"La Francia ha conosciuto quello che noi viviamo in Siria da cinque anni"

Lo ha detto il presidente siriano Bashar Al Assad paragonando gli attentati di ieri a Parigi alla guerra in Siria

"La Francia ha conosciuto quello che noi viviamo in Siria da cinque anni". Parola di Bashar Al Assad, presidente siriano in conflitto con i terroristi dell'Isis, che ha paragonato la gli attacchi terroristici che hanno sconvolto Parigi alla guerra civile nel suo paese.

"Le politiche sbagliate degli Stati occidentali, in particolare della Francia, verso gli eventi nella regione (mediorientale) e la loro ignoranza del sostegno dato da diversi loro alleati ai terroristi sono le ragioni dietro l'espansione del terrorismo", ha affermato Assad. Il presidente siriano ha sottolineato l'esigenza di "adottare nuove politiche e assumere iniziative attive per mettere fine al sostegno logistico e politico ai terroristi". Dalla Siria è stato un giornalista di Europe 1 a riportare le dichiarazioni del presidente siriano, che proprio oggi riceverà una delegazione di quattro deputati francesi e mentre a Vienna sono in corso i colloqui di pace sulla Siria. Gli attacchi terroristici a Parigi "certamente influenzeranno la discussione" sulla Siria al summit di Vienna, dove "questo argomento sarà sicuramente toccato durante le trattative di oggi": ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. Ma, da Praga, il ministro degli esteri britannico Philip Hammond ha chiarito la posizione della Gran Bretagna: "Siamo convinti che Bashar al-Assad deve andarsene, ciò fa parte del cambiamento del regime in Siria. Ma ci rendiamo conto che la trasformazione sarà un processo nel quale Assad può svolgere un ruolo". Dall'Italia il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, si è schierato invece accanto della Siria nella guerra contro il terrorismo: " "Bisogna intervenire con la forza dove nasce il terrorismo islamico, in Siria, in Libia. L'Italia ha 30 missioni in giro per il mondo, andiamo da chi ci ha dichiarato guerra. Chi non fa niente è complice dei terroristi".

Commenti

ernestorebolledo

Sab, 14/11/2015 - 12:44

Ora, ci dobbiamo chiedere responsabilità e chi sta dietro l'isi , le monarchie arabe , Turchia etc

giovanni PERINCIOLO

Sab, 14/11/2015 - 12:50

"La Francia ha conosciuto quello che noi viviamo in Siria da cinque anni"! Chissà quand'é che Fabius e Hollande prenderanno atto che l'orco non é Assad e che la Siria, cosi' come tutti gli altri paesi mususlmani, puo' avere una parvenza di democrazia e una convivenza più o meno accettabile solo con la dittatura???

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Sab, 14/11/2015 - 13:18

ma perche se ne deve andare? Perche'e'cattivo? perche' gli american gangsters vogliono insediare un loro burattino?Vasalli inglesi in piena sintonia con Bilderberg,Soros,Rotschild S.A.

moshe

Sab, 14/11/2015 - 13:29

Bashar Al Assad ha perfettamente ragione, e pensare che il deficiente abbronzato voleva eliminare lui anzichè i terroristi !!!

luna serra

Sab, 14/11/2015 - 13:44

per ernestorebolledo a dimenticato gli stati uniti giorni fa l'ex premier della Gran Bretagna Blair dopo 13 anni ha confessato che l'ISIS è stato creato dagli stati uniti per combattere Saddam e Ghedaffi armandoli fino ai denti adesso paghiamo le conseguenze

Diegob

Sab, 14/11/2015 - 13:47

Assad ha ragione, chi esporta la democrazia con guerra e violenza non può lamentarsi dopo.

alox

Sab, 14/11/2015 - 14:22

DITTATORE FARABUTTO ASSAD: In Francia la gente non scappa per colpa di personaggi come TE!

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 14/11/2015 - 14:44

Assad avrà anche delle responsabilità, ma non quante ne ha il cialtrone abbronzato.

alox

Sab, 14/11/2015 - 15:07

Giusto ernestorebolledo IRAN, CECENIA, SIRIA, PAKISTAN...etc etc

alox

Sab, 14/11/2015 - 15:20

PASSAPORTI SIRIANI ADDOSSO AI TERRORISTI! ASSAD, (con PUTIN!) siete i primi RESPONSABILI!

mariolino50

Sab, 14/11/2015 - 15:45

Penso proprio che abbia ragione, meglio un mezzo dittatorello come lui, o Gheddafi, che gentaglia come questa, finanziata dai paesi più retrivi della penisola arabica, e forse anche da certi occidentali.

Un idealista

Sab, 14/11/2015 - 16:24

È Assad il pericolo? È tempo che certe persone si tolgano il prosciutto dagli occhi, se non sono semplicemente ipocrite, ossia se non agiscono nel modo che credono farà conservare loro la sedia. Ma se non si svegliano, non solo essi perderanno la sedia, ma il mondo Intero diverrà schiavo di quei pazzi.

alox

Sab, 14/11/2015 - 17:32

La Francia ritiene quel che avvenuto un atto di Guerra! La SIRIA di Assad sara' la prima nazione della lista a cui dichiarera' ufficialmente GUERRA e di conseguenza alla RUSSIA! L'ITALIA si schierera' con le DITTATURE!

pioneer

Sab, 14/11/2015 - 23:11

Incredibili i ragionamenti al contrario che si leggono! L'abbattimento dell' aereo russo prima ed i fatti di Parigi poi, sono la conseguenza di quei bombardamenti voluti da Putin in primis, che ha acceso la miccia, seguito poi dagli altri. Quelle bombe ammazzano mucchi di civili innocenti, e pochi terroristi. Putin lo sapeva benissimo,ma la sete di potere ed imperialismo prevale sulla prudenza. Tipico dei dittatori come lui,indifferenti al destino dei propri sudditi. Putin bombarda civili e l' isis ammazza voi, servi di Putin. Complimenti!

pioneer

Sab, 14/11/2015 - 23:21

Putin ammazza con le bombe civili innocenti in Siria e l' isis ammazza altri civili innocenti. Quante vittime innocenti ancora per la follia del dittatore russo? Siete pazzi a fidarvi di Putin!