Ecco le priorità del sindaco Sala: cambiare i mobili del suo studio

Ancora non ha aperto le discussioni ufficiali coi partiti. Lo strapotere Pd in consiglio

Milano - Giuseppe Sala, nuovo sindaco di Milano, si è già insediato a palazzo Marino. Anche fisicamente ieri era qui, nello studio che fu di Giuliano Pisapia, a studiare la situazione, valutare le prossime mosse, mettere a punto la squadra, promessa per lunedì. Mancano poco più di tre giorni.

Eppure, l'attenzione del manager Expo si è concentrata su una questione che ai più potrebbe apparire secondaria: cambiare i mobili dello studio. Personalizzare con un nuovo stile che renda concreta anche nel design la frase pomposamente pronunciata nei giorni scorsi: «Io e Pisapia non saremo come i due Papi». E anche se da Sala non c'è da attendersi un trasloco in dépendance, un tocco arriverà. Gabriele Albertini aveva i suoi aeroplani e le lettere di Montanelli, cimeli del cuore come quelli scelti da Pisapia. Oggi l'attenzione è ai mobili: forse lo svecchiamento partirà anche da qui.

Sala non ha ancora aperto le discussioni ufficiali con i partiti, ma sa con quale consiglio comunale dovrà misurarsi. Ventidue esponenti del Pd più due per così dire in sonno: iscritti al partito ma eletti in liste civiche. Ventiquattro voti su quarantanove. Maggioranza quasi assoluta. «Per noi è importante una composizione che rappresenti tutto il partito» dice conciliante il segretario cittadino, Pietro Bussolati. Ma il peso si sente.

Poche le certezze sulla squadra: parità tra uomini e donne, mix tra continuità e innovazione. Il Pd lascia filtrare di non essere particolarmente interessato all'incarico di vicesindaco e che non farà le barricate se la scelta cadrà su Cristina Tajani, Sel, una delle persone in pole position. Tra le altre grane con cui il sindaco dovrà subito misurarsi, i nostalgici di Pisapia con le lacrime agli occhi e il coltello fra i denti, così come la sinistra di Basilio Rizzo, e il radicale Marco Cappato che nonostante l'apparentamento è rimasto senza un posto in consiglio.

Se l'ex pm Gherardo Colombo sarà garante della legalità, Sala sta cercando una collocazione adeguata anche per Umberto Ambrosoli, probabile responsabile dei rapporti con la Regione e lo sviluppo all'estero. La formula, se cioè Ambrosoli sarà assessore o meno, dipende da diverse variabili, tra cui l'incompatibilità tra la giunta di Palazzo Marino e il ruolo di consigliere regionale. Altri incarichi sono allo studio per Linus ed Emma Bonino.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 23/06/2016 - 08:37

MILANESI, non lamentatevi piu': avete scelto Sala, adesso tenetevi sperperi,islamici, moschee e bilanci in negstivo.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Gio, 23/06/2016 - 09:25

BENE!!!! sembra che la maggior preoccupazione di Sala sia quella di distribuire in parti eque la TORTA in modo da non scontentare nessuno, come recita il vecchio ma sempre attuale "manuale Cencelli" .....................che differenza di cultura e di visione della buona amministrazione tra questo signore (prodotto del partitismo) e la sindachessa di Torino!!!!!!

Kamen

Gio, 23/06/2016 - 09:30

Salah si ricorderà sicuramente di arredare con tappeti,poichè,in occasione degli incontri con i suoi sodali islamici,si dovrà accovacciare.

carpa1

Gio, 23/06/2016 - 09:45

Linus, Charlie Brown, Snoopy, Lucy. Non vale, ci sono due maschietti, un cagnolino ed una femminuccia. Ma non avevano promesso parità di gender?

Cheyenne

Gio, 23/06/2016 - 10:07

poveri milanesi hanno eletto un cialtrone finto manager

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 23/06/2016 - 10:07

Visto che ha vinto lui fa solo bene , anche perchè dovrà starci in quell'ufficio per 5 anni. Se avessimo vinto noi lo avremmo fatto noi , però ha vinto lui e quindi fa quello che gli pare e piace.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 23/06/2016 - 10:36

I milanesi ora giustamente devono soffrire per 5 anni. Spero che le pene sala pd islam siano dure. E a chi se la prende, buona moschea.

claudioarmc

Gio, 23/06/2016 - 10:54

Chi lo ha votato cosa pensava?

