È giallo sul sito Cinque Stelle "Programmi votati e cambiati"

A quanto pare il Movimento Cinque Stelle corregge e sostituisce alcuni punti del programma che però erano stati votati dagli iscritti

Cambio in corsa? A quanto pare il Movimento Cinque Stelle corregge e sostituisce alcuni punti del programma che però erano stati votati dagli iscritti. Il tutto senza avvisare la base M5s. Secondo quanto riporta ilFoglio alcuni punti di politica estera con posizioni "terzomodiste", "filorusse" e "anti-atlantiche" sono state moderate o rimosse. Infatti il "programma Esteri" adesso non ha nessun riferimento a contestazioni contro Nato e Stati Uniti.

Ridimensionate anche le critiche all'euro e all'Europa. Ritoccati gli "elogi" alla Russia. Il programma che è presente sul sito del Movimento 5 Stelle è dunque totalmente diverso da quello presentato sullo stesso portale lo scorso febbraio. Il Foglio lancia un'accusa chiara: almeno venti Pdf che rappresentavano il cuore del programma votato dagli iscritti sarebbero stati sostituiti con altri documenti che aggiungerebbero anche quattro temi nuovi mai passati dal voto della base. Secondo le verifiche fatte dal Foglio il nuovo programma sarebbe stato caricato il 7 marzo, tre giorni dopo la chiamata alle urne. Con "Internet Archive", utilizzando la funzione "Wayback Machine" è possibile rislaire alle pagine web modificate oppure cancellate. Dei vecchi programmi però non è rimasta traccia: tutto è stato cancellato.


La risposta dei Cinque Stelle


E al Foglio ha risposto il Movimento Cinque Stelle che difende le sue scelte ma che tra le righe comuqnue conferma di "aver cambiato la forma" tra la prima e la seconda stesura: "Le versioni precedenti a quelle definitive, pubblicate il 21 febbraio 2018, erano chiaramente versioni provvisorie, sviluppate all’interno di gruppi di lavoro ad aprile dello scorso anno e che poi sono state oggetto di ulteriori modifiche, accogliendo proposte e istanze, fino alla stesura definitiva. Tra l’altro il Foglio scrive che le due versioni sono di senso ’totalmente diverso e spesso diametralmente opposto'. Ad esempio cita un passaggio della prima bozza, in cui si legge ’ripudiamo ogni forma di colonialismo, neocolonialismo e ingerenza stranierà, ma nella versione finale c’è scritta la stessa identica cosa, in una forma più adeguata: ’La politica estera del Movimento 5 Stelle - riporta la versione finale - si basa sul rispetto dell’autodeterminazione dei popoli, la sovranità, l’integrità territoriale e sul principio di non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi. Dove sarebbe il senso ’diametralmente oppostò di cui parla il Foglio?", si legge sul post apparso sul sito pentastellato.

"E ancora: il Foglio scrive che sulla Nato si leggono posizioni diverse, ma anche in questo caso mente. Nel programma definitivo si legge infatti che il ’Movimento 5 Stelle sostiene l’adeguamento dell’Alleanza Atlantica (NATO) al nuovo contesto multilaterale, contemplando un inquadramento delle sue attività in un’ottica esclusivamente difensiva. È indispensabile una riflessione sull’attuale ruolo della NATÒ. Non è quello che diciamo da sempre? Insomma, ciò che è cambiato è solo un pò la forma, il che lo riteniamo normale. Accade così per tutti i programmi elettorali di tutte le forze politiche del mondo: c’è una prima bozza, poi nuove stesure e lavori di editing. Non c’è di cui stupirsi. I punti votati dai cittadini, infine, sono nel programma che il candidato premier Luigi Di Maio ha presentato in campagna elettorale".

Commenti

Divoll

Mar, 17/04/2018 - 12:38

Alle prossime elezioni credo che il M5S subira' una caduta non da poco. Specie se va a fare il governo col PD.

Romolo48

Mar, 17/04/2018 - 12:54

E' la democrazia della rete!!

marco.olt

Mar, 17/04/2018 - 12:58

Alla faccia di trasparenza e onestà!! Sembra proprio che la velocità con cui il M5s cambia posizioni e programma sia direttamente relazionato alla necessità di attrarre consensi elettorali. Il programma non sembra al centro delle loro idee ..è talmente incerto che sembra un fluido tra le mani.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 17/04/2018 - 13:23

Perche', le promesse sbandierate ai 4 venti saranno invece rispettate? Son tutti uguali, cambiano il nome, ma non il vizio...

