Il fisco inizia la caccia ai pensionati all'estero

Giro di vite delle Entrate sui nostri emigrati a partire da chi ha snobbato la "disclosure"

La notizia sembrerebbe di quelle da catalogare sotto la voce lotta all'evasione. Il fisco acquisirà i dati di chi si è iscritto all'anagrafe degli italiani residenti all'estero. Saranno i Comuni a dovere comunicare i nomi e le informazioni dei 4,5 milioni di italiani che sono andati ad abitare stabilmente fuori dai confini nazionali. Obiettivo, avviare controlli sui patrimoni degli espatriati, puntare il faro su ricchezze non dichiarate e sui possibili attività che facciano pensare ad evasione di tasse e tributi italiani.

In sostanza, chi ha abbandonato il Paese, per lavoro o altre ragioni, diventa un po' più sospetto di altri agli occhi del fisco, con buona pace dell'era della «collaborazione» con i contribuenti che dovrebbe essere la cifra dell'amministrazione tributaria dell'era Renzi.

I primi a finire sotto la lente dell'Agenzia delle entrate saranno gli italiani residenti all'estero che non hanno aderito alle precedenti versione della voluntary disclosure per l'anno di imposta 2010.

Sicuramente si tratta di un «incentivo» introdotto al governo per convincere i contribuenti ad aderire alla versione di quest'anno. E un modo per dire che la residenza all'estero non salva dai controlli. Ma anche un modo per fare cassa con gli emigranti 2.0.

Una versione moderna e fiscale (i soldi vanno allo Stato e non alle famiglie) delle vecchie rimesse degli emigranti, che non sono tanti quanti erano negli anni Venti, ma sono sempre di più. Gli ultimi dati del registro, dicono che nel 2015 ad espatriare sono stati 107 mila. Il 6,2% in più del 2014.

Nel 2010 gli italiani residenti all'estero erano 2,3 milioni, oggi più del doppio. Tra questi ci sono sicuramente i cervelli in fuga. Fenomeno che il premier Matteo Renzi vorrebbe depurare dalle connotazioni negative. «Basta retorica», ha sostenuto recentemente.

C'è da sperare che il fisco non si accanisca con i ricercatori italiani fuggiti dall'università baronale italiana e che magari hanno deciso di mettere i risparmi in qualche investimento all'estero.

Ma c'è un'altra categoria che potrebbe rischiare di attirare le attenzioni del fisco. Sono i pensionati che hanno deciso di approfittare della legislazione favorevoli di alcuni paesi per trasferirsi. Sono già 500 mila e hanno scelto Paesi come Portogallo, Bulgaria e Spagna (Canarie). Nel 2014 i pensionati espatriati sono aumentati del 40%. Legittimamente, percepiscono una cifra vicina al lordo della loro pensione e vivono in Paesi che hanno un costo della vita inferiore rispetto al nostro. Le istruzioni dell'Agenzia delle entrate per i residenti all'estero prevedono che i redditi da pensione siano tassati in Italia, tranne che nei Paesi dove ci sono accordi contro la doppia imposizione. Alcuni Paesi hanno visto bene di fare concorrenza al fisco italiano e hanno abbassato l'aliquota sulle pensioni, attirando soprattutto i nostri pensionati. Iscritti al registro dei residenti all'estero anche loro. Nessuno li può accusare di evadere tasse, ma di elusione, magari, sì. Ad esempio se solo la residenza è all'estero mentre la dimora dovesse risultare ancora in Italia.

Senza contare che, con la nuova norma, si potrà creare una banca dati che il fisco potrà utilizzare in caso di una stretta sui pensionati emigrati. Non è fantascienza. Qualche tempo fa il presidente dell'Inps Tito Boeri segnalò l'alto costo per le casse pubbliche del fenomeno e propose di ricalcolare gli assegni dei pensionati all'estero, tagliando la parte retributiva.

Commenti

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 08:34

Ma lasciateli in pace. Li avete costretti a scappare all'estero ed ora li volete perseguitare ancora?

