Fuga per la vittoria: Farage lascia l'Ukip (ma non i soldi dell'Ue)

Dopo Johnson, anche il leader nazionalista fa un passo indietro. Resta però eurodeputato

«Voglio indietro la mia vita a partire da ora». Con queste parole ieri, Nigel Farage ha dato le dimissioni da leader del partito indipendentista inglese. A sorpresa, dopo aver traghettato il Paese fuori dall'Europa, il padre degli euroscettici ha pensato bene di mollare il colpo. Ai giornalisti ha spiegato che adesso che aveva vinto il Leave la sua missione poteva dirsi completata e quindi poteva ritornare alla tranquilla esistenza di una volta.

Una mossa che ha lasciato di stucco tutti, soprattutto perché va ad aggiungersi a quella dell'altro padre di Brexit, ovvero l'ex sindaco della city Boris Johnson. Sembra proprio che dopo essere stati i maggiori sostenitori del referendum, sia uno che l'altro non abbiano alcuna voglia di affrontare il tormentato processo formale a cui il Paese sta andando incontro nel distacco dall'Unione. Quello lo lasciano al prossimo primo ministro che, come ha sottolineato Farage, dovrà essere ovviamente uno «pro-Brexit».

Le dimissioni di Farage sono state confermate, nero su bianco, anche da un comunicato stampa molto chiaro. «Sono entrato in questa battaglia arrivando dal mondo del lavoro - ha spiegato - perché volevo che tornassimo ad essere una nazione auto-governata, non certo per diventare un politico di professione. Il partito adesso è in una buona posizione e con il mio aiuto continuerà ad attrarre altri voti». Il leader uscente sottolinea però che completerà il suo mandato come membro del Parlamento europeo e che vigilerà «come un falco» sul processo di uscita. In un certo un controsenso: proprio lui che ha combattuto per far uscire Londra dall'Unione continua a prendere soldi, a essere pagato da quell'Europa che non ha più condiviso.

«Mentre è chiaro che lasceremo l'Unione - ha detto - i termini della nostra uscita non sono ancora chiari». Non è escluso comunque che l'uomo se ne vada un po' giro per l'Europa per dare una mano con i suoi consigli agli altri eventuali Paesi che vogliono imitare la Gran Bretagna. Farage ha anche ipotizzato di assumere un ruolo nelle prossime trattative dicendo di «avere ancora qualcosa da dare». Il ruolo del partito adesso sarà, secondo lui, soprattutto quello di bloccare ogni debolezza da parte del governo britannico nella fase di negoziazione dei prossimi due anni.

«Io rimango accanto al partito - ha rimarcato - e vediamo dove saremo tra due anni e mezzo. Ma non ho bisogno di essere il leader dell'Ukip. Sarò parte della campagna elettorale del 2020 se non avremo ottenuto quello che volevamo. Ora che abbiamo avuto indietro il nostro Paese, se i termini d'uscita non saranno quelli giusti, farò di tutto per aiutare la gente ad ottenerli. «Con il partito laburista sempre meno a contatto con i suoi elettori - ha infine commentato - forse i migliori giorni dell'Ukip devono ancora venire».

In effetti l'abbandono di Farage potrebbe rivelarsi un boomerang soprattutto per il partito di Jeremy Corbyn dove molti elettori hanno votato per Leave in netta contrapposizione con l'indicazione del loro leader di partito. Se il partito di Farage dovesse eleggere qualcuno meno controverso e divisivo di lui, i laburisti potrebbero perdere molti dei loro sostenitori.

La corsa al nuovo leader comincia ora e i possibili candidati includono il vice di Farage Paul Nuttall, il portavoce per l'immigrazione Steven Woolfe, il deputato Douglas Carswell. Quest'ultimo, che si è spesso scontrato duramente con Farage, alla notizia delle dimissioni ha twittato un faccino sorridente, ma per ora ha escluso una sua candidatura.

Farage si era già dimesso due volte in passato per poi tornare sui propri passi, ma questa volta ha promesso che non lo farà di nuovo.

