E diventa un caso perfino il Giro d'Italia

Anzaldi (Pd) all'attacco: è vero che quest'anno la Rai l'ha pagato il doppio?

Roma - L'edizione del centenario potrebbe passare allo Storia come l'edizione dei record. Stiamo parlando del Giro d'Italia che partirà il 5 maggio dalla Sardegna per concludersi a Milano il 28. È infatti arrivata in Parlamento un'interrogazione firmata da Michele Anzaldi (Pd) nella quale si lamenta un «immotivato» aumento del costo dei diritti televisiva del Giro che la Rai anche per quest'anno si è garantita. Il deputato parla di un costo ampiamente aumentato rispetto all'ultima asta. «Secondo quanto riportato in alcuni articoli di stampa - spiega Anzaldi -, la Rai avrebbe acquistato per i prossimi quattro anni i diritti per trasmettere in chiaro il Giro d'Italia. E il costo di tali diritti sarebbe passato da 5 a 12 milioni all'anno. Se tale indiscrezione dovesse essere confermata, la Rai si troverebbe a corrispondere per tali diritti un ammontare più che doppio rispetto a quanto pagato finora». Anzaldi, segretario della Vigilanza Rai, chiede inoltre se corrisponde al vero che tale decisione sarebbe già stata approvata dal Cda Rai e vorrebbe sapere come si è svolta la trattativa con il Gruppo Rcs e da chi è stata portata avanti. A dare una prima risposta ci pensa un membro di quel Cda, Carlo Freccero, con un preciso riferimento al direttore generale Antonio Campo dell'Orto. «La negoziazione per il Giro - spiega - l'ha fatta il dg. Di certo Cairo (presidente di Rcs, ndr) ha anche approfittato del fatto che quest'anno cade il centenario del Giro. La cifra non l'abbiamo contrattata noi, se il dg ci dice che quello è quanto concordato ai consiglieri non restano molte alternative: tagliare il Giro sarebbe come tagliare le partite della Nazionale; vorrebbe dire rinunciare qualcosa di identitario che contribuisce a sostanziare il servizio pubblico». È solo una coincidenza a uso dei maliziosi, poi, che Campo dell'Orto sia stato dipendente proprio di Urbano Cairo quando ha diretto per quattro anni La7.

Commenti

pupism

Gio, 20/04/2017 - 08:30

Per evitare sempre polemiche come queste ci sarebbe solo una strada da percorrere: Privatizzare sto' carrozzone di politici trombati e giornalisti raccomandati, via il canone TV e tutti felici

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 20/04/2017 - 08:46

Abolire il canone RAI

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/04/2017 - 08:46

Certo che da un anno all'altro accettare un aumento del 140% é facile coi soldi dei contribuenti, vero signor dall'orto?? Sicuro che il suo ex padrone avrebbe accettato un simile aumento, fosse pure per la più bella trasmissione del mondo??? Abolire subito il canone e poi mamma rai faccia pure come le pare ma ci sarebbe proprio da ridere, per i contribuenti e da piangere per parassiti ingrassati in batteria!

Marzio00

Gio, 20/04/2017 - 09:48

Non vedo dove sia il problema, basta aumentare il canone a € 200 annui e il problema è risolto!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 20/04/2017 - 10:01

Ci é rimasto ancora qualcuno onesto in questo vomitevole paese di mafiosi?

baio57

Gio, 20/04/2017 - 10:13

"..avrebbe ..si dice ..." Informatevi prima di scrivere ,così da non dare cifre a vanvera,grazie !! Si tratta di circa 10 milioni annui a fronte degli otto dell'anno scorso. La cifra comprende pure i diritti per : Tirreno Adriatico,Milano Sanremo,Giro di Lombardia,Milano Torino,Strade Bianche ,Gran Piemonte , Giro di Dubai e di Abu Dhabi,ed alcune gare minori.Il Giro è una vetrina per L'Italia e di conseguenza per gli Sponsor,con MILIONI di spettatori di tutti i continenti .La cifra (che comunque rientra ampiamente grazie ai diritti venduti alle altre televisioni ed alla pubblicità) è un'inezia confronto alle cifre pagate per "certe"trasmissioni a personaggi a dir poco patetici ....

grazia2202

Gio, 20/04/2017 - 10:16

ma come si fa a sperperare i soldi pubblici in questa maniera senza che la magistratura tributaria intervenga ed arresti immediatamente i revisori e i contabili adetti al controllo spese. forse perchè tutti i complici di tale sproposito hanno figli da sistemare? come si fa ad offrire per 4 anni il giro senza gara pubblica e/o reclamizzata ? fuori questo DG. si fa presto a fare il munifico con il soldi pubblici. pagasse con i suoi. la Rai è l'unica TV che ti propina la pubblicità durante le partite di coppa Italia prima dopo e DURANTI I FALLI LATERALI! alla faccia e poi dilapidiamo 12 mln. che schifo. BASTA CANONE

cgf

Gio, 20/04/2017 - 10:26

Non voglio prendere le difese della RAI, però pensavo alla tassa dei rifiuti, nella mia zona da quando è in mano ad Hera l'importo è + che decuplicato, ma nessuno del PD che si sia lamentato, anzi tutti a dire che con Hera si razionalizza, si risparmia, si ottiengono servizi migliori... non mi pare, anzi. EPPURE...

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 20/04/2017 - 10:42

Io lo guardo su Eurosport.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 20/04/2017 - 11:21

poverini dopo aver perso (nonostante il canone) serie A, coppa dei campioni, formula 1, moto gp, 6 nazioni, NBA, ecc. le tangenti le devono caricare tutte sul giro e le partite di basket dei disabili no? Però ci sarebbe da chiedersi se il ciclismo ha una strada "tangenziale" privilegiata. Infatti ci inondano di giri della croazia, giri delle alpi, giri del qatar, parigi nizze (oltretutto in competizione con l'italiana Tirreno Adriatico), classiche fiamminghe, gare amatoriali, trasmissioni di commento. Gatta ci cova ..... o meglio gatta ci pedala.

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 20/04/2017 - 13:15

Pagate meno anche i tromboni che diventano famosi perché sono ripetutamente in TV ma che una volta usciti si auto trombizzerebbero.

frabelli1

Gio, 20/04/2017 - 14:07

Pd, contro Pd. Non è male! Tutti sanno che in Rai la dirigenza tutta è del Pd, ed all'esterno arriva un attacco a questa dirigenza da un pd. La Rai come servizio pubblico NON esiste più da decenni, s mai fosse esistito prima. È un carrozzone che brucia soldi pubblici oltre ad essere alimentato da un canone assurdo.