Il governo a caccia di soldi: mazzata sulle successioni

Le coperture per recuperare 3,4 miliardi non ci sono E quindi l'esecutivo pensa di colpire le eredità dirette

La voce circola nei palazzi e viene captata dalle newsletter finanziarie e dai siti specializzati: il governo a caccia di risorse potrebbe ritirare fuori un sempreverde delle leggi di stabilità (ora di bilancio): l'inasprimento delle tasse sulla successione. Colpire le rendite, come ci suggeriscono le istituzioni europee e fare cassa, per recuperare parte dei 3,4 miliardi di euro di extradeficit che dobbiamo tagliare e anche per finanziarie le nuove misure per la crescita annunciate a più riprese dal premier Paolo Gentiloni.

Il progetto non è mai tramontato e riposa, insieme a tanti altri, nei cassetti del ministero dell'Economia. Prevede un inasprimento del regime in vigore per le successioni in linea diretta. Oggi c'è l'esenzione per i patrimoni inferiori al milione di euro e l'aliquota al 4% per quelli superiori. Il grosso delle successioni riguarda proprio le eredità genitori/figli ed è su questi che si concentrano le ipotesi di ritocco. La più probabile, già da tempo, è un abbassamento della franchigia a 200mila euro. Che poi è il valore medio di un appartamento. Altre ipotesi circolate negli anni passati prevedevano un ritocco alle aliquote. Comunque misure che finirebbero per colpire la classe media, magari presentate come un giro di vite sulle rendite. Altra argomentazione a sostegno di un inasprimento della tassa, il fatto che quella italiana sia una delle più basse d'Europa.

Tra le tante controindicazioni, quella che la misure sarebbe in netta contraddizione con la cosiddetta «flat tax» a 100 mila euro per i ricchi, con la quale il governo cerca di attrarre in Italia supermanager, magari quelli in fuga da Londra dopo la Brexit. Uno degli argomenti a favore di un trasferimento nel Belpaese è proprio quello di un fisco molto favorevole alle eredità. Uno dei pochi primati da spendere in termini di competitività. Politicamente è un argomento indigesto. Silvio Berlusconi, che da premier l'aveva abolita, ha detto che nel suo programma elettorale ci sarà di nuovo la cancellazione della tassa, ingiusta perché la ricchezza è già tassata.

Il progetto non piacerà di certo a Matteo Renzi. Una maggioranza di centrosinistra che reintroduce una delle tasse più odiate dagli italiani non è un buon viatico per il voto, anche se potrebbe servire a recuperare la sinistra, sia quella interna sia quella uscita per fondare Mdp, che continua a chiedere una patrimoniale.

Per il momento la cosa più concreta della manovra, sono gli aumenti delle accise e le misure per il terremoto. Allo studio quattro possibili interventi, ha spiegato ieri il sottosegretario al Mef con delega al Terremoto Paola De Micheli: la riduzione di Irpef, quella dell'Irap, il taglio delle tasse sugli immobili e le decontribuzioni sui lavoratori.

Ieri il premier Gentiloni ha ribadito che il governo sta lavorando per «sostenere la crescita e contrastare le conseguenze sociali della crisi», ancora tutte presenti. Ufficialmente la linea è: niente nuove tasse. Ma tutto dipende da chi prevarrà tra le ragioni di Bruxelles e i timori, tutti politici, di Renzi.

Commenti

Luisigno

Dom, 02/04/2017 - 09:16

Se nel passato e con politiche sicuramente migliori eravamo riusciti con sacrificio a comprarci dei beni cercando di preparare un futuro migliore per i figli oggi se ne vanno in tasse ,il presente e futuro pare non sia più impostato sul lavoro ma tassare ,importare nuova delinquenza come se la nostra non ci bastava ecc.......

giovanni951

Dom, 02/04/2017 - 20:22

dovremmo fare come in Paraguay ma ogni giorno c'é una partita

corto lirazza

Dom, 02/04/2017 - 21:34

"rimodulazione" del catasto e delle successioni, guarda caso dobbiamo mantenere 2000 negti in più ogni giorno! Speriamo di rimodulare presto anche questo governo di deficienti!