Commenti

AH1A

Mar, 05/07/2016 - 08:45

I fautori di Brexit in fuga...non hanno un piano B...come coloro che in Italia invitano a votare NO senza spiegare perchè e cosa succederebbe...gente piccola piccola...

gianni.g699

Mar, 05/07/2016 - 10:11

LE STRANE COMBINAZIONI !!! Un nostro euro parlamentare accanito anti europeista è defunto in un incidente stradale quantomeno atipico poco prima del famoso referendum, i padri e più accaniti sostenitori della brexit che dopo la vittoria fanno a gara a chi si defila e ridicolizza di più verso il partito di appartenenza e la nazione, e una folla (forse inglese ?) di dimensioni bibliche che chiede a gran voce l'annullamento del referendum !!! booo, o io analizzo troppo o qualcosa non sta andando nel verso giusto !!! voi che dite ???

bruno.amoroso

Mar, 05/07/2016 - 10:30

e che succede?? un titolo critico contro uno dei leader dei bananas?

schiacciarayban

Mar, 05/07/2016 - 11:06

E' la solita vecchia storia, prima si sparano grosse, poi quando c'è da fare, nessuno è capace! Vedi Raggi per esempio... Questa volta l'hanno sparata talmente grossa che non ci credevano nemmeno loro e adesso... tutti in fuga perchè non saprebbero gestire la situazione, e mollano la patata bollente a qualcun altro!

Jon

Mar, 05/07/2016 - 11:07

Il Brexit e' stato voluto dalla Regina e dalla Banca d'Inghilterra. Gli interessi Inglesi si sposano con quelli Cinesi. Londra avra' la prima Clearing Hause dello Youan in Europa. Prima del Brexit Londra ha commissionato 2 Centrali Nucleari alla CIna... Sveglia eh..!! Farage uscira' dal parlamento UE fra 2 anni, come l'Inghilterra.Ora ha ancora un incarico valido: LA UK e' ancora nella UE.

alfa553

Mar, 05/07/2016 - 11:14

Ma pensate ai soldi che rubate voi,e alle pensioni d'oro che elargite, manica di avvocati falliti

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 11:33

@ah1a, perché ci dica, cosa succede votando NO al referendum? Perfavore lo spieghi con dovizia di passaggi logici, niente slogan, niente insulti... Qualcosa su cui si possa discutere e intavolare una discussione. Io mi auguro che lei non sia cosi piccolo da non avere idee. Saluti

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 11:37

@schiaccia, io so che lei è afflitto da analfabetismo funzionale ed è totalmente avverso all'informazione, quindi se le ricordo che UKIP ha un solo rappresentante alla camera dei comuni è inutile... Forse nel suo concetto di democrazia, 1 singolo dell'opposizione da gli ordini alla maggioranza. Probabilmente lei è di sinistra e per questo motivo disprezzo tanto la democrazia e gli altrui pensieri.

bruno.amoroso

Mar, 05/07/2016 - 11:40

gianni.g699: meno complottismo per favore. Anche Salvini farebbe un danno del genere, promuovendo un referendum da votare di pancia, senza alcun pensiero critico e poi trovandosi le patate bollenti in mano. O pensi davvero che Salvini sia uno statista???

schiacciarayban

Mar, 05/07/2016 - 11:51

@jon-però interessante, mi piacciono quelli che hanno sempre la verità in tasca, che sanno sempre tutto, che dicono agli altri di svegliarsi, di solito sono dei cxxxxoni!

Jon

Mar, 05/07/2016 - 12:09

Invece lo Statista e' Renzi vero?? E chi l'ha mai votato ?? Come Monti, Letta tutti servi della Godman & Sachs.. Certo che a ROma devono gestire le Mafie e Legacoop, per fare la sparta con gli scafisti...Ma che Italia e' mai questa??? Ci vuole solo Gente Onesta..Ora la Democrazie diventa Populismo e Mal di Pancia..Che pena..

