Fini ora va alla sbarra: inizia il processo per la casa di Montecarlo

Al via venerdì 30 novembre il processo per riciclaggio a Gianfranco Fini davanti alla quarta sezione penale del Tribunale penale di Roma

Al via venerdì 30 novembre il processo per riciclaggio a Gianfranco Fini davanti alla quarta sezione penale del Tribunale penale di Roma Con l'ex presidente della Camera dei deputati sono state rinviate a giudizio altre dieci persone tra cui la compagna Elisabetta Tulliani, il fratello di lei Giancarlo, il padre Sergio, Francesco Corallo, l'esponente di Forza Italia Amedeo Laboccetta.

Tra le operazioni al centro dell'indagine anche la vendita della casa di Montecarlo, lasciata in eredità dalla contessa Annamaria Colleoni ad Alleanza Nazionale, che sarebbe stata acquistata - secondo la tesi dell'accusa - da Giancarlo Tulliani tramite società off-shore con i soldi dell'imprenditore Corallo, accusato di associazione a delinquere finalizzata al peculato, riciclaggio ed evasione fiscale.

Un'operazione effettuata nel 2008, per poco più di 300mila euro e che con la cessione dell'immobile nel 2015 fruttò un milione e 360mila dollari.

"Finalmente. Serenità, coscienza a posto e, quindi, fiduciosa attesa del giudizio" sono le parole rilasciate all’Adnkronos dall’ex presidente dell’ex leader di An, alla vigilia dell'udienza. Alle parole di Fini hanno fatto seguito quelle del suo legale Francesco Caroleo Grimaldi: "È solo una prima udienza e saranno rese note le date delle prossime udienze. Non verrà ascoltato nessuno. Il reato contestato all'ex presidente della Camera è solo riciclaggio".

Commenti

ex d.c.

Gio, 29/11/2018 - 23:47

Se avesse mantenuto lealmente gli impegni presi con gli italiani, la casa di Montecarlo potevamo regalargliera Ora è giusto venga processato e ckndanbato

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 30/11/2018 - 00:37

Un personaggio che non ci mancava. Francamente dico che non mi importa nulla del suo processo. La condanna definitiva gli é già stata inflitta "politicamente", cioè rifiutandolo per sempre. Vade retro Satana, non ti vogliamo vedere né sentire. Come fosse morto.

seccatissimo

Ven, 30/11/2018 - 01:24

Se gianfranco fini dovesse risultare colpevole di quanto è accusato, spero che venga condannato ad una pena giusta e senza attenuanti !

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 30/11/2018 - 08:08

questo tenero amante esiste ancora??

tuttoilmondo

Ven, 30/11/2018 - 10:12

Quando leggevo le lodi provenienti da sinistra che lo riguardavano per le pugnalate a Berlusconi mi chiedevo: "Ma davvero ci crede?" Aho! Ci credeva! Che cxxxxxxe! Del resto... se lo dice da solo. Se non fosse stato il traditore che è stato oggi avrebbe l'Italia in pugno. Altro che Salvini.

peter46

Ven, 30/11/2018 - 10:21

La tua unica indifendibile colpa rimane l'aver 'concesso' la pulizia morale dell'ex MSI a tutti quei 'marioli' che 'mani pulite' stava 'accalappiando' e 'portandoli',al governo di questa Nazione dove hanno 'continuato' con i loro sporchi interessi precedenti.Allargandosi anche se la 'cronaca' ha dimostrato che l'intrallazzo è stato codificato o a causa di oggettive proteste(ricordi il decreto Biondi non votato da AN in parlamento?),'annacquate' le pene.NB:E tua colpa anche non aver,se non millantatore,buttato fuori prima da il secolo d'Italia quello col nr° telefonico di Milano che sputa nel piatto dove ha mangiato.

delenda_carthago

Ven, 30/11/2018 - 19:40

ma il cognato lo estradano ?