LostileFurio

Dom, 02/04/2017 - 21:52

Se la tirano dietro....

RAGE4EVER

Dom, 02/04/2017 - 22:41

L'importante è mantenere la feccia che arriva da mezzo mondo. Amen

gattofilo

Dom, 02/04/2017 - 22:53

Come si chiama chi approfitta di persone in un momento di perdita e disgrazia: un vile sciacallo, come questo stato.

Divoll

Dom, 02/04/2017 - 23:03

Ormai tassano e ritassano anche quel che e' stato tassato in precedenza. Tra poco troveranno anche il modo di tassare l'aria, un tot al metro cubo. C'e' qualche differenza con la mafia?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 02/04/2017 - 23:10

Se intaccassero i proventi dello spaccio di droga si risanerebbe il buco di bilancio in un battibaleno ... ma si sa cane non morde cane.

Ritratto di pippo48

pippo48

Lun, 03/04/2017 - 00:08

Ha proprio ragione Putin. Ciò che ha detto durante una Assemblea del Parlamento Europeo del 27-02-17, esprimendo il suo pensiero in merito all'incapacità dei Governanti Italiani i quali hanno portato alla bancarotta ed al disastro economico il Paese in quanto incapaci di prendere giuste decisioni. Anzi pensando solo a tutelare i loro privilegi, fregandosene spudoratamente del popolo Italiano (leggete articolo pubblicato su "Corriere della Notte") fa accapponare la pelle la schiettezza e la forza di Putin.

sibieski

Lun, 03/04/2017 - 01:46

L'Italia è chiusa per ladri e questi cercano di attrarre i ricchi stranieri? bah!

seccatissimo

Lun, 03/04/2017 - 02:32

La stupidità, la inettitudine, l'ignoranza dei nostri governi sono senza limiti ! Non sanno che uno dei principi basilari dell'economia reale è "i soldi richiamano soldi", ossia gli investimanti si fanno solo dove si può prevedere di guadagnare e gli imprenditori si attivano solo dove e quando possono guadagnare e non dove, come in Italia, si fanno solo perdite o guadagni striminziti dopo aver lottato contro uno Stato deficiente che sembra abbia l'unico scopo di mettere i bastoni tra le ruote di chi vuole lavorare in pace e con serenità !

swiller

Lun, 03/04/2017 - 06:28

Ladri delinquenti farabutti criminali.

antonmessina

Lun, 03/04/2017 - 07:23

praticamente esproprio delle proprieta degli italiani comprate a fatica a favore di invasori che giornalmente andiamo a prendere . governo di criminali

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Lun, 03/04/2017 - 07:35

una banda di sanguisughe pazze: ad una tassa deve corrispondere o un servizio od uno scopo sociale. Visto che un servizio pubblico ad un morto non riuscirebbe ad inventarlo nemmeno un magistrato italiano a cui la fantasia non manca di certo, come si possono tassare dei denari o dei patrimoni frutto del lavoro e quindi già tassati all'origine? La tassa è anticostituzionale ed anti-etica già ora, andrebbe eliminata

portuense

Lun, 03/04/2017 - 07:54

tasse ed ancora tasse, cambia il direttore d'orchestra ma la musica è sempre la stessa. tasse ed assistenza, mai una cosa seria, PAGARE TUTTI PER PAGARE MENO, abbassare le tasse per rilanciare il lavoro e STANGARE chi li evade, ELIMINARE gli sprechi, DIMEZZARE il numero dei politici, BASTA finanziamenti ad associazioni partitiche, sindacati, giornali che nessuno legge, ABBASSARE L'IVA e controlli seri e stangare chi evade. etc......

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 03/04/2017 - 08:21

La triste realtà è sotto gli occhi di tutti. Siamo prede ed ostaggio di una classe politica composta, in massima parte, da volgari banditi di strada, spietati, cinici, senza scrupoli, senza anima, senza coscienza, senza criterio, senza capacità alcuna. Uomini vuoti, li chiamerebbe Eliot. Esisterà mai un inferno abbastanza capiente da accoglierli tutti? In caso affermativo, rinchiudeteli immediatamente, e buttate via la chiave..

