo già.

paota

Ven, 27/02/2015 - 08:50

Le banche sono aziende private. Facciano quello che gli pare ......

gerry1965

Ven, 27/02/2015 - 09:00

questa persona ogni cosa che copra dopo 2 anni fallisce

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 27/02/2015 - 09:07

il famoso soccorso LADRO ROSSO..

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 27/02/2015 - 09:11

"fin che la barca va"....Continuate a "spalmate" i debiti di queste "aziende",greppie di voti,di dirigenti strapagati,sul SISTEMA....Fino a quando in italia,possono fallire solo le piccole e medie AZIENDE,cosa ci si può aspettare da questo SISTEMA politico??....."fin che la barca va"....

timoty martin

Ven, 27/02/2015 - 09:12

n° 1 del PD, n° 1 dei falliti, n° 1 degli incapaci, n° 1 dei disgraziati e quello più salvato con soldi pubblici. Ma risiede in Svizzera !!!! Governo incapace e PD ipocrita

Marino2015

Ven, 27/02/2015 - 09:23

Questo signore gia coinvolto nel fallimento ambrosiano veneto, ha distrutto una delle piu belle aziende Italiane Olivetti, ha solo succhiato soldi in Italia, si e trasferito in Svizzera, ma Pontifica e fa il comunista in Italia. Ma le nostre banche con i nostri soldi lo foraggiano. Ma che bel Paese dove DEMOCRATICAMENTE parlando "NON TUTTI SONO UGUALI PER LA LEGGE"

hectorre

Ven, 27/02/2015 - 09:25

il debito lo pagano le banche???.....lo paghiamo noi!!!....questo losco individuo ha solo scelto la sponda giusta...la sua vita da ricco industriale non viene certo inficiata dalla tessera pd!!! anzi!!!!....conti in svizzera e debiti in italia.....e lo chiamano imprenditore!!!....chiedo ai sinstrati,sempre pronti a vomitare fesserie sul cav.,di invertire le posizioni...con l'ingegnere tessera n1 di forza italia!!!......

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 27/02/2015 - 09:32

non riesco neanche ad immaginare cosa sarebbe successo se avessero fatto un cosa del genere CON una società del gruppo FININVEST durante il governo Berlusconi. CANCRO da estirpare al più presto

hectorre

Ven, 27/02/2015 - 09:35

domanda facile facile.....quanti piccoli imprenditori e commercianti si potevano aiutare con 1.800.000.000 di euro?....considerando che le piccole imprese e le attività commerciali non chiedono grosse cifre, sempre abbondantemente sotto i 50.000 euro.....ma no!!!....loro costretti a chiudere i battenti o dare in garanzia la casa in cui vivono per un finanziamento!!! sempre che la banca approvi il prestito,cosa che ormai non accade più!!!!.....

alby118

Ven, 27/02/2015 - 09:38

E abbiamo in galera Fabrizio Corona !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

torodamonta

Ven, 27/02/2015 - 09:39

Sulle malefatte di De Benedetti e i giudici si possono scrivere decine di libri.Io dico solamente che bisogna togliere da tutti i tribunali D'Italia,la scritta: LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI.PERCHÉ È UNA VERA IMMENSA BUGIA.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 27/02/2015 - 09:59

Nella foto l'indecente bucaniere della finanza, affossatore di aziende nonché tessera numero 1 del PD sta dicendo "Si allontani da me questo amaro calice..." nel momento in cui gli stanno presentando il bilancio della sua ex Sorgenia oberata da 1,8 miliardi di euro di debito. Siccome i sxxxxxxxxxi lo hanno sempre considerato un illuminato imprenditore, anche lui aveva finito per crederci e da Sorgenia pensava di ricavarne un ennesimo tesoro... Se non fosse stato per il malloppo che grazie ai suoi amici mafiosi in magistratura è riuscito a scucire al suo eterno nemico Berlusconi, avrebbe già le pezze al cxxo.

onurb

Ven, 27/02/2015 - 10:06

Certo che Filippi ha delle belle pretese. Cosa vorrebbe? che si lasciasse fallire la tessera n. 1 del PD? Assurdo. Ma poi alle banche cosa gliene frega di buttare soldi in un'azienda che produce debiti? mica pagano di tasca loro. Se andrà male si inventeranno i Renzi bond, in analogia con quelli di Monti che sono serviti a finanziare MPS. In altre parole c'è sempre pantalone dietro i salvataggi dei c..i dei personaggi di sinistra e delle attività dei sinistri. Ma almeno si poteva provare a far sputare all'ingegnere i milioni incassati dalla Mondadori per ripianare una parte del debito?

