È già flop il voto agli immigrati: sinistra a dieta per lo ius soli

Il costituzionalista Caravita: "Senza cittadinanza non si è elettori". Delrio: "Non c'è maggioranza? Amen..."

«Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età».

L'articolo 48 della nostra Costituzione è chiaro: per votare occorre essere cittadini, come conferma il costituzionalista Beniamino Caravita. «A prescindere da ogni valutazione sulla opportunità del riconoscimento della cittadinanza secondo formule più ampie - osserva l'esperto-, il voto nelle elezioni politiche nazionali è indissolubilmente legato alla cittadinanza italiana».

Ed è l'azzurro Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, a ricordare come l'appello dei 176 parlamentari per assegnare il voto a tutti gli stranieri residenti sia soltanto l'ultimo di una lunga serie di tentativi che si sono sempre infranti contro l'ostacolo insormontabile del dettato costituzionale. Anche l'ultimo, assicura, è destinato a fallire. «Era il '98 e il Parlamento affrontava la riforma della legge sull'immigrazione quella che poi si chiamerà Turco-Napolitano - ricorda Gasparri -. Inizialmente nel testo era previsto anche il diritto di voto alle amministrative per gli stranieri». Gasparri ingaggiò una personale battaglia contro il potente Giorgio Napolitano, ministro dell'Interno e firmatario della legge insieme a Livia Turco, ministro della Salute, per cancellare quella norma contraria alla nostra Carta. «La nostra Costituzione è chiarissima: distingue in modo netto i diritti della persona dai diritti del cittadino - insiste Gasparri -. La libertà personale è inviolabile per tutti. Il diritto al salute è garantito a tutte le persone. Il diritto di voto invece spetta soltanto ai cittadini». Gasparri la spuntò, la Costituzione era dalla sua parte, e Napolitano si arrese, stralciando la norma dal testo, poi approvato con diverse modifiche.

Un altro tentativo venne intrapreso durante il governo Prodi del 2008, quando i ministri dell'Interno, Giuliano Amato e della Solidarietà Sociale, Paolo Ferrara, tentarono di riformare la Bossi Fini, introducendo il diritto di voto per gli immigrati in Italia da almeno cinque anni, come vuole la Convenzione di Strasburgo del '92. Convenzione ampiamente disattesa mentre il diritto di voto ai comunitari residenti da almeno 5 anni in un paese straniero è riconosciuto in tutta la Ue. Ma Gasparri critica anche l'iniziativa di molti esponenti di sinistra che hanno aderito ad un simbolico digiuno per sostenere l'approvazione della legge sullo Ius soli impantanata al Senato. «Una pagliacciata: fanno un giorno di dieta e lo spacciano per digiuno - dice Gasparri -. Se Delrio vuole fare un gesto forte allora si dimetta da ministro». E mentre al digiuno a staffetta aderiscono in tanti compreso il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il viceministro Mario Giro, il ministro Delrio spiega che crede in questa battaglia come «cittadino» ma aggiunge che se sullo ius soli «non ci sarà la maggioranza in parlamento: Amen». Insomma nessuno rinuncerà alla poltrona per difendere il diritto di voto degli immigrati.

Commenti

bilfab74

Ven, 06/10/2017 - 08:50

Nessun problema. La cittadinanza italiana verrà regalata anche a chi è entrato 24 ore fa, o si fornirà ai suddetti carte d'identità italiane false oppure taroccheranno le elezioni. Cambiare affinché tutto rimanga uguale, questa è la filosofia dei politici italici.

roberto.morici

Ven, 06/10/2017 - 08:53

Sciopero "a staffetta". Cò tutto quello che se magnano, e che se sò magnati, 'sta cosa fa solo che ride.

Ritratto di BM1883

BM1883

Ven, 06/10/2017 - 08:56

chissà mai se un giorno sta storia dello iusminchiata finirà. Sarebbe interessante fare un sondaggio tra gli Europei per sapere che ne pensano, dal momento che quando uno poi ha la cittadinanza "itagliana" sarebbe libero di scorazzare per tutta l'UE, ma sapete, mi sembra ci siano alcuni stati che non sarebbero molto d'accordo. Da verificare attentamente. Se proprio volete fateli votare in "Itaglia" ma penso che la cittadinanza sia legata a qualcosa di più ...importante, rispetto al pezzo di carta per votare.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Ven, 06/10/2017 - 08:59

I terremotati sono all'addiaccio da 14 mesi. I nxxxi fanno carne di porco di tutti noi, e stanno facendo prove di violenza di massa. I bastardi comunisti alla Camera e al Senato gli vogliono dare cittadinanza e diritto di voto. A MORTE I NEMICI DELLA PATRIA: NON STIAMO INERTI A GUARDARE IL NOSTRO ASSASSINIO!

gneo58

Ven, 06/10/2017 - 09:01

cosa fanno ? digiunano a pranzo (difronte a tutti) perche' si sono rimpinzati a colazione e s'abbuffano a cena ? - pagliacci (senza offesa per chi questo lavoro lo fa per campare).

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 06/10/2017 - 09:03

ma ci pensate la follia di mettere ministro dell interno un comunista? cioe il reuccio da iministro dell interno proponeva una cosa del genere! grande preoccupazione per un ministro dell'interno,

Cappio

Ven, 06/10/2017 - 09:06

I maiali da ingrasso a dieta? Ma da quando?

