Il governo vuole la mangiatoia: "Reintrodurre Sprar e permessi umanitari"

Il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio annuncia l'intesa della maggioranza per reintrodurre lo Sprar

Matteo Salvini lo aveva chiuso, ora i giallorossi lo riaprono. Stiamo parlando dello Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, che l'allora ministro dell’Intero – con i suoi decreti Sicurezza – aveva riformato in lungo e in largo, per combattere il business dell'immigrazione (clandestina), togliendo la protezione umanitaria.

Adesso la mossa a sfregio della maggioranza di governo. Già, perché il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle – con la sponda di Italia Viva e di Liberi e uguali – avrebbe trovato l'intesa per rimettere in carreggiata il sistema per i profughi, riaprendo la porta ai flussi migratori.

A darne l'annuncio, in occasione del suo intervento alla plenaria del seminario del Pd nell'abbazia di San Pastore a Contigliano, ci ha pensato il capogruppo dem alla Camera dei deputati, Graziano Derio. Qui, l'ex ministro ha infatti dichiarato: "Possiamo reintrodurre lo Sprar perché su questo i 5 stelle sono d'accordo ma dobbiamo pretendere che la gestione di questo passaggio va fatta su principi che non sono mediabili".

Nelle scorse ore era arrivata la sferzata dell'ex Pd Giuseppe Civati: "I decreti Salvini, cosiddetti Sicurezza, vanno aboliti: cancellati. È già molto grave che siano ancora in vigore, visto che il governo Conte-bis si è insediato da oltre quattro mesi. A sinistra, dopo l'approvazione di quei decreti, ci fu un coro unanime di proteste e di sdegno, testimoniato da decine di dichiarazioni. Tutto giusto. Già da settembre, però, c'è la possibilità di eliminare i provvedimenti firmati da Salvini: l'opposizione al primo esecutivo Conte è ora in maggioranza. E invece dalle anticipazioni stampa emerge un ritocco minimo, che più minimo non si può, ai decreti. Sarebbe vergognoso e peraltro sarebbe difficile spiegarlo agli elettori che si sono mobilitati contro quelle norme". Il fondatore di Possibile, che sta portando avanti la campagna #abolitequeidecreti, ha aggiunto piccato: "Questo governo è nato con l'etichetta della svolta: abbia il coraggio di svoltare davvero. Il ripristino del meccanismo degli Sprar, della protezione umanitaria rappresenterebbe un passaggio significativo. Ricordo che è necessario anche cancellare la disastrosa Bossi-Fini e cambiare radicalmente la strategia sulle politiche migratorie".

I primi a commentare duramente l'uscita di Delrio sono stati i deputati di Cambiamo! di Giovanni Toti, come Stefano Benigni, Manuela Gagliardi Claudio Pedrazzini, Alessandro Sorte e Giorgio Silli. Sull'immigrazione il Pd getta la maschera. "Dal conclave reatino, Delrio annuncia, infatti, un cambio di rotta culturale che prevede meccanismi più fluidi di riconoscimento di chi ha diritta a stare in Italia (leggasi sanatoria) e decreti flussi annuali legati alle esigenze delle imprese, come se qui già non ci fossero abbastanza disoccupati, sia stranieri sia italiani", si legge nella nota riportata dall'Agi. Nota che termina con l'affondo: "Torna così ad affermarsi l'ideologia delle porte aperte e, con essa, il fiorire del business dell'accoglienza selvaggia. Tutto questo senza considerare il peggioramento delle condizioni di occupabilità e di reddito che ne conseguirebbe sia per i migranti regolarmente residenti sia per le milioni di persone italiane con bassa qualificazione".

Che cosa è lo Sprar

Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, Sprar è appunto l'acronimo, è il servizio del Viminale che in Italia gestisce i progetti di accoglienza, di assistenza e di integrazione dei richiedenti asilo a livello locale. Il servizio, costituito da una serie di enti locali, è stato istituito dalla legge 30 luglio 2002, n. 189, meglio nota come legge Bossi-Fini.

Commenti

detto-fra-noi

Mar, 14/01/2020 - 15:09

E visto che le elezioni non bastano più (perchè se il nuovo eletto non è gradito al padroncino lo si sostituisce subito subito con un altro più accondiscendente) il popolo che fa? La libertà è una cosa importante e uno se la deve saper meritare.

Ilsabbatico

Mar, 14/01/2020 - 15:18

Ma questi pensano solo a fare del male agli italiani???

Ritratto di Gius1

Gius1

Mar, 14/01/2020 - 15:24

fate, fate pure Fin quando siete al governo . Ma vedrete le prossime elezioni....

Ilsabbatico

Mar, 14/01/2020 - 15:26

Caro Delrio....portateli tutti a casa tua. Grazie

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 14/01/2020 - 15:42

Robe da matti... godono a far del male agli italiani.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 14/01/2020 - 15:43

#Gius1 - 15:24 "Ma vedrete le prossime elezioni". Già: nel 2023...se ancora esisterà l'Italia.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 14/01/2020 - 15:50

Bisogna recuperare il tempo perduto, perbacco! Quello che quel razzista di Salvini ha trascorso sequestrando in mare la crème de la crème africana.

OttavioM.