Ritratto di combirio

combirio

Mar, 25/10/2016 - 08:51

Ma era inevitabile che prima o poi ci si arrivasse. Non che uno non possa andare all' estero, ma risulta un grave danno per le casse dell' Erario. Una richezza cospicua che esce dall' Italia, in pratica il vero NERO cattivo e dannoso da fermare,anche per gli stranieri da noi. Ciò però dovrebbe far riflettere anche lo Stato a non essere Vessatorio verso i propi cittadini. Ma questa è un altra storia. Dovrebbe partire dal nostro Premier ad aver coraggio di abolire Vitalizi e Privilegi di ogni genere se vuole guadagnarsi i giusti riconoscimenti dagli Italiani.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 25/10/2016 - 08:53

L'accanimento dello Stato nei riguardi dei pensionati (residenti e non) lo usasse per l'evasione fiscale staremmo meglio della Svizzera.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 25/10/2016 - 09:01

Ah come godo!!.. il Cazzaro bastona anche quel vecchiaccio scappato in Portogallo per eludere le tasse...Lorenzovan comincia a cacarti addosso la tua pensione lorda è in pericolo.. se non altro sarai titolato a parlare di tasse come gli italiani che le pagano al 100% chi di Cazzaro ferisce di Cazzaro perisce!

audionova

Mar, 25/10/2016 - 09:24

Kamerati buongiorno,i pensionati residenti all'estero8PER ES. PORTOGALLO)PRENDONO,SE PRIVATI,TUTTA LA PENSIONE LORDA,MENTRE I PENSIONATI PUBBLICI PAGANO COMUNQUE LE TASSE IN ITALIA E IN PORTOGALLO HANNO L'AGEVOLAZIONE DI NON PAGARE TASSE PER DIECI ANNI.

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 10:02

Che se ne siano "fuggiti" all'estero non è stata una decisione tanto bella per loro. Ma vi sono stati costretti da uno stato "strozzino". Che adesso vorrebbe perseguitarli anche lì!

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 10:05

Tra le tante cose non capisco poi la differenza tra pensionati pubblici e privati!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mar, 25/10/2016 - 10:08

Ennesima prova di quanto lo stato italiano sia prepotente, vessatore, refrattario ad ogni forma di rispetto per il cittadino e tantomeno leale nel rispettare i patti: hai firmato un trattato contro la doppia imposizione con Spagna, Portogallo, Bulgaria etc etc, per il quale chi si trasferisce colà viene tassato come e quanto deciso dallo stato estero? Allora ti fai andare bene la situazione, fosse anche che all'estero decidano che i tuoi cittadini (PENSIONATI) vengono tassati allo 0% e quindi si trasferiscono in massa. Invece no, questi infami pensano di estorcerti il denaro comunque in qualche maniera, accusarti di elusione e quant'altro. Controllate se uno vive effettivamente all'estero, ma se la residenza non è fittizia ma reale, zitti e a cuccia parassiti pubblici!

sbrigati

Mar, 25/10/2016 - 10:14

Di tassare i bonifici degli stranieri verso l'estero, non se ne parla per niente ?

Carboni oreste

Mar, 25/10/2016 - 10:32

Da pensionato pubblico. Che fine ha fatto il mio intervento delle 9? Prosieguo. Seppure sono 12 anni via dall'italia,la pensione tassata mi arriva in banca a Milano.Uso bancomat e carta di credito x ritirarla.

