La giornata dei dilettanti: governo rinviato per nebbia

L'intesa è una farsa. Salvini: «Distanti su immigrazione e giustizia». E ora i due partiti sonderanno i militanti

Fermi. Bloccati alla casella del via da 72 giorni come in un gioco del Monopoli da incubo. Il governo resta un miraggio e gli italiani assistono attoniti ad una sorta di rituale dove si ripetono gli stessi gesti fino allo sfinimento. Dopo giorni di riunioni concitate e dichiarazioni assortite su come stesse procedendo il confronto tra Lega e M5s per il programma di governo, al momento di andare a vedere le carte, ovvero di salire al Quirinale, si scopre il bluff dei dilettanti. Non c'è accordo, non c'è intesa, non c'è la squadra di governo. Ed entrambi i leader Matteo Salvini e Luigi Di Maio dicono di aver bisogno di tempo, giorni addirittura anche per consultare la base. Un impasse sconcertante e imbarazzante tanto che in serata interviene il capogruppo grillino al Senato, Danilo Toninelli, assicurando tempi brevi. «Ci vogliono 48-72 ore e avremo la chiusura del contratto di governo» promette. Ma su questo punto la Lega appare molto pessimista. Di Maio sembra aver perso il controllo della situazione. Domenica sera aveva detto: «stiamo per chiamare il Quirinale abbiamo un nome un politico, non un tecnico» e invece ieri uscito dal colloquio con Sergio Mattarella dichiara candido che «non c'è nome abbiamo bisogno di tempo». Non solo. Il leader grillino che forse vive in una dimensione spazio temporale «altra» si è pure risentito. «Come mai ancora tanto tempo? In fondo è solo la prima consultazione che facciamo», si è schermito Di Maio, dimentico delle dichiarazioni del giorno prima. Insomma pur «consapevoli delle scadenze internazionali» Lega e Cinquestelle hanno bisogno di «qualche altro giorno». Più incisivo e anche molto più diretto Salvini che, dopo il colloquio con il capo dello Stato, è apparso molto teso ed ha detto che l'accordo non c'è e che a questo punto se non si trova ognuno andrà per la sua strada con l'aria di propendere molto più per la seconda ipotesi. «Il governo parte se può fare le cose: se dovessimo renderci conto che non siamo in grado di farle, non cominciamo neanche», ha tagliato corto Salvini che ha parlato di distanze difficili da colmare su immigrazione, giustizia ed Europa. «Voglio eliminare l'aumento dell'Iva e l'aumento delle accise - ha proseguito Salvini -. Sull'immigrazione le posizioni di Lega e M5s partono da una notevole distanza. Nel rispetto dei diritti umani, della solidarietà mi rifiuto di pensare all'ennesima estate-autunno degli sbarchi, del business dell'immigrazione in saldo. La Lega deve avere mano libera per tutelare la sicurezza dei cittadini». E quando il leader del Carroccio ha aggiunto che lui e Di Maio non stavano litigando «sul nome del premier o su quello dei ministri» dietro di lui Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti si sono scambiati sguardi e sorrisetti eloquenti. Insomma i due leader sono andati allo sbaraglio davanti a Mattarella dopo aver fatto credere che si fosse giunti ad un'intesa peraltro ribadita soltanto poche ore prima dei colloqui dal leghista Nicola Molteni, vicinissimo a Salvini. Molteni intervistato ad Agorà su Raitre alle dieci del mattino dichiarava: «Salvini e Maio, presenteranno un nome unico per il premier e la bozza di contratto che sarà la base programmatica». La speranza che qualcosa di concreto vedesse la luce ha cominciato ad affievolirsi quando intorno all'ora di pranzo l'incontro tra Di Maio e Salvini è slittato di un'ora riducendo quello che avrebbe dovuto essere un vertice per chiudere l'accordo a un breve incontro per prendere atto che l'accordo non c'era.

Commenti

mcm3

Mar, 15/05/2018 - 08:27

Lascaimoli discutere e provare a trovare una sisntesi, parlare di dilettanti e' ridicolo, meglio i professionisti che ci hanno portato alla bancarotta, a Monti; alla Fornero, che ci hanno rircolizzato davanti a tutto il mondo ??

ectario

Mar, 15/05/2018 - 08:30

Giornale del B.: dovreste difendere/proteggere Salvini invece di sparargli in continuazione. Sta cercando di scampare il governo del PdR, (che piace al B. in riedizione di quelli precedenti), ma non ci riuscirà perchè il nulla 5S non ha pensiero. Gli scimuniti del 5S devono essere il vs bersaglio, oltre al PdR che non ha conferito, in primis, mandato al CDX. Ma, si sa, il B. ha rosicato, sia perchè è sotto alla lega, sia perchè non è riuscito a consolidare lo status quo schifoso con Renzi. Il B. è dal 2011 a pieno titolo sinistroide.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 15/05/2018 - 08:31

Salvini non può affrontare un'altra invasione di clandestini senza perdere faccia e consensi. Ergo: rompere subito e senza rimorsi una trattativa destinata al fallimento. A costo di tornare al voto a Ferragosto.

