Giorgetti apre a un governo elettorale: "Solo per congelare Iva"

Intervistato da Repubblica, il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti non ha dubbi: "Niente elezioni in autunno? A quel punto si insedi un governo elettorale per congelare l'aumento dell'Iva, purché si vada al voto a inizio 2020"

"Noi pensiamo ancora che possa prevalere il buon senso. Che ci siano le condizioni per andare al voto entro il 27 ottobre. Che un governo si insedi anche un mese dopo, a fine novembre, e appronti una manovra, intanto per congelare l'Iva. Lo ha già fatto Gentiloni nel 2017. Poi serviranno misure politiche, concrete. E su quelle abbiamo già le idee chiare".

Così il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti in un'intervista a Repubblica. "Sarebbe davvero singolare che si perda altro tempo. Non vogliono elezioni in autunno? A quel punto la cosa quasi inevitabile - rilette Giorgetti - è che si insedi un governo elettorale fino al voto e che presenti un bilancio a legislazione vigente, come si dice in gergo. E poi un decreto a fine anno con misure in vigore da gennaio: a cominciare dalla sterilizzazione dell'aumento dell'Iva, ovviamente. Purché a inizio anno si torni davanti agli elettori".

Giorgetti: "All'opposizione più ossigeno per la Lega"

Come per Renzi, insomma, anche per Giorgetti la priorità è il disinnesco delle clausole di salvaguardia dell'Iva. Obiettivo da centrare a ogni costo, anche stando all'opposizione. Prospettiva che non preoccupa il sottosegretario, anzi.

"Non è carino dirlo, forse. Ma per noi della Lega c'è più ossigeno all'opposizione che al governo. Il Pd, come dimostrano le ultime vicende, su quei banchi sta morendo asfissiato. Sono davvero curioso di vedere su cosa nasce quella strana cosa e che manovra è in grado di partorire. Può solo perpetuare la specie e le poltrone", l'attacco ai dem di Giorgetti. Che subito dopo torna sulle prossime mosse della Lega: "All'opposizione possiamo anche andarci e se succederà ci andiamo a testa alta. È una questione di dna. Potevamo mantenere le poltrone e adesso rischiamo di passare per fessi, ma abbiamo posto un tema politico".

"Salvini non ha dormito per tre giorni"

Come ha fatto Salvini quando ha deciso di staccare la spina al governo. Per Giorgetti "Matteo è un capo. Si è assunto le sue responsabilità. Ha sempre chiesto il parere a tutti. Anche a me. Ho detto come la pensavo anche subito dopo le Europee. Adesso lo accusano. Lui paradossalmente - continua l'esponente del Carroccio - è il leader che ha cercato in tutti i modi di difendere questa esperienza di governo, di portarla avanti". Fino a quando, però, "i ministri, i capigruppo, i dirigenti del partito gli hanno detto basta. Poi ha sentito una ventina di imprenditori e figure di spicco dell'economia e il responso è stato lo stesso: 'al voto'. Matteo non ha dormito per tre notti - rivela Giorgetti - e ha tratto le conclusioni. Gli altri hanno le direzioni o le piattaforme Rousseau".

Infine l'appello ad andare subito al voto. "Premesso che spetta al capo dello Stato convocare le urne quando lo ritiene opportuno, gli altri devono spiegarci perché non ha senso andare al voto subito dopo la riforma e invece sarebbe coerente approvare il taglio dei parlamentari e poi perpetrare la legislatura per altri quattro anni. Qualcosa non torna", conclude il sottosegretario della Lega.

Commenti

bernardo47

Gio, 15/08/2019 - 17:02

per congelare iva, va ripulito il reddito di cittadinanza che, dato a porci e cani, e' inutile orpello per il paese e per le nostre tasse!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 15/08/2019 - 17:46

"... per noi della Lega c'è più ossigeno all'opposizione che al governo. Il Pd, come dimostrano le ultime vicende, su quei banchi sta morendo asfissiato." Questa è la verità che è ancora più vera se si pensa che un governo solo elettorale PD-5S sarebbe costretto a fare una manovra lacrime e sangue per evitare l'IVA al 25%. Quindi per il PD sarebbe meglio un governo di legislatura o lasciare che altri cavino le castagne dal fuoco.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/08/2019 - 19:31

Giorgetti, non ci si può più fidare di loro. Hanno detto parole al veleno che lasciano presagire un desiderio di vendetta dettata dal loro odio personale. Che anneghino nella loro me.lma, a costo di pagare dazio per qualche mese. Poi saranno spazzati via definitivamente. Datemi retta, ho sempre indovinato su queste cose. Per referenze chiedete al pollo comunista scommettitore @Giorgio1952, che perde sempre e non paga mai le scommesse, comportamento classico dei sinistri.

lorenzovan

Gio, 15/08/2019 - 20:23

bernardo 47..guarda che neanche abolendolo ti salvi ..ben altri sono gli importi..aumentati anche dalla crescita zero che spinge in giu' tutti gli indicatori..Il paese stava faticosamente ma sicuranente uscendo dalle secche..con tutti i guai e i difetti del piddi e dei suoi fanatici buonisti..Arrivati gli eroi de noiantri..e' andayto titto a gambe all'aria

lorenzovan

Gio, 15/08/2019 - 20:24

salvini non ha dormito per tre giorni...era meglio non mangiasse ..ha preso dieci kg in un anno da ministro..si vede che la poltrona fa bene ...lololololol

caren

Gio, 15/08/2019 - 20:35

D'accordo con te bernardo47 e non solo, io direi anche dannoso. Però bisognerà convincere soprattutto i 5S

oracolodidelfo

Gio, 15/08/2019 - 22:27

Mai piaciuto Giorgetti. Aspira solo a defenestrare Salvini e a prenderne il posto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/08/2019 - 23:17

Giorgetti, non hai ancora capito che costoro non vi hanno mai voluto? Vi hanno usato per andare al governo e quando sottobanco il PD ha detto di salvarli ecco che vi hanno votato contro tutto, ma proprio tuto. Era già scritto, loro sapevano già da tempo. Passata la rabbia iniziale, perchè si mettono nel rango dei traditori e rinnegati nei confronti della nazione e davanti a Dio, attendiamo pazienti, anche subendo ennesimi insulti che solo xenofobi e razzisti come loro possono fare, aspettando che i tanti cadaveri passino dal fiume. Saranno così tanti che l'olezzo pervaderà tutta la nazione.