Ecco come funzionano i blocchi in mare

Anche Minniti lo aveva proposto: l'annuncio un anno fa col sostegno di Gentiloni

«La decisione di chiudere i porti è più che legittima. Il codice della navigazione prevede che per motivi di ordine pubblico possa essere interdetta la navigazione o l'acceso a un porto a una nave straniera. Nel caso di specie si tratterebbe di navi che hanno violato il codice di comportamento e che recano pregiudizio alla sicurezza dello stato costiero. Senza contare i concetti di territorialità e sovranità che, seppur considerati ormai fuori di moda, giustificano ulteriormente una simile decisione». Così l'ammiraglio Paolo Caffio, ufficiale in congedo della Marina Militare, esperto di Diritto Marittimo, giustifica e sottoscrive la decisione del ministro dell'Interno Matteo Salvini d'impedire l'accesso ai porti italiani all'Aquarius, la nave battente bandiera di Gibilterra con a bordo 629 migranti.

Ma la decisione di Salvini ha anche un precedente istituzionale relativamente recente. Il primo a ipotizzare la messa al bando dai nostri porti delle navi cariche di migranti fu il suo predecessore Marco Minniti alla fine di giugno di un anno fa. E in quel caso il premier Paolo Gentiloni appoggiò la richiesta dando mandato al rappresentante presso l'Unione europea, l'ambasciatore Maurizio Massari, di porre formalmente la questione con il Commissario per le migrazioni Dimitris Avrampoulos. «I Paesi Ue la smettano di girare la faccia dall'altra parte, perché questo non è più sostenibile» dichiarò in quell'occasione il premier Paolo Gentiloni. Minniti fu però costretto a fare retromarcia dal ministro delle infrastrutture Graziano Delrio che in qualità di responsabile dei porti oppose il suo veto.

A differenza di un anno fa il nemico dell'Italia non è oggi l'indifferenza dell'Europa quanto l'indisponibilità di Malta ad accogliere i migranti nei suoi porti in barba a tutte regole del diritto marittimo. «Le norme internazionali in base alla Convenzione Solas (Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare) dicono - ricorda ancora l'Ammiraglio Caffio - che l'accoglienza spetta allo stato responsabile della Zona di Soccorso e Salvataggio (Zona Sar). Ma i maltesi non hanno ratificato le modifiche alla convenzione Solas e sulla base di ciò continuano a sostenere che il salvataggio spetti al Paese più vicino. A detta di La Valletta il soccorso non è dunque iniziato nella sua zona Sar, ma vicino alla Libia e quindi in una zona dove i porti più vicini sono quelli della Tunisia o di Lampedusa. Per questo dice: Non venite da me». Malta si difende anche ricordando di non aver sottoscritto le modifiche alla Convenzione Solas e quindi scarica tutto sull'Italia in quanto responsabile attraverso la centrale di Roma dell'avvio e del coordinamento di tutte le operazioni di soccorso.

Ma si tratta di un terreno minato visto che il rifiuto di aprire il porto di Valetta ai 629 migranti avviene proprio mentre la Aquarius transita davanti alle sue acque territoriali. «Qui stiamo parlando di una nave con un certo numero di persone in difficoltà che sta passando nelle immediate prossimità di Malta. Siamo sottolinea ancora l'ammiraglio Caffio - davanti a un'emergenza umanitaria che si configura chiaramente nei pressi di La Valletta. In questo caso i maltesi non possono votarsi dall'altra parte e dire sì, ma tanto quella nave deve andare verso l'Italia perché può darsi che fino all'arrivo nei nostri porti succeda qualcosa di negativo. Quindi in questo caso si configurerebbe chiaramente una responsabilità maltese».

Commenti

fabiano199916

Lun, 11/06/2018 - 08:56

Ci voleva Salvini per per chiudere i porti, era così difficile?

venco

Lun, 11/06/2018 - 09:04

In ogni caso i migranti sono invasori perche approfittatori delle norme internazionali sul salvataggio in mare, e ci hanno pure pagato migliaia di euro agli scafisti.