Ritratto di mircea69

mircea69

Mar, 15/05/2018 - 08:47

Vogliono governare e non hanno neanche studiato il manuale Cencelli.

Blueray

Mar, 15/05/2018 - 08:48

Temo che qui va a finir male. L'accordo non si farà perchè partono da posizioni inconciliabili su punti cardine. Salvini sa che consultando i suoi gli verrà suggerito di uscire e così potrà farlo con l'onore delle armi. Credo che ora come ora non voglia altro, conscio di essersi messo sulla strada sbagliata

Ritratto di .paoloDaPadova.

.paoloDaPadova.

Mar, 15/05/2018 - 08:57

il governo rinviato per PIZZINI NEUROMAFIOSI

Antonio Chichierchia

Mar, 15/05/2018 - 08:58

Sul nome del premier proverei con Casella,si l'ipnotizzatore.Non sarà un bello spettacolo vedere Mattarella o la Merkel stesi su due sedie in catalessi,ma almeno potremo dire che abbiamo steso i riottosi avversari della trionfale crescita italiana. Naturalmente per crescita intendo del deficit.

falco41

Mar, 15/05/2018 - 08:59

Di Maio sta migliorando in "POLITICHESE", per la poltrona questo ed altro, Salvini continua imperterrito a dire "PANE AL PANE E VINO AL VINO". dI Maio credeva e crede ancora di poter usare Salvini per soddisfare la sua ambizione di diventare Presidente del Consiglio.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/05/2018 - 09:02

complimenti! autentici incapaci! e li credevate furbi, intelligenti, invece sono squallidi, ambizioni senza limiti, tanto faranno pagare il conto a noi contribuenti senza colpa.... :-) capisco la rabbia e capisco il perché del fenomeno del m5s, ma NON è questa la soluzione! questa politica è come una casa: se è pericolante ed è il caso di abbatterlo, non è però detto che la nuova casa sia migliore di quella abbattuta! dipende da chi la costruisce! se invece abbiamo una casa malmessa ma comunque in grado di reggere (ed è il nostro caso), perché mai abbatterlo e ricostruirlo? ci costerebbe il triplo di un buon restauro! italiani, proprio non vi capisco!!!!!!!

@ollel63

Mar, 15/05/2018 - 09:09

Buffoncelli allo sbaraglio. Ancor più maglioni gli italiani che hanno gettato il loro voto su ignobili incapaci

@ollel63

Mar, 15/05/2018 - 09:13

Si guardino allo specchio i maglioni italici che hanno sprecato il loro voto per questi assoluti ignoranti. Si vergognino della propria faciloneria e provvedano a gettarsi addosso un po' di liquame

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 15/05/2018 - 09:16

Detto dal giornale dei rotariani….Gli italiani sono molto più disposti a concedere fiducia ad un giovane, onesto ed intelligente "dilettante", come vorreste definire Salvini, piuttosto che a qualche disonesto "imprenditore" o professore chic prestatosi alla politica e pronto a venderci a Bruxelles.

Mr Blonde

Mar, 15/05/2018 - 09:17

Non sono mai stato un fan di salvini anche e soprattutto per certi toni da ultras che mal si addicono ad un leader responsabile (anche se un conto è acchiappare voti, un altro poi è gestirli...) ma salvini non deve mollare ora; se è vero che lo scoglio principale è sulla copertura della flat tax (sulla fornero non sono assolutmante favorevole all'abolizione) con salvini che vuole arrivare al 3% di deficit riavvicinandosi a silvio torneremo alle finanziarie di rivoli e spesucce varie senza mai giungere a nulla di veramente innovativo; del resto FI è il PPE e il PPE è la merckel e juncker

INGVDI

Mar, 15/05/2018 - 09:20

Forse è ancora in tempo per ritirarsi, prima di generare il mostro.

Dordolio

Mar, 15/05/2018 - 09:21

Piace tutto questo? No. Piaceva di più prima, dove ogni nomina e scelta era sopra la testa degli elettori? Se sì lo si dica.