Mar, 14/01/2020 - 15:54

In Italia si tagliano i posti letto negli ospedali, mancano medici e infermieri, le scuole sono vecchie, mancano gli insegnanti di sostegno, non ci sono soldi per mandare in pensione chi ha lavorato 40 anni, per dare un aiuto alle famiglie, per i nostri giovani, la sinistra da anni taglia su tutto, però continuano a mettere MILIARDI NOSTRI sui migranti. Ma è normale? Speriamo che il 26 gennaio se ne vadano finalmente.

Una-mattina-mi-...

Mar, 14/01/2020 - 16:10

BASTA CONSIDERARE UNA COSA: CON I COMUNISTI VIGENTI ABBIAMO AL POTERE DELLE CRICCHE ARBITRARIE CHE PROMULGANO E/O IMMAGINANO PROVVEDIMENTI TALMENTE ASSURDI, CHE NESSUN PAESE NEPPURE LONTANAMENTE SI IMMAGINA DI INTRODURRE O COPIARE.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 14/01/2020 - 16:14

Col cavolo il 26 se ne vanno. Con la faccia tosta che hanno e con ancora i miliardi da spartire, questi farebbero carte 48 per starsene ancora per altri 20 anni. Non hanno un minimo di decenza.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 14/01/2020 - 16:20

Noi possiamo chiamarla ruberia, ma nessun giudice li porta in giudizio per spreco di fondi pubblici che vengono sottratti ai servizi sociali per gli italiani.

maorichief

Mar, 14/01/2020 - 16:37

Alèèèèè se maaagggnaaaaaaaaaa.

Uncompromising

Mar, 14/01/2020 - 16:43

Oh, eccolo qua il sig. Del Rio, quello che, da ministro, riguardo opere pubbliche utili come Pedemontana, diceva:"Lo Stato non è un bancomat".

Ilsabbatico

Mar, 14/01/2020 - 17:12

...non c'è mai limite al peggio .... Vedete di aiutare gli italiani, non i clandestini!!!

jaguar

Mar, 14/01/2020 - 17:19

Pensate quanti miliardi di euro sono stati sperperati nell'accoglienza in questi anni. Grazie PD.

Robdx

Mar, 14/01/2020 - 18:01

Ecco dove son finiti i 300 mld di debito fatti dall’amministrazione pd In 5 anni,altro che crescita,loro pensano ai clandestini

FedericoMarini

Mar, 14/01/2020 - 18:02

“MANGIATOIA” CHI HA SCRITTO QUESTO VOCABOLO,, RIFERENDOSI AGLI IMMIGRATI, , NON STA FACENDO CAMPAGNA ELETTORALE, ANCHE SE BECERA, MA STA COMMETTENDO UN REATO.. SE QUESTA E’ DESTRA LIBERALE DI BERLUSCONI, ALLORA CI TROVIAMO DI FRONTE AD UNA VERA MUTAZIONE GENETICA DA UOMO A MOSTRO>

Ilsabbatico

Mar, 14/01/2020 - 18:04

Uncompromising.... Vero hai ragione....i kompagni non si smentiscono mai!

Ritratto di tox-23

tox-23

Mar, 14/01/2020 - 18:09

Hanno proprio fretta di ampliare il loro bacino elettorale...

Anticomunista75

Mar, 14/01/2020 - 18:12

se non riusciamo a fermarli nemmeno con le elezioni bisogna iniziare a fargli capire con le cattive che siamo stanchi di essere svenati per mantenere tutta la rumenta del mondo. Serve scendere in piazza se è necessario, o questi criminali politici non la smetteranno mai di fare quello che gli pasre.

Jon

Mar, 14/01/2020 - 18:14

Caascano i ponti, le gallerie, i terremotati al freddo, e gettiamo miliardi PER NON ACCOGLIERE NESSUNO, MA PER LASCIARLI PER STRADA COME CANI, ARRICCHENDO i PIDDINI e le cosche delle ONG..

FedericoMarini

Mar, 14/01/2020 - 18:25

SE SONO QUESTI I CITTADINI, SI FA PER DIRE, CHE VOTANO SALVINI E MELONI., E SE QUESTA FOSSE LA DEMOCRAZIA,ALLORA BISOGNEREBBE. RIFLETTERE E PER ESEMPIO PRIMA DI CONCEDERE IL DIRITTO DI VIOTO , SAREBBE IL CASO. DI SOTTOPORRE IL CANDIDATO AD ESAME CULTURALE ED A VISITA PSICHIATRICA. POICHE’ CREDO CHE. CI SIANO PADRI E MADRI, NON POSSO NON CHIEDERMI, DA SEMPLICE CURIOSO,COSA PENSERANNO I FGLI DI QUESTI GENITORI,,QUANDO SARANNO ABBASTANZA GRANDI DA GIUDICARLI.

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 14/01/2020 - 18:36

agli emiliani che votano pd..? ma vi sta bene? vedere le Vostre terre occupate da stranieri..? in migliaia serviti e riveriti e MANTENUTI con i Vostri soldi? liberi di scorrazzare e delinquere e magari Violentare.- ma che ideologia è la vostra..? è masochismo.. oppure siete preda dei Fumi dell'ideologia.- e non vedete la realtà..? svegliaaaaaa!