Jimisong007

Gio, 23/06/2016 - 11:20

Bravo, comincia a scialacquare invece di risparmiare

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 23/06/2016 - 11:21

mbferno .- Concordo su tutto e invito il neo sindaco a presentare il bilancio expo che è di sua competenza !!!! Sul fatto che i "milanesi" hanno scelto Sala.... A Milano il cognome più presente è Hu, Cinese! Considerando le varie consulte che supportano la sx, a Milano non decidono più i "milanesi" !! Abbandoniamo Milano al suo destino ...

Fjr

Gio, 23/06/2016 - 11:40

Che manica a di pirla che siamo diventati, mi vergogno di essere milanese , potevamo cambiare e l'unica cosa che sono riusciti a cambiare sono i mobili, e questo è solo l'inizio , adesso scommetto che tutti quelli che hanno votato PD diranno che sono dei ladri

robylella

Gio, 23/06/2016 - 11:45

Sala, un altro sotto"marino" nel mare dell'incapacità

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Gio, 23/06/2016 - 12:00

Non ho nessuna solidarietà per i milanesi, hanno avuto l'esempio Pisapia ed hanno voluto continuare con Sala. Perciò fatti loro. Hanno voluto la bicicletta ed ora sino alla scadenza del mandato PEDALINO!!!!!!!

Rossana Rossi

Gio, 23/06/2016 - 12:09

sala dovrà pagare pegno al pd che lo ha fatto eleggere quindi cari milanesioti guai a voi se vi lamentate, benedite i rom, tenetevi gli imam e pagate areaC e una marea di tasse......in silenzio!!!!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 23/06/2016 - 12:19

-------e cominciamo ---con questo giornalismo da due soldi---fatto solo per esacerbare gli animi----

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 23/06/2016 - 12:30

Oltre ai mobili le risorse no?

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 23/06/2016 - 12:45

Non dimenticate che i veri milanesi saranno more or less il 25% quindi fare cassa di voti non e'cosi semplice.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 23/06/2016 - 12:49

Arredi "Cini Boeri"?

corto lirazza

Gio, 23/06/2016 - 12:57

maligni! ha venduto quelli belli voluti da pisapia e ne ha comprati degli usati a pochissimo e per di più li ha pagati di tasca sua

zucca100

Gio, 23/06/2016 - 13:15

La vostra unica preoccupazione è' la moschea. Siete penosi

gianni.g699

Gio, 23/06/2016 - 13:16

GRANDEEE !!! lui si che ha le giuste priorità !!! prima il portafogli personale, poi il portafogli personale, poi il suo interesse, poi l'interesse personale e infine dopo tutto questo lavoro di testa, pensare anche un pò per se !!! ... e i milanesi ??? e gli italiani ??? ... ma che roba sono !!! bhoooo ... si arrangino !!!

27Adriano

Gio, 23/06/2016 - 13:25

...Più che sindaco sarebbe meglio definirlo Sultano Sala... Che Allah, lo benedica... i milanesi.. un po' meno!

il sorpasso

Gio, 23/06/2016 - 13:39

Chi ben incomincia è a metà dell'opera ah ah ah Ottima scelta votarlo..........................

lolo60

Gio, 23/06/2016 - 14:20

milanesi, intanto pagate i mobili dello studio del vostro sindaco......

agosvac

Gio, 23/06/2016 - 14:36

Se li paga lui vendendo gli immobili che non ha dichiarato oppure userà i soldini dei milanesi che molto superficialmente lo hanno votato????? Il vecchio proverbio è sempre più valido: chi è causa del suo mal ,pianga sé stesso. Hanno avuto l'esperienza di pisapia, ora avranno l'esperienza di sala, sempre che , prima, non lo mettano in galera!!! Questo, però, è difficile, visto che anche lui è "amico degli amici".

patriziabellini

Gio, 23/06/2016 - 15:45

Mi dispiace per Milano che adoro, ma i Milanesi hanno scelto un altro "pallone gonfiato" e ne subiranno le conseguenze