Farmaci per le malattie rare e vaccini gratis per tutti

Svolta del governo: via libera ai nuovi Lea. Risparmio di 100-150 euro per immunizzarsi contro la meningite

Vaccini contro ogni tipo di meningite, C e B, gratis per bambini e adolescenti, vaccini gratis per gli anziani contro le polmoniti e il fuoco di Sant'Antonio, vaccini per gli adolescenti maschi contro il papilloma virus, che può provocare tumori nell'apparato genitale. È tutto gratis, offre lo Stato. Da subito. Con ricadute che si faranno sentire soprattutto sui portafogli delle famiglie. Fino ad ora, infatti, chi voleva immunizzare i propri figli dalla meningite doveva sborsare dai 100 ai 150 euro per vaccino. E anche dosi per le patologie degli anziani pesavano sulla magra pensione.

Ora c'è una svolta. «I vaccini saranno gratis per tutti e senza pagamento del ticket, perché non sono da considerarsi una cura ma attengono alla prevenzione collettiva della popolazione» precisa il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che parla di «svolta storica».

Dunque, già da quest'anno:

- I nuovi nati avranno diritto a cicli di base e richiami di vaccino per la prevenzione di difterite, tetano, pertosse, epatite B, polio, Haemophilus influenzae tipo b, pneumococco, meningococco B, rotavirus, morbillo, parotite, rosolia, varicella, meningococco C;

- Gli adolescenti: vaccino anti-meningococco tetravalente (A, C, W, Y135) e vaccino anti-Hpv;

- I soggetti di età uguale o superiore a 65 anni: vaccino anti-influenzal;

- I soggetti di età pari a 65 anni: vaccino anti-pneumococco e vaccino anti-Zoster.

Il piano dei vaccini è agganciato ai nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza che, dopo anni di attesa, si svecchiano inserendo nuove patologie che colpiscono nella società moderna.

Innanzitutto vi è una ridefinizione degli elenchi delle malattie rare: 110 di queste entrano nei Lea e dunque le famiglie dei malati vengono sgravate dalle spese sanitarie, come nel caso della sarcoidosi, la sclerosi sistemica progressiva e la miastenia grave. In Italia i malati di malattie rare sono tra i 450mila e i 600mila, e con i nuovi Lea saranno coperte dal servizio sanitario nazionale 300mila persone che oggi ne sono prive.

Aggiornate anche le patologie croniche e invalidanti dove entrano la celiachia, la sindrome di Down, la sindrome di talidomide, l'osteomelite cronica, le patologie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante e l'endometriosi, patologia molto diffusa che in Italia colpisce circa 3 milioni di persone.

Arriva inoltre un nuovo nomenclatore della specialistica ambulatoriale, aggiornato per l'ultima volta nel 1996. Sono introdotte anche tutte le prestazioni di procreazione medicalmente assistita, sia omologa che etereologa. Fino a oggi erano erogate solo in regime di ricovero della donna.

C'è anche un capitolo dedicato ai disturbi dello spettro autistico, che prevede nel percorso di diagnosi, cura e trattamento, l'impiego di metodi e strumenti basate sulle più avanzate evidenze scientifiche disponibili.

Viene poi profondamente rivisto l'elenco delle prestazioni di genetica e inserita la consulenza genetica.

Il servizio sanitario nazionale coprirà i costi anche di nuove terapie innovative: l'adroterapia, ovvero una radioterapia oncologica utilizzata per la cura del tumore al cervello; l'enteroscopia con microcamera ingeribile, ovvero la possibilità di effettuare una gastroscopia attraverso l'ingestione di una pillola contenente una microcamera.

Ci sono poi novità per le protesi, come quelle per la comunicazione e le attrezzature domotiche, oltre a carrozzine speciali.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 09:21

Il sinistrume si dimostra ancora una volta servile verso le multinazionali. Sanno tutti che non esiste alcuna epidemia di meningite. I dati sono chiari.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 09:24

Rapina di Big Pharma tramite i loro sgherri nel "governo". Ancora una volta si dimostra che i governi sono SCHIAVI di banche, multinazionali, feccia come Soros.

divenire

Sab, 14/01/2017 - 10:06

Caro Ausonio, il problema non sono le multinazionali. Tu devi chiarire se vuoi la prevenzione e le vaccinazioni oppure no. Certo che questo ha un costo, ma si tratta della salute di tutti e specialmente dei bambini. Se proprio non ti va di spendere soldi per la salute, e prima o poi ti capiterà, puoi sempre evitare di curarti e lasciare che la natura faccia il suo corso.........