Reip

Mar, 15/05/2018 - 09:31

Roba da pazzi... Le vicende di questa sorta di governo “armata brancaleone” tra accordi oscuri, intrallazzi, imbrogli e inciuci di palazzo sono degni argomenti da cronaca nera! I due personaggi principali di questa telenovela da poveri, ovviamente tutta italiana, cioè Salvini e di Maio in campagna elettorale si sono odiati, offesi, denigrati a vicenda. Due pariti opposti, diversie distanti in tutto. E adesso per convenienza cercano una intesa, seduti allo stesso tavolo ingannando un elettorato di milioni di italioti. Che schifo! E gli italioti cosa fanno nel mentre i due pagliacci discutono? Nulla! Intanto gli sbarchi continuano, una nauseabonda marea di neri africani si abbatte sulle nostre coste, le ong, la caritas e le coop rosse e le mafie continuano a fare affari d’oro e gli italiani stanno a guardare, muti, silenziosi, umili e passivi. Consapevoli pure che per dar da mangiare a tutti questi africani, ci sarà una nuova patrimoniale!

Dumele

Mar, 15/05/2018 - 09:31

Di Maio si sapeva ma Salvini è diventato un pirlotto.

Tenedotante

Mar, 15/05/2018 - 09:32

La 'base' ha scelto voi per decidere in nome e per conto. Non cercate dunque di scaricare sulla 'base' la responsabilità di un eventuale fallimento, che sarebbe interamente vostro: ammettetelo, e punto e a capo.

NickByte

Mar, 15/05/2018 - 09:37

i Grillini avranno messo il veto anche sulla marca del caffè ... e apriranno una consultazione della base per stabilire se è ecologico il doppio strato della carta igienica ..... ma che stiamo a perdere tempo con questi ?? ... aria aria ..

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 15/05/2018 - 09:42

Giustamente la zecca verde salvini sulla giustizia deve seguire gli ordini del capo silvio...

Mesules

Mar, 15/05/2018 - 09:55

Presidente Mattarella : è un' emergenza ! Governo agli Alpini ! In due settimane è tutto a posto. Non ci sono altre soluzioni.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 15/05/2018 - 09:56

Che piaccia o no a questo giornale ed molti ai suoi lettori, i dati di fatto sono che Salvini ha vinto nel CDX le elezioni. Le ha vinte per l'incapacità del Cav. che ha fatto politica continuamente e per anni contro il CDX. Gli elettori gli hanno presentato il conto. Lui è il traditore e Salvini il ns. baluardo che sta trattando per un governo in modo di non tornare alle elezione. FI finirebbe al 5%.

schiacciarayban

Mar, 15/05/2018 - 09:59

Basta perdere tempo con i grillini, questi sono solo degli incapaci e inconcludenti, ci stanno prendendo tutti per il cuxo! Mi domando perchè Salvini si presti a questa farsa. Veramente una situazione vergognosa, tutta Europa sta ridendo di noi, grazie a Di Maio.

Ritratto di Leto

Leto

Mar, 15/05/2018 - 10:01

Leggo l'articolo e poi i commenti di molti la cui sintesi è: IL GOVERNO NON DECOLLA PERCHÉ LA COLPA E' DI QUEL "MALE ASSOLUTO" CHE RISPONDE AL NOME DI BERLUSCONI. Perchè? Non era sufficiente lasciare mano libera a Salvini? Cosa avrebbe dovuto fare quell'antipatico Presidente di FI? Forse come dice quel simpaticissimo signore padre del "migliore" Di Battista, lasciare questo mondo perchè indegno di vivere? Purtroppo e per fortuna, l'opzione variabile morte non la decidono le antipatie e gli odi, ma il DNA o il Padreterno. Così è, almeno che la morte stessa non avvenga in modo cruento. Quindi Di Maio e Travaglio si facciano una ragione sul futuro governo a guida M5S. Salvini ha capito che non è facile attuare un programma del cdx di cui molto aspetti sono in antitesi con quelli della piattaforma Rousseau. Siamo in attesa di novità sull'inizio della Terza Repubblica.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 15/05/2018 - 10:07

Il milanese sostiene di essere interessato alle cose e non a chi sarà premier o ministro. Discorso nobilissimo se non fosse per due piccoli, ma significativi particolari: 1) Se non ci sono premier e ministri le cose non si possono fare; 2) A furia di rinviare la decisione sulle cose da fare (e sulle loro soluzioni di cui non si sa se si è parlato o no), qualche elettore potrebbe sentirsi preso in giro.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 15/05/2018 - 10:07

