Dell'Utri lascerà il carcere: pena differita per motivi di salute

Il Tribunale di sorveglianza accoglie la richiesta dei legali. L'ex senatore di Forza Italia ai domiciliari per motivi di salute

Dell'Utri uscirà dal carcere finché le sue condizioni non miglioreranno. La decisione arriva dal Tribunale di Sorveglianza di Roma che ha accolto la richiesta dei legali e ha disposto il differimento della pena per l'ex senatore di Forza Italia.

Solo un mese fa lo stesso tribunale aveva respinto la richiesta dei legali di sospensione della pena, nonostante le sue gravi condizioni di salute: attualmente soffre di ipertensione e diabete, è cardiopatico e lo scorso mese di luglio gli è stato diagnosticato un tumore alla prostata. Eppure, fino ad oggi, i giudici si erano sempre opposti alla sua scarcerazione. La sospensione della pena i legali l'avevano chiesta per permettere all'ex senatore di effettuare un ciclo di cure all'Humanitas di Milano. Ma l'ipotesi era stata rigettata (così come quella presentata il 7 dicembre scorso) nonostante i consulenti della procura avessero certificato l'incompabilità tra le condizioni di Dell'Utri e la vita da detenuto.

Dell'Utri sta scontando una condanna a sette anni di carcere nel carcere di Rebibbia per concorso esterno in associazione mafiosa. La moglie, in un accorato appello, aveva chiesto umanità ai giudici: "Lui è cardiopatico e diabetico, già da prima della condanna...nulla è stato montato per evitare la pena. Oltre a ciò gli è stato diagnosticato un tumore alla prostata. Non può farsi operare perché è cardiopatico e diabetico, quindi gli è stato consigliato di fare la radioterapia che però non può fare in carcere. E un cardiopatico, che deve stare all'aria aperta, non può curarsi in strutture ospedaliere per detenuti perché sono chiusi. Può essere rieducativa una pena che va contro il senso di umanità? Mio marito non vuole essere graziato, vuole solo giustiza". Ora, finalmente, Dell'Utri potrà uscire dal carcere, e andrà ai domiciliari, finché le sue condizioni non miglioreranno. Poi dovrà rientrare in galera.

I giudici nella sentenza hanno spiegato i motivi della decisione. "La patologia cardiaca di cui dell'Utri soffre - hanno scritto - ha subito un recente e significativa aggravamento rispetto alle pregresse condizioni e non sono secondarie le negative ricadute di altri fattori complicanti quali l'età, 77 anni, il trattamento radioterapico, la malattia oncologica e le condizioni psichiche. I sanitari hanno segnalato il rischio di morte improvvisa per eventi cardiologici acuti e hanno concluso per la non compatibilità con il carcere".

Commenti
Ritratto di elkld

elkld

Ven, 06/07/2018 - 20:04

FINALMENTE!

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 06/07/2018 - 20:07

Il fico deve capire bene due cose: primo che non si deve intromettere in funzioni che lo riguardano, secondo deve tener bene presente che se salta il governo, un'occasione come quella che gli è capitata non gli capiterà mai più !

leopard73

Ven, 06/07/2018 - 20:11

Finalmente le zecche rosse hanno capito che non comandano PIÙ.

Luchy

Ven, 06/07/2018 - 20:12

Chiamala "giustizia ritardata". VERGOGNATEVI !

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 06/07/2018 - 20:43

Meno male. I domiciliari di danno a cani e porci. Poi condannato per un reato che non esiste nel codice penale: concorso esterno in associazione mafiosa non c'é , non esiste, é solo giusrispudenza che non fa legge.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 06/07/2018 - 20:57

Vorrei dire che è una bella notizia. MA, NON PERDONERO' MAI CHI LO HA SUPPLIZIATO. Con rabbia. -20,57 - 6.7.2018

ESILIATO

Ven, 06/07/2018 - 21:27

Giustizia e' fatta..

Ritratto di voglioesserecomunista

voglioesserecom...

Ven, 06/07/2018 - 21:37

Solo sei commenti, sette con il mio. Vedo che non ci sono molte trote per questa notizia, come di solito invcece di dementi seriali che commentano in questo giornale, ci sono!

Canaglia

Ven, 06/07/2018 - 22:24

Dell' Urtii é una persona di grande cultura e sensibilitá, trovo incredibile quello che ha passato.

Popi46

Sab, 07/07/2018 - 04:52

Storia di malagiustizia ( condanna per reato inesistente). Si conferma il fatto che la magistratura è diventata un potere dello Stato che si contrappone al potere politico senza peraltro che i suoi componenti siano legittimati da elezioni o possano essere indicati come responsabili a fronte di errori decisionali anche marchiani. Ed infatti lo sanno anche i sassi che la Giustizia in Italia è una barzelletta, a cominciare dalla “velocità “ delle sentenze

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Sab, 07/07/2018 - 07:33

Non esiste pieta per i non-comunisti. Fosse stato un ex PC sarebbe stato messo ai domiciliari da qualche anno.Comunque una buona notizia.

VittorioMar

Sab, 07/07/2018 - 08:01

...è stata sospesa la "TORTURA GIUDIZIARIA" !!

pagi

Sab, 07/07/2018 - 09:11

Se avessero applicato la legge non lo avrebbero condannato. Certi giudici diovrebbero essere espulsi.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Sab, 07/07/2018 - 10:13

Uomo di grande Dignità, vittima del giustizialismo a senso unico di una certa Magistratura. Comunque una notizia buona. Auguri Senatore Dell'UTRI.

mzee3

Sab, 07/07/2018 - 10:22

E allora TUTTI FUORI , tutti i malati di HIV, tuti i cardiopatici e tutti quelli che hanno analoghe patologie sono in carcere per molto meno. CONCORDO con coloro che scrivono che l'aria è cambiata. Dell'Utri fuori in cambio della permanenza la governo. Nell'articolo è scrio :"Può essere rieducativa una pena che va contro il senso di umanità"? A me pare che Dell'Utri non si sia ai pentito e quindi è un soggetto che non vuole riabilitarsi.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 07/07/2018 - 11:57

Fine della certezza della pena. Se hai soldi e conoscenze tutto è "interpretabile".

xgerico

Sab, 07/07/2018 - 12:07

Chissà perché dopo la condanna era scappato in Libano!?

xgerico

Sab, 07/07/2018 - 12:08

Ma oggi a filtrare i messaggi cè un parente di Dell'Utri???

mcm3

Sab, 07/07/2018 - 12:10

Si parla tanot di CERTEZZA DELLA PENA ma, se si parla di un amico di Berlusconi, anche se condannato per Mafia, va tutto bene, siete contenti, non fate polemiche, i giudici nn sono piu' politicizzati o comunisti,

xgerico

Sab, 07/07/2018 - 12:15

Cè un servizio fotografico dell'uscita di prigione. Esce con i suoi piedi, bello pasciuto, non dimagrito, abbraccia e da baci a tutto spiano, strano?