OneShot

Mar, 25/10/2016 - 10:36

Che paese del cavolo, anzi che europa di buffoni volete fare la "comunità europea" ma se un cittadino si sposta in un altro paese lo perseguitate? Considerate il denaro all'estero evasione? Fatemi capire cosa serve l'euoropa se: - viene considerata elusione di tasse il pensionato che risiede all'estero - viene considerata evasione i cittadini che lavorano all'estero - viene considerata evasione i cittadini che lavorando all'estero hanno un conto corrente in quei paesi. Quindi gli Inglesi hanno fatto benissimo ad uscire da questa schifezza.

linoalo1

Mar, 25/10/2016 - 10:54

Non diciamo Caxxate!!I Pensionati,hanno le trattenute all'Origine e,pertanto,la loro Pensione è sempre al netto delle Varie Trattenute di Legge!!!!

audionova

Mar, 25/10/2016 - 10:55

oreste la pensione dei pubblici sara' sempre tassata rispetto ai pens. privati,perche'?perche' lo stato che pagherebbe la pensione le tasse le vuole e perche' lo stato non ha mai pagato i contributi,ecco perche' l'inpdap e' praticamente fallita(oltre che dentro qualcuno ci guadagnava,esempio?un fabbricato comprato a 100 miliardi e rivenduto a 4

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 11:06

X "Carboni Oreste". Ti parlo da pensionato pubblico, stufo di "sopravvivere" in Italia. Allora è vero che ai pensionati pubblici che vivono all'estero tassano la pensione dall'Italia? Non è una "porcheria" la differenza con i privati?

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 11:09

X "combirio". Le tasse si pagano per usufruire dei servizi elargiti (!!!) dallo stato italiano. Ma se uno sta all'estero di quali servizi italici fruisce?

Carboni oreste

Mar, 25/10/2016 - 11:10

segue nella speranza di essere pubblicato come fanno con i comunisti che imperversano. Pago le tasse,pur non usufruendo dell'assistenza sanitaria. Per rinnovare il passaporto,mi chiedono di esibire una bolletta intestata a me(da ricavarne l'indirizzo da dare all'AIREe da questi equitalia) Nel primo anno,il consolato mi chiese se nel frattempo la mia situazione finanziaria era variata. Cosa volevano.Farmi pagare altre tasse?o tassare la mogliettina cinese che ha rifiutato la cittadinanza italiana?

frapito

Mar, 25/10/2016 - 11:10

Non capisco da dove nasce tutto questo ODIO verso i pensionati. Cittadini che hanno lavorato una vita per fare una Italia migliore, che HANNO PAGATO fior fiore di CONTRIBUTI per più di trentanni ed oltre, oggi vengono vessati e perseguitati fino al punto da considerare "IMPENSABILE" (cit.di RENZI) restituire i soldi sottratti illegittimamente (vedi sentenza della Corte Costituzionale). Per fare questo bisogna avere tanto ma tanto odio verso i pensionati. Penso che sia pienamente legittimo ricambiare, almeno in parte, tutto questo ODIO.

Carboni oreste

Mar, 25/10/2016 - 11:14

audionova.Prima del calcolo della pensione,ho pagato all'INPS il ricongiungimento e il differenziale fra i due istituti.

lappola

Mar, 25/10/2016 - 11:15

Lo stato deve mantenere 5 milioni di clandestini, pochi sono nei centri, tanti sono in giro per strada, davanti ai supermercati, nei bar, nei parchi, nei mezzi pubblici. E li deve mantenere a pasti, soldi, telefono, internet, salute, medicine, ospedali, servizi, chi più ne ha più ne metta. Dove pensate che vada a trovarli i quattrini lo stato? è ovvio, dove gli è più facile ... meno ne dà a noi, più ne resta per loro. oppure facciamo come hanno fatto a GORO ?

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 11:15

Anche per "audionova". A me tale interpretazione sembra anticostituzionale, eccome. Se con le tasse si pagano i servizi resi dallo stato, mi sai dire uno che sta all'estero, anche se ex dipendente pubblico, di quali "servigi !!!!" fruisce? Quando si va in pensione TUTTI i pensionati sono uguali!