Albius50

Lun, 11/06/2018 - 09:05

In questo momento avrei piacere che i Russi mi invadessero, l'assurdo di questa schifosa NATO che noi dobbiamo schierare le truppe in LETTONIA quando ogni momento dal SUD ci stanno invadendo con le navi NEGRIERE BATTENTI BANDIERA non ITALIANA.

DRAGONI

Lun, 11/06/2018 - 09:06

I TRAFFICANTI DI UOMINI CHE VEDONO I LORO SPORCHI GUADAGNI MINACCIATI NON VENGONO IN ALCUN MODO TIRATI IN BALLO E CONTRASTATI, COLPENDOLI CON PRECISIONE NEI LORO AVERI OVUNQUE SI TROVANO E VENGONO CUSTODITI....MAGARI ANCHE A MALTA.

leopard73

Lun, 11/06/2018 - 09:17

Per i komunisti era difficile chiuderli i porti ricordate "la mucca deve magnà" infami balordi.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 11/06/2018 - 09:19

Le ONG alzano soldi con accattonaggio di stampo industriale e fanno accordi coi balordi-pirati che spingono la gente a viaggiare per mare senza l'equipaggiamento minimo. Vanno fermati in mare e tassati sulla terraferma. È sono pure immorali perché si fanno belli con le disgrazie altrui.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 11/06/2018 - 09:25

Piu' si critica l'Italia e la decisione di Salvini piu' mi convinco sia bene aprire i centri di accoglienza in Mare sulle navi ONG che se ne prenderanno cura. Hanno mezzi, finanziamenti altruistici, appoggi da Clooney, Barden e Gere.... e finalmente anche i "volontari" si sentiranno realizzati nell'aiuto al prossimo (non nell'aiutare e incrementare lo schiavismo e la ricchezza dei loro sostenitori) invece di essere dei semplici "trasportini" Nord Africa -Italia.

Giorgio Rubiu

Lun, 11/06/2018 - 09:35

La nave che ha effettuato il "salvataggio" lo ha fatto in acque Libiche, quindi il porto più vicino era in Libia ed è in Libia che avrebbe dovuto portare i "salvati".Non a Malta e non in Italia.Siccome,però,essa batte bandiera di Gibilterra,gli aspiranti migranti su quella nave,sono giuridicamente su territorio di Gibilterra (anglosassone,quindi) ed è la che la nave in questione deve portare le persone che ha ricuperato in mare.Bene Salvini;adesso la Marina Militare deve impedirne l'ingresso nelle acque territoriali Italiane e le autorità portuali (che non sono i sindaci come De Magistri) devono imporre il blocco,altrimenti sono solo inutili ripicche tra stati.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Lun, 11/06/2018 - 09:49

PERSONE IN DIFFICOLTA' ? Qualcuno è salito a bordo ? Come mai le navi delle ONG pagate da Soros e compagni per l'invasione dell'Italia non sono equipaggiate per il soccorso ? Come mai tedeschi, francesi ecc. vanno a prenderli appena fuori le acque libiche e a chilometri dell'Italia ? Perché non li riportano a terra nel porto più vicino in Libia o Tunisia, Malta ecc. visto che sono in difficoltà ?SALVINI: AVANTI DA UOMINI, SENZA CEDERE UN MILLIMETRO. Chi sta dall'altra parte si rivela un traditore dell'Italia.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Lun, 11/06/2018 - 09:53

GIORGIO RAIBU, se avesse tempo per leggersi il diritto marittimo scoprirebbe che la Libia è esclusa dalla lista dei Paesi sicuri per lo sbarco di potenziali rifugiati. Vede signor Raibu, al mondo esistono anche le leggi, e di certo non le ha scritte lei. Le stesse leggi che al momento permettono all'Italia di interdire uno sbarco. Leggi, signor Raibo, non fanfaronate bullesche di periferia.

venco

Lun, 11/06/2018 - 09:56

Bisogna mandare dei camion in Libia per caricare i migranti e riportarli a casa loro

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/06/2018 - 10:00

Una previsione più che facile: alla fine la spunteranno le ONG. Quando il piagnisteo planetario e qualche contrazione uterina delle gentili ospiti incinte della Aquarius indurranno anche i più cattivi a calare le braghe ed aprire i porti.

