Europa e Pd con i rom. Sul censimento ora Salvini tira il freno

Il ministro: "Misura giusta, ma non è priorità". Conte: ok ai controlli. Di Maio: schedare i corrotti

Niente razzismo, solo legalità. Matteo Salvini non fa passi indietro sulla proposta di una «ricognizione» della popolazione di etnia Rom che vive in Italia. «Censimento dei Rom e controllo dei soldi pubblici spesi. Se lo propone la sinistra va bene, se lo propongo io è razzismo», scrive sui social. «Io non mollo e vado dritto. Prima gli italiani e la loro sicurezza».

Il nuovo intervento arriva all'indomani della polemica innescata dalla richiesta di «una ricognizione sulla situazione rom in giro per l'Italia per vedere chi come e quanti». Il vicepremier aveva poi precisato che l'intenzione non è «schedare o prendere le impronte digitali a nessuno», «intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza. Vogliamo anche controllare come vengono spesi i fondi europei».

Da sinistra piovono accuse di razzismo di ogni tipo. E addirittura Roberto Speranza di Liberi e uguali annuncia che denuncerà Salvini «per istigazione all'odio razziale ai sensi della legge Mancino». Il Carroccio replica ricordando che analoghe raccolte dati vennero promosse dalla Giunta Pisapia a Milano e dalla Croce Rossa a Roma nel 2008. Di certo Salvini deve fare i conti con la preoccupazione dei Cinquestelle, sempre più schiacciati dall'attivismo di Salvini e dalla costante crescita della Lega nei sondaggi. «Ho appena parlato con Conte, l'intesa è granitica» dichiara il ministro dell'Interno. «Gli ho spiegato che il censimento dei rom possiamo chiamarlo controllo, verifica, anche Giovanni, ma è solo una questione di rispetto del codice penale e civile. Questa del censimento non è una priorità, quella è la sicurezza, i migranti. A ogni modo lavoreremo in futuro con i sindaci, sapendo che questo tipo di controlli esistono da anni, ovunque, portati avanti da amministrazioni di tutti i colori politici». E in serata è lo stesso Conte a puntualizzare che «qui nessuno ha in mente di fare schedature o censimenti su base etnica peraltro incostituzionali in quanto palesemente discriminatori. Il nostro obiettivo è individuare e contrastare tutte le situazioni di illegalità e di degrado ovunque si verifichino, in modo da tutelare la sicurezza di tutti i cittadini».

Dai Cinquestelle, però, arrivano parecchi distinguo. Una replica piuttosto netta arriva dal ministro Danilo Toninelli. «Il censimento sui Rom non fa parte del contratto, non è all'ordine del giorno, non si fa e non si farà». Luigi Di Maio, invece, parlando a Porta a Porta cerca di sviare l'argomento evocando altri «censimenti». «Ci sono altri censimenti da fare, magari quello di tutti i raccomandati che ci sono nella Pa. Dobbiamo cominciare a controllare anche i raccomandati della Rai e ristabilire il principio della meritocrazia».

L'ultima puntata di questo botta e risposta arriva in serata. «Lo so anch'io che il censimento dei rom non è nel contratto» replica Salvini. «Ma il rispetto del codice penale e civile è più importante del contratto di governo».

C'è anche un fronte europeo con cui Salvini deve fare i conti, anche se la polemica viene tirata per i capelli. Il viceportavoce della Commissione Ue dice che «non si può, come regola generale, espellere un cittadino europeo su base etnica». Ma è altrettanto vero che l'assenza di dati certi sulla composizione etnica e razziale della popolazione rom in Italia è stata segnalata da un organismo Onu nel dicembre 2016 e trasmesso all'Ue, che lo ha a sua volta consegnato all'Italia in forma di raccomandazione.

Commenti
Ritratto di .s@ndrino

.s@ndrino

Mer, 20/06/2018 - 08:40

CHIACCHIERE E DISTINTIVO,CHIACCHIERE E DISTINTIVO

Ritratto di mircea69

mircea69

Mer, 20/06/2018 - 08:47

«non si può, come regola generale, espellere un cittadino europeo su base etnica». Vero, ma se non ha un lavoro si: La Germania espelle i disoccupati europei e lo stesso fa il Belgio.

jaguar

Mer, 20/06/2018 - 08:59

Europa e PD, i finti paladini che combattono finte battaglie in difesa delle minoranze. Poi però c'è il problema che sono talmente concentrati nella finta difesa dei più "deboli", da dimenticarsi completamente del resto dei cittadini.

Ritratto di Zohan

Zohan

Mer, 20/06/2018 - 09:17

tanto circo per niente come al solito. Quanti di noi si ricordano il messo del comune che veniva a suonare il campanello a casa per il censimento? Eppure nessuno si lamentava o gridava al razzismo. Tutti erano ben contenti di sapere chi abitava e LAVORAVA all'interno del proprio comune e non sono stati mai fatti questi casini ... eravamo tutti italiani e non sapevamo nemmeno cosa significasse la parola razzismo. Il Ghana, la Nugeria, il Mali e la Namibia erano solo degli adesivi che trovavamo nelle patatine PAI. Eravamo felici e non lo sapevamo

Emigrato64747

Mer, 20/06/2018 - 09:26

Penso che quanto serva sia semplicemente una anagrafe aggiornata ed efficiente nei comuni d'Italia. Da questa si ricavano tutte le informazioni che servono.