Carboni oreste

Mar, 25/10/2016 - 11:49

Ernestinho.Tempo addietro mi dissero che se facevo arrivare la pensione qui ad HK,la ricevevo senza essere tassato.Il bon amico ignorava il diverso trattamento fra il pubblico ed il privato. Pensa te,la differenza fra arabitalia e Hong Kong. Compiuti i 70,il welfare locale ti da 1290HK$ mensili e stanno studiando di aumentarli a 3mila.cos'e',mi vogliono tassare anche quelli? Mezzi pubblici MM compresae i traghetti x spostarsi nelle varie isole,paghi 2 dico due HK$ a corsa. Diritto se non hai un CC troppo alto alla casa governativa(1.500 HK$.al cambio attuale 160 euro)Ospedali gratuiti.

Michele Calò

Mar, 25/10/2016 - 11:54

Il crimine di un pensionato, per i fecalomi rossi al governo ed all'INPS in mano ad una zecca certificata, è quella di sopravvivere. Il solo fatto che sia in vita è un oltraggio per questi ladri parassiti della casta privilegiata. Ancora non riesco a capire come mai i vessati pensionati continuino a votare per questa sinistra criminale.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mar, 25/10/2016 - 11:54

Questa è l'ennesima dimostrazione dell'idioziaa dello Stato Italiano,(in questo caso parliamo di Governo e organi dello Stato), invece di "torturare" i pensionati, il ns Governo di m...a dovrebbe fare in modo che gli italiani non scappin dall'Italia offrendo condizioni di vita più vantaggiose e migliori!!! Invece i pensionati vengono massacrati dal fisco e da leggi idiote, incivili e ingiuste e si favoriscono le caste che impunemente NON PAGANO LE TASSE come i contadini che in Trentino Alto Adige (leggi Valle di Non) sono le persone più ricche e non pagano nessuntipo di tassa!!! Hanno case holliwoodiane e non pagano Irpef, Ici , Imu, Tasi, oneri di urbanizzazione quando costruiscono casa, non devono acquistare il terreno edificabile perchè costruiscono sui loro terreni agricoli aaziendali etc etc ....

flip

Mar, 25/10/2016 - 12:03

controllassero i conti di altri, abituati alle mazzette facili. I paradisi fiscali ci sono per tutti anche per quelli che si ostinano a controllarci e quelli che obbligano a rispettare le "leggi" ne abbiamo pieni i cosiddetti. il popolo non è bue per sempre. ricordatevelo!.

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 12:06

X "carboni oreste" Vivi in un altro mondo (Hong Kong è quello che è)! Io, purtroppo, in Italia. Ma non l'Italia in sé, che, inutile negarlo, è meravigliosa, ma per i "politicanti" che la governano! Perciò, mi congratulo con te! Hai fatto un'ottima scelta anche se, immagino, ogni tanto provi un pò di nostalgia!

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 12:11

X "carboni oreste". Non è certamente colpa del tuo "buon amico". Anch'io, fino a qualche settimana fa, ignoravo tale assurda, bieca e assurda differenza!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 25/10/2016 - 12:15

------------attendiamo segnali di vita in quel di nicaragua---sperando che la sonda fiscale non faccia la fine della sonda esa-marte schiaparelli e si sfracelli al suolo-------hasta

Ernestinho

Mar, 25/10/2016 - 12:16

Parole sante "marmolada"

robylella

Mar, 25/10/2016 - 12:19

@linoalo1: La cazzata l'hai detta tu. Chi riceve la pensione italiana e vive all'estero potrebbe pagare le tasse solo all'estero; Dipende dagli accordi contro la doppia imposizione tra i vari paesi ...

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 25/10/2016 - 12:26

Lo trovo corretto: il 90% dei pensionati riceve una pensione superiore ai contributi versati. Se vogliono spendere i loro soldi all'estero gli si dia solo quello che hanno maturato realmente.