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 17/04/2018 - 13:32

Programmi a geometria variabile! Come nello stile dei grullini, Grillo maestro di giravolte!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 17/04/2018 - 13:57

A me pare molto grave quello che hanno fatto i grillini di vertice (cioè Di Maio & C.). Modificare o rimodulare il programma di un partito, specie se generico, ci può anche stare, ma bisogna farlo in modo trasparente, informando tutti, e magari spiegandone anche le ragioni. Questi invece hanno operato una operazione "retroattiva", modificando il programma come se quello odierno sia quello originario, votato dagli elettori. Una vera e propria truffa, che avrebbe consentito a Di Maio (ieri dalla Gruber) di sostenere che "loro" sono sempre stati filo-atlantici, ma è del tutto falso perché lo stesso Di Maio è stato contrario agli attacchi minacciati da Obama nel 2013, e all'attacco effettivo che ci fu a Shayrat nel 2017(appena un anno fa). Io se fossi un grillino sarei incazzato nero, ma per farlo bisognerebbe avere un po' d'intelligenza e di discernimento, qualità che non abbondano nel M5S ...

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 17/04/2018 - 14:11

Miserabile presa in giro dei loro elettori. Ma questi sono o sciocchi nella migliore tradizione dell'elettore medio italiano - lapidariamente descritto da Berlusconi come uno che "ha fatto la seconda media e non dai primi banchi" - ; oppure sono ottusamente settari peggio dei talebani. E i delegati di questa gente dovrebbero governarci ? MAI !!!!!

idleproc

Mar, 17/04/2018 - 14:20

CVD. Ovvio. Chi se li è votati anche con finalità clientelari, se lo prenderà in saccoccia, non sanno cosa hanno realmente votato. Faranno una patrimoniale che ingrassarà il sistema finanziario ma avrà copertura "sociale" per le briciole e continuerà l'assalto alla diligenza del patrimonio pubblico e produttivo privato reale italiano oltre che del capitale accantonato in generazioni. Continueremo nel circolo innescato scientificamente debito|caduta del cosiddetto pil, esproprio del sistema produttivo e sociale. Gli unici "progressi" fatti sono stati nella svendita. E' sperabile che si spacchino e che qualcuno, come ci sta provando, continui a fare gli interessi nazionali.

Ritratto di libere

libere

Mar, 17/04/2018 - 14:48

Visto che se li sono fatti riscrivere dalla CIA, il Foglio, sempre ben introdotto, potrebbe chiarirci chi, a Langley, ha provveduto a buttar giù la nuova versione.

Ritratto di BiceUlissi.

BiceUlissi.

Mar, 17/04/2018 - 14:54

il M5S ridotto ad un partito di palazzo di stampo neodemoniocristiano... Gianroberto Casaleggio si sta starà ribaltando nella tomba

schiacciarayban

Mar, 17/04/2018 - 16:44

Da 1 a 10 quanto è l'affidabilità dei 5Stelle?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 17/04/2018 - 17:42

liberopensiero77 - 13:57 Perfettamente d'accordo.

michettone

Mar, 17/04/2018 - 18:15

....appunto! Questa e la prova provata di quanto affidamento potessero dare questi saltimbanchi da strapazzo! Chi li ha votati, se li tenga, noi, da parte nostra, non possiamo che denunciare l'incapacità, la sciatteria mentale, la grettezza, di chi si è fatto biscottare così abilmente dai saltimbanchi di cui sopra....rimanendone fregato!

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 17/04/2018 - 18:38

l'importante che la base grullina abbia votato un programma in...bianco!!!

necken

Mar, 17/04/2018 - 19:04

il popolino ha sempre contato poco....

Ritratto di Maximilien1791

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di marione1944

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 17/04/2018 - 21:56

E vedrete quanto lo modificheranno ancora. Poi sparirà il reddito di cittadinanza, inchiappettando tutti i creduloni del Sud che speravano di vivere di rendita, votando simili fruttivendoli.

Alessio2012

Mar, 17/04/2018 - 22:32

Non credo che il M5S perderà voti. Non dimentichiamo che gli italiani sono tutti di sinistra, e che la sinistra può fare qualsiasi cosa, mentre Berlusconi viene attaccato anche solo perché muove tre dita.

Ritratto di Mike0

Mike0

Mar, 17/04/2018 - 23:49

Degni successori di Renzi!

Rotohorsy

Mer, 18/04/2018 - 08:00

E' la politica della "poltrona". E' pur vero che anche da Salvini non si sente più parlare di contrasto all'immigrazione clandestina, di sicurezza, ma solo di flat tax e di Siria....ognuno fa il suo gioco (un po' sporco nei confronti degli elettori).

honhil

Mer, 18/04/2018 - 08:22

Che significa “aggiornato versione provvisoria”? E come si fa a chiamare “versione provvisoria” un programma già approvato dagli iscritti molto prima del 4 di marzo? E ancora. Come ci si può fidare del M5s se continua a fare e disfare la tela dei suoi programmi in rapporto ai desiderata del padre padrone Gianroberto Casaleggio, "gestore della democrazia diretta del M5s per discendenza diretta"? Eppure tutto questo succede e viene alla luce soltanto grazie a Il Foglio. Mentre la stampa dalla schiena dritta volta la testa dall’altra parte.