Gentiloni lancia un'alleanza per salvare il Pd

L'ex premier si propone come federatore del centrosinistra: "Un argine all'ondata populista"

Roma - Era atteso e da molte parti persino invocato. Ma fino a ieri aveva preferito tenersi in disparte, senza prendere parte al dibattito interno al centrosinistra né tantomeno al braccio di ferro in corso con il governo su un tema sensibile come quello dell'immigrazione. Alla fine, però, Paolo Gentiloni ha deciso di rompere gli indugi. E lo ha fatto con parole chiare, prendendo una posizione che nei prossimi giorni è destinata ad indirizzare il dibattito interno non solo al Pd ma a tutta l'area di centrosinistra.

«Noi spiega l'ex presidente del Consiglio durante la trasmissione Otto e mezzo - dobbiamo ripartire da un'alleanza per l'alternativa». Insomma, è necessario «mettere in pista un'alleanza molto ampia, di cui faccia parte anche il Pd e che abbia un contenuto civico». Ed è su questo fronte che vorrebbe spendersi l'ex premier, senza rimanere imbrigliato nel recinto più stretto del Pd (e delle sue continue liti). «Il mio contributo spiega vorrebbe essere più che sulla rinascita del Pd sul tessuto di un'alleanza più vasta». L'obiettivo è quello di creare un «argine» che respinga «l'ondata populista». L'alleanza potrebbe essere con Calenda, ad esempio, se nasce una nuova realtà innovativa. Vedo il ritorno del campo del centrosinistra come prima area politica di questo Paese. Dobbiamo cambiare tutte le facce, far rinascere questo partito, ma costruire un campo di centrosinistra largo».

Rilanciare e, se necessario, rifondare. Ma non rottamare. Insomma, Gentiloni non concorda con Calenda sulla necessità di andare oltre il Pd. «Figuriamoci se bisogna scioglierlo, se ne convincerà anche lui che il Pd deve rinascere. Deve far tutto fuorché morire perché ora abbiamo bisogno di argini», aggiunge l'ex presidente del Consiglio che da ieri è di fatto sceso in campo come possibile federatore dell'area di centrosinistra.

Sui vitalizi, invece, Gentiloni ha punzecchiato M5s. «La cosa che mi da un po' ai nervi - dice - è la predica antipolitica dal pulpito delle stanze del potere». «Se stai al potere, non fare il Masaniello», aggiunge. Poi un affondo su Luigi Di Maio: «Introduciamo la dignità per decreto, poi ci accorgiamo che non ci sono coperture e la dignità viene rimandata. Ma è serio tutto questo?». Infine un passaggio sul tema immigrazione tessendo le lodi dell'ex ministro dell'Interno: «Abbiamo gestito l'emergenza migratoria che nel 2015 era fuori controllo. È stato fatto un lavoro straordinario dal mio governo, dal ministro Minniti e dalle nostre forze di polizia».

Commenti

Altoviti

Ven, 29/06/2018 - 09:23

Il PD deve morire, non è roba da salvare, è da più di un secolo che i comunisti ci danno fastidio e cercano di uccidere il popolo italiano. Il mostro comunista deve sparire.

leopard73

Ven, 29/06/2018 - 09:30

cialtrone dove stavi prima!!!! arrivate sempre dopo anni luce….

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 29/06/2018 - 09:55

Dopo aver letto l'ultimo virgolettato.. Detto da uno che - nel suo curriculum politico - prima è stato maoista, poi nel movimento studentesco, indi cattocomunista fino ad arrivare ad "inchinarsi" a gente come Macron, Merkel, mi sembra sul serio da effetti speciali alla Walt Disney. Comportamenti come questi per me danno sempre più forza a quel che disse anni fa il noto Flaiano: «La situazione politica in Italia è grave ma non è seria.»

istituto

Ven, 29/06/2018 - 10:24

Marcello 508. Gentiloni si è pure inchinato davanti a Soros......e questo supera tutto il resto quanto a nefandezze.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 29/06/2018 - 11:10

avete gestito bene l'immigrazione, ma negli anni precedenti avete fatto invadere l'Italia da tutti i clandestini. avete quasi chiuso le porta quando i buoi erano già tutti entrati.

antonio54

Ven, 29/06/2018 - 11:43

Ormai siete in terapia intensiva, solo un miracolo vi potrà salvare. Siete una banda d'incapaci di professione, avete il marchio di qualità...

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Ven, 29/06/2018 - 12:01

sposoono rivoltarla come vogliono, ma anche in Italia il "comunismo" è finito e i portatori di quell'ideologia vanno rottamati. non sono più in linea coi nuovi tempi. il "POPOLO" CHIEDE SOLUZIONI AI PROBLEMI NON CHIACCIHERE IDEOLOGICHE.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Ven, 29/06/2018 - 12:04

Gentiloni dopo aver incontrato Soros di nascosto e aver tentato di regalare le nostre coste a Macron, farebbe meglio a ritirarsi dalla vita politica, NON E'PIU'CREDIBILE.