Il dolore di Casamicciola (che difendeva l'abusivismo)

Nel 2010 insulti e sassaiole contro la polizia per impedire che le ruspe abbattessero gli edifici fuorilegge

C'è la prevenzione del giorno dopo. Ci sono le accuse dei geologi e il muro di gomma dei sindaci. C'è il mea culpa dell'abusivismo e la sua negazione nel day after di Ischia e di un comune, Casamicciola, che trema e piange le due vittime restituite da una notte trascorsa a scavare. Eppure questo paese ferito è lo stesso che pochi anni fa fu teatro di una violenta guerriglia urbana scatenata da residenti scesi in piazza come black block per fermare le ruspe e salvare gli abusi edilizi. E per impedire con le sassate agli agenti di polizia giunti in tenuta antisommossa, di abbattere una delle 600 case dichiarate fuori legge da sentenze passate in giudicato. Sono trascorsi sette anni da quegli scontri e 599 abitazioni sono ancora lì. Scheletri di ciò che resta di una battaglia persa dallo Stato davanti alle barricate degli abitanti.

I poliziotti spediti sull'isola il 28 gennaio del 2010 su mandato della Procura di Napoli per far rispettare le esecuzioni, finirono in ospedale con una prognosi da due a sei giorni per i colpi incassati da un esercito di trecento abitanti inferociti. Determinati a sbarrare con ogni mezzo l'accesso a una villetta da 60 metri quadrati che la magistratura aveva stabilito di demolire perché fuori legge. Pedane di legno, scaldabagni, massi e roghi incendiari, tra cui quello di una roulotte, bottiglie contro i poliziotti. Il manto stradale cosparso di nafta. Finì tutto dopo 24 ore di scontri e nove persone denunciate per resistenza a pubblico ufficiale. Le cariche della polizia ebbero la meglio sulla villetta, che rimase la prima e l'ultima a finire sotto la ruspa. Oggi al procuratore aggiunto di allora, Aldo De Chiara, non resta che constatare che a quegli edifici illegittimi si sono aggiunte pure «molte delle costruzioni che non avrebbero mai dovuto esistere», ha detto al Corriere. La sua non è che una voce nel coro di accuse che si leva contro «l'impunità» della piaga che da decenni regna nell'isola: «Ischia è da sempre simbolo di abusivismo edilizio, di cementificazione disordinata», denuncia Legambiente. Su 60mila abitanti, «sono 600 le case abusive colpite da ordine definitivo di abbattimento e 27 mila le pratiche di condono presentate negli ultimi 30 anni in occasione delle tre leggi nazionali sulle sanatorie edilizie».

I sei sindaci isolani non accettano di finire sulla graticola delle responsabilità. In una nota congiunta «deplorano le notizie false relative a presunti danni e crolli in tutta l'isola e alle inesistenti connessioni tra l'evento sismico e i fenomeni legati all'abusivismo edilizio». Ribattono che le macerie «hanno interessato per lo più strutture antiche, tra le quali finanche una chiesa già distrutta dal terremoto del 1883 e poi riedificata».

Eppure l'allarme di geologi e urbanisti in queste ore è chiaro: l'abusivismo, per Sandro Simoncini, docente della Sapienza, non è affatto questione marginale come sostenuto dagli amministratori: «Al netto delle peculiarità geologiche di quel territorio, che rendono il sottosuolo particolarmente fragile, non si può non rimarcare come si sia costruito anche là dove leggi e buon senso non lo avrebbero permesso e, in molti casi, lo si è fatto utilizzando materiali e tecniche di scarsa qualità».

Sotto accusa, dal coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli, c'è anche la legge regionale approvata a giugno dal consiglio regionale della Campania governata dal Vincenzo De Luca: «Dovrebbe avere l'onestà intellettuale di ritirarla». Nella regione, dati Legambiente, in dieci anni sono sorte 60mila case abusive: «Non abusi di necessità, ma soggetti organizzati che hanno tirato su interi quartieri».