MarcoE

Ven, 27/02/2015 - 10:06

PAZZESCO! MPS aveva 600 milioni di crediti. Chissà perché??? Il bello è che il cittadino svizzero continua a pontificare ...

avallerosa

Ven, 27/02/2015 - 10:17

gerry1965 fallisce o porta i soldi altrove dopo aver diviso a metà con i boss del PD e magistrati.Per favore non cestinare come il solito,grazie

hectorre

Ven, 27/02/2015 - 10:20

paota...noi ormai siamo costretti ad utilizzare le banche!!!....da chi pensi vengano sborsati quei 1,8 miliardi,dai banchieri?????...o dai ricavi di tutte le operazioni bancarie che ci hanno imposto!!!....suvvia un briciolo di buonsenso!!!!!!

GiulioP

Ven, 27/02/2015 - 10:22

Perché scandalizzarsi? Basta stare dalla parte "giusta" ... e i soldi arrivano come attirati da una calamita ... e senza scandali.

magnum357

Ven, 27/02/2015 - 10:22

Semplicemente ASSURDITA' della sinistra !!!!!! Le banche ovviamente hanno in mano un'azienda fallita !!!!!!!

Mr Blonde

Ven, 27/02/2015 - 10:24

Mike0 I DUE CAV DEL LAVORO di cui alternativamente gente di destra o sinistra esalta lodi e meriti hanno avuto vantaggi che piccoli mortali si sognano, e per uno si chiamavano tessera P2 n. 1816

honhil

Ven, 27/02/2015 - 10:28

E’ un salvacondotto verso la salvezza dal fallimento di De Benedetti e delle stesse banche, a carico della collettività. Con il generoso contributo del Tribunale di Milano. Un’assurdità che mette sotto il tappeto chiamato salvezza rossa e le responsabilità di De Benedetti e dei banchieri che hanno buttato in quella fornace dell’inefficienza miliardi di euro. E pantalone paga. Però, se un disgraziato qualsiasi deve mille euro ad una qualsiasi di queste banche, un decreto ingiuntivo, con il plauso della solita toga solerte, non glielo toglie nessuno.

egi

Ven, 27/02/2015 - 10:31

paota-Forse Lei dimentica che i soldi delle banche sono i nostri, togliere le fette di salame dagli occhi

simone_ve

Ven, 27/02/2015 - 10:34

@ Marcoulpiotraiano "Le banche italiane, tutte guidate da comunisti,..." ennesimo commento idiota. Quindi secondo il suo illustre ragionamento Banca Mediolanum ->35% Finivenst ->Fondatore S. Berlusconi. Quindi S.B. è Comunista

millycarlino

Ven, 27/02/2015 - 10:41

Salvato un'altra volta! È l'Italia più sporca che si sia mai vista. ;illy Carlino

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 27/02/2015 - 10:45

Quasi quasi esco un attimo e vado a farmi la tessera del PD. Vabbé, non sarà la n. 1, ma hai visto mai che qualche favore riesca ad ottenerlo anch'io?

Ritratto di ilmax

ilmax

Ven, 27/02/2015 - 10:50

ci sono imprenditori che arrivano ad impegnarsi la casa per non chiudere e pagarsi i debiti, a questo invece c'è chi paga i debiti per lui, facile fare imprenditoria così!! fa il riccone con i soldi degli altri!

Mackeeper

Ven, 27/02/2015 - 14:13

Aveva ragione la Merkel quando diceva che lo Stato italiano era ricchissimo, come darle torto! Lo stato regala milioni di euro agli invasori islamici, miliardi alle banche , all’europa. i sinistri teorizzano con i nostri soldi, De Benediktus (il Santo tessera Nr. 1) è stato salvato parecchie volta dalla bancarotta e al popolo italiano, calci nel SEDERE e zitti. Matteo Renzi! Siamo veramente un popolo di MISERICORDIOSI ? Si, siamo MISERICORDIOSI se permettiamo ALLA sinistra di guidare questo STATO. Questo commento è stato rielaborato perchè giudicato non conforme ai binari della regola.

giovannibid

Ven, 27/02/2015 - 16:10

questo si che è un "esempio" di malaindustria. Questo FALLITO ha distrutto tante società italiane che erano il fiore all'occhiello della nostra Nazione e caso strano se l'è sempre cavata questo individuo che si vanta della tessera n° 1 del pd VERGOGNATI E VATTENE DALL'ITALIA FALLITO

Giorgio5819

Ven, 27/02/2015 - 17:24

Sempre la solita litania, nomenklatura che salva i suoi caporali con i soldi degli italiani, l'opposizione tace, dorme, si preoccupa di valutare se Salvini è troppo chiaro nei suoi proponimenti....SVEGLIA !

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 27/02/2015 - 18:44

il re mida al contrario, tutto quello che tocca diventa mxxxa!