Il giglietto magico a 5 Stelle che ha lanciato il professore

Dalla facoltà di Legge agli studi legali, viaggio nella Firenze di Conte. I contatti con Bonafede e con la sinistra cattolica

Nella stanza 37 al terzo piano del padiglione D4 di Scienze giuridiche a Firenze tutto tace. La porta è sprangata. Ovviamente il professor Giuseppe Conte non c'è «anche perché lui fa lezione mercoledì, giovedì e venerdì», dice un collega. Ma tutto qui attorno parla di lui e non solo gli studenti: «Sì bravissimo, ma distaccato e un po' tiranno, a me ha dato solo 26!», dice Giulia.

Le sue tracce sono sparse per tutta Firenze. Dopo il giglio magico renziano, un altro giglietto magico a trazione M5s sta sbocciando in città, quello che da sempre ha in mente Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia in pectore, per distruggere quello originale di «Matteo il furbo» che ha fatto metastasi in città. «Bonafede ci odia, se va alla Giustizia lui, le campane per noi suoneranno a morto», sussurrano i renziani fiorentini e i Verdini. Il procuratore della Repubblica di Firenze, Giuseppe Creazzo, avrebbe infatti carte scottanti ferme da tempo nel cassetto in attesa del nuovo governo.

Siciliano di Mazara Del Vallo, Bonafede è a Firenze dal 1995, prima da studente, poi da cultore di diritto privato in facoltà, dove ha conosciuto Conte ricercatore e, infine, da praticante nello studio di Marcello Stanca («ci vediamo frequentemente e collaboriamo») in via Puccinotti dove difendeva già le cause dei no tav e no vax. Da quando ha fatto strada in politica nel 2012 ha aperto uno studio nella più centrale via Lamarmora (Bonafede&partners) con ben 6 soci, e oggi punta tutto sul suo amico professore, che ha sponsorizzato a Luigi Di Maio come premier, come grimaldello per scardinare i renziani da Firenze.

Anche se il centro di potere di Conte resta Roma (dove vivono anche l'ex moglie Valentina, figlia del direttore del Santa Cecilia e il figlio Niccolò di 10 anni) e il suo mega studio Alpa-Conte-Galletto, gli intrecci con Firenze non finiscono con Bonafede, anzi. Associato dal 2000, ordinario di diritto privato (dalla A alla D) dal 2008, Conte è a Firenze da metà degli anni Novanta, prima come ricercatore e poi come docente. Oltre 20 anni di insegnamento che gli hanno fatto conoscere pregi e difetti della città. Foggiano di Volturara Appula, con Firenze non ha nulla a che fare («quando viene dorme in hotel», dicono i colleghi), eppure l'estrazione di sinistra cattolica, la profonda fede per Padre Pio, gli anni trascorsi a Villa Nazareth, tempio del cattolicesimo democratico italiano, lo hanno fanno avvicinare agli ambienti cattolici e a personaggi legati alla sinistra. Come il crotonese Davide Messinetti, docente di diritto privato e figlio del senatore Pci, Silvio. Come il suo maestro, Giorgio Collura, classe 1938, in pensione dal 2010, col quale si è laureato Bonafede. Come i suoi vicini di dipartimento, Umberto Tombari e Philip Laroma Jezzi, nel cui studio Maria Elena Boschi svolse il suo praticantato. Da qui la conoscenza di Conte con la sottosegretaria che ha anche incrociato in facoltà. E come Alberto Bianchi, eminenza grigia del renzismo fiorentino, presidente della Fondazione Open, che molti danno come sentimentalmente vicino alla Boschi, ma che ultimamente, guarda caso, si vorrebbe staccare da Renzi. Un collega del suo stesso dipartimento lo definisce «un uomo di potere. L'ho sempre visto come l'impersonificazione del mondo che sia i 5 stelle che i leghisti volevano abbattere. Mi sembra un paradosso quanto sta accadendo. Forse per questo è stato scelto come architrave tra due forze contrapposte». Il professor Vincenzo Putortì, allievo di Messinetti, due porte più in là, ordinario di diritto privato, è tronfio di orgoglio: «Ha doti per fare il premier, è equilibrato e dialogante. Stempera gli animi». La pensa allo stesso modo la professoressa di diritto commerciale, Paola Lucarelli, «anche se ci ho litigato giorni fa, perché con lui si può anche litigare in quanto sa gestire il conflitto, per questo ci ho scritto un libro insieme, Mediazione e progresso. È un professionista che entra nei problemi e li gestisce». E lusinghiere sono anche le parole della direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche, Patrizia Giunti: «È sempre con le valige in mano ma non fa mai mancare la sua presenza. Conte è la dimostrazione che questa facoltà è espressione di grandi personalità. Io ho insegnato anche al sindaco di Firenze Dario Nardella». Altro amico di Conte.