Ritratto di T1000

T1000

Mar, 25/10/2016 - 12:37

Come dicono i romani "non me ne po' fregà de meno". Anni fa ho "restituito" la cittadinanza itagliana al mittente. Ai miei avi fu imposta e pure il cognome ci fu italianizzato. Ma per fortuna la nostra madrepatria, Heimat, ce l'ha ridata. Itaglia? No grazie, preferisco vivere.

agosvac

Mar, 25/10/2016 - 12:50

Sembra incredibile! Un pensionato non può più neanche decidere dove andarsene a vivere gli ultimi anni della sua vita. Dopo avere pagato per diverse decine di anni l'irpef allo Stato italiano ora che ha una pensione non se la può godere all'estero!!! Non c'è che dire: non esiste Governo al mondo più vessatorio di quello italiano, ovviamente finché è di sinistra. Per quanto mi riguarda la mia abbastanza piccola pensione, me la vivo in Italia, ma, se fossi più giovane, me ne andrei all'estero solo per non avere a che fare con questi governi fasulli!!!

fergo

Mar, 25/10/2016 - 13:13

per legge europea, io pago le tasse nel paese in cui risiedo perché è li che io usufruisco dei servizi. la pensione che ricevo dall'italia è tassata sulla base della legislazione del paese in cui risiedo. inoltre la pensione che ricevo sono soldi che nell'arco dei miei 40 anni di attività lavorativa ho versato allo stato, e dei quali lo stato ne ha fatto ampio e smodato uso. come minimo, se risiedo all'estero e l'italia mi dice che devo pagare le tasse ANCHE in italia (salvo che non abbia introiti nel "bel"paese), ne viene fuori una causa a livello europeo......ma di cosa stiamo parlando? ah già....abbiamo pinocchio al governo con tutti i suoi farisei

Carboni oreste

Mar, 25/10/2016 - 13:30

Marmolada.Spiegaci come mai il trentino ha queste agevolazioni,come le ha Livigno(So)la chiamano zona franca,e le stesse non vengono applicate nella mia Sardegna,che,vista la lontananza dalla terraferma ne avrebbe piu' diritto? Ah no,il comunista Soro padrone di Videolina e tante altre cose,ha pensato bene di tartassare gli investitori(leggi Briatore)creando poverta'.Anzino,ho letto degli aumenti sconsiderati sulle navi,anche dello stato. PS elschif,torna al Leoncavallo,siediti ed usa i gabinetti che avete rubato.

romabene

Mar, 25/10/2016 - 13:32

L'articolo e' totalmente fuorviante. Il cittadino italiano iscritto all'AIRE, pensionato o no, paga le tasse nel paese di residenza e quindi non deve dichiarare nulla al fisco italiano, sempre se la meta' dei giorni +1 nel corso dell'anno e' risieduto all'estero. Quello che e' vietato e' ricevere la pensione sociale INPS risiedendo all'estero. In alcuni paesi del Sud America alcune persone di origine italiana hanno acquistato la cittadinanza ed hanno allocato la loro residenza presso qualche parente in Italia, tornandosene nel loro paese. Cosi' senza colpo ferire si intascano 450 euro al mese...Questa e' la casistica oggetto di indagini dall'INPS: verificare se risiedono effettivamente in Italia e se hanno altri redditi a disposizione.

maurizio50

Mar, 25/10/2016 - 13:57

Dimostrazione che l'attuale governo di cialtroni catto comunisti regala denaro dei contribuenti a migliaia di sfaccendati africani e poi vuol fregare chi , andando all'estero, ha cercato di trovare quel lavoro che i Comunisti di casa nostra non gli hanno mai dato. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/10/2016 - 14:00

Eccolo arrivato quello in Nicaragua Elpirl12 e15, forse un COCOMERIOTA come Te non lo sa ma ci sono 8 ore di fuso orario in mezzo. Il sottoscritto NON è pensionato statale e come ha piu volte qui scritto, si vede trattenere sulla sua sudatissima pensione (fatta di 40 anni di duro lavoro iniziati all'eta di 14 anni alla catena di montaggio) qualcosa come 20.000€urii anno di IRPEF e ADDIZIONALE, Tu quanto VERSI????? E la beffa è che pur pagando l'addizionale di Roma e Lazio(le piu alte d'Italia) non ha piu diritto all'assistenza sanitaria di base (quella che si mantiene con l'addizionale IRPEF appunto) Quindi carissimo con i miei SUDATISSIMI CONTRIBUTI i Tuoi amici KOMUNISTI, stanno MANTENENDO PRO/FURBI a piu non posso, ma se si GIRA vedrai che ridere!!!!lol lol #RENZIACASACOLNO.