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 06/10/2017 - 09:18

Che fregatura! Il PD dovrà accontentarsi del voto di cinesi, rom e beduini solo alle primarie.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 06/10/2017 - 09:22

E C'ERA BISOGNO DI UN COSTITUZIONALISTA? CACCIAMOLI VIA QUESTI PARASSITI E LADRI DELLA POLITICA. WWW.NOPECORONI.IT WEB E TWITTER.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 06/10/2017 - 09:30

Sembra il problema più importante per i sinistri, nonostante i mille guai che abbiamo. Non potrebbero infervorirsi di più per sistemare le zone terremotate? No, quelli erano voti già sicuri? Ora tentano di accaparrarsi voti fasulli per galleggiare ancora.

alnew1

Ven, 06/10/2017 - 09:51

imparino prima l'italiano e la nostra storia come si fa nei paesi civili e poi se ne parlerà

leopard73

Ven, 06/10/2017 - 09:51

VERI MASCALZONI POLITICI A CASA CIALTRONI NESSUNO VI DA Più FIDUCIA Perché SIETE SOLO DEGLI INCAPACI.

frapito

Ven, 06/10/2017 - 09:55

"IUS SOLI", il "CAVALLO DI TxxxA" del terzo millennio. Stesse profezie, stesse promesse, stessi inganni, stessa distruzione, stesso crollo della civiltà.

steacanessa

Ven, 06/10/2017 - 10:26

Sono pagliacci che non fanno ridere. Ignobili che stanno distruggendo il nostro paese.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 06/10/2017 - 10:26

E mentre si proclamano digiuni ideologici si moltiplicano quelli coatti. Motivati dalla chiusura delle nostre aziende. Non sufficientemente informate sull'ottimo andamento della nostra economia.

Renee59

Ven, 06/10/2017 - 10:32

ANCHE CON LA CITTADINANZA, NON DEVONO AVERE DIRITTO DI VOTO, ALTRIMENTI SPARIREMO.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 06/10/2017 - 10:33

Eppure Delrio aveva le apparenze della persona capace. Purtroppo il limite è nella ideologia: l'importante è che i gatto sia bianco e non che acchiappi topi. E tipico del sinistrume: quando non si hanno argomenti si ricorre alle frasi ad effetto. Ne riporto un paio: "è una scelta di civiltà" o "il futuro è già presente, basta saperlo vedere". Frasi che non significano assolutamente nulla. Rispolverano pure l'arma del digiuno, di pannelliana memoria: li libera dalla fatica di argomentare e di controbattere, con il notevole e salutistico vantaggio di mettersi a dieta. Al termine del ramadam, un cameratesco rancio di riconciliazione magari con i migranti ed in chiesa. Bergoglio docet.

coccolino

Ven, 06/10/2017 - 10:34

Credo che sarebbe giusto che, per poter fare il parlamentare, si debba almeno conoscere la costituzione.....

michettone

Ven, 06/10/2017 - 10:47

Stiamo a ripetere ogni giorno,delle pagliacciate,perpetrate da questi indegni rappresentanti,messi in quei posti,dal fetentissimo fetente rosso,che prepotentemente dal 1946,senza aver mai lavorato in vita sua,si e' permesso di rovinare l'Italia e gli Italiani. In tempo di guerra,l'abbiamo gia' detto piu volte,uno così,sarebbe stato fucilato alla schiena o con la benda agli occhi! Quì,con questi errori umani,occupanti le sedie del Parlamento,non accadra' mai! Intanto,l'Italia,va sempre piu' giu',verso un baratro scavato dai santoni e professoroni inutili ed inservibili,percipienti laute prebende pensionistiche e vitalizie....

exsinistra50

Ven, 06/10/2017 - 10:52

Digiuno a staffetta... siamo alle comiche, spero per questa sinistra un digiuno pesante di voti alle prossime elezioni

Ritratto di .vaaciapairatt...

.vaaciapairatt...

Ven, 06/10/2017 - 10:53

qualche giorno di DIETA non può che fargli bene, poi ricominceranno a PAPPARE come e più di prima

eko99

Ven, 06/10/2017 - 11:01

Non perdono mai occasione per ostentare la loro viscerale idiozia, adesso anche lo sciopero della fame! che tra l'altro con tutto quello che si sono strafogati dovrebbero vivere altre cento vite senza mangiare!sti abbuffini pagliacci! si mettessero quella loro lurida anima in pace, perché tanto lo ius soli NON GLIELO FACCIAMO FARE!!!

Ritratto di nordest

nordest

Ven, 06/10/2017 - 11:07

L'indecenza della sinistra non ha limite site dei demenziali noi italiani non esistiamo?

onurb

Ven, 06/10/2017 - 11:08

Dice bene Sallusti nell'articolo odierno: questi pidioti fanno lo sciopero della fame contro se stessi e la propria incapacità. La conclusione non può che essere quella del direttore: se il ministro Del Rio avesse un minimo di dignità, anziché fingere di digiunare farebbe un'azione reale: si dimetterebbe.

Ritratto di marmolada

marmolada

Ven, 06/10/2017 - 11:08

Sempre più convinto io ma anche sempre più italiani lo pensano, che votare alle prossime elezioni PD o sinistra significa suicidio per noi e i nostri figli e per il futuro della Nazione!

Tarantasio

Ven, 06/10/2017 - 11:11

digiuno a oltranza e avanti fino alle estreme conseguenze, ci vuole coerenza...

michettone

Ven, 06/10/2017 - 13:50

Va bene, che la situazione si stia evolvendo a favore del CENTRODESTRA, ma occorre sensibilizzare l'opinione pubblica, CHE NON HA MAI VOTATO, DI ANDARE ALLE URNE! Occorre, comprendere della necessita' che si voti. SI DEVE ANDARE TUTTI A VOTARE! altrimenti, subito dopo le elezioni, nessuno dico nessuno, di questi astenuti, potra' mai dialogare, nemmeno con se stesso!