Ora che Salvini ha provato l'inconsistenza dei rivoluzionari del vaffa, sarebbe opportuno che applicasse la loro regola mandandoli a quel paese e la paese e' stanco dei giochetti delle tre carte! Quello che mi fa più rabbia, però, vive nel castello del re a sua insaputa e non ha trovato ancora il coraggio di dare il mandato a chi ha vinto le elezioni stabilendo, in mancanza di fiducia, che a fine estate si vada al voto con una nuova legge elettorale!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 15/05/2018 - 10:13

---salvini si è spinto molto oltre---ma da neutrale dico che deve continuare ora più che mai---deve trovare la quadra coi gialli a tutti i costi---se fallisce --questo fallimento peserà in termini elettorali--fallimento che unito alla riabilitazione del cav --farà in modo che alle urne il rapporto tra farsa italia e lega si ribalti--per una nuova edizione di un governo del nazareno--salvini è consapevole che se passa sto treno--gli toccherà saltare anche il prossimo giro---la macchina da guerra massmediologica del riabilitato è già in moto--

perseveranza

Mar, 15/05/2018 - 10:15

Il Giornale ha ormai assunto un atteggiamento ed una linea decisamente ostile alla Lega così come pure molte dichiarazioni di esponenti di Forza Italia hanno toni che nemmeno da parte del Pd si sarebbero aspettate. Capisco Salvini che vuole comunque mantenere rapporto alleanza con Forza Italia ma comincio a chiedermi se ne vale davvero la pena. Vale il detto "dagli amici mi guardi Dio che ai nemici ci penso io".

tonipier

Mar, 15/05/2018 - 10:16

" ALCUNE VOLTE BERE UN BICCHIERE DI VINO IN PIU'POTREBBE...FARTI BENE" D'altro canto, le investiture e le cariche politiche sono diventate prerogative acquisite sovente con permanenza di esercizio, insuscettibili di ricambio e questo spiega perchè la cristallizzazione delle sfere del vertice, dell'edificio di comando del partito, continua ad esprimersi nella perpetuazione di un sistema di privilegi di tipo feudalistico.

Much63

Mar, 15/05/2018 - 10:24

Della Lega si dice tutto e il contrario di tutto. Se Salvini se ne andava era un irresponsabile, se resta è un pirlotto nelle mani dei 5S. E il Giornale non fa nulla per nascondere questo modo bacato di vedere le cose. Salvini mi sembra invece coerente e onesto nel perseguire il suo scopo, cioè fare di tutto per dare un governo che abbia un programma preciso e condiviso. L'Italia ha urgenze indifferibili e dato che nessuno ha la maggioranza ci si deve giocoforza alleare con qualcuno, quindi se si giungerà ad un accordo bene altrimenti si dovrà tornare a votare.

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Mar, 15/05/2018 - 10:31

Dispiace per quei poveretti al sud che speravano nel generoso sussidio e dispiace pure per il naufragio della flat tax ( o fregn tax come qualcuno ironizza) che avrebbe fatto respirare un poco quelli del nord. Pazienza.

Andrea_Berna

Mar, 15/05/2018 - 10:34

Eh si, che gli ultimi 7 anni di Governo da parte dei "Professionisti" ci hanno portato davvero lontano, vero? Ben vengano i dilettanti a questo punto: possono solo fare meglio.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 15/05/2018 - 10:38

@perseveranza. Tutto a posto stamattina?

adal46

Mar, 15/05/2018 - 10:55

"O' pesce puzza da 'a capa..."; la fragranza sta dilagando senza freni dopo 75 giorni, e ora la nebbia peggiora le cose: laggiù non sono avvezzi a tale clima e il rischio schianto è certo. La faccenda del contratto poi sta assumendo significati ridicoli: la caparra chi la mette? Sprovveduti!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 15/05/2018 - 10:56

Forza Italia, forza Meloni e soprattutto forza Salvini le 5 stelle sono diventate 5 insulsi asteroidi!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 15/05/2018 - 11:01

Provocazione.M5s+Lega contano solo 7 voti di margine al senato, servono quelli della meloni che appoggerebbe un governo a guida leghista.Se la lega riuscisse a far pesare questo e strappare il premier, il governo partirebbe, ci sarebbero subito delle difficoltà, su alcuni punti li sentiremmo bisticciare fino ad arrivare alla classica crisi di governo.E qui entra in scena FI con conseguente mal di pancia del m5s che andrebbe in frantumi tra chi vuole uscirsene per andare all'opposizione indignato e tradito e chi vuole responsabilmente tenere in vita il governo perchè serve al paese e perchè bisogna terminare il lavoro.Ed ecco gli 80 voti che oggi mancano al cdx per governare.Futurismo?

