"Faccio già solidarietà, i miei soldi sono sudati"

«Non sono un pensionato d'oro. Io ho versato contributi d'oro. Ho pagato 2,5 milioni di euro, e dopo 10 anni di pensione sono ancora in credito». Giuseppe Truglia, 76 anni, barese trapiantato a Milano, ex dirigente delle risorse umane di una multinazionale, percepisce 130mila euro lordi l'anno. La sua solidarietà, tiene a precisare, la fa già come volontario e non è disposto a farla con la sua pensione.

Teme per i tagli annunciati Di Maio?

«Prendo seimila euro netti al mese, nel mio caso perderei 500 euro al mese. Quanto serve per pagare un reddito di cittadinanza a una persona. Ma le sembra equità? Se mi dicessero che serve per stabilizzare un giovane non avrei alcun dubbio, ma queste sono persone senza alcuna credibilità, che credono che chi guadagna di più è perché l'ha sottratto a qualcuno. Io ho lavorato una vita, con aumenti sulla base dei risultati. Allora diciamo che il merito non conta più niente».

Quanto guadagnava?

L'ultimo stipendio era di 20mila euro, ma sono soldi sudati. La cosa peggiore è che se la prendono con chi non può reagire».

Il M5s ce l'ha con le pensioni retributive.

«Ma c'è gente in virtù quel sistema in vigore ha organizzato il proprio futuro. Ora lo Stato va a dire a un ottantenne che siccome gli ha dato troppo ora si riprende i soldi?».

Commenti

cir

Sab, 08/12/2018 - 09:47

infatti non e' giusto . devono toglierti 2000 euro al mese .