Commenti

gneo58

Mer, 23/08/2017 - 08:33

che che se ne dica qualsiasi disgrazia o malanno che capita ad essere umano o cosa, se andiamo a vedere bene, e' sempre colpa dell'uomo - in questo caso dove non ha potuto la legge ci ha pensato la natura, ancora un paio di scosse come si deve ed e' tutto demolito.

el_cojote

Mer, 23/08/2017 - 08:38

Hanno poco da lamentarsi ora.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 23/08/2017 - 08:47

Quindi, ammesso che sia vero (e purtroppo ho forti dubbi che lo sia) cio che cita l'articolo corriamo il rischio che chi aveva una casa abusiva si veda (magari tra un po di anni) costruita una casa nuova che paghiamo noi?

Ritratto di filatelico

filatelico

Mer, 23/08/2017 - 08:56

Cosa c'entra l'abusivismo con imprese che fanno i lavori MALE ??? Quelle abusive sono crollate e quelle regolari no ??? BASTA BUFFONATE COME IL FASCICOLO DEL FABBRICATO E ALTRE COSE INUTILI !!! AVVOLTOI !!!

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 23/08/2017 - 08:56

In molte zone dell'Italia, sopratutto meridionale si considera un vanto, il non rispetto della legge, un sinonimo di libertà e diritto, come non mettere il casco, tanto il vigile si gira dall'altra parte, salvo poi piangere quando succedono le disgrazie, non rispettare le normative di sicurezza e inquinamento, come il far seppellire per quattro soldi dalla malavita inquinanti di ogni tipo nei propri terreni e poi lamentarsi delle conseguenze, eleggere politici corrotti e poi lamentarsi che le cose vanno sempre peggio, ecc. ecc. Questo nello specifico è uno di quei casi, dove il mancato rispetto delle normative sulle abitazioni ha fatto 2 vittime e molti feriti, la colpa di chi è, se non di coloro che nel 2010 spedirono in ospedali i poliziotti mandati a far rispettare la legge???? Poi non lamentatevi se vi sentirete dire che "Chi è la causa del proprio mal compianga se stesso".

Albius50

Mer, 23/08/2017 - 09:00

Ad essere CATTIVI la demolizioni l'ha fatta il terremoto; certamente ci saranno anche chi piangerà come i COCCODRILLI ma PURTROPPO in ritardo.

VittorioMar

Mer, 23/08/2017 - 09:08

..VERO! TUTTI COLORO CHE HANNO COSTRUITO MURA E TETTI SONO COLPEVOLI!!..MA COLPEVOLI SONO GLI ENTI CHE FORNISCONO SERVIZI E UTENZE!!..COMUNI CHE CONSENTONO NUMERI CIVICI!!..CATASTO...LO STATO, LE SUE PROPAGGINI TERRITORIALI CHE NON SPENDONO SOLDI PER L'EDILIZIA POPOLARE,MA INCASSANO CON CONDONI E SANATORIE!!..PER CINISMO ,SONO MORTI MASSI IN CONTO;COME PER FRANE..SMOTTAMENTI ..ALLUVIONI!..SOLO I TERREMOTI NON SI POSSONO PREVEDERE...E TUTTO IL PAESE E' SISMICO!!ANCHE QUESTO E' FRUTTO DELL'ILLEGALITA'DI STATO E DI COMODO!!..MA QUELLO CHE FA VENDERE I GIORNALI E': LA MAFIA!!...FA PARLARE PRETI E SCRITTORI!!..L'ABUSIVISMO E' "IMPOPOLARE"!!!