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 12:26

@schiaccia, riassumiamo: Jon espone dei fatti e lei espone solo insulti. Secondo il suo metro logico lei ha ragione perché è più bravo ad insultare. Secondo il metro logico di persone che usano il cervello, lei è scartato in partenza. Può dire qualcosa in merito alle sue idee senza dover sciolinare insulti, ma semplicemente apportando argomenti, idee e fatti?

AH1A

Mar, 05/07/2016 - 12:40

@Libertà75, se trova un mio post con insulti, le permetterò d'insultarmi in pubblico. Più che risponderle con dovizia di particolari, cosa che potrei fare, le faccio una semplicissima domanda su un fatto che spesso ho evidenziato, ma mai ottenendo una parvenza di risposta. Lei sa con che legge elettorale si andrebbe a votare in caso di vittoria del NO e caduta del Governo con conseguente scioglimento delle Camere? Perchè al fantomatico Governo d'unità Nazionale non ci crede proprio nessuno...

schiacciarayban

Mar, 05/07/2016 - 13:46

@Liberta- sinceramente ho altro da fare...

Giorgio1952

Mar, 05/07/2016 - 14:13

Libertà75 votando no al referendum torniamo all'immobilismo italiano, come ha detto Cacciari che peraltro ricordo è un pericoloso comunista "Riforma maldestra ma è una svolta. L'attacca chi ha fallito per 40 anni"! Quelli che hanno caldeggiato la Brexit da Jonshon a Farge, si stanno defilando perché sono come Tsipras e Varoufakis, così come Salvini e Borghi, fatto il danno non hanno soluzioni.

Jon

Mar, 05/07/2016 - 14:13

Liberta'75 ..schiaccia...insulta perche' e' nascosto dalla sua tastierina, ed incapace di motivare nel merito . Io rispetto le idee di tutti, e le leggo con attenzione; c'e' sempre qualcosa da capire in situazioni cosi' complesse, formate da mille interessi. AH1A: LEI E' PROPRIO CONVINTO CHE RENZI SE NE ANDRA' con il NO.?? La costituzione non credo debba essere modificata da un governo come questo e per i motivi personali del Premier & C...

.SnakeJ..

Mar, 05/07/2016 - 14:20

FARAGE SEI UN GRANDE, FA SOLO CHE BENE A PRENDERSI I SOLDI

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 14:47

@ah1a, gentilissimo interlocutore, lei sa che il referendum non è sulla legge elettorale? Lei sa che solo un pessimo governo mette in crisi una legge elettorale per vendetta sulla bocciatura di un referendum costituzionale? Lei sa che l'italicum ricorda strettamente la legge Acerbo? Lei lo sa che l'italicum è già legge? Quindi mi pare di capire lei abbia le idee confuse sul referendum. In ogni caso per rispondere alla sua domanda, pare che senza italicum alla Camera si dovrebbe usare il mattarellum e al senato il consultellum.

liberitutti

Mar, 05/07/2016 - 15:12

@Jon Mi scusi, non che abbia intenzione di difendere il signor Renzi ma non vedo il tema del confronto.. In UK nessuno ha votato per Cameron, l'ha nominato la regina prendendo atto del risultato delle elezioni come da prassi accade anche da noi. Ora si è dimesso e verrà nominato un altro Premier che nessuno ha mai votato..

lorenzovan

Mar, 05/07/2016 - 15:13

lasciate stare il povero liberta' 75...anticamente scriveva come "cardelli"..ha cambiato nick...ma lo stile petulante..martellante.. a rispondere con altre domande..il tutto basato sul nulla e su affermazioni imperiose inventate ..e' sempre lo stesso...

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 15:51

@lorenzovan, e a parte gli insulti, lei ha argomenti dalla sua parte?

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 15:52

@giorgio52, perché, mi dica come questo governo cura la disoccupazione?

