Flop del Tfr in busta: chiesto dallo 0,08% dei lavoratori

A due mesi dall'entrata in vigore uno studio rivela il fallimento della norma: dipendenti spaventati dalla tassazione troppo alta

RomaL'anticipo della «liquidazione» in busta paga è un fallimento totale. Incassare un po' di liquidi in anticipo non serve se vivi in un Paese con una pressione fiscale come quella che ha l'Italia. La conferma del flop dell'operazione Tfr (Trattamento di fine rapporto) in busta paga, fortemente voluta dal premier Matteo Renzi, è della fondazione studi dei Consulenti del lavoro. Le cifre sono più o meno quelle delle settimane scorse. Su un milione di occupati l'opzione è stata accolta da «800 lavoratori pari allo 0,08%». I professionisti hanno appena iniziato «le elaborazioni degli stipendi di giugno che interessano 7 milioni di dipendenti e oltre un milione di aziende», mentre nei primi due mesi sono stati analizzati i dati delle piccole, medie e grandi imprese, arrivando all'esito degli 800 occupati interessati.

Vero che sono passati solo due mesi da quando la misura è entrata in vigore, ma il sostanziale fallimento è dato per scontato. E il motivo è, appunto, l'eccesso di tassazione. I consulenti del lavoro hanno interpellato un campione di lavoratori. Il 68% ha spiegato la rinuncia al bonus in busta paga sostenendo che la «tassazione ordinaria è troppo penalizzante». Poi ci sono quelli che sollevano un'obiezione diversa, ma strettamente legata a quella fiscale. Il 22% dichiara che «togliere il Tfr dal fondo pensione crea un danno» alla prestazione previdenziale. Il timore è quindi di non potere contare su una somma a fine carriera. Poi c'è un 8% che non ha «valutato adeguatamente», la scelta concessa dal governo alle famiglie.

«Sono cifre che non ci stupiscono», ha commentato Marina Calderone, presidente dell'Ordine nazionale dei professionisti. Calderone sostiene anche che a questo punto il governo potrebbe pensare a un «diverso utilizzo di quel miliardo che il governo ha stanziato per l'operazione», ad esempio «lanciare un piano infrastrutturale per il Paese in grado di rimettere in moto l'economia. E dare slancio alla timida ripresa che s'intravede».

Nei mesi scorsi, i consulenti del lavoro avevano calcolato che l'anticipo, non solo comporta una maggiore tassazione rispetto al Tfr, ma rischia di appesantire il carico fiscale su tutto lo stipendio. Se c'è un po' di convenienza è solo per i lavoratori con un reddito inferiore a 15mila euro all'anno. Per gli altri diventa progressivamente meno conveniente fino a comportare, su un reddito di 90mila euro, a un aumento delle imposte di 570 euro all'anno. La misura è sostanzialmente a costo zero per lo Stato. Ma sui soldi dei lavoratori a riposo il governo ha fatto ampiamente cassa. L'ultimo Def del ministro Pier Carlo Padoan prevede maggiori entrate per l'innalzamento dell'aliquota sui fondi pensione dall'11 al 22% sia sulla rivalutazione del Tfr dall'11 al 17 % per 2,4 miliardi tra il 2015 e il 2019.

Commenti

swiller

Sab, 04/07/2015 - 08:55

Questi criminali ladri che ci governano sempre alla ricerca di fregare la gente. In italia fanno politica solo per il proprio interesse criminali ladri.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 04/07/2015 - 08:59

lo 0,08 saranno tutti pdioti che credono alle favole dell'abusivo che gira per l'italia e l'europa a vendere pentole bucate.

magnum357

Sab, 04/07/2015 - 09:52

In breve, anche il PD e Padoan volevano fottere i lavoratori dipendenti !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 04/07/2015 - 10:09

usate i fondi tfr per pagare le assenze per malattie dopo che avrete eliminato l'indennizzo come lo è ora. Che siano i suoi soldi a integrare le giornate perse e non la società. Però dal risparmio anche dovuto che non si scomoda più i medici per le visite fiscali, si dia un piccolo aumento in busta paga a tutti i lavoratori. Fine dei furbetti.

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Sab, 04/07/2015 - 10:45

Ma se è stata una grandissima idea di Renzi e del Pd per incrementare il commercio e combattere la crisi.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 04/07/2015 - 12:09

Avranno anche la 5^ elementare ma non sono fessi.

moshe

Sab, 04/07/2015 - 12:54

Flop del Tfr in busta ... ... ... flop totale di questo governo di m...a !!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/07/2015 - 13:45

Ve li siete votati e vi siete fottuti.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/07/2015 - 13:49

Fin che ci sono "polli da spennare", alias fessi che si fanno incantare dalle sirene della demagogia, le cose non potranno mai raddrizzarsi.

att

Sab, 04/07/2015 - 14:07

a dimostrazione del fatto che i lavoratori sono solidali con le imprese contro uno stato eccessivamente oppressivo nella mia fabbrica, attualmente in CIGS - ed è una fabbrica di un grosso gruppo americano - causa della riduzione del fatturato, ormai consolidato intorno al 20%, come conseguenza del crollo del mercato edile, tutti coloro con cui ho parlato hanno rifiutato, dicendo che sono più utili all'azienda che non al lavoratore, quei soldi, che una volta in busta paga, guadagna solo lo stato dato che può tassare di più.

lupo1963

Sab, 04/07/2015 - 14:14

Ti danno un po' di soldi,a caro prezzo,da bravi STROZZINI.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 04/07/2015 - 14:13

QUESTO SOLTANTO SA FARE QUESTO NOSTRO MINISTRO DELLE FINAZE : PRELIEVI E PRELIEVI A NON FINIRE A DANNO DEI SOLI LAVORATORI E PENSIONATI. TRA LUI E RENZI , DOBBIAMO SEMPRE TENERE A MENTE CHE SONO DUE SCHIAVI DELLA GERMANIA E DI OBAMA.

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Sab, 04/07/2015 - 14:40

Tutti ci invidiano i nostri grandi economisti.Andranno a fare soldi in america come varufakis? speriamo. grazie mille,.

flip

Dom, 05/07/2015 - 11:06

basta con gli "economisti(?)" uno che percepisce oltre 200.000,00 euro l' anno che vuoi che ne sappia di economia? può parlare solo di spreco. scialo, rapina, furto legalizzato e altre nefandezze simili. poi bisogna vedere quanto ha pagato per la "laurea"