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 11/06/2018 - 10:21

Capita spesso di vedere che alcuni immigrati, a differenza di altri, hanno il capo coperto nonostante le alte temperature. Forse potrebbe essere un modo per nascondere le loro identità?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 11/06/2018 - 10:24

LEGIONECRISTIANA Lun, 11/06/2018 - 09:53, su qualsiasi carta nautica puoi vedere che ci sono porti tunisini ed egiziani ,molto più vicini e non c'è guerra!

Cheyenne

Lun, 11/06/2018 - 11:00

COSTRINGERE LE ONG A RIPORTARE IN LIBIA I CLANDESTINI

Libertà75

Lun, 11/06/2018 - 11:11

povero elkid che tanto sperava di lucrare ulteriormente sulla tratta dei migranti

Ritratto di 98NARE

98NARE

Lun, 11/06/2018 - 11:16

BASTA SBARCHI DI VENTENNI IN PERFETTA FORMA FISICA CHE NON SCAPPANO DA NULLA ! BASTA BASTA BASTA.......

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 11/06/2018 - 11:18

Basta chiamarli migranti, sono clandestini che si mettono in mare con il solo scopo di essere soccorsi per poi essere accolti e mantenuti in Italia, a spese nostre, senza averne alcun diritto. E' arrivato il momento di annunciare che "LA RICREAZIONE E' FINITA".

steacanessa

Lun, 11/06/2018 - 11:18

Del rio è una sciagura fatta persona.

luna serra

Lun, 11/06/2018 - 12:52

scommeto che l'Itali ha firmato il pato SOLAS senza leggerlo come è stato fatto con il pato di Dublino spero che Salvini tenga duro

acam

Lun, 11/06/2018 - 13:00

beatoangelico Lun, 11/06/2018 - 09:49 è proprio quello che dice lei che peroro, se vanno in mare a salvare debbono essere equipaggiate allora quando entrano nei nostri porti e non lo sono, noi dovremmo trattenerle se fatiscenti disarmarle la darsena di controllo deve essere una sola tanto da rallentare le procedure se una nave resta uno due anni in sotto controllo, per quel periodo non potrà più raccogliere coloro che da altri vengono trattati come bestie. se si riesce a dimostrare che hanno arrecato danno all'erario allora o l'armatore paga o non rivede la nave e li altro tempo... insomma non le prepotenze alla Matteo, ma far rispettare i nostri diritti e ci rispetteranno altro che minniti o silvio che andavano a pagare, ci debbono pagare se vogliono usarci e bene

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 11/06/2018 - 14:45

l'importante è trovare il capro espiatorio, così possiamo esercitarci nello sport dello scaricabarile, nel quale indubbiamente eccelliamo

acam

Lun, 11/06/2018 - 15:16

luna serra Lun, 11/06/2018 - 12:52 scommeto che l'Itali ha firmato il pato SOLAS senza leggerlo come è stato fatto con il pato di Dublino spero che Salvini tenga duro ci puoi scommettere è i motto della lega l'hanno duro più degli altri

killkoms

Mer, 13/06/2018 - 19:34

@koerentia,quei buoni samaritani si limitano a fare i f()i con l'altrui lato b,poiché i migranti li traghettano solamente,scaricandone poi il mantenimento (anche per anni) sull'Italia!lo sai come stanno rosicando,in questo momento,i buoni samaritano,perché col viaggio verso la spagna perderanno almeno 8 giorni.coi quali avrebbero fatto almeno 3 traversate libia-Italia?