Cosean

Mar, 15/05/2018 - 11:03

Per falco41 Sei sicuro che se Salvini frena.. ha detto pane al pane e vino al vino? O proprio il contrario? Non è riuscito a dire pane al pane e vino al vino. Certo che come falco non sei un gran che.

lavieenrose

Mar, 15/05/2018 - 11:05

ma santo cielo, come si fa a ribaltare la situazione? E' stato salvini a scaricare per primo l'alleanza di centrodestra e il berlusca ne ha preso atto. Non si può mistificare sempre la verità per il proprio tornaconto anche quando si capisce di aver clamorosamente "toppato". Ma cosa pensavano andando nello studio di casaleggio ancor prima delle elezioni? A furia di parlare del berlusca si perde di vista la realtà

flgio

Mar, 15/05/2018 - 11:08

E' la prima volta che i partiti discutono prima sui programmi prima di andare al governo. Questo vuol dire che si stanno occupando dei problemi del paese. Se ciò necessita tempo è giusto che sia così altrimenti vorrebbe dire che i problemi non esistono e che va tutto bene, come le banche. Fino ad oggi i partiti si sono occupati delle poltrone o dei copia incolla inviati dalla UE.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 15/05/2018 - 11:13

Se Di Maio è un grillino autentico e non un infiltrato dell’estrema sinistra, il fatto che segua Grillo dice tutto. Quanto a salFini, per passare dalla scopa al trattore ce ne ha messo… A proposito, la licenza di trattorista l’ha conseguita?

peter46

Mar, 15/05/2018 - 11:26

Anna 17...sembra che non sia proprio così lo 'sperabile'.E forse arriverà proprio il contrario dello 'sperato'.Però la soluzione per salvare almeno la faccia c'è:consigli Salvini di richiamare Tremonti e portarselo al tavolo delle trattative....male che vada l'altro,il 'cosiddetto' "riabilitato" ,se non altro,'schiatterà' dalla rabbia.

Contestatore

Mar, 15/05/2018 - 11:28

Il problema ha radici molto più profonde. Il suffragio universale. Il voto dell'ignorante e dell'incapace che vale tanto quanto quello dell'informato ed intelligente. Undici milioni di voti dati ai 5 Stelle ne sono la prova lampante, anche al netto di quelli che lo hanno dato per esasperazione. Per fare qualsiasi mestiere o professione serve un titolo. Per fare l'elettore no. Qualcuno mi spieghi la logica di questa cosa.

VittorioMar

Mar, 15/05/2018 - 11:41

...MEGLIO RITENERSI "DILETTANTI" CHE...PRESUNTUOSI ED ESPERTI DI POLITICA ...PERDENTE !!...SE COSI' VI PIACE...!!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 15/05/2018 - 11:42

Forse dei dilettanti sarà meglio che tu lo dia a persone con le quali intrattieni rapporti più personali, Francesca Angeli. Salvini è da una vita sulle barricate ed è arrivato a pieno merito a interloquire alla pari con la più alta carica dello Stato. E dei 72 giorni è stato Mattarella coi suoi giochini di incarichi incrociati a perderne 67. Non certo la Lega. CHIARO ?

Contestatore

Mar, 15/05/2018 - 11:47

Non credo che dobbiamo preoccuparci tanto per i due contendenti-aspiranti alleati, quanto per gli 11 milioni di italiani che hanno votato M5S e, fra questi, coloro che il 5 marzo sono andati a cercare il modulo per la richiesta del reddito di cittadinanza. Se il livello del nostro elettorato è questo, siamo a posto....

no_balls

Mar, 15/05/2018 - 12:06

@contestatore. hai ragione da vendere. Il problema e' il suffragio universale. Pero' ti assicuro che un eventuale certificato elettorale legato al q.i o al grado di istruzione ed informazione vedrebbe l'elettorato di forza italia falcidiato al 90%. Rimarrebbero a votare i paperoni. Tutti gli altri a casa, e forza italia al 2%. Ti basta leggere i commenti su questo forum per capire tutto...... non sanno neanche dove stanno di casa.

Contestatore

Mar, 15/05/2018 - 14:13

@no_balls. Non sarei così pessimista. L'elettorato in generale verrebbe sicuramente falcidiato ma credo che il restante ?% sarebbe più che sufficiente per decidere le sorti del paese. Le decisioni vengono prese prima e meglio se a decidere sono in pochi. Giusto per conversare, che ce ne facciamo di 1000 parlamentari se non per dare loro uno stipendio in cambio di nulla o, peggio, di danni? Lo sappiamo che in USA, con quasi 5 volte il numero dei nostri abitanti i parlamentari sono poco più di 500?