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 25/10/2016 - 14:12

Praticamente sarebbe meglio rinunciare alla cittadinanza italiana. questo paese ora e' conveniente solo per i clandestini che godono di diritti e impunita. di questo passo in italia rimarranno solo politici papponi e clandestini.

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 14:34

hernando45...hai letto ??? stai in campana..nasconditi nella macchia...la nel paesello centroamerica..sti cattivoni va finire che ti taglieranno la ricca pensione retributiva...of corse....io non corro pericoli...mi danno nel computo ...35 euros al mese.. 215 a gennaio e 215 a luglio...lolololololololol

LP

Mar, 25/10/2016 - 14:43

Imprenditori trasferitevi all'estero, nei Paesi Baltici, ad esempio, tassazione al 20% e in Lettonia 9% per le imprese fino a 100.000 EUR anno. fate una bella pernacchia ai parassiti italioti!

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 25/10/2016 - 15:50

Ha ragione hernando45. Ai pensionati all’estero fanno pagare pure l’addizionale IRPEF regionale, ma se ci capita di tornare in Italia e ci si ammala, non ci danno neppure l’assistenza che erogano agli extracomunitari e ci trattano PEGGIO dei clandestini. Quanto a Boeri, il suo è solo ODIO per i pensionati infatti, se fa due conti, si accorge che quelli residenti all’estero non gravano più sulla sanità italiana, con un risparmio di molti miliardi di euro! Ma tant’è, nelle DITTATURE bisogna sempre trovare un colpevole e se l’Italia va male non è colpa del governo, ma dei pensionati! ROBE DA MATTI!!!!

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 25/10/2016 - 16:15

Sono dei bastardi e rompono anche a quelli che hanno deciso di scappare da un paese dove esistono solo doveri ed alcun diritto. Io che vivo in Francia, come molti altri pensionati italiani, ci siamo visto decurtata la pensione di ben 140 euro al mese dal mese di aprile scorso. Perché? Una nuova normativa, relativa alla condizione del “non residente Schumacker”. richiede un'autocertificazione sui redditi all'estero per definire se si ha diritto alla deduzione per il coniuge a carico. Conclusione, ho perso quella del 2014, perché all'oscuro di questa normativa, e mi prelevano ogni mese quella del 2015. Ma il problema più grosso che non sai con chi parlare; al telefono sono zero. CHE SCHIFO !!!

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 25/10/2016 - 16:22

per vostra curiosità leggete la mia petizione fatta al parlamento europeo. Prossimamente faro un blog sull'argomento.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 25/10/2016 - 16:27

A quando la caccia alle pensioni d'oro? A quella dei vitalizi dei politici? Dei sindacati? Delle baby pensioni? C'è già troppa gente da rincorrere.

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 16:29

@audionova...per me possono pure mettere utte le tasse che vogliono...la quota parte della mia pensione... a carico dello stato italiano e' di 445 euros ANNUALIIIIIIIIIII...lololo PS RED pubblicare per piacere dato che mi hanno tirato in causa !!!!!

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 16:31

@LP...poi in Lettonia c'e' un clima meraviglioso e la lingua e l'alimentazione e' quasi simile a quella italiana...lololololololololololololol

MOSTARDELLIS

Mar, 25/10/2016 - 17:03

Potranno eliminare anche Equitalia, mail problema vero è sempre lo Stato vessatorio nei confronti dei poveri disgraziati. Perché non indagano la Fiat e simili per essere scappati all'estero per non pagare le tasse in Italia?