Commenti

contravento

Mer, 23/05/2018 - 10:16

SIETE TRAGICI E RIDICOLI NELLO STESSO TEMPO. CARI GIORNALISTI SIETE RIMASTI INDIETRO, SE CON CAMBIATE OPINIONE TRA UN PO VI TROVERETE SENZA LAVORO.

contravento

Mer, 23/05/2018 - 10:24

COME, NON CAPITE CHE I VOSTRI COMMENTI DENIGRATORI SONO CONTROPRODUCENTI!! LA LEGA AUMENTA I CONSENSI GIORNO DOPO GIORNO. IL VOTO FINALE SPETTA SEMPRE AGLI ITALIANI, CHE GUARDERANNO NON ALLE VOSTRE CHIACCHIERE MA AI RISULTATI DEL GOVERNO LEGA-M5S

lavieenrose

Mer, 23/05/2018 - 10:31

e daie, un altro da pòalermo.....e ce lo troveremo pure alla giustizia.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 23/05/2018 - 10:32

FATE PRESTO CHE ABBIAMO FRETTA.

Rossana Rossi

Mer, 23/05/2018 - 10:36

E' incredibile come questi sinistri buttati fuori dalla porta (dalle elezioni) vogliano a tutti i costi rientrare dalla finestra. Ma mi spiegate cosa abbiamo votato a fare? Chi ha preso più voti alle elezioni? A me sembra i CDX, e allora dove è finita quella povera 'democrazia' invocata e bistrattata da tutti ?????????

FrancoM

Mer, 23/05/2018 - 10:36

Debbo dire che il suo pezzo, caro Boschi, è da giornalista, al contrario di quanto dimostrano Gnocchi e ancor peggio Scufari, un mediocre da licenziare. Quanto lei dice: Il procuratore della Repubblica di Firenze, Giuseppe Creazzo, avrebbe infatti carte scottanti ferme da tempo nel cassetto in attesa del nuovo governo, è molto grave e richiederebbe un'inchiesta immediata del CSM. Il titolo è una stupidaggine dato che il testo non porta alcuna indicazione su quanto declamato.

8

Mer, 23/05/2018 - 10:37

Vi suggerisco d'indagare anche sul gatto di Conte : potrebbero uscirne delle belle

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 23/05/2018 - 10:38

se vanno questi, Salvini può andare in pensione, l'Italia è disfatta.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 23/05/2018 - 10:51

Non mi tupisce. Per chiunque abbia frequentato una facolta' italiana e un po' il mondo politico sapra' che tutti sono amici e migliori nemici allo stesso tempo dipende dalla convenienza del momento. L'ipocrisia in questi ambienti e' ad altissimi livelli. In Italia sara' difficile cambiare qualcosa se non si cambia mentalita' e degradanti abitudini. I due ragazzotti che tentano di formare un "governo" (o una societa' guidata da Casaleggio e associati) ne sono la piu' alta rappresentanza e si permettono di parlare del NUOVO!

contravento

Mer, 23/05/2018 - 10:53

Mentre il terremoto in atto sta cambiando la geografia politica dell'Italia; ebbene, mentre il mondo di ieri tramonta e il nuovo è pieno di speranze, i contro, per la verità sempre meno,continuano a denigrare aggrappandosi agli specchi.

ginobernard

Mer, 23/05/2018 - 10:58

"la sinistra cattolica" come volevasi dimostrare. Il nuovo che avanza ... ma andate tutti a fa ... buffoni di cinque stelle. Ripeto, facciamo fare il governo alla CEI e smettiamola con questa buffonata delle elezioni. Siamo una specie di Iran ma cattolico. Con i sinistri subito a nascondersi sotto le gonne dei sacerdoti.

daniel66

Mer, 23/05/2018 - 11:02

Non sono buoni, Non mi piacciono e, conoscendoli, meglio tenerli alla larga.