Libertà75

Mar, 05/07/2016 - 15:56

@ah1a, forse il suo busillis è in riferimento che bocciando la riforma costituzionale ci ritroveremo il bicameralismo designato da 2 leggi differenti. Bene e il problema chi lo ha creato? Se fai una legge elettorale, la fai con la Costituzione che hai vigente in quel momento, non con la Costituzione che vorresti venisse approvata... cioè, abbia rispetto per la gerarchia delle fonti, qui se c'è una colpa è la diseducazione giuridica portata avanti da questa maggioranza. Si faceva un italicum per le 2 camere e se passava il referendum, la parte relativa al Senato veniva stralciata automaticamente. Ora secondo lei, io dovrei votare SI solo perché Renzi e compagnia hanno fatto male il lavoro?

Ritratto di silvioseidio

silvioseidio

Mar, 05/07/2016 - 16:35

Farage ha fatto il bene dei suoi concittadini ed ora si prende un meritatissimo stipendio da parlamentare europeo. Dopo il grande successo della Brexit, dovrebbero dargli il 10% dei soldi che l'Inghilterra prima regalava all'UE

Jon

Mar, 05/07/2016 - 16:36

@liberitutti...E' vero quello che Lei dice, solo che in Inghilterra hanno una Monarchia Parlamentare..noi no.

gianni.g699

Mar, 05/07/2016 - 16:52

bruno.amoroso Mar, 05/07/2016 - 11:40 ... danno ? quale danno ??? quello che è caduto addosso a 65 milioni di italiani dall'ingresso nella ue ? potere d'acquisto svanito, lavoro svanito, stato sociale svanito, libertà svanita, proprietà individuale in via di estinzione e chi più ne ha più ne metta !!! e lei ha il coraggio di parlare di danni '?!?!? è troppo evidente che lei è direttamente coinvolto nel magna magna europeista e come tutti coloro che mangiano bene curano i propri interessi !!! per quello che mi riguarda (e riguarda milioni di persone come me) l'ingresso e la permanenza su questo inutile carrozzone è stato ed è quanto di più deleterio potesse capitarmi !!! … e questo non è complottismo come lei scrive ma semplicemente osservare ciò che accade introno giorno dopo giorno !!! saluti e buona magnata, fin che vi dura !!!

Giorgio1952

Mar, 05/07/2016 - 17:07

Libertà75 cosa centra la disoccupazione con il mio commento? I posti di lavoro comunque non si creano con una legge, li creano gli imprenditori altrimenti si fa solo assistenzialismo e clientelismo, vedi i forestali siciliani, calabresi, etc.etc.

liberitutti

Mar, 05/07/2016 - 17:15

@silvioseidio possono sempre dargli un posto nella House of Lords (826 membri totali, 92 ereditari, 709 a vita).. e poi c'è chi ci viene a raccontare che il nostro Senato (con o senza riforma) è un posto di privilegiati.. non facciamoci insegnare la democrazia da una monarchia che concede a nobili e vescovi il diritto di veto sul parlamento..

Libertà75

Mer, 06/07/2016 - 10:43

@giorgio52, allora cosa governate a fare se non date presupposti per creare lavoro... cioè voi di sinistra odiate il lavoro... che coerenza... poi vi meravigliate che la gente di sinistra vera voti lega, m5s o persino casapound

Giorgio1952

Gio, 07/07/2016 - 16:11

Libertà75 l'ho scritto e ripetuto molte volte, non sono di sinistra non ho mai avuto tessere di partito, io giudico le persone e al momento in Italia non c'è alternativa a Renzi, vogliamo farci governare da Salvini o da Grillo? Salvini definito da Giampaolo Pansa "uno che pensa di fare politica con le scritte sulle felpe", il M5S è diretto dalla Casaleggio Associati così come FI da Mediaset, Cacciari ha ragione "Riforma maldestra ma è una svolta. L'attacca chi ha fallito per 40 anni"! Notizia personale non ho mai odiato il lavoro, sono stato un quadro in un gruppo multinazionale privato, ho lavorato 38 anni di cui tre all’estero, pagando sempre contributi e tasse e sono andato in pensione a 61 anni.