Gli Etf a leva spingono i guadagni su valute, oro e materie prime

Per gli investitori più abili, esiste sempre la possibilità di sfruttare l'uso degli etf, sia al rialzo che al ribasso (short) per cercare di realizzare guadagni consistenti (a fronte però della consapevolezza di essere esposti a forti perdite

Per gli investitori più abili, esiste sempre la possibilità di sfruttare l'uso degli etf, sia al rialzo che al ribasso (short) per cercare di realizzare guadagni consistenti (a fronte però della consapevolezza di essere esposti a forti perdite). Per esempio, chi volesse puntare su una ulteriore svalutazione della sterlina rispetto alla moneta unica può optare per l'Etf short Gbp long euro mentre per investire sull'apprezzamento del biglietto verde può impiegare i risparmi nell'etf long Usd short eur. Non solo. Per queste «scommesse» valutarie viene offerta anche la possibilità di usare gli etf 3x e 5x che moltiplicano, rispettivamente, per tre e per cinque volte, la variazione: ovviamente, se si sbaglia la previsione (ovvero la sterlina sale o il dollaro aumenta) si andrà incontro a perdite più ingenti. Sempre con gli etf è poi possibile trarre vantaggio dalla volatilità (per esempio tramite l'etf Lyxor S&P 500 VIX Futures Enhanced Roll UCITS oppure con il Boost S&P 500 VIX Short-Term Futures 2.25x Leverage Daily ETN), puntare sull'oro, sul petrolio, sulle materie prime in generale, oltre che al rialzo o al ribasso su specifici indici di Borsa, sia geografici che settoriali: quest'ultima opzione è utilizzabile anche come copertura del portafoglio qualora non si intenda vendere i titoli in portafoglio e proteggerli dalla momentanea correzione.