Duka

Lun, 03/04/2017 - 08:26

Il governo è in bolletta ma non toglie nemmeno un centesimo dalla busta paga degli "onorevoli" . La verità che siamo nelle mani di una folta banda di truffatori-

guido.blarzino

Lun, 03/04/2017 - 09:20

Fantastico concetto sinistro, per agevolare la ripresa si pensa a tassare !!!! E parliamo soltanto di tasse per l'extradeficit reclamato dalla UE di € 3,4 mld di € . Vedremo quando si tratterà di recuperare i 23 mld del 2016 e quelli in corso nel 2017 perché non si taglia mai la spesa della casta, della PA e della riorganizzazione razionale degli inutili enti pubblici che ostacolano la produzione.

apostrofo

Lun, 03/04/2017 - 09:26

Italia: destinazione miseria. Inarrestabile. Ce lo confermano ogni giorno

Lugar

Lun, 03/04/2017 - 09:55

L'Europa è una accozzaglia di stati pronti a cannibalizzare gli stati più deboli per eliminare i concorrenti. Fino a quando non ci sarà un federazione di stati è estremamente pericoloso alzare le tasse, ed è altrettanto pericoloso assumere un comportamento accomodante perchè si rischia di restare per sotto schiaffo a tempo indeterminato. Per il debito pubblico che è la nostra pietra al collo tutte le iniziative in cantiere sono già fallite, l'unica alternativa è vendere di tutto il più possibile.

nonnoaldo

Lun, 03/04/2017 - 10:18

Ribadisco, come già scritto, che basterebbe risparmiare l'1% della spesa dello stato (800 miliardi) per recuperarne otto. Dimostrazione dell'incapacità e del farisaismo della sinistra. sanno solo mettere tasse e imposte, cosa che anche la mia cof saprebbe fare.

RGM

Lun, 03/04/2017 - 10:32

Sulle tasse di successione Luigi Einaudi insegnava la loro funzione etico-sociale. Esse dovrebbero servire a porre le nuove generazioni su un maggior piano di parità all'inizio della loro vita lavorativa. Per cui nacquero immobiliari e finanziarie familiari per aggirare l'ostacolo. Oggi si deve tutto allo stato da chi non ha difesa. A uno stato vorace ed incapace.

unosolo

Lun, 03/04/2017 - 11:36

invece di pensare alle successioni pensasse ai soldi che escono senza controllo o con falsi passaggi come consulenze per certi personaggi o appalti sempre sui stessi personaggi nelle varie regioni , comuni e province che ancora succhiano soldi nostri ,., un giro di miliardi che da anni escono impunemente e finiscono in tasche di tanti personaggi che non figurano certamente in quanto usano le presine per non scottarsi ,..

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 03/04/2017 - 14:52

Caro Gentiloni, ho trascorso la mia vita fuori da questo paese e quando sono rientrato, avevo pensato di mettermi in politica. Ci ho provato ma ho visto, che ci sono TROPPI PROF. Politicanti ed è per questo che siamo nella "M" fino al collo. Posso solo dirti che, per capire chi sono gli Italiani e quanto valgono di uscire dai confini per qualche tempo e IMPARERAI molte. ma molte cose sui tuoi connazionali, che ti daranno la carica di come governare.

unosolo

Lun, 03/04/2017 - 17:47

i sacrifici dei nostri avi e i nostri che finiscono ancora verso uno Stato incapace e ladro , non ferma lo spreco istituzionale e politico ma prende i soldi da chi ha versato contributi che hanno reso ricco i popolo politico-istituzionale con tanti bei diritti ormai acquisiti e tutti creati dai nostri avi e da noi stessi , soldi serviti solo ad ingrassare ingranaggi sbagliati quelli dei politici tutti , vitalizi e pensioni d'oro non si toccano ma le nostre proprietà si , ladri ?