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 25/10/2016 - 17:15

la petizione : http://www.europarl.europa.eu/meetdocs/2009_2014/documents/peti/cm/879/879061/879061it.pdf

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/10/2016 - 17:20

Spero che la mia risposta al Lorenzone venga pubblicata visto che mi ha chiamato in causa!!!!#GRAZIEREDAZIONE

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 25/10/2016 - 17:40

lorenzovan 16:31 – Mister lololololololololololololol, La Lapponia è il paese dell'avvenire ! Perché non ci sono musulmani in Lapponia ? Perché sono tutti morti di fame durante il ramadan non essendo il sole tramontato durante due mesi.

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 18:11

abj14...per iniziare non confondiamo lettonia con lapponia...LOLOLOLOLOL..poi..simpatica la battuta..ma preferisco vedere il sole sempre ..con annessi e connessi...siano pur musulmani...lolololol..nl frigorifero ci tengo la carne di renna...he h e he

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 18:15

a +proposito..io sono emigrato nel 65..e mai piu' ritornato a lavorare in italia...i soliti babbei mi accusano di cose inesistenti e parto della loro fantasia...se no...non sarebbero bananas...he h e he

ziobeppe1951

Mar, 25/10/2016 - 18:52

Lolololo ....16.31...hai sempre mangiato mer.da della coop

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 25/10/2016 - 18:54

Il pensionato italiano residente all'estero ha già una prima limatura del reddito fatta da Mortadella con l'accentramento di tutte le pensioni a Roma.E su questa ci pagano imposta comunale,regionale,irpef,nel Lazio,che risulterebbero tra le aliquote più elevate in italia.E già fanno circa 200/300 euro in meno.Adesso stanno studiando il modo di rapinarli ancora meglio.Quando saranno costretti a rientrare si ritroveranno in un incubo:Senza casa,con 4 soldi,e nella miseria più nera.Lo stesso fecero nel 98 con il governo d'Alema con i lavoratori italiani nei cantieri esteri:La fatturazione,contrariamente a quanto avveniva prima definita come "reddito da lavoro estero"con iscrizione AIRE,adesso viene fatta in italia.Risultato?Spariti i lavoratori italiani ed incrementati Romeni,Pakistani,Indiani,Filippini,messicani tutti esentasse e pagati 4 soldi.Continuate a votare Pd.

lorenzovan

Mar, 25/10/2016 - 19:13

strano zio beppe...non mi sembra di averti mai assaggiato....

billyserrano

Mer, 26/10/2016 - 12:12

Invece di correre dietro ai poveri pensionati, costretti ad andare all'estero (magari controvoglia), per stare un p ò meglio economicamente, di come stavano in Italia, facessero una vera lotta alla corruzione, raccoglierebbero dieci volte quello che potrebbero raccogliere dando la caccia ai pensionati. Se adeguassero la tassazione agli altri paesi, come Spagna, Portogallo, e anche Germania, (che su di una pensione di circa 1600€ mensili è quasi ininfluente), non andrebbero all'estero, e spenderebbero i loro soldi in Italia, con beneficio dell'economia.

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 31/05/2017 - 14:08

Quaranta anni di lavoro in Svizzera, venuto in Italia e fatto venire i contributi Svizzeri, l'Italia mi RAPINA ogni MESE oltre 2000 EURO rispetto ai miei colleghi che sono rimasti. La convenzione Italo Svizzera parla chiaro : La Svizzera trasferisce in Italia solo i CONTRIBUTI del LAVORATORE, non QUELLI DEL DATORE DI LAVORO. Quelli li DEVE METTERE L'ITALIA, che non lo fa. Poi se hai una assicurazione (SUV) Cassa Pensione e per disgrazia la fai passare per l'Italia, dopo aver PAGATO le TASSE IN SVIZZERA, l'agenzia delle ENTRATE RAVENNATE. ti RAPINA una barca di soldi, anche se questi non li possiedi più. Non sono contenti di rapinarti quelli sulla Pensione rispetto ai colleghi che hanno optato per non rientrare in Italia, ma vogliono ancora DISANGUARTI di tutto quello che possono.