audionova

Sab, 14/01/2017 - 10:07

bene bravi,altre spese sulla sanita' che gravano sullo stato.purtroppo in italia non si puo' parlare di sanita' totalmente privata,con le assicurazioni,perche' i cittadini non lo vogliono.ora dite:sanno tutti che non c'e' una epidemia,infatti,allora perche' commenti di altra natura nei giorni scorsi su una epidemia paventata da chi fa commenti qui sopra?gli italiani evadono,eludono le tasse poi vogliono tutto gratis,popolo di aproffittatori,io pago le tasse in italia ma mi sto muovendo per pagarle dove ora sto,non mi piace pagare tasse che servono per pagare cose che non ci spettano.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:13

divenire - La Sanità è un bene essenziale e pertanto non solo la sua gestione bensì anche l'INDUSTRIA FARMACEUTICA DEVE ESSERE PUBBLICA. Solo lo Stato ha il dovere di pensare al bene comune. Il privato pensa solo al profitto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:14

L'interesse esclusivo delle case farmaceutiche è il profitto. SOLO IL PROFITTO. Pertanto l'interesse delle case farmaceutiche non è certo quello di risolvere le malattie ma di renderle croniche o, come vediamo, vendere vaccini inutili (e a volte pare anche dannosi).

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:17

Mi fiderò delle industrie farmaceutiche solo quando saranno state NAZIONALIZZATE (come del resto è nei paesi sani) e quindi non avranno più l'urgenza unica del profitto. E non venite a parlarci di concorrenza e altre fandonie. Sappiamo tutti che il liberismo ormai non conosce concorrenza ma solo cartelli. Big Oil, Big Pharma, Big GMO. I colossi sono tutti in combutta, d'accordo per spartirsi la torta.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Sab, 14/01/2017 - 10:18

Una buona notizia, non importa chi abbia fatto le riforma. Qualche gomblottista alla Ausonio che ci vede qualcosa di losco ci sarà sempre, ma questa volta bisogna essere contenti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:19

divenire - Le rammento le ignobili speculazioni sull'influenza suina, l'aviaria ecc.. Malattie inesistenti, pompate dai media al soldo delle multinazionali che hanno venduto grazie a governi corrotti miliardi in vaccini. TRUFFE SULLA NOSTRA PELLE.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:38

tulapadula - certo, certo... intanto le "epidemie" di influenza aviaria e suina non ci sono mai state. Erano solo ignobile marketing delle case farmaceutiche che hanno fatto MILIARDI vendendo vaccini inutili. Altro che complottismo. Scenda dal pero. Il mondo non è dominato da anime belle come Lei.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/01/2017 - 10:42

Ecco qui che sono le industrie farmaceutiche http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roche-novartis-ipotesi-disastro-doloso-999812.html

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 14/01/2017 - 10:52

Elezioni vicine? Si vota?

VittorioMar

Sab, 14/01/2017 - 11:55

...c'è qualcosa che non torna..cosa temono??

fifaus

Sab, 14/01/2017 - 12:29

BIG PHARMA ringrazia!

Massimo Bocci

Sab, 14/01/2017 - 12:36

Speriamo che tra tutti questi BENEFIT ??? Vaccinali c'è ne sia uno anche per la FAME, perché è questo lo stato dell'arte del popolo Italiota da 15 anni servi (pagatori di pizzo) Euro e dopo ci hanno anche GOLPIZATO spread (2011) per completare la distruzione e asservimento, ci vorrebbe un vaccino ANTIVIRALE EURO e riprendersi come popolo libertà e democrazia SOVRANA!!!

Totonno58

Sab, 14/01/2017 - 13:01

Vogliamo criticare anche questo provvedimento magari finchè l'opposta parte politica non ne farà uno uguale....così a quel punto sarà il centrosinistra a dire che è iniquo, che non ci sono i soldi ecc.ecc...com'è bello il giochino del bastian contrario in politica, eh?:)

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Sab, 14/01/2017 - 13:15

Ausonio... non sono state le multinazionali del farmaco... ma scie kimmike!!! ahahahah

Alessio2012

Sab, 14/01/2017 - 13:18

In realtà erano solo per i clandestini, poi li hanno estesi a tutti per far vedere che non sono troppo schierati con loro.

ILpiciul

Sab, 14/01/2017 - 13:46

Quando questo Stato da qualcosa gratis ai taliani io sento puzza di bruciato. Mi ha abituato al fatto che solo prende. Gomblotto o non gomblotto.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Sab, 14/01/2017 - 14:54

Come sanno in molti, il fine è rendere sterili il maggior numero di adolescenti. Non centra una mazza la prevenzione, tra l'altro per virus portati in Europa con l'immigrazione di popolazioni subsariane.

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 14/01/2017 - 16:57

Ho letto da qualche parte un commento di un tale che osservava come tra i centenari ci sono quasi esclusivamente donne. A quei tempi, si usava solo vaccinarsi contro il vaiolo. Gli uomini venivano plurivaccinati durante il servizio militare. Fa pensare.

beale

Sab, 14/01/2017 - 17:35

populismo d'accatto.