Popi46

Mer, 23/08/2017 - 09:17

Ognuno è artefice del proprio destino,tuttavia penso che si possa in parte giustificare l'ignoranza della massa ma non si può non fare nulla nei confronti di chi quegli abusi ha permesso. Pubblicate perciò i nomi dei sindaci responsabili e i loro partiti di appartenenza. TUTTI,però

vinvince

Mer, 23/08/2017 - 09:19

La legge non arriverà mai in certe zone d'Italia e quindi è meglio lasciare le cose come stanno .... se arriverà un altro terremoto, speriamo di no, faranno la fine del topo . Adesso sappiamo che le loro case i loro alberghi e strutture sono a rischio e quindi pericolose e dal punto di vista commerciale, non valgono niente ... Saranno loro a stabilire cosa faranno delle loro vite e dei loro beni ...

jaguar

Mer, 23/08/2017 - 09:25

Una sola domanda: perchè al nord se metti un mattone fuori posto ti scovano subito, mentre al sud con decine di migliaia di case abusive tutti tacciono?

vinvince

Mer, 23/08/2017 - 09:29

Credo che una prova di democrazia potrebbe essere le pubblicazione di tutti i nomi dei richiedenti condono edilizio. È giusto che chi si recherà in futuro in quella zona, sappia, in parte, dei rischi che sta correndo affittando un appartamento, una casa, cercando un albergo e via via ...

Giorgio Rubiu

Mer, 23/08/2017 - 09:30

Il terremoto, invece che le ruspe, ha sistemato le cose almeno in parte. Purtroppo le nuove case abusive e mal costruite finiremo col pagarle noi sotto forma di danni per il sisma. La grande fortuna di Ischia è che non c'è più Vasco Errani!

OsservatoreMilanese

Mer, 23/08/2017 - 09:45

In questa triste vicenda, in pole position i Sindaci: associati a (far) delinquere, nonché associati al mantenimento del loro culo sulle poltrone che occupano...abusivamente.

flip

Mer, 23/08/2017 - 09:53

hanno almeno pagato i "condoni"? o il PD li ha aboliti?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 23/08/2017 - 09:56

Il "popolo" (non meritiamo questo nome) italiano è semplicemente STUPIDO. Intendiamoci, come individui siamo spesso brillanti. Ma come collettività siamo sotto una tribù primitiva...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 23/08/2017 - 09:58

Un tempo il timore di Dio fungeva da limite... imponeva a questa feccia almeno un po' di scrupoli. Ora che sono illuministicamete "libberati" non c'è limite all'egoismo, alla stupidità radicale di questa gentaglia.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 23/08/2017 - 09:58

È risaputo, che nel continente, in Italia e specialmente dalle alte cariche dello stato, all`operaio che lavorando può permettere di fabricarsi una casa, """GLI ABUSI SONO INFINITI"""!!! NEL PAESE DELLE BUSTERELLE, ANCHE IL CAPO DI STATO """NON È UN SANTERELLO COME VUOLE FARCI CREDERE, SE POI PARLIAMO DEL CLERO,(PER I CREDENTI),L`INFERNO SI APRIRÀ PER TUTTI NOI, COMPRESSO IL PONTEFICE E TUTTI I SUOI SEGUACI"""!!! Ma, perche abbiamo parlamentari che sanno solamente emanare tasse e giudici che sanno condannare la gente onesta lasciando ai delinquenti, libertà di azione e a tipi come la Boldrini, che invece di operare per ciò che è pagata, VUOLE IMPORCI E FARCI INVADERE SOLAMENTE PER IL SUO PIACERE??? SE LE REGOLE, NON SONO RISPETTATE DALLE ALTE CARICHE, CHE SONO PARAGONATE A DELLE SETTE DI DELINQUENTI-APPROFITTATORI, CHE LA PAROLA ONESTÀ NON SANNO COSA SIA,, COSA DOBBIAMO ASPETTARCI DALLA POPOLAZIONE, QUELLA POPOLAZIONE A CUI PASSANO SOLAMENTE LE BRICCIOLE"""???