Jon

Mer, 23/05/2018 - 11:07

Se fosse utile per ripilire Firenze dai Renziani..allora e' il Benvenuto..!!! Il suo vice sarebbe Giorgetti che e' un mastino.. E cosa dobbiamo temere?? Gentiloni oggi si e' dimesso..!!

ginobernard

Mer, 23/05/2018 - 11:28

sembra che il progetto M5S stia per crollare fin dall'inizio Il loro problema è la squadra di ministri che dovrebbero portarlo avanti il progetto. Vediamo come va a finire ma a questo punto nuove elezioni si avvicinano.

BACECO

Mer, 23/05/2018 - 11:33

"controvento" attento che il vento può cambiare specialmente per chi tradisce il programma sottoscritto prima delle elezioni. La lega potrà anche aumentare, ma non certamente con il mio voto. A me piace la gente coerente

diesonne

Mer, 23/05/2018 - 12:15

diesonne il popolo dice che la politica è sporca.ma al presente ha raggiunto il limite-si trascore il tempo per dire il contrario di quanto si è affermato dieci minuti prima -è il vizio delle 5 stelle ed in particolare del porta bandiera di turno che a fine giornata non si sa che cosa abbia detto e a chi

salvatore40

Mer, 23/05/2018 - 12:20

Ci vorrebbe un amico...ci vorrebbe una semplice legge elettorale a prova di corte costituzionale, con ballottaggio finale, solo per sapere CHI perde e CHI vince ! Una classe politica che non riesce a fare NEMMENO QUESTO dovrebbe essere destituita, processata,umiliata,incarcerata, condannata a risarcimento danni e sofferenze inferte al PD= PUEBLO DOLENTE !

scapiddatu

Mer, 23/05/2018 - 12:26

@lavieenrose- e daie, un altro da pòalermo....(Palermo)--Le chiedo scusa, non riesco a capire bene a chi si riferisce.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 23/05/2018 - 13:15

Scusate sostenitori di questo "governo", che fine ha fatto quell'economista grillino di nome Fioramonti "professore" presso l'Universita' di Pretoria? Si e' forse indagato pure sul suo CV e si e' ritirato in tempo?

lavieenrose

Mer, 23/05/2018 - 13:55

senta scapiddu io ho DIVERSI amici palermitani e siciliani, persone serie, oneste e che pagano di persona con la totale esclusione sociale, politica e professionale la loro coerenza e onestà. Li stimo, li ammiro e cerco di aiutarli come posso nel lavoro, da milanese da sette generazioni. Le perplessità che esprimo mi derivano da quanto loro mi dicono delle situazioni locali. Guardi l'articolo e capirà chi è il palermitano.

Lofelo

Mer, 23/05/2018 - 13:58

Ragazzi, che ghenga "il nuovo" che avanza......

scapiddatu

Mer, 23/05/2018 - 17:14

.....@lavieenrose- Mi scuso per aver urtato la sua sensibilità, non era mia intenzione. Ah, dimenticavo, non c'è nessun PALERMITANO....( a meno che, non me lo indichi lei). Sabbenerica

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 24/05/2018 - 13:44

Ultimo tentativo (se censura permette) Boschi (hai scritto Renzi la grande illusione che ho letto e va bene): da NON grillino e da NON leghista, adesso state rasentando il ridicolo: comportamenti pari ad altre testate con cui fino all'altro ieri avete litigato al dio biondo e a cui in questo periodo vi siete allineati, anzi accodati. In questo modo la gente si convincerà sempre più che il giornalismo vero sia una chimera non certo al servizio della verità che va presentata con distacco, equilibrio! Visto che ci sei perché non fai una ricerca se Conte ha anche lui frequentato cene eleganti.. Facci sapere, ok?