Governo nelle mani delle lobby tra ricatti, dossier e segreti

Nelle carte la faida interna all'esecutivo e il "quartierino" legato a Padoan e De Vincenti. Il giallo del fascicolo contro Delrio, che nega: "Mai ricevuto pressioni" e presenta un esposto

Comitati di interesse e «quartierini», combriccole e gruppi di potere. Le divisioni dem nell'esecutivo emergono dalle liti intercettate tra l'ex ministro Federica Guidi e il suo compagno Gianluca Gemelli. È l'House of cards del Pd, una teoria di schermaglie che sembra contrapporre gli uomini di Renzi alla «vecchia guardia» che fa riferimento a Pier Luigi Bersani e Massimo D'Alema.

Secondo la procura il «quartierino» avrebbe visto proprio Gemelli in un ruolo di primo piano, per «curare gli interessi» di un «gruppo dedito e deciso» a «manovrare decisioni e procedure di singoli funzionari e istituzioni pubbliche varie», per «piegarne l'esercizio del potere a proprio esclusivo e personale interesse». In realtà Gemelli sembra solo far riferimento al «gruppo», che potrebbe contare, stando alle esternazioni della Guidi, su nomi di primo piano del governo come il titolare del Mef, Pier Carlo Padoan, o come Claudio De Vincenti, ora sottosegretario alla presidenza del Consiglio dopo essere stato al Mise con Monti, Letta e Renzi.

I due nomi li fa la Guidi, furiosa dopo aver scoperto che De Vincenti era andato al suo posto a una riunione tra Mise e Mef che si era tenuta nonostante lei, il ministro, non fosse disponibile e avesse chiesto di rimandarla. Di fronte allo sfogo della fidanzata che minacciava di togliere le deleghe a De Vincenti che, spiegava, «è amico di quel tuo clan lì», Gemelli diceva di non aver nulla a che dividere col sottosegretario. Ma la Guidi insisteva: «No, non ha niente a che dividere, ma te e la fida amica Finocchiaro (Anna, la senatrice dem, ndr), Paolo Quinto (ex collaboratore della Finocchiaro e membro dell'assemblea nazionale Pd, ndr), siccome lo portano tutti in palmo di mano, sai che tutte le cose che racconti a loro, magari lui le sapeva già». E nella stessa conversazione, ancora la Guidi mette in guardia il compagno dallo stesso Quinto («Fai la tara anche a quello che ti dice lui, Gianluca (...) tanto voglio dire, cioè se tirano giù me tirano giù te», prima di concludere nominando anche Padoan tra i nomi infilati nel governo Renzi da «quel quartierino lì». Anche se il premier prova ad allontanare ombre e sospetti: «È una barzelletta che noi siamo il governo delle lobby».

Un dietro le quinte della politica che per gli investigatori mostra le dinamiche che si muovono «dietro talune decisioni (...) sia a livello ministeriale (e financo di governo)» per «specifici interessi di parte». E di «squadra» parla spesso anche Valter Pastena, il burocrate