michettone

Mer, 20/06/2018 - 09:32

Tutto quanto opera il Governo Conte ed il Ministro Salvini, è COSA BUONA E GIUSTA! E' inutile che i giornali ed i giornalisti creino casi che non esistono! A loro farà piacere in quanto provoca audience, ma a noi POPOLOITALIANO no! Il Signor Ministro Salvini è UNO DI NOI ed opera in relazione alla DELEGA RICEVUTA da noi POPOLOITALIANO, ergo, siamo felicissimi di far arrivare il nostro placet per ogni azione svolta, al fine unico del bene agli Italiani ed all'Italia.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 09:34

@s@ndrino Stai parlando di un patacchetto di rignano sull'Arno?

giovanni951

Mer, 20/06/2018 - 09:35

tira il freno? malissimo. Ma credo dipenda dalla costituzione piu bella del mondo ( sic)

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 09:36

@Emigrato64747 Sì, e come no? Peccato solo che una notevole percentuale di zingari non risulti iscritta ad alcuna anagrafe, in nessun Comune d'Italia.

flip

Mer, 20/06/2018 - 09:50

vogliono vivere in Italia? DEVONO ESSERE CENSITI, VACCINATI E CONTROLLATI PERIODICAMENTE.se vogliono usare le nostre strutture sanitarie, lo possono fare ma devono essere registrati nel Comuni dove stazionano.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 20/06/2018 - 09:52

Caro Salvini, tra il dire e il fare ci sono i suoi kompagni…

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 20/06/2018 - 09:54

Occorre pazienza, ma ci arriveremo.

aleppiu

Mer, 20/06/2018 - 09:55

come volevasi dimostrare salvini come giustamente dice s@andrino e' solo chiacchere e distintivo, promette cose che anche lui da bene che non potrà mai fare (se non fosse cosi sarebbe grave in quanto ignorante delle norme e della costituzione) tanto per aizzare la folla che lo segue senza pensare. Per poi rimangiarsi tutto....vedremo alla fine del mandato quante promesse avra' tradotto in legge....

pardinant

Mer, 20/06/2018 - 09:55

Vorrei dare una specie di suggerimento, ai nostri attuali ( e ancora per poco se non iniziano ad agire), amministratori. Questa volta ha ragione Di Maio in quanto se non stanno attenti il Vecchio Partito, in quanto della prima repubblica uno solo ha mantenuto i metodi e i suoi principi, a forza di critiche su tutto a prescindere dal buon fine di un'azione, con azioni di disturbo, diffamazione e azione portata avanti dai suoi fedeli, spesso infiltrati nelle strutture pubbliche, leggi Raccomandati con la R maiuscola, riusciranno pian piano a condizionare l'opinione pubblica come hanno sempre fatto. S E G U E

dagoleo

Mer, 20/06/2018 - 10:11

Sui nomadi penso che tutti gl'Italiani siano daccordo. Chi ha una casa vicino ad un campo nomade sà bene che il valore del suo immobile è come minimo dimezzato. In casa deve barricarsi per non trovarseli dentro ad ogni ora. E poi chi non ha avuto nella vita qualche problema con i nomadi? Tutti. Chi nella vita non ha subito almeno un furto dai nomadi? Penso ben pochi.

cameo44

Mer, 20/06/2018 - 10:14

La UE e il PD sono forvianti quello che vuol fare Salvini e voluto dalla maggioranza degli Italiani non è una guerra etnca ma control- lare il dilagare dei campi rom la maggior parte abusivi che rendono invivibili i quartieri un controllo di come vivono cosa fanno ed ar ginare il dilagare delle rapine e scippi compiuti dai rom perchè di questo vivono come ampiamente dimostrato e nonostante siano recitivi rimangono sempre impuniti con elementi che hanno fornito molte iden tità diverese fare rispettare la legge non è una guerra etnca.

Trinky

Mer, 20/06/2018 - 10:16

Ci spiegano questi parrucconi, e qualche user PDiota, dove stavano quando Emilia, Toscana e Pisapia hanno fatto i censimenti sui room?

Duka

Mer, 20/06/2018 - 10:30

NON tirare nessun freno continua a testa bassa-

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mer, 20/06/2018 - 10:42

Ma salvini quando comincerà ad occuparsi dei veri problemi?

flip

Mer, 20/06/2018 - 10:48

SALVINI. sei nel giusto! non mollare!

Jesse_James

Mer, 20/06/2018 - 11:24

"il PD stà con i rom". Bella roba! Complimenti! Poi si lagnano che perdono le elezioni. Stanno dalla parte della peggior feccia che di più non si può. Comunque, la maggioranza dei rom che si trovano qui sono serbi, bosniaci, albanesi, kosovari e macedoni. Tutti paesi extra-UE e quindi in condizioni di essere espulsi se fuori regola.

giordano.bruno52

Mer, 20/06/2018 - 11:40

noi siamo tutti schedati e abbiamo la carta di identità, perchè i rom no?

graffio2018

Mer, 20/06/2018 - 11:51

mi spiegate esattamente qual è il problema, nel fare un censimento dei rom, visto che anche gli italiani periodicamente vengono sottoposti a censimento? se non hanno nulla da nascondere, perchè spaventarsi tanto?

luna serra

Mer, 20/06/2018 - 12:32

come mai il PD non è insorto quanto Pisapia fecce un ordinanza per censiere e viettare ai Rom la circolazione a Milano ?

Divoll

Mer, 20/06/2018 - 15:55

Caro Salvini, niente passi indietro!

seccatissimo

Gio, 21/06/2018 - 00:45

Salvini, continua così che vai bene, non lasciarti intimidire dai cretinetti traditori del popolo italiano !