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 23/08/2017 - 10:00

Per darvi un'idea della STUPIDITA' degli italiani nel contesto sociale.... esempio: più volte ho visto condomini fare cause a condomini in cui, fin dall'inizio, era chiaro che una loro "vittoria" si sarebbe tradotta in una sconfitta dell'intero condominio e quindi, PERSINO CON DANNO ECONOMICO, anche all'idiota condomino querelante. E credetemi, non sono casi rari.

steluc

Mer, 23/08/2017 - 10:03

Tanto si sa che il sud è inemendabile, la faccenda del sindaco di Licata è emblematica. È un filone con varie sfumature , le finte pensioni di invalidità , i finti pompieri che danno fuoco , i mitici forestali , i numerosissimi 100 e lode alla maturità, le case in Calabria i cui lavori , a suo tempo, procedevano parallelamente ai sequestri , i posti statali di rilievo miraggio per i nordici.....è la loro risposta all'occupazione feroce messa in piedi 150 anni fa da una monarchia da quattro soldi verso terre pacifiche. Ora? Tutti giù per terra. Anche ovviamente ad altre latitudini.

jenab

Mer, 23/08/2017 - 10:17

i sindaci della zona, intervistati in varie tv, continuano a difendere l'abusivismo, evidentemente si sento superiori anche alle forze della natura. Il buon senso direbbe di metterli in galera tutti e subito, ma si sà, in quelle zone la legge è solo una opinione.

Mr Blonde

Mer, 23/08/2017 - 10:29

filatelico "basta con il fascicolo del fabbricato"??? ma h aidea di cosa parla? tranquilli facciamo l'ennesimo condono e che dio ce la mandi buona, stessa cosa a rigopiano: un bell'hotel ai piedi di una gola, è andato bene x anni poi morti e feriti. Italiani bel paese

gluca72

Mer, 23/08/2017 - 10:37

La casa dei tre ragazzini fortunatamente rimasti vivi sembra avesse due piani in più del dovuto. Ma di cosa stiamo parlando qui si gioca con la salute dei propri figli.

gneo58

Mer, 23/08/2017 - 11:02

gli antichi costruivano come si deve, e tante cose sono ancora in piedi dopo milleni, in Giappone, terra di terremoti fino a che non si e' potuto costruire "antisismico" abitavano in case di "legno e carta" - qui giocano tutti a fare il muratore con mattoni e cemento - lo stato perdona (con i condoni) la natura no. Ricordatevelo!

Ritratto di filatelico

filatelico

Mer, 23/08/2017 - 11:25

Mr Blonde Se io sono SANO non mi devo fare la TAC per far guadagnare l'ospedale o i medici !!! A Rigopiano NON ANDAVA COSTRUITO NULLA !!! La mia casa è costruita BENISSIMO, idem quella al mare TUTTE REGOLARI e quindi NON MI SERVE IL FASCICOLO !!!

Mr Blonde

Mer, 23/08/2017 - 11:42

filatelico ne è sicuro...? guardi che serve non a lei, ma alla collettività

Jimisong007

Mer, 23/08/2017 - 11:43

Il comune condona, il terremoto no

gigetto50

Mer, 23/08/2017 - 11:52

....non so...forse mi sbaglio....ma penso che abusivismo non sia sempre collegato a crolli...a parte ovviamente le zone a rischio (canaloni/pietraie, vicinanza al mare, in riva a fiumi e torrenti, etc...etc...) Sono i calcoli malfatti o non fatti, la qualita' dei calcestruzzi etc..etc...che secondo me vanno ad impattare fortemente. Poi ci sono le vecchie case magari di secoli scorsi. Pero' certo che uno chiede il condono, é obbligo dell'autorita' andare a verificare tutto questo prima di dare il benestare. Ma come si fa a verificare la qualita' dell'impasto del calcestruzzo ormai colato? Forse facendo dei carotaggi....non so...

Ritratto di filatelico

filatelico

Mer, 23/08/2017 - 12:05

Mr blonde dica meno stupidaggini!!! Quante case ha costruito nella sua vita ??? Ha una laurea in Ingegneria Civile ???

roberto zanella

Mer, 23/08/2017 - 12:07

Quella è la testa , non si cambia , sono come gli islamici questi per Allah non si integreranno mai , i meridionali non molleranno mai l'abusivismo , perchè il loro senso civico lo hanno gà buttato nel cesso insiema al casco moto....simpatici , certo , furbi , certo , piangono si , fottono , pure , abusano ? su tutto .. tutto molto pittoresco con i soldi del Nord....