Finmeccanica, arrivano le condanne per Orsi e Spagnolini

Arrivano le condanne nel processo sulle presunte tangenti al governo indiano per un appalto di 560 milioni riguardante la vendita di 12 elicotteri

L'ex ad di Finmeccanica Giuseppe Orsi

Carcere per Giuseppe Orsi, ex presidente e amministratore delegato di Finmeccanica e Bruno Spagnolini, ad di AgustaWestland. La sentenza è arrivata nel pomeriggio dalla Corte d’appello di Milano che ha condannato Orsi a 4 anni e 6 mesi e Spagnolini a 4 anni nell’ambito del processo sulle presunte tangenti al governo indiano per un appalto di 560 milioni riguardante la vendita di 12 elicotteri. Il procuratore di Busto Arsizio, Gian Luigi Fontana aveva chiesto per Orsi la condanna a 6 anni e per Spagnolini a 5 anni.

In primo grado erano stati condannati entrambi a due anni di reclusione (pena sospesa) con l'accusa di false fatture ed erano, invece, stati assolti dall'accusa di corruzione internazionale. Le false fatture contestate riguardano le annualità dal 2008 al 2011 sui contratti siglati con la società Ids Tunisia per oltre 14 milioni di euro. Nel dettaglio, si contestano 1,2 milioni per il 2008, 3,8 milioni per il 2009, 4,4 milioni per il 2010 e 4,8 milioni per il 2011. I giudici hanno anche revocato la sospensione della condanna, stabilita in primo grado e confermato la confisca agli imputati di 7,5 milioni di euro, mentre per l'Agenzia delle entrate, che è parte civile, (provvisionale di 1,5 milioni di euro in primo grado) la provvisionale è stata ridotta a 300 mila euro. L’avvocato Ennio Amodio, difensore insieme a Novella Galantini di Giuseppe Orsi, ex numero uno di Finmeccanica, ha detto che "sarà travolta in Cassazione". Secondo gli avvocati la modifica del reato di corruzione da "atto contrario ai doveri di ufficio" all'ipotesi "nell'esercizio delle funzioni", come stabilito dai giudici di appello di Milano, rende la sentenza "inspiegabile", perchè questa fattispecie di reato "è esclusa nella corruzione internazionale" e "nei casi di corruzione di un funzionario estero se non si prova che è stato fatto qualcosa contro i doveri di ufficio, contro la legge, non c'è reato". Pertanto "questa sentenza - conclude Amodio - è chiaramente fuori dall'Europa. Secondo la Cedu una sentenza d'appello basata su dichiarazioni non 'riascoltatè in Aula viola il contraddittorio".

Commenti

nonnoaldo

Gio, 07/04/2016 - 19:30

Grande operazione dei nostri magitrati. Generali e politici indiani sputtanati, tanto per farceli amici; Finmeccanica con il bollo della corruttrice, chi comprerà ancora qualcosa da lei? 560 milioni che l'India non ci darà mai, così come i tre elicotteri che già hanno avuto. Bel colpo!!! PS Subito dopo il blitz dei nostri PM Hollande è volato in India a vendere i suoi elicotteri. Domanda: da chi seppero i PM delle mazzette? Boh.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 07/04/2016 - 19:59

Siamo passati dal grottesco al disfattismo scellerato. Vi serve altro per capire che qualcuno sta distruggendo questo schifo di paese.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 08/04/2016 - 08:07

Non solo non si vergognano, ma non provano nemmeno imbarazzo in questi sconci balletti con capovolgimento. Loro sarebbero da processare e condannare una volta per sempre.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 08/04/2016 - 08:13

Corruzione internazionale. Una barzelletta. Lo sa anche paperino che la vendita delle armi a livello mondiale e' associata a bustarelle e praticata da tutti. Cosi adesso a seguito di altre bustarelle gli elicotteti li vendera' qualcun altro, magari gli usa, o l'inghilterra, la russia, la cina. Mi auguro che quando questa infame nazione sara' affossata del tutyo e lo stato non avra' piu' da pagare gli stipendi si cominci dai magistrati.

Raoul Pontalti

Ven, 08/04/2016 - 15:46

Foza banana!? Difendere sempre gli italici ladri! A prescindere! Prescindendo dal fatto che usano il denaro pubblico (Fincantieri è una partecipata pubblica) per costituire società di comodo anche in Tunisia al solo scopo di accantonare fondi neri che poi raccontano di vere usato a fin di bene. Prescindendo altresì dalle false fatturazioni acclarate (e in primo grao già vi fu la condanna, poi sospesa). Continuate così a sostenere moralmente gli uomini di Comunione e Fatturazione (in nero).

Giovanmario

Ven, 08/04/2016 - 17:26

fortuna che ormai si è prescritto.. altrimenti sai che bel processone ai re magi per le loro offerte al re dei re mai rifiutate