Ecco i dieci motivi che danno ragione allo "zar" Putin

Il Cremlino è stato costretto a reagire all'intesa tra Ucraina e Unione europea: rischiava di perdere corridoi energetici e approdi nel Mar Nero. La minaccia Usa

Uno scacco matto al più abile giocatore di scacchi della scena internazionale. Dietro il tentativo di Stati Uniti ed Unione Europea di scippare a Vladimir Putin il controllo sull'Ucraina si celava quest'azzardo. L'azzardo prende il via lo scorso autunno quando l'Unione Europea cerca di far firmare all'allora presidente ucraino Viktor Yanukovich un accordo di libero scambio. Dietro quell'accordo si celano intese economiche, politiche e strategiche che puntano, di fatto, a ridimensionare l'influenza internazionale della Russia e spostare verso oriente il raggio d'influenza dell'Alleanza Atlantica. Un tentativo davanti al quale un giocatore di scacchi come Putin non può far a meno di reagire. Per almeno 10 ottimi motivi.

A Il capitolo politico dell'«Accordo di Associazione tra Kiev e Unione Europea» proposto da Bruxelles e firmato il 27 giugno dal presidente ucraino Petro Poroshenko, nascondeva il tentativo di far entrare l'Ucraina nella Nato. A Putin non erano sfuggiti i punti in cui si accennava alla necessità di «approfondire la cooperazione tra le parti nei campi della sicurezza e della difesa» e «promuovere una graduale convergenza in materia di politica estera e sicurezza, con lo scopo di un coinvolgimento sempre più profondo dell'Ucraina nell'area di sicurezza europea». Come dire strappare Kiev a Mosca e regalarla all'Alleanza Atlantica.

B Accogliendo l'Ucraina la Nato avrebbero potuto chiedere a Kiev di partecipare al progetto dello Scudo Spaziale Europeo e di accettare, come ha già fatto la Polonia, lo schieramento sul proprio territorio di sistemi radar e missili statunitensi con una portata di circa 3000 chilometri. Il progetto, presentato come un sistema per neutralizzare attacchi iraniani con missili di lungo raggio, punta, in verità a tenere sotto tiro Mosca e a bloccare eventuali sue mosse a danno di quei paesi dell'Europa orientale, ex membri del Patto di Varsavia, diventati parte integrante del sistema di difesa atlantico.

C Firmando l'accordo di partenariato propostole dall'Unione Europea Kiev avrebbe potuto cancellare i trattati di lungo termine che garantiscono alla Marina Militare russa di affittare e utilizzare Sebastopoli e gli altri porti sul Mar Mero. Senza quei porti la flotta del Mar Nero non avrebbe più potuto accedere al Mediterraneo e al cruciale scalo di Tartus in territorio siriano, una base navale fondamentale per consentire a Mosca di continuare ad esercitare il suo ruolo da grande potenza in Medio Oriente. Per questo ora, dopo essersi annessa la Crimea, Putin potrebbe prendersi anche Odessa.

D L' Ucraina è uno dei principali corridoi energetici, uno snodo cruciale per il passaggio delle tubature che portano in Europa il petrolio e il gas del Caucaso. Il 30% del gas consumato dall'Europa proviene dalla Russia. L'Ucraina stessa non può sopravvivere per ora senza il gas russo. La rottura tra Bruxelles e Mosca potrebbe spingere le nazioni europee a cercare altre rotte di approvvigionamento. Perdendo il controllo sull'Ucraina la Russia rischia dunque di perdere la cruciale partita che ha come obbiettivo il controllo dei mercati dell'energia nei prossimi venti trenta anni.

E In Ucraina hanno sede almeno 50 aziende che producono componenti e parti di ricambio fondamentali per l'industria militare russa. La sospensione delle forniture decretata da Kiev minaccia la produzione degli aerei Antonov, degli elicotteri d'assalto Mi 26 e degli Mi8 ed Mi17. A rischio anche gli aerei antisommergibile Albatross e le componenti fondamentali per la guida dei missili balistici. Senza i 400 motori per elicotteri acquistati ogni anno dalla «Motor Sich» e senza i sistemi geostazionari della «Zorya Mashproekt» Putin rischia di veder compromesso il proprio potenziale militare.

F La crisi dell'industria bellica, causata dal blocco delle forniture ucraine, rischia non solo d'indebolire militarmente la potenza russa, ma anche di causare un'impareggiabile danno economico. La produzione di elicotteri rischia di risultare compromessa per i prossimi 5 anni. Oltre a dover rinunciare alle entrate per oltre un miliardo di euro annui garantite dalle esportazione di armi Putin dovrà spendere quasi un miliardo e mezzo di euro all'anno per adeguare l'apparato industriale e metterlo in grado di sfornare le componenti prodotte fin qui dall'Ucraina.

G La perdita dell'Ucraina rischia di compromettere il più ambizioso progetto geopolitico di Vladimir Putin, ovvero la nascita nel 2015 dell'Unione Economica dell'Eurasia a cui aderiscono Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghisia. Il nuovo colosso, considerato una riproposizione dell'Unione Sovietica, rappresenta già ora un mercato da 171 milioni di consumatori con un prodotto interno lordo da 2 trilioni e mezzo di euro. Ma nei piani di Putin solo l'Ucraina con i suoi 46 milioni di abitanti e la sua produzione agricola e industriale consentirà all'«Eurasia» di contrapporsi a Stati Uniti, Europa e Cina.

H L'Ucraina e la sua capitale furono il fulcro di quel regno conosciuto con il nome di «Russia di Kiev» che nell'XI secolo, all'apice della sua potenza, si estendeva dai Carpazi a sudovest fino alla confluenza tra la Volga e il fiume Oka a nordest, toccando - a nordovest - il mar Baltico e seguendo - al confine sudorientale - il corso del Volga. Per questo per molti nazionalisti russi e per lo stesso Vladimir Putin, Kiev e i suoi territori restano storicamente parte integrante dei territori di Mosca.

I Il riconoscimento dell'indipendenza di Kiev da parte della Russia arriva solo dopo la fine dell'Unione Sovietica nel 1991. Per 900 anni dall'invasione mongola alla fine dell'impero austro ungarico non è mai esistito uno stato chiamato Ucraina. La Repubblica Nazionale dell'Ucraina Occidentale e quella Popolare, sorte nel 1918, vennero in breve assorbite da Polonia e Urss. Nel 2009 lo stesso Putin liquidò l'Ucraina con l'antico termine di «piccola Russia».

J Rinunciando al controllo su un'Ucraina considerata storicamente parte integrante della «grande Russia» Vladimir Putin teme di venir percepito dalla propria opinione pubblica come un nuovo Mikhail Gorbaciov. Il presidente che decretò la fine dell'Unione Sovietica è considerato da gran parte dei russi un inetto, responsabile del collasso della grande crisi economica e politica attraversata dalla Russia negli anni Novanta.

Commenti

Riunificazione

Mar, 02/09/2014 - 08:48

Putin, ovvero l´unico Politico con le palle in Europa. Invece di farcelo amico remiamo contro di lui.

Eugenio_il_magnifico

Mar, 02/09/2014 - 08:51

Vorrei ricordare a Gian Micalessin che nessun motivo è valido per invadere l'Ucraina. Sono sdegnato dal titolo e dal contenuto di questo articolo!

Boxster65

Mar, 02/09/2014 - 08:53

E i cento motivi per cui ha torto non li elencate??

gigi0000

Mar, 02/09/2014 - 09:00

I danni cagionati dagli USA nel dopo guerra sono ben superiori a qualsiasi altro: dalla Corea al Vietnam, dalla Somalia all'Iran, dalla Yugoslavia all'Iraq, dalla Libia all'Egitto, dalla Palestina alla Siria, ecc. ecc. ecc. Putin agisce benissimo per impedire l'espansionismo americano, non tanto militare, quanto economico, che ha messo in ginocchio il mondo intero.

rugoso

Mar, 02/09/2014 - 09:12

Consideazioni perfette. La mania di rpotagonismo dell'America e degli stati europei ha prodotto la situazione attuale. Ogni popolo ha il governo che si merita e da questa massima possiamo capire come i libici fossero un popolo ricco e relativamente tranquillo sotto la mano forte di Gheddafi, lo stesso dicasi per l'Iraq sotto la dittatura...e adesso aspettiamo che gli islamisti arrivino in Italia per mettere un po' di ordine...loro!

buri

Mar, 02/09/2014 - 09:26

a leggere l'articolo si capisce la reazione della Russia e ka doppiessa dell'UE e degli USA in tutta quella disgraziata storia, a nessuno piacerebbe sentirsi stringere la corda al collo, non vorrei che i nostri "illuminari" governanti tirassero troppo la corda con, per esempio, fare intervenire la NATO, sarebbe il colmo, Obama agisce contro l'ISI solo perché non può più fare a meno, quando è da lì che viene un pericolo mondiale, però va a stuzzicare Putin per auestioni economiche

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 09:39

Eugenio il magnifico@ ...ma non ti sfiora il dubbio che il vero nemico della libertà siano proprio gli yankees che sempre da quando esistono hanno attraversati l' Atlantico per portare guerre e distuzioni? E mettiamo di credere che loro ci hanno salvato dal nazifascismo...che se non ci fossero stati i russi a distruggere la macchina bellica tedesca a Stalingrado e nell' avanzata di Berlino...noi saremmo ancora tutti a festeggiare Duce e sabati fascisti...mentre gli amis sarebberoo ancora là in mezzo al mare davanti alla Normandia ad aspettare il D-day!

Ritratto di Il Ghepardo

Il Ghepardo

Mar, 02/09/2014 - 09:54

Queste sono le considerazioni politiche. Su quelle economiche ho qualche dubbio, in quanto i problemi iniziali sarebbero superati, molto presto, dalla ricollocazione in patria della produzione di quei prodotti per cui dipende dall'estero, senza contare che la nascita di accordi con l'Oriente si rivelerà per la Russia vantaggiosa a lungo termine. Ma Putin ha certamente un motivo in più per continuare ad agire. Ovvero, ridere delle recriminazioni demenziali dei filoatlantisti che si "sdegnano" (LOL) per un'invasione che tecnicamente non può avvenire.

Luigi Farinelli

Mar, 02/09/2014 - 09:56

Boxter65: perché non li enunci quei "cento motivi per cui Putin ha torto", invece di sparare le solite idiozie senza fondamento? Putin sta sulle palle alla massoneria occidentale che vedeva già l'allargamento della sfera geopolitica dell'ormai regime totalitario europeo finanziato dai soliti noti (Rockefeller, Rothschild, Soros, Morgan...gestori del Bilderberg, della Trilaterale e del CFR, ossia del VERO POTERE mondiale e mondialista). Ora Putin non è più ricattabile dalle squallide e ipocrite "democrazie" USA e EU avendo restituito tutti i prestiti che erano stati concessi alla Russia e hai voglia a mobilizzare quei grotteschi scagnozzi antropomorfi prezzolati che rispondono al nome di pussyriots, idolo degli idioti che si definiscono "progressisti" e che hanno sacrificato il cervello sull'altare dell'ultralaicismo e dei fasulli,, ipocriti "nuovi diritti" di marca EU e ONU (studiati dagli stessi "filantropi" di cui sopra). E così ora se la prendono in quel posto con le loro false politiche di "ripristino delle libertà", con le loro "primavere" e le loro guerre e crisi economiche inventate per abbattere la sovranità degli Stati e riunirli nella "felice e progressista "Repubblica Universale massonica" (globalizzazione mercantilista, o nuovo ordine mondiale) abbindolando la gente con slogan studiati per lavare il cervello della gente sui meriti di quell'accozzaglia di farabutti che gestisce il VERO potere in Europa e USA a guinzaglio di criminali fatti passare per "filantropi".

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 09:56

Invasione dell'Ucraina? Cento motivi per cui ha torto... Grandioso... Alcune domande, premetto che io in Russia ho l'onore di viverci da molti anni: a) di cosa stiamo parlando quando parliamo di invasione ? no perché io e molti altri non riusciamo proprio a capirlo... 10 paracadutisti che sconfinano in una normale operazione di pattugliamento rappresentano un invasione? Leggo sui giornali italiani che sono inginocchiati alle oligarchie finanziarie europee ed americane (beati voi che sapete cos'è la libertà e la volete insegnare a noi al di qua della cortina di ferro, nella Russia sovietica) di carri armati, sistemi missilistici, blindati, migliaia di uomini che marciano al fianco delle milizie (magari dico io e che marciassero davvero sino a kiev ma Putin,questo,purtroppo, non può permetterselo). Io vi dico solo 1. di leggere i rapporti OSCE 2. In Ucraina ( paese Ex Urss) esistevano ed esistono molti depositi militari che sono stati utilizzati dai due contendenti. Quando si parla di tank russi si parla di nulla...Ovvio che siano russi. A ciò aggiungo che i ribelli hanno regolarmente fatto a pezzi l esercito regolare della Repubblica di Maidan, che in effetti manco esiste ( l esercito e la repubblica ) sottraendo una quantità enorme di armi e sistemi missilistici.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 09:56

ma quale libertà in Ukraina? Si è già dimenticato che Janushenko, -il Presidente eletto- è stato deposto con un colpo di stato per insediare questo Poroshenko senza elezioni ma con l' aiuto dei servizi segreti americani ed europei (tedeschi)?

Anonimo (non verificato)

nerinaneri

Mar, 02/09/2014 - 09:57

ma sentili, sti comunisti!! a quando la riabilitazione di Kim Jong-un e fidel castro...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mar, 02/09/2014 - 10:02

Putin, l'unico VERO politico sulla faccia della terra. Uno che il gas lo sa dare (a teatro, contro le bestie terroriste musulmane) e togliere (a noi). I burocrati di Bruxelles, congrega di minorati mentali, possono al masimo lustrargli le scarpe. Per quale idiota ragione si dovrebbe orta andare a rompere le scatole al gigante russo. Per di più a casa sua. Putin ha detto che prende Kiev in 15 giorni. Ci credo. E se avanzasse non sarebbe neanche male.

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 10:08

b. tralascio, perché assolutamente inutile oramai, ogni riflessione sulla caduta di Yanukovic che è stata orchestrata da Usa e servi europei per ragioni ovvie (che vengono ben individuate nell articolo di questo giornale che ha sconvolto alcuni benpensanti, magari anticomunisti...Anche se qui da noi il comunismo è scomparso...Magari lo avete voi in europa e non ve ne siete accorti). Tuttavia vale la pena ricordare che ci sono sul suolo ucraino una marea di contractors americani che non sono in gita scolastica bensì aiutano i filo nazisti di Kiev (chiamiamoli col loro nome per favore) nell'azione di pulizia etnica (fallita malamente) nell Ucraina Orientale. Ora, dico io, la Russia non potrebbe, per tutelare la propria gente e i propri interessi, inviare anch'essa consiglieri militari? No? e perché no? Americani ed europei, lo ha detto il nostro presidente pochi giorni fa, tutto quello che toccano finiscono per tramutarlo in Iraq, libie, afganistan,sirie,isis ecc ecc... Ma io dico tutto questo non vi fa pensare? NO? Ma vi svegliate? Uscite per un attimo dal mondo dei sogni? Dalle vostre sicurezze democratiche? Ed il livello al quale siamo arrivati lo definisce la Mogherini (si scrive così? ) nominata ministro degli esteri della EUSSR...Che bellezza...Ne sarete fieri in Italia...Ed era ora, fra l altro, che la voce del Giornale si levasse contro un'informazione copia ed incolla della stampa italiana...Un silenzio assordante...reso ancora più tetro (e la dice lunga) dal mutismo della Confindustria incapace di alzarsi e dire a chiare lettere che la politica di aggressione alla Russia porterà alla morte di molte altre aziende italiane...Ragione in più per confermare la sudditanza degli "imprenditori" italiani al sistema finanziario europeo ed americano...Complimenti...Tutto molto bello...Davvero

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mar, 02/09/2014 - 10:10

@giuseppe zanandrea... Senza offesa... Vatti a rileggere, anzi, a leggerti (evidentemente NON lo hai mai fatto) qualche libro sulla storia recente, in particolare sulla 2a Guerra Mondiale, e le cause che la scatenarono. Gli USA, FINO ALL'ULTIMO ISTANTE, NON VOLEVANO AFFATTO ENTRARE NEL CONFLITTO EUROPEO PERCHÉ GIÁ NEI CASINI CON I JAP! FÚ CHURCHILL (altro delinquente di prima categoria...), che con un sotterfugio macabro e criminale trascinó (con la complicitá tedesca, senza che questi ultimi se ne rendessero conto...) gli USA in Europa. E`un episodio conosciuto. Basta leggere, ed imparare la storia. Quindi, please, NON DIRE FANFARONATE. p.s. -

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/09/2014 - 10:12

Il Sig. Micalessin probabilmente è rimasto con la testa ad una lunga partita di Risiko fra lui ed i suoi amici durante il ferragosto. La sua logica è molto semplice: poichè l'Ucraina è di importanza strategica per gli interessi della Russia allora quest'ultima è autorizzata a considerarla come una sorta di colonia del suo impero. L'idea che l'Ucraina possa invece essere uno stato indipendente da Mosca non lo sfiora neppure...

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mar, 02/09/2014 - 10:13

@giuseppe zanandrea... Ti ricordo anche che i Russi a Stalingrado poterono vincere, grazie agli aiuti di mezza Europa che gli forniva aerei (bellissimo vedere un B-25 con la stella rosso sulla fusoliera...), artiglieria semovente (di cui non erano attrezzati), E SOPRATTUTTO COPERTURA AEREA! Vatti a studiare la storia. almeno eviti certe figuracce!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 10:15

nerianeri@ ... mentre voi non avete bisogno di riabilitare Hyroshima e Nagasaky che mai avete condannato come crimine contro l' umanità...anche questo sono gli USA....

mister_B

Mar, 02/09/2014 - 10:17

e naturalmente si abbatté la censura

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/09/2014 - 10:20

nerinaneri: per Fidel vedrai che qualcuno ci penserà... per Kim Jong-un si sono già attivati il senatore Razzi e il segretario della lega Salvini. P.S. per la cronaca... queste sono alcune delle dichiarazioni di Antonio Razzi sul dittatore coreano: «...un moderato che «sta cercando di portare un po’ di democrazia in quel paese». Ha negato che il paese sia sotto dittatura paragonando la Corea del Nord alla «Svizzera d'Oriente» con «strade sono belle e molto pulite [...] Lì puoi andare tranquillo, nessuno ti tocca. Mica è Roma. Forse è la nazione più sicura che conosca»

magnum357

Mar, 02/09/2014 - 10:22

Il fatto è che Putin ha preferito la via della forza e della guerra, basta vedere che ha fatto con la sua flotta navale per la Crimea, invece di fare proposte di aggregazione economico-commerciale. Tuttavia la popolazione ucraina si è storicamente legata al dito le porcate che Stalin fece all' Ucraina facendo morire di fame milioni di persone; poi tale despota fece emigrare li' i russi con i risultati che sappiamo. Quindi Putin non ha assolutamente ragione di invasione in quanto rifiutato apertamente da tutti gli ucraini. La parte est deve rimanere all'Ucraina come una sorta di regione autonoma ma sempre facente parte della repubblica semmai.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 10:23

nerianeri@ ... mentre voi non avete bisogno di riabilitare Hyroshima e Nagasaky che mai avete condannato come crimine contro l' umanità...anche questo sono gli USA....

Cirilla

Mar, 02/09/2014 - 10:28

Cirilla-io ve ne dico un altro undicesimo. Da noi (inYU) circolava un moto: najvec sveta slisi slavi, (tradotto all'incirca:la parte più grande del territorio europeo appaartiene agli slavi. fattevi voi il conto se sia vero sommando Russia(s'intende la parte di qua degli Urali), Ceccoslovachia, Polonia, Ucraina, ex YU e Bulgaria.Visto che l'URSS non esiste più e la Russia sta diventando uno Stato democratico non capisco cosa andate cercando?! Certamente dopo che si sono dati da fare vari occidentali per quasi 70 anni ora non trovano più quello per cui si sono battuti è DURA. Invece ORA VOI SLAVI unitevi in USE p.e.(UNIONE sLAVI EUROPEI)E SMETTETELA CON I LITIGI.

evergreen ave

Mar, 02/09/2014 - 10:28

Nello scontro titanico tra il socialismo USA -alleato pro tempore con la socialdemocrazia UE- ed il comunismo sovietico di Putin, dove l'Italia conta il due di bastoni quando commanda coppe, non è sbagliato strizzare l'occhio a Putin nella speranza di raccogliere qualche piccolo favore.Il governo Renzi, di forte sudditanza UE, presto si troverà con un altro gelato in mano disegnato da qualche vignettista sovietico.

diegom13

Mar, 02/09/2014 - 10:31

@Eugenio, Boxster: il titolo dice "motivi che danno ragione", non "motivi per cui ha ragione". Si è interpretato il punto di vista di Mosca, per una volta. Ed era utile farlo, perché il punto è l'atteggiamento avuto da Europa e USA da ben prima di Maidan (ricordiamoci l'ostilità europea al South Stream, che avrebbe consentito a Mosca di svincolarsi dall'imbuto ucraino e all'Europa del Sud di non dipendere da Francia e Germania; ricordiamoci le basi americane nel bel mezzo del Caucaso eccetera). Insomma, iniziamo da lì: l'Occidente non ha rispettato i patti che stabilivano un non allargamento delle rispettive zone di influenza, e stava provando a dare la spallata decisiva. Dopodiché, resta vero che certi Paesi hanno le loro ragioni per essere allergici ai russi, che la democrazia consente ai singoli Paesi di fare le loro scelte in perfetta indipendenza (ma è davvero democratico il regime dei milionari in Ucraina? Davvero indipendente?). E, soprattutto, il problema è che schiacciati da vecchie logiche imperiali ci sono milioni di piccoli dettagli chiamati cittadini, con i loro diritti, le loro famiglie, le loro vite... Di chi la colpa? Chi più insensibile ai diritti sbandierati ovunque e mai veramente rispettati? Io direi tutti colpevoli, non ha ragione nessuno. Ma hanno tutti i loro motivi, che è bene conoscere.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mar, 02/09/2014 - 10:31

E' la fine dell'europa (peraltro mai esistita). I burocrati di Bruxelles, impreparati, inadeguati, incapaci, saranno spazzati via da Putin e dalla vicenda ucraina. Basta UE. No euro.

Ritratto di Farusman

Farusman

Mar, 02/09/2014 - 10:33

O Signur, avete cambiato idea? Ma se fino all'altro ieri criticavate la Mogherini perché troppo morbida verso la Russia! Finalmente qualcuno si sta accorgendo che gli Stati Uniti mettono il naso dove non dovrebbero? E, di conseguanza, che la politica (nord)europea ha danneggiato, danneggia e danneggerà sempre l'Italia perché gli interessi sono contrastanti?

mister_B

Mar, 02/09/2014 - 10:40

Micalessin è a libro paga dei russi? Le chiedo perchè riporta pari pari le cose che dicono sui tg del primo canale russo, chiaramente voce e pensiero del cremlino. Ne potrebbe elencare altri 10 o 100, ma non c'è nessuna ragione per invadere militarmente un paese. Da notare tra l'altro, che nel suo elenco non figura nemmeno una parola riguardo alle popolazioni russe dell'est ucraina, forse l'unico valido motivo che ha la russia di interessarsi agli affari di un altro stato.

marvit

Mar, 02/09/2014 - 10:41

Dreamer_66. Razzi e Salvini almeno hanno il coraggio di andarci in Corea del Nord. Non sono conigli da tastiera

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mar, 02/09/2014 - 10:42

Forse Lei Ha studiato storia, scienza comunque non esatta che chiunque puo interpretare a modo proprio,Di certo non conosce affatto ne I russi ne gli ucraini e nemmeno la loro lingua e la loro psicologia.Tutto quello da lei scritto, sono ipotesi ,ilazioni,. Veniamo ai fatti: fino al 1994 l’ucraina era la terza Potenza nucleare. Con il memorandum di Budapest, ha ceduto le armi nucleari in cambio di assistenza militare da eventuali invasion firmatari furono Granbrertagna, USA, Russia. Ora la Russia da assistenza militare a dei ribelli e paga mercenary per destabilizzare l’ucraina con la scusa del separatism(ricordo che in italia sono stati messi in galera amici di merenda Che PARLAVANO di separare il Veneto, e stavano saldando un cosi detto TANCO. Non avevano ne cannoni, ne missili, ne armi leggere, se non I propri fucili da caccia) Ora visto che questi separatist, stanno perdendo, putin entra con decine di migliaia di soldati armati fino ai denti , e lei vorrebbe giustificare questo bullismo internazionale? Si vergogni e pensi cosa sta insegnando ai propri figli. Che per soldi e’ possibile tutto, , Quindi giustifichiamo, mafia camorra, e qualsiasi prepotenza. Probabilmente solo chi vive fra Russia ed ucraina puo capire certe cose., da lontano probabilmente tutto arriva confuse e distort.

raffa910

Mar, 02/09/2014 - 10:43

Finalmente un articolo che dice la verità, tutti gli altri giornali sono al soldo degli americani, per non parlare della tv. Vi invito ad andare su Internet e cercare informazione libera e vi si apriranno orizzonti sconosciuti. Anch'io credevo che gli americani fossero comunque i buoni, i democratici. Ma se si sono buttati giù le torri gemelle per poter invadere l'Afganistan. All'inizio lo ritenevo impossibile, visto il lavaggio del cervello, ma basta guardare i video su Youtube per vedere come sono venute giù. Tornando a Putin è il baluardo della libertà contro gli Usa, di cui noi e la UE non siamo che satelliti. E l'invasione della Russia in Ucraina non esiste, sono notizie fasulle. L'informazione ufficiale è in mano loro, per conoscere la verità bisogna cercarla su Internet.

aarin

Mar, 02/09/2014 - 10:44

dopo tanta monnezza e propaganda letta e sentita sui media nostrano, finalmente ecco un articolo realista non è correndo dietro ai cagnolni codardi nato pro-usa che faremo i nostri interessi

roberta-b.

Mar, 02/09/2014 - 10:44

@Eugenio_il_magnifico ( si fa per dire !! ). E quello che gli USA cercano di fare assieme alla compagna di merende Merkel, non le dice proprio niente ? Quel cercare di distogliere l'Ukraina dalla sua naturale posizione per poter fare i propri sporchi interessi ( Tedeschi e USA ). E Putin dovrebbe dire :"accomodatevi, non c'è problema, mettetemi pure i missili sotto il culo e prendetevi il Gas ". Ma mi faccia il piacere Eugenio il Magnifico ( usi un altro nominativo che è meglio !! ). Se non sa leggere questi fatti, vada a scrivere sul Corrierino dei Piccoli. E' meglio per tutti.

krgferr

Mar, 02/09/2014 - 10:46

L'aspetto più interessante della politica è il grottesco che la caratterizza sino a quando, almeno, la tragedia non prende il sopravvento: è il momento in cui quelli di sinistra, quelli duri e puri intendo, intravedono possibilità di rivalsa nei confronti di una politica europea ed USA assolutamente imbelle (lo riconosco anch'io che pure sono filoamericano); ma schierarsi con Putin che ad essi pur richiama gli antichi fasti kremliniani è assolutamente lacerante: è, costui, oppure no, l'amico dichiarato di un Berlusconi tuttora definito: “Il Male Assoluto”? Ecco allora che si tralascia il fatto che il ras russo abbia tutto sommato la propria parte di ragione nella questione e ancora una volta ci si toglie d'impaccio con una accusa di fascismo e nazismo nei confronti dell'Ucraina, un sistema che da noi è sempre riuscito a portare la pace nei cuori progressisti torturati dalle crisi di coscienza. Per i “destri” tutto è più facile: finalmente possono sparare sugli americani senza tema di passare per filobolscevici. Saluti. Piero

raffa910

Mar, 02/09/2014 - 10:51

Caro Otto-Volante, non so che libri di storia hai letto. Siccome la storia la scrive chi vince, anche qui se non ti vai a cercare libri non convenzionali, la verità storica non la saprai mai. L'attacco di Pearl Harbor è stato indotto dagli Stati Uniti per avere la scusa per entrare in guerra. Vatti a vedere come sono venute giù le torri gemelle.

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 10:54

marcelloxx ...senta tenuto conto che io in russia ci vivo da mò... e tenuto conto che lei dice che la Federazione Russa avrebbe mandato decine di migliaia di soldati nella repubblica di maidan...le ricordo a. Dati Ocse sulle attività delle forze armate russe; b.le ricordo che esistevano molti depositi di armi in ogni zona del paese ai quali hanno avuto accesso entrambe le parti. c. nel suo furore anti russo dimentica che Maidan spara su Ucraini e bombarda regolarmente civili con bombe al fosforo. Le ricordo anche di andarsi a leggere,così si fa una cultura, le cifre che riguardano le persone (ucraine) che hanno trovato rifugio in Russia dall'inizio dell'operazione di pulizia etnica dei simpatici elementi di Pravi Sektor e varie altre sigle...Questa è la sua Ucraina...Capisco gli abitanti di Novarossja che non ne vogliono sapere...

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 10:58

@marcelloxx ...dimenticavo...risponda a qualche domanda su: a chi è poroshenko e la sua banda di oligarchi; b. come mai è stato venduto il 49% del sistema di distribuzione di gas agli europei e agli americani; c. come mai nessuno parla più dell aereo malese? e come mai nessuno si è preso la briga di rispondere alle dieci domande che sono state poste sia alla repubblica di Maidan che ad europei ed americani dal ministero della difesa della federazione russa...

albarca1945

Mar, 02/09/2014 - 10:59

Io lo vado dicendo da anni. La Russia va portata in Europa, NO IN CINA !!! Berlusconi - da imprenditore - lo aveva sempre capito e sostenuto , al di là dell'amicizia più o meno interessata con Putin. Per questo i nostri "padroni" a stelle e strisce hanno sostenuto e alimentato la sua caduta.

Libertà75

Mar, 02/09/2014 - 11:06

@misterb, legga il punto H, grazie ai riferimenti storici ci si rifa proprio alle popolazioni (da sempre presenti) che si sentono più vicine a Mosca che a Bruxelles... Comunque sia, di certo non si può auspicare che gli ukraini occidentali sopprimano con la forza le volontà degli ukraini orientali. La soluzione di 2 ukraine spetta a loro, non alle diatribe tra USA e Russia.

ga1308

Mar, 02/09/2014 - 11:08

Articolo delirante! Sembra quasi che il casto e puro Putin sia stato costretto dai cattivissimi USA e dai loro leccapiedi europei ad intervenire ! Lui che mai e poi mai si sarebbe interessato di quanto succede nei paesi vicini è stato tirato per i capelli a mettersi di mezzo per salvare povere popolazioni indifese da feroci golpisti nazifascisti... Ma che ciarpame di idiozie colpevoli o vendute ingenuità. Putin ha deciso di rinverdire il ruolo di grande potenza per la Russia e minaccia di usare le armi atomiche contro quelli che non si allineano, pretende una zona di influenza a sua misura e chi c'è dentro, c'è dentro nella migliore logica staliniana della cortina di ferro. Altro che Eurasia, quello è il belletto della Lebensraun di hitleriana memoria. Un regime autoritario,fascista e militarista sta tentando le prime mosse, non è un giocatore di poker, ma un gangster che vuole vincere con il revolver spianato.

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 11:08

@magnum 357 non ho capito un granché ... la via della forza e della guerra dove? In crimea? guardi che in crimea c' è stato un referendum popolare (si vada a leggere i risultati)... Se non le piace il risultato questo è un problema suo a dire la verità...Vada a rileggersi cos'è successo in Kosovo e mi rinfreschi la memoria...Stalin le prime porcate le ha fatte al suo popolo...quello russo...quanto agli ucraini che rifiutano putin...forse lei ha qualche problema con la carta geografica...tradotto in altre parole...l ucraina orientale, ma anche quella centrale nella regione di Kiev, non è quella occidentale che nella seconda guerra mondiale simpatizzò con i nazisti...si vada a leggere la storia di Stepan Bandera e capirà perché Pravi Sektor e vari altri ragazzotti usati e pagati da americani ed europei per fare maidan, vengano dall ucraina occidentale

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/09/2014 - 11:15

marvit: per quel che mi riguarda in Corea puoi andarci anche tu se ti aggrada... io me ne sto a casa mia. Faccio solo presente che il meglio dei bananas sproloquiano a giorni alterni sui komunisti fermo considerare "un bravo ragazzo" un dittatore solo perchè amico di un senatore leccaculo e approfittatore, perlamentare solo per accaparrarsi la pensione (dichiarazioni sue!).

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 11:16

@krgferr...senta...io mica sono di sinistra...anzi...tuttavia cerco di leggere le cose con un minimo di obiettività...Putin, questo può anche infastidire, lo capisco, ha detto pochi giorni fa che "tutto quello che americani ed europei toccano finisce per trasformarsi in Iraq,libia,afganistan e siria, quando non in Isis"...ora...La Russia, che a lei piaccia oppure no, è l ultimo baluardo per un Europa che abbia un'identità propria e non sia appiattita sul nulla americano (perché di nulla si tratta). Forzare la Russia ad allontanarsi dall'europa creerà moltissimi problemi a tutti...In primis all'europa che ne pagherà un prezzo altissimo in termini economici..e per cosa? Per Poroshenko? Ma lei crede davvero che agli americani e alle oligarchie finanziarie europee ed americani importi davvero qualcosa dell'ucraina e del suo popolo? Se così fosse continui a sognare. Ricordi solamente che il prezzo molto elevato lo pagherete voi Italiani compresi...Anzi lo state già pagando...solo che nessuno ve lo dice...E lo sto pagando anche io che in questa nazione ci lavoro da 25 anni e se permette sono terribilmente incazzato

GiulioP

Mar, 02/09/2014 - 11:24

Certo, dal punto di vista di Putin e della Russia, intesa come interesse nazionale, non come popolo, i motivi sarebbero più di 10 ... forse 1000. L'analisi non tiene però conto che Putin e la Russia non si stanno facendo scrupolo di coinvolgere quella che considerano un'appendice della Russia, in una guerra che ha già provocato migliaia di vittime. Tutti sanno che i cosiddetti filorussi, in primis l'autonominato rappresentante del Donbass, sono soprattutto Russi di Russia, armati e incentivati dalla Russia. Putin dice che Russi e Ucraini sono un solo popolo, e quindi se Putin, si sente di rappresentare anche gli Ucraini si capisce bene di quanto gli stia a cuore il bene del suo popolo. Soprattutto non si tiene conto degli Ucraini che, benché come stato nazionale abbiano raggiunto una piena autonomia solo da poco più di 20 anni, sono una vera nazione caratterizzati da una propria lingua e tradizioni. Anche l'Italia non è uno stato nazionale da poi così tanto tempo ...

Boxster65

Mar, 02/09/2014 - 11:26

Equazione logica: Bananas=Berlusconi=Putin=Delinquenti

82masso

Mar, 02/09/2014 - 11:32

E io che pensavo che l'unico motivo di contanta e appassionata difesa risiedeva in una lunga amicizia e per un lettone ragalato.

generalipietro

Mar, 02/09/2014 - 11:34

Più di un'ora per non pubblicare i miei commenti. Vi ringrazio e, dimettendomi da assiduo lettore, vi saluto per sempre.

82masso

Mar, 02/09/2014 - 11:37

Cosa non ci si inventa per difendere l'indifendibile, l'Ucraina è o non è uno stato sovrano? le truppe regolari russe hanno o non hanno varcato i confini dell'Ucraina? è come se l'Italia domani si sveglia e si metta in testa di riconquistare la Dalmazia!

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 02/09/2014 - 11:38

Gli Europei scandalizzati per le mosse di Putin mi sembrano un vero sconcio morale. Non possiamo dimenticare che proprio in casa nostra si sono giocati ultimamente tradimenti marci e sconci. Ricordate i maneggi tra Merkel e Napolitano, che portarono all'esplosione artefatta dello spread e, conseguentemente, all'estromissione di Berlusconi? Ricordate il "tradimento" di Renzi nei confronti di Letta? Ora é chiaro che le manovre europee volgono a incamiciare Putin e, (vista la mancanza di visione politica in Europa) é un'operazione pericolosissima. Peraltro, da quel che leggo, mi pare che le "macro"mosse di Putin possano essere portatrici di stabilità e NON destabilizzanti. Ergo, bando a stupidi moralismi.

elio2

Mar, 02/09/2014 - 11:44

Gli idioti e buoni a nulla burocrati europei che per correre dietro al guerrafondaio abbronzato americano, si vanno a inimicare il presidente PUTIN, il prossimo inverno, quando questi ci chiuderà il rubinetto del gas, da chi lo andremo a prendere, dall'idiota americano che ce lo spedirà per posta? oppure dagli estremisti libici che hanno messo al potere buttando nella polvere Gheddafi, con cui avevamo ottimi rapporti e buoni contratti di forniture? Berlusconi da grande leader qual'è aveva capito che non potevamo e non era conveniente lasciare andare la Russia verso la Cina, ed è stato anche per questo che si è inimicato il guerrafondaio americano e la sua corte di deficienti europei che gli hanno dato corda. Adesso saranno cazzi amari per noi popoli del sud europa, non sarà così invece per l'europa del nord, che insieme alla Germania hanno i loro gasdotti che non passano per l'Ucraina che in cambio di un comportamento defilato, infatti non si espongono più di tanto verso la Russia, si garantiscono il gas per l'inverno, mentre noi con un governo di mentecatti, facciamo la voce grossa alla luna, per passare l'inverno al fresco. Voglio PUTIN come presidente e tutti i comunisti in galera, dal primo all'ultimo e buttata via la chiave.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 11:58

Questo articolo, oltre ad essere folle, è pieno di fatti che non rispondono alla realtà. Come fa un giornalista a scrivere queste cose ? Il Rus di Kyiv è finito nel 1240, se la matematica non è un'opinione gran parte dei territori dell'attuale Russia sono stati sotto il controllo dell'attuale Ucraina fino a meno di 800 anni prima della formazione dello Stato Ucraino. Da dove vengano i 900 anni è un mistero ma soprattutto è interessante la teoria per cui essendo stata la Russia sottomessa all'Ucraina per 4 secoli, i territori Ucraini sarebbero Russi. Se guardiamo alla storia l'Ucraina dovrebbe essere Austriaca o Polacca e non Russa. L'eventuale ingresso dell'Ucraina nella NATO non c'è da nessuna parte nell'accordo di associazione che è prevalentemtne economico (ma l'ha letto prima di scrivere?). Lo scudo spaziale USA è un progetto che è stato abbandonato dall'amministrazione Obama, da alcuni anni. I motivi che "giustificherebbero" l'intervento Russo mancano di una considerazione fondamentale : la volontà dei cittadini Ucraini che non vogliono la Russia in casa propria. O forse l'economia e l'interesse privato sono diventati più importanti della libertà ? Allora viene forse giustificato l'imperialismo americano (altra faccia della stessa medaglia) ?

Boxster65

Mar, 02/09/2014 - 12:04

@generalipietro..ore 11.34.... ce ne faremo una ragione! Addio.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 12:05

@linus2305 : visto che vive in Russia e probabilmente conosce il Russo le consiglio di mettersi in contatto con l'associazione "Madri dei militari" in Russia, che hanno fondato il gruppo "Cargo 200" dove vengono riportarti i dati sui militari Russi morti in Ucraina. Purtroppo solo ieri sono passati 15 Kamaz con 800 militari morti. I feriti ricoverati nella regione di Rostov sono oltre 1000. In Ucraina ci sono sistemi "Tornado", BTR-80, T80-MB2 che non sono mai stati esportati e sono in uso solo all'esercito Russo (li ho visti con i miei occhi oltre ad essere piena la rete di video e foto).

marek

Mar, 02/09/2014 - 12:06

Mi stupisce che tra i giornalisti di "Il Giornale" ci sono pure gli agenti segreti di Putin. Come si può ragionare in base alla premessa che Ucraina sia la proprietà di Russia?

andri75

Mar, 02/09/2014 - 12:13

@zanandrea : si vede che conosce benissimo l'Ucraina : Janushenko non è mai stato Presidente in Ucraina, si riferiva forse a Yanykovich (eletto con un voto considerato da quasi tutti illecito in Ucraina) ? Poroshenko sarebbe stato eletto senza elezioni ? Interessante teoria, se vuole le mando la scheda elettorale di mia moglie o di qualche altro centinaio di Ucraini che hanno votato alle Presidenziali quest'anno, peraltro Poroshenko è cosi usurpatore che l'hanno votato più del 50% degli Ucraini ma cosa importa di quello che vogliono gli Ucraini visto che, secondo voi, dovrebbero essere solo degli schiavi dei Russi e quindi probabilmente oltre a non avere il diritto alla propria Nazione non avranno probabilmente neppure il diritto a votare.

Gioa

Mar, 02/09/2014 - 12:14

NON PER SCHIEARAMENTO POLITICO...PRIMA C'E' L'UOMO POI IL POLITICO... PUTIN, BURTTA COSA A SCRIVERSI, MA VERAMENTE DIMOSTRA QUANTO SIA IMPORTANTE RISPETTARE I PATTI..... IN ITALIA QUANDO PARLIAMO DI PATTI (SPECIE SE PORTANO DEI BENEFICI A TUTTI) NON SAPPIAMO NEPPURE COSA SIANO. C'E' UNA GUERRA IN ATTO...QUI SI TRATTA DI NON RISPETTARE QUELLO CHE ERA A SUO TEMPO STABILITO. NEL NOSTRO PICCOLO SE QUALCUNO CI CALPESCA IL NOSTRO GIARDINO CON FIORI BELLI E FRESCI APPENA PIANTATI, QUANDO L'ACCORDO CON IL VICINO E' STATO DI MASSIMO RISPETTO...CHE FATE STATE A GUARDARE CHE VI ROVINI TUTTO?... NON MI INTENDO DI POLITICA ESTERA...SONO UN ESSRE UMANO COME TANTI!!.

Gioa

Mar, 02/09/2014 - 12:16

BUROCRATI DI BRUXELLES...FATE PIU' DANNI DELLA GRANDINE....

giusemau

Mar, 02/09/2014 - 12:17

Continuo a pensare che la storia non insegna nulla ...perchè avventurarsi in campagne..all'est del globo..andando a sostenere un governo non eletto.Se propio lo vuole ci vada la cancelliera e gli anglofoni che tanto hanno da guadagnarci vedi risorse energetiche.Ed è questa la motivazione principale. Provate a mettervi in una unione di stati dissolta e a fatica risollevatasi anche in vesti ridotte,che si sente strangolare da confini spostati sempre più a est da Stati inseriti nella Nato, con armamenti portati su questi confini, l'equilibrio comunque raggiunto nel tempo è stato ultimamente rotto con ipotesi di inserire un nuovo stato nella Nato ..e c'è da ricordare anche le difficoltà create dall occidente alla costruzione del South Stream,nuovo concorrente per i gasdotti in mani anglofone.C'è un vecchio proverbio popolare che recita"vivi e lascia vivere".Il muro contro muro porta alla distruzione di entrambi..Ad maiora

andri75

Mar, 02/09/2014 - 12:43

@zanandrea : si vede che conosce benissimo l'Ucraina : Janushenko non è mai stato Presidente in Ucraina, si riferiva forse a Yanykovich (eletto con un voto considerato da quasi tutti illecito in Ucraina) ? Poroshenko sarebbe stato eletto senza elezioni ? Interessante teoria, se vuole le mando la scheda elettorale di mia moglie o di qualche altro centinaio di Ucraini che hanno votato alle Presidenziali quest'anno, peraltro Poroshenko è cosi usurpatore che l'hanno votato più del 50% degli Ucraini ma cosa importa di quello che vogliono gli Ucraini visto che, secondo voi, dovrebbero essere solo degli schiavi dei Russi e quindi probabilmente oltre a non avere il diritto alla propria Nazione non avranno probabilmente neppure il diritto a votare.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 12:48

Visto che molti parlano di "Governo non eletto" a Kyiv vorrei ricordare che in Ucraina il Governo non viene eletto ma è espressione di una coalizione Parlamentare. Inoltre l'Ucraina è una Repubblica Presidenziale per cui il ruolo del Governo è molto limitato rispetto a quello del Presidente (eletto con oltre il 50% dei voti). Ricordo anche che l'attuale Parlamento in carica è stato regolarmente eletto e non ci sono stati cambi di Parlamentari, inoltre tra un mese ci saranno nuove elezioni Parlamentari, non vedo come si possa parlare di golpe essendo le Istituzioni in carica regolarmente elette.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 02/09/2014 - 13:57

certo questo è:B Accogliendo l'Ucraina la Nato avrebbero potuto chiedere a Kiev di partecipare al progetto dello Scudo Spaziale Europeo e di accettare, come ha già fatto la Polonia, lo schieramento sul proprio territorio di sistemi radar e missili statunitensi con una portata di circa 3000 chilometri. Il progetto,QUELLO CHE VORREBBERO USA E EUROPA,NON PERMETTENDO QUESTO PUTIN EVITA UNA TERZA GUERRA MONDIALE SE NON FOSSE COSI GLI YANKEES CON DISTURBI LA PROVOCHEREBBERO. GIAN MICALISSIN HAI SCRITTO UN BUON ARITCOLO VERITIERO,SPERIAMO CHE QUEI CERTI LETTORI IMBECILLI LO CAPISCANO QUESTO.

lucaberardi

Mar, 02/09/2014 - 14:14

Non condivido assolutamente l'articolo; ha senso solo per capire i motivi delle mire di Putin sull'Ucraina, ma certo è impossibile condividere gli atti di Putin. L'assunto di base, assolutamente infondato ma più volte rimarcato nell'articolo, è il criterio secondo cui Putin considera l'Ucraina un possedimento russo e non una nazione che ha il legittimo diritto di stringere accordi con chi meglio crede. Il Governo di Poroshenko è assolutamente legittimo in quanto il Presidente è stato regolarmente eletto ed il Parlamento è lo stesso esistente ai tempi della sollevazione popolare del Maidan (si dirà magari che è un "colpo di stato", ma altrettanto si potrebbe dire di Budapest 1956, Praga 1968 e Danzica 1980 allora); tra circa un mese ci saranno nuove elezioni che lo rinnoveranno. Putin, dopo l'invasione e annessione con referendum discutibile (osservatori internazionali impediti a partecipare) della Crimea, continua a sfruttare l'assoluta incapacità di Europa e USA in politica estera, ma questo non rende giustificabile che un esercito come quello russo imponga la sua forza militare per ben due volte (Crimea ed Ucraina orientale) a una nazione sovrana e che è legittimamente indipendente dal 1991 per sua libera scelta

Ritratto di Giaguas

Giaguas

Mar, 02/09/2014 - 14:31

ANDRI75 Se non capisci il movente della guerra..lascia perdere.Kiev ha abbattuto MH17 per dare colapa aPUTIN. Tracciati radar NATO e Black Box spariti. Se gli USA stessi dichiarano di aver investito milioni di $ nella rivolta Ukraina gli crediamo. Leggi cosa ha dicharato Soros = idem. Biden e' nel CDA della piu grande soc. del Gaz. Ma chi sta sparando cannonate sui civili?? KIev. Criminali di guerra. Fanno i martiri come la Timoscenko...ma sono pieni di $$..Intanto la Nato e' gia in Ukraina come mai??

ga1308

Mar, 02/09/2014 - 15:09

Il governo di Kyiv ha il diritto di chiamare in Ucraina chi vuole, ha il dovere di respingere l'aggressione dei "soldati in licenza" russi, di scegliere gli amici che più gli piacciono e se il signor Putin non è d'accordo e farnetica degli spazi suoi, è un problema del suo psichiatra.

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 15:41

@andri75...si vivo a mosca e non mi risulta nulla di quello che lei scrive...mi mandi foto e video di queste camionate di morti...io faccio riferimento a organizzazioni reali (OSCE che non è moscovita) vada a leggere i loro rapporti. A ciò aggiungo di andare a vedere le manifestazioni delle madri dei soldati di kiev...a Kiev...costretti a sparare a connazionali... poi senta, le dirò in tutta franchezza, io mi auguro che ci siano i migliori consiglieri militari russi in Ucraina orientale...Mi parli invece dei contractors americani presenti e attivi ovunque nella Rep. di Maidan e mi parli se le va, dei filo nazisti di Pravi Sektor che hanno in mano il potere reale a Maidan...Lei tifa per questa gente? Io no...La Russia ha tutti i diritti di difendere le proprie minoranze etniche e i propri interessi...E di solito lo fa meglio dei suoi amici americani e dei loro servi europei...(libia,Siria, Isis Iraq...le bastano? potrei continuare, la lista è lunga)

linus2305

Mar, 02/09/2014 - 15:52

@ga1308...temo lei abbia davvero un problema con la realtà...dimentica un piccolo dettaglio...1 milione di profughi che sono stati accolti in russia, e la gente normale che non ne vuole sapere dei filo naziosti di Pravi Sektor al potere a Kiev con l aiuto dei suoi amici americani ed europei...e già che c 'è magari un giro dallo psichiatra lo faccia anche lei e prima di parlare si documenti...che è meglio

marvit

Mar, 02/09/2014 - 15:58

Dreamer_66(ore 11:15). Mi arrendo. Hai ragione. Razzi è l'unico senatore che ambisce alla pensione e lo dice. Gli altri senatori invece ne fanno espressa rinuncia ma non lo dicono per non sporcarsi di bassa pubblicità...e poi i bananas sono quelli rintronati?? Ah,poveri i dreamer66,67,68,69 ecc.ecc.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 16:11

@Giaguas : l'MH17 è stato abbattuto quando la guerra c'era già da tre mesi, l'MH17 non c'entra nulla con la guerra. I tracciati della NATO non esistono e non potrebbero esistere in quanto i radar per il traffico aereo a lunghissima distanza sono in lughezza d'onda 30-15cm e quindi al massimo coprono circa 340km. Questo rende peraltro improbabili le immagini rilasciate dalla Russia visto che i loro radar non avrebbero potuto seguire gli aerei nella zona (i radar militari arrivano a quasi 600Km ma non sono in grado di identificare gli aerei in modo chiaro). Le scatole nere è vero sono sparite per una settimana in Russia, poi consegnate al Governo Olandese infuriato e ora solo al vaglio presso l'Ente di Aviazione Internazionale. Biden sarebbe nel consiglio di Amministrazione di Naftogaz (che è la prima società del gas Ucraina) ? Non mi risulta e la invito a controllare sul sito della Naftogaz visto che il CDA è pubblico. Per le cannonate sui civili le posso rispondere perchè sono qui e li ho visti con i miei occhi : le sparano sistemi BM21 Grad e Uragan, questi ultimi l'Ucraina non li ha o li hanno rubati in Russia o sono Russi. Mi spiace ma lei non è qui in Ucraina e non sa quello che dice.

Giorgio1952

Mar, 02/09/2014 - 16:41

Non voglio neppure leggere l'articolo e mi basta il commento di Riunificazione, quale può essere l'idea di democrazia di Putin, che è stato arruolato alla fine degli studi nei servizi segreti, di cui fu membro e dirigente fino al grado di Colonnello del KGB, ha vissuto per cinque anni a Dresda, nella Repubblica Democratica Tedesca operando presso la STASI (servizi segreti comunisti della Germania dell'est). In politica è stato Primo ministro della Federazione Russa dall'8 agosto 1999 al 7 maggio 2000, su nomina di Boris El'cin, dopo le sue dimissioni fu eletto Presidente della Federazione Russa dal 2000, riconfermato in carica nelle elezioni del 14 marzo 2004. Impossibilitato a un terzo mandato per il dettame della Costituzione Russa, ha favorito la vittoria del suo delfino Dmitrij Medvedev, che l'ha nominato nuovamente Primo ministro il giorno stesso del suo insediamento. Nel maggio 2008 il Presidente della Repubblica Bielorussa lo ha nominato Primo Ministro dell'Unione Russia-Bielorussia; il 4 marzo 2012 è stato eletto per la terza volta Presidente della Federazione Russa succedendo a Dmitrij Medvedev, il cui mandato è scaduto il 7 maggio 2012. Secondo Forbes è la persona più potente del mondo, aggiungo io la più pericolosa perché è un guerrafondaio. Putin può vantare una carriera trasparente e sorretta dalla volontà popolare, in un paese dove le percentuali di voti alle elezioni vengono definite alla "bulgara", dove per maggioranza bulgara, nel linguaggio giornalistico italiano, si intende una maggioranza schiacciante di consensi, non supportata, però da un libero dibattito. L'espressione deriva dalla situazione politica della Bulgaria, quando era il più fedele alleato dell'Unione sovietica, ma anche quello in cui il dibattito interno era inesistente.

gedeone@libero.it

Mar, 02/09/2014 - 17:01

Raffa 910, mi sa che un pezzo delle torri gemelle le è caduto in testa ed ha manomesso quel po che restava del suo cervello.

Dani55

Mar, 02/09/2014 - 17:21

andri75: 1)e' vero o non è vero che gli Ucraini occidentali e gli Ucraini orientali di cultura o etnia russa non si frequentano e che molti in Ucraina Occidentale considerano i russofoni e i Russi solo degli "asiatici" da rispedire in Russia? 3) è vero che nelle province dell'Est le manifestazioni contro Yanukovich non ci sono state o sono state in tono minore? 4) non le sembrava un po' troppo pretendere dai Russi che sostenessero economicamente un paese che stava volgendo loro le spalle sul piano politico e militare? 5) E' vero o no che il popolo ucraino non è stato avvertito degli enormi costi sociali ed economici che dovrà sopportare per sganciarsi da Mosca. 6) è vero o no che l'Ucraina ha da qualche tempo riformato le forze armate in vista dell'entrata della NATO, abolendo la tradizionale (ex sovietica)quadripartizione in Esercito, Marina, Aviazione e Difesa Aerea, sostitiuendola con le tre armi come in Occidente? 7) non le sembra strano che gli USA si siano spesi tanto per avvicinare l'Ucraina all'Europa quasi sostituendosi alla diplomazia di Bruxelles, ignorando gli interessi di molti paesi europei di primo piano(se non addirittura disprezzandoli come si è fatta sfuggire Victoria Nuland con il suo "Fuck UE!"), e proprio in una fase di calo del consenso al progetto europeo? 8) non le sembra strano che in questa crisi i due governi più bellicosi siano quello Polacco (evidentemente non pago dei 6 milioni di morti patiti nella seconda guerra mondiale) e quello Lituano che sono anche quelli più vicini agli USA (come dimostra la vicenda delle torture su commissione ai danni dei prigionieri di Guantanamo)

Dani55

Mar, 02/09/2014 - 17:44

Putin sarebbe certamente più democratico se gli USA con Soros e compari non si fossero adoperati dalla caduta del muro in poi a rendere la Russia una colonia americana. Putin ha un consenso smisurato in patria perchè ha bloccato Eltsin che stava regalando la Russia alle multinazionali americane, ed è quello che succederà all'Ucraina che diventerà un paese asservito agli USA (magari anche fortemente indebitato) con il compito di tenere sotto ricatto energetico l'Europa in modo da far tramontare per sempre il progetto di Unione Politica. Quello che svia la comprensione della politica internazionale è l'idea comune a molti in questo blog che essa sia il regno della morale e della virtù, non è così, gli stati badano sempre e solo ai loro interessi nazionali e i primi a farlo sono i campioni della democrazia americani, per i quali l'idea di rapporti paritetici con gli alleati è una bestemmia, che poi però sono molto abili ad ammantare le loro "imprese" in una melassa mediatica umanitaria, spalleggiati dai numerosi servi sciocchi che popolano le elites al potere in Europa. E non lo dico per odio verso l'America che pure è stata fondamentale nella mia formazione culturale, ma perchè riconosco che qualsiasi altro paese in pari condizioni agirebbe nello stesso modo per non perdere l'egemonia mondiale. Per questo sono convinto che se vogliamo davvero andare verso un'Unione Politica Europea, la prima cosa da fare è uscire dalla NATO, che ormai serve solo per imporre all'Europa l'agenda americana.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 18:07

@Dani55 : 1) Per quello che vedo tutti i giorni non è assolutamente vero. A Lviv ad esempio vivono moltissimi Russi e sono perfettamente integrati, frequentano anche locali come il "Kraivka" creato sul mito dell'UPA e sono molto divertiti. A Kyiv nelle Università si sente parlare tanto Ucraino quanto Russo, mentre negli ambienti di lavoro quasi solo il Russo ma non ho mai visto un singolo battibecco legato alla lingua o alla zona di provenienza : in Ucraina è la norma avere il nonno polacco, il papà Ucraino, la mamma Russa, lo zio Bielorusso (giusto per fare un esempio) e non ho mai sentito discussioni su questo. Sempre a Lviv e nei Carpazi oggi ci sono circa 50.000 rifugiati tra Est del Paese e Crimea e sono ospitati gratuitamente per la maggior parte in case private e "mantenuti" dagli Ucraini, hanno anche istituito scuole Russe per i russofoni rifugiati. 3) E' vero, aggiungo anche in un paio di Regioni del sud, anzi a Donetsk e Lygansk ci sono state manifestazioni a favore dello stesso ma è la normale politica, qui non c'è destra e sinistra, ci sono interessi dei grandi oligarchi (che sono ad est), degli agricoltori e banchieri (che sono al centro) e del terziario avanzato (che sono ad ovest e a Kyiv). 4) assolutamente : non vedo perchè i Russi dovrebbero sostenere economicamente l'Ucraina, ma una cosa è sostenere una cosa è cercare di affondarlo cambiando illegalmente il costo del gas da 285 USD a 485 USD per 1000 mc e interrompendo unilateralmente le importazioni (quest'ultimo comunque è un diritto della Russia). Sul piano militare l'Ucraina ha interrotto solo due mesi fa le forniture alla Russia, prima non c'era nessuna avvisaglia in questo senso 5) Chi avrebbe dovuto avvertire il popolo ? A Maidan erano consapevoli che ci sarebbe stato un costo da pagare. Ricordo che comunque ormai la Russia rappresenta solo poco più di un decimo dell'economia Ucraina (il 30% se considerati tutti gli Stati dell'Unione Doganale che però ancora oggi continuano a fare affari con l'Ucraina), non vedo costi sociali. 6) questo non è vero o meglio è stato fatto nei primi tempi dell'indipendenza, anzi ultimamente l'Ucraina non ha più partecipato agli addestramenti comuni della NATO e il Presidente Poroshenko nel suo programma aveva in maniera chiara il mantenimento e il rafforzamento dello status neutrale dell'Ucraina dal punto di vista militare, 7) Questo è vero in parte : io penso che gli USA non abbiano grande interesse per un Ucraina in Europa, anzi. Sicuramente hanno interesse nel gas Ucraino che potrebbe cambiare gli equilibri politici in Europa e consentire agli USA di riprendere molto peso perso. Aggiungo, giusto per chiarire, che ritengo gli Stati Uniti solo l'altra faccia della stessa medaglia in cui è rappresentato Putin e come me la pensano moltissimi Ucraini che, fino a due mesi fa erano contrari anche solo a parlare dell'ingresso nella NATO. Purtroppo le azioni di Putin hanno fatto si che le cose siano cambiate e ora quasi il 60% degli Ucraini vorrebbe entrare nell'Allenza Atlantica (personalmente lo ritengo un errore grave), 8) Non mi pare strano e in realtà non sono i due Governi più "bellicosi". I Governi più bellicosi (che hanno già annunciato che forniranno comunque armi all'Ucraina nonchè basi alla NATO) sono certamente la Svezia e la Romania, seguiti da Lituania, Repubblica Ceca e quindi Polonia e Finlandia. I Governi Svedesi, Lituani e Finlandesi sono quelli più "minacciati" dagli appetiti Russi : diversi voli hanno violato il loro spazio aereo e Zirinoski (che è il vice Presidente della Duma) ha detto chiaramente che una parte di quei territori sono storicamente Russi e tali debbono tornare. Riguardo a Repubblica Ceca, Romania e Polonia la cosa è più complessa : le popolazioni locali hanno un odio radicato nei confronti della Russia dovuto a motivazioni storiche anche recenti. Il motivo per cui Romania e Polonia sono molto vicine alla NATO credo che sia più un effetto che non una causa.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 18:16

andry75 vero il lapsus, ma la realtà non cambia che YANUKOVICH sia stato defenestrato da un colpo di stato! E comunque secondo lei e quelli che ribattono come lei, perché non accettare realisticamente che i territori strategici per Mosca rimangano o vadano sotto il controllo di essa? Se Mosca per mano dello sprovveduto Gorbaciov vi ha dato la sovranità che avrebbe potuto anche negarvi, perché prima di finire nelle grinfie di NATO e USA no fate ammenda della situaziione che si è creata? Lo sapete bene che i russi non accetteranno mai di avere basi NATO che limitino la sua libertà di manovra. E non sfugge a nessuno che se la situazione precipita né USA nè EU vi aiuteranno dal vedervela da soli con la superpotenza russa. Se non la ragione almeno lo spirito di conservazione dovrebbero indurvi a ben più miti consigli!

mila

Mar, 02/09/2014 - 18:18

@ magnum357 -Se l'Est dell'Ucraina si mette a posto ottenendo un'autonomia nell'ambito dell'Ucraina, ma la NATO puo' mettere i suoi missili lungo i confini della Russia, il problema non cambia, la Russia deve per forza reagire.

andri75

Mar, 02/09/2014 - 18:24

@Dani55 non credo che Putin sia più democratico degli USA, considerando quello che accade tutti i giorni in Russia e il livello di libertà personale e di stampa, penso solo siano due sistemi altrettanto sbagliati : Putin è un fautore del sistema di Governo basato sull'immagine, la forza e un'oligarchia di Stato, gli USA sono democratici da "esportazione" che vogliono imporre il loro stile di vita e valori anche a chi non li vorrebbe. Fino alla guerra in Georgia (in parte la Cecenia ma dovremmo scrivere un tomo) e della Crimea ho avuto stima di Putin perchè ognuno è libero di fare come crede in casa sua, ora mi pare invece che stia adottando questo modello USA di "esportazione" che è inaccettabile. L'Ucraina non vuole un "modello Russo" e l'ha dimostranto mandando via Yanykovich (che era la brutta copia di Putin) e poi eleggendo a maggioranza assoluta Poroshenko. Magari per l'Ucraina la strada percorsa sarà anche errata ma è stata decisa dai suoi cittadini e credo sia completamente errato sia da parte USA che Russa influenzarla. Ho vissuto molto da vicino il movimento di Maidan (pur non facendone parte e non condividendone alcune idee) e, per che ne dicano, se sono girati dei milioni sono girati nelle tasche dei politici e non di chi manifestava, inoltre è un movimento che è fortemente critico nei confronti degli USA, basti pensare al fatto che sono sempre stati contestati i politici come Klitchsko (quasi malmenato).

andri75

Mar, 02/09/2014 - 18:37

@Dani55 : 1) Per quello che vedo tutti i giorni non è assolutamente vero. A Lviv ad esempio vivono moltissimi Russi e sono perfettamente integrati, frequentano anche locali come il "Kraivka" creato sul mito dell'UPA e sono molto divertiti. A Kyiv nelle Università si sente parlare tanto Ucraino quanto Russo, mentre negli ambienti di lavoro quasi solo il Russo ma non ho mai visto un singolo battibecco legato alla lingua o alla zona di provenienza : in Ucraina è la norma avere il nonno polacco, il papà Ucraino, la mamma Russa, lo zio Bielorusso (giusto per fare un esempio) e non ho mai sentito discussioni su questo. Sempre a Lviv e nei Carpazi oggi ci sono circa 50.000 rifugiati tra Est del Paese e Crimea e sono ospitati gratuitamente per la maggior parte in case private e "mantenuti" dagli Ucraini, hanno anche istituito scuole Russe per i russofoni rifugiati. 3) E' vero, aggiungo anche in un paio di Regioni del sud, anzi a Donetsk e Lygansk ci sono state manifestazioni a favore dello stesso ma è la normale politica, qui non c'è destra e sinistra, ci sono interessi dei grandi oligarchi (che sono ad est), degli agricoltori e banchieri (che sono al centro) e del terziario avanzato (che sono ad ovest e a Kyiv). 4) assolutamente : non vedo perchè i Russi dovrebbero sostenere economicamente l'Ucraina, ma una cosa è sostenere una cosa è cercare di affondarlo cambiando illegalmente il costo del gas da 285 USD a 485 USD per 1000 mc e interrompendo unilateralmente le importazioni (quest'ultimo comunque è un diritto della Russia). Sul piano militare l'Ucraina ha interrotto solo due mesi fa le forniture alla Russia, prima non c'era nessuna avvisaglia in questo senso 5) Chi avrebbe dovuto avvertire il popolo ? A Maidan erano consapevoli che ci sarebbe stato un costo da pagare. Ricordo che comunque ormai la Russia rappresenta solo poco più di un decimo dell'economia Ucraina (il 30% se considerati tutti gli Stati dell'Unione Doganale che però ancora oggi continuano a fare affari con l'Ucraina), non vedo costi sociali. 6) questo non è vero o meglio è stato fatto nei primi tempi dell'indipendenza, anzi ultimamente l'Ucraina non ha più partecipato agli addestramenti comuni della NATO e il Presidente Poroshenko nel suo programma aveva in maniera chiara il mantenimento e il rafforzamento dello status neutrale dell'Ucraina dal punto di vista militare, 7) Questo è vero in parte : io penso che gli USA non abbiano grande interesse per un Ucraina in Europa, anzi. Sicuramente hanno interesse nel gas Ucraino che potrebbe cambiare gli equilibri politici in Europa e consentire agli USA di riprendere molto peso perso. Aggiungo, giusto per chiarire, che ritengo gli Stati Uniti solo l'altra faccia della stessa medaglia in cui è rappresentato Putin e come me la pensano moltissimi Ucraini che, fino a due mesi fa erano contrari anche solo a parlare dell'ingresso nella NATO. Purtroppo le azioni di Putin hanno fatto si che le cose siano cambiate e ora quasi il 60% degli Ucraini vorrebbe entrare nell'Allenza Atlantica (personalmente lo ritengo un errore grave), 8) Non mi pare strano e in realtà non sono i due Governi più "bellicosi". I Governi più bellicosi (che hanno già annunciato che forniranno comunque armi all'Ucraina nonchè basi alla NATO) sono certamente la Svezia e la Romania, seguiti da Lituania, Repubblica Ceca e quindi Polonia e Finlandia. I Governi Svedesi, Lituani e Finlandesi sono quelli più "minacciati" dagli appetiti Russi : diversi voli hanno violato il loro spazio aereo e Zirinoski (che è il vice Presidente della Duma) ha detto chiaramente che una parte di quei territori sono storicamente Russi e tali debbono tornare. Riguardo a Repubblica Ceca, Romania e Polonia la cosa è più complessa : le popolazioni locali hanno un odio radicato nei confronti della Russia dovuto a motivazioni storiche anche recenti. Il motivo per cui Romania e Polonia sono molto vicine alla NATO credo che sia più un effetto che non una causa.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 02/09/2014 - 18:38

andry75 vero il lapsus, ma la realtà non cambia che YANUKOVICH sia stato defenestrato da un colpo di stato! E comunque secondo lei e quelli che ribattono come lei, perché non accettare realisticamente che i territori strategici per Mosca rimangano o vadano sotto il controllo di essa? Se Mosca per mano dello sprovveduto Gorbaciov vi ha dato la sovranità che avrebbe potuto anche negarvi, perché prima di finire nelle grinfie di NATO e USA no fate ammenda della situaziione che si è creata? Lo sapete bene che i russi non accetteranno mai di avere basi NATO che limitino la sua libertà di manovra. E non sfugge a nessuno che se la situazione precipita né USA nè EU vi aiuteranno dal vedervela da soli con la superpotenza russa. Se non la ragione almeno lo spirito di conservazione dovrebbero indurvi a ben più miti consigli!

dicembre20

Mar, 02/09/2014 - 18:50

E meno male che col 1989 al mondo si sarebbero aperte prospettive di pace e di sviluppo!Ho l'impressione che l'inasprimento delle tensioni tra Ucraina e Russia sia alimentata fortemente dagli USA che vedono nell'Europa ma anche nella stessa Russia due pericolosi concorrenti per la loro supremazia economica. Spero che i governanti europei abbiano tanto sale in zucca da non farsi trascinare nello scontro con la Russia; purtroppo i punti A,B e C dell'argomento di Micalessin lasciano intendere il contrario e la stessa eliminazione di Gheddafi questo fa capire. E' aberrante, poi, il paragone con il 1939, che su molti giornali di oggi viene riportato: che vuol dire, che ci dobbiamo preparare a una guerra contro la Russia, per "uscire dalla crisi"? Deve essere chiaro e cristallino che Putin non è Hitler e l'Ucraina non è la Polonia e, soprattutto, che quegli scenari non esistono più. Chi li rievoca è, a mio avviso, semplicemente un irresponsabile o un consapevole mentitore.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 02/09/2014 - 20:01

linus2305 che caxxo ce ne frega se vivvi in Russia io vivo in germania allora cosa so quello che ha dentro la testa la Merkel? o Putin ti ha detto tutto a te, cumunque vorrei sapere il parere di quei lettori a mio avviso citrulli se sono d'accordo alla politica di Obama nei confronti della Russia come lo erano quando La Russia aveva installato i suoi missili a Cuba anni 60 , voi sbarbatelli non c'eravate ancora al mondo ma io mi ricordo che stava per iniziare la 3a guerra mondiale le dita era già sui bottoni..

Kraken

Mar, 02/09/2014 - 20:21

Signor Andri75, per cortesia non diciamo falsità, il sistema Uragan risulta in dotazione all'esercito ucraino (http://en.wikipedia.org/wiki/BM-27_Uragan), l'aereo malese abbattuto dagli ucraini c'entra eccome con la guerra, vista la piega presa dal conflitto, dove gli indipendentisti stanno suonando l'esercito della junta, un fatto del genere giustificherebbe un intervento "umanitario" da parte di una qualche coalizzione di volentorosi, in aiuto di un esrcito ormai in rotta. A proposito le comunicazione tra il pilota dell'aereo abbattuto e la torre di controllo non sono mai stae rese pubbliche, chissa perchè....

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 02/09/2014 - 20:41

Invito in primo luogo tutti i lettori a leggere il discorso del Presidente Putin a Valdai per conoscere i punti fermi della politica russa attuale. Invito inoltre tutti i lettori a rileggere quanto ebbe a dire Alexander Solgenitsin nel celebre discorso tenuto all' Università di Harvard nel quale avvertiva gli occidentali a non confondere i Sovietici ( categoria politica di cui peraltro la grande maggioranza non era etnicamente russa almeno nelle alte sfere ) con i Russi. Ciò premesso concordo con tutti i punti trattati da Gian Micalessin.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 03/09/2014 - 04:06

Condivido in pieno l'analisi fatta dall'autore dell'articolo. L'unica cosa che non ha messo è che dietro a tutto ciò c'è il gruppo Bilderberg e Obama l'islamico, che ha tutto l'interesse a distruggere l'occidente, soprattutto l'Europa, a favore dell'islam.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mer, 03/09/2014 - 07:21

Egregio Linus 2305, si vede che vive in russia, lei e' l'esempio lamante di quanto funzioni la propaganda e la disinformazione russa. DI soldati russi oggi in Ucraina ce ne sono 8000almeno, fra doniesk e lugansk, appena arrivati, quando i separatisti stavano perdendo e sarebbero bastate due settimane per finire il tutto. Piu altri 15000 a 40 km da Mariupol pronti ad attaccare. Racconti queste cose agli abitanti di mariupol che sono tre giorni che stanno scavando trincee e fossati nel tentativo almeno di rallentare l'avanzata delle centinaia di carri ed autoblindo russi.A lei in russia come a tutti i russi raccontano che non sono loro,perche' tolgono le insegne russe ,esattamente come fatto in crimea. complimenti ai russi, sono riusciti a farle un bel lavaggio del cervello.si chieda perche in russia non si possono vedere canali televisivi ucraini, un ucraina si vedono perfettamente i russi. mi piacererebbe sapere di cosa si occupa lei visto che sono 25 anni che risiede in russia, cioe' ancora prima del 1991. io nei suoi confronti sono un pivello, perche arrivato in russia solo nel 94 eda 5 anni risiedo in ucraina.Si tolga le fette di salame sugli occhi.

elio2

Mer, 03/09/2014 - 08:02

Caro o cara Raffa 910, le sta portando in giro solo la sua strampalata ideologia, non la verità. Per oggi niente biscotto ideologico.

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mer, 03/09/2014 - 10:02

Quindi caro Gian Micalessin, lei col suo articoletto, LEI GIUSTIFICA LA CARNEFICINA OPERATA DALL'ESERCITO RUSSO, IN TERRITORIO UCARINO PER MERE QUESTIONI ECONOMICHE??? Ma si rende conto di quanto sia vigliacca, sbagliata, ingiusta, ipocrita e criminale la sua "teoria"??? Allora, chiunque abbia interessi commerciali in Italia, puó muovere guerra contro di noi! I CINESI PERCHE´PRODUCIAMO MACCHINARI ALL'AVANGUARDIA NELLA LAVORAZIONE DEI METALLI... I FRANCESI, PERCHÉ ABBIAMO LA MIGLIOR ALTA MODA DEL MONDO... GLI SPAGNOLI, PERCHÉ ABBIAMO UN PATRIMONIO CULTURALE CHE É IL No1... LA GRAN BRETAGNA, PERCHÉ SI É ROTTA LE SCATOLE DI TUTTI I FINTI MILIONARI ITALIANI, CHE CERCANO COPERTURA IN GB... LA GERMANIA, PERCHÉ VORREBBE SOFFIARCI IL SETTORE AUTOMOBILISTICO... ED IL GENERE, IL RESTO DEL MONDO PERCHÉ ABBIAMO UNA STORIA CHE NESSUN ALTRO PAESE PUÓ VANTARE... Ma ci faccia il piacere! Se ne vada a quel paese! E si porti dietro le stupidaggini che ha detto!

diegom13

Mer, 03/09/2014 - 10:36

@Andri75: non ho intenzione di prendere parte, in un conflitto che dal punto di vista del cittadino non ha nessun senso e nessuna ragione possibile (e mi risulta, come lei dice, che la società ucraina non fosse affatto divisa, prima del conflitto - ma per la divisione partirei dalla cacciata di Yanukovich, non dalla guerra -). Le devo però fare due appunti: 1) Poroshenko ha avuto oltre il 50% dei voti, come dice lei, ma nel Donbass hanno potuto votare in pochissimi (meno del 20% dei seggi aperti) e in generale l'affluenza sarebbe stata di poco superiore al 60% - comprensibile, vista la situazione, ma va anche detto che o si votava Poroshenko oppure c'era la Timoshenko, gli altri essendo dati per largamente perdenti da tempo. E nessuno dei due è particolarmente raccomandabile, così come ovviamente non lo era Yanukovich -. 2) L'accordo di associazione UE-Ucraina è fatto di due volani: quello economico, firmato recentemente, e quello politico, ancora da firmare ed è la parte cui si riferisce l'articolo. Per quello economico, Yanukovich diceva di vedere un problema per l'industria del Donbass, e amici laggiù mi confermano che si prevedeva una "shock therapy" per un sistema industriale effettivamente lontano dagli standard europei. Sia il volano economico e l'atteggiamento adottato dall'UE nel proporlo, sia a maggior ragione il volano politico, sono il chiaro frutto di una decisione strategica assunta dall'UE con capitale Washington, dopo il conflitto russo-georgiano. Sono in particolar modo i polacchi (insieme agli americani) a spingere, da allora, perché si taglino le gambe alla Russia, riducendone la sfera d'influenza non solo in Europa orientale ma anche nel Caucaso. A vantaggio degli USA, ovviamente, percepiti dai polacchi e da altri come un potente ombrello protettivo in funzione anti-russa. Detto questo, ovviamente, affidarsi alla Russia non è la miglior cosa da fare e Putin non è propriamente un raggio di sole democratico. Ma resta il fatto che sulla pelle degli ucraini si sta giocando uno scontro tra potenze che nulla ha a che fare con i diritti e la democrazia e la sovranità della povera Ucraina.

diegom13

Mer, 03/09/2014 - 10:52

@marcelloxx: fino ad oggi la NATO, che con i russi non è tenera, parla di 3-4000. Lei li moltiplica per dieci: se ha fonti che non siano di parte ucraina per favore le citi. Uno schieramento del genere, comunque, non si muove senza esser visto dai satelliti. Tra Bruxelles e Washington ci avrebbero fatto vedere tante di quelle immagini... Mi permetta di dubitare. Fermo restando che anche un solo soldato straniero non ha ragion d'essere in territorio ucraino. Mi risulta, poi, contrariamente a quello che Lei dice, che le TV russe siano state cancellate, in Ucraina: è di alcune settimane fa il bando imposto a ben 14 canali russi o di lingua russa. Normale, c'è una guerra e l'informazione può esser vista solo come strumento di propaganda, da ambo le parti. Per cui non si può accettare la voce del nemico, di chi lo spalleggia o di chi non lo attacca abbastanza.

elio2

Mer, 03/09/2014 - 11:47

Caro marcelloxx, certo che a lei l'intelligence del guerrafondaio americano le fa proprio un baffo, scommetto che sa più segreti lei della CIA, o più facilmente racconta solo delle balle che altri le impongono di portare in giro per ottemperare all'obbligo ideologico. Mai visto tanti comunisti difendere così a spada tratta il fascista governo di Kiev, le vorrei chiedere il perché lo fate, ma dovrebbe andare alla casa del popolo a chiedere istruzioni e intanto la storia si sarà già evoluta, rendendo ininfluente e non più interessante la sua risposta.

andri75

Mer, 03/09/2014 - 17:51

@diegom13 : concordo con gran parte di quello che dice, aggiungo che non è tanto che nel Donbass abbiano votato in pochi (le percentuali dei votanti nella zona sono sempre le più basse del Paese) o che un eventuale voto in massa avrebbe cambiato il Presidente, penso che più che altro non ci fosse proprio un Presidente che rappresentasse gli interessi di chi abita in quelle due Regioni, che fino a ieri avevano dettato (tranne un breve periodo sotto Yushenko) la politica Ucraina. Concordo anche sul fatto che l'accordo con la UE sia una terapia shock soprattutto per l'economia del Donbass (ma anche di Dnipropetrosk) e sarebbe stato molto meglio riuscire a trovare un'introduzione graduale per una parte (peraltro molto limitata) di norme. Purtroppo questo non è stato fatto quando l'accordo è stato avvallato (esattamente un anno fa). Questo è un problema che incide soprattutto sugli oligarchi del Donbass che dovrebbero cercare di ottenere (come fatto a suo tempo dalla Polonia) compensazioni, cosa che per altro hanno da anni (interi settori industriali da 4 anni non pagano tasse per prepararsi all'accordo con la UE ma non hanno vestito un cent in questo senso). Sugli interessi (deprecabili perchè c'è una guerra in cui soffrono tutti) economici degli USA sono perfettamente allineato con il suo pensiero, cosi come per me sono deprecabili gli interessi Russi che sono anche loro economici/strategici (evitare l'estrazione dello shale e l'aumento dell'influenza UE/USA nella zona). Le fandonie sul Russo o sulla difesa della popolazione sono presentate da mesi dalla TV Russa ma non sono mai esistite e non esistono tutt'oggi.

andri75

Mer, 03/09/2014 - 18:06

@Kraken : se leggesse quello che scrive Wikipedia in modo completo vedrebbe che l'Ucraina dispone di una variante particolare (che infatti non è classificata come Uragan) dei sistemi BM-27, montata su dei Kraz/Kamaz a 12 ruote, mentre i sistemi Russi ne hanno 8 e si chiamano appunto "Uragan". Riguardo all'aereo malese io ho solo sentito i commenti fatti dai separatisti e visto quello che hanno pubblicato su Internet subito dopo vantandosi di aver abbattuto un altro aereo Ucraino ma non commento, attendendo i risultati dell'inchiesta che si spera arrivino a breve. Riguardo all'esercito Ucraino in rotta si vede che lei non vive qui in Ucraina : le forze Russo/separatiste hanno conquistato 2 centri urbani e 10 villaggi, perdendo diverse centinaia di uomini e ormai da due giorni sono bloccati nelle loro posizioni. Ovvio che l'Ucraina non possa tenere testa all'esercito Russo senza quantomeno forniture militari esterne ma i separatisti senza la Russia erano ormai pronti alla resa (i loro leaders infatti erano già scappati in Russia) e continuano a controllare solo 1/4 del territorio che controllavano all'inizio delle ostilità.

andri75

Mer, 03/09/2014 - 18:16

@giuseppe zanandrea : Yanykovich è scappato all'estero (peraltro con qualche miliardo di USD, tra cui i 5 presi di tangente tramite Firstash dalla Russia per non firmare l'accordo di asociazione con la UE) e per questo motivo è stato rimosso dal Parlamento che ha la facoltà Costituzionale di farlo in Ucraina, quindi tecnicamente non c'è stato nessun golpe. Si può dire che è scappato e quindi è stato rimosso a seguito delle manifestazioni di piazza. Pare che non conosca molto bene la storia sulla formazione dell'Ucraina ma non starò qui ad annoiare chi legge, aggiungo solo che nessuno in Ucraina, fino a questa settimana, ha mai proposto di entrare nella NATO e/o dare l'autorizzazione a mettere basi NATO nel Paese, queste sono pure falsità propagandistiche : l'Ucraina peraltro non potrebbe entrare nella NATO per mancanza di requisiti formali e giuridici. Se per la prima volta nel corso degli ultimi 60 anni la maggioranza della popolazione Ucraina è a favore dell'ingresso della NATO è solo colpa dell'aggressione di Putin (possiamo anche lasciare stare il Donbass, c'è un'intera Regione Ucraina occupata : la Crimea). Prima nessun eventuale referendum di adesione alla NATO, obbligatorio (che peraltro nessuno ha indetto) non avrebbe avuto nessuna possibilità di passare. Le assicuro che personalmente sono estremamente contrario all'ingresso nella NATO e nella UE dell'Ucraina che invece ha tutto da guadagnare dal restare neutrale e avere accordi politici ed economici con la UE, senza diventarne membro, che sono esattamente le cose che ha approvato il Governo attualmente in carica.

andri75

Mer, 03/09/2014 - 19:22

@Kraken : se leggesse quello che scrive Wikipedia in modo completo vedrebbe che l'Ucraina dispone di una variante particolare (che infatti non è classificata come Uragan) dei sistemi BM-27, montata su dei Kraz/Kamaz a 12 ruote, mentre i sistemi Russi ne hanno 8 e si chiamano appunto "Uragan". Riguardo all'aereo malese io ho solo sentito i commenti fatti dai separatisti e visto quello che hanno pubblicato su Internet subito dopo vantandosi di aver abbattuto un altro aereo Ucraino ma non commento, attendendo i risultati dell'inchiesta che si spera arrivino a breve. Riguardo all'esercito Ucraino in rotta si vede che lei non vive qui in Ucraina : le forze Russo/separatiste hanno conquistato 2 centri urbani e 10 villaggi, perdendo diverse centinaia di uomini e ormai da due giorni sono bloccati nelle loro posizioni. Ovvio che l'Ucraina non possa tenere testa all'esercito Russo senza quantomeno forniture militari esterne ma i separatisti senza la Russia erano ormai pronti alla resa (i loro leaders infatti erano già scappati in Russia) e continuano a controllare solo 1/4 del territorio che controllavano all'inizio delle ostilità.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Dom, 24/05/2015 - 12:28

eugenio il magnifico chi ha invaso l'ucraina?i kievioti hanno mandato l'esercito a reprimere gli ucraini orientalisu suggerimento e finanziamento usa/ue sono sgomneto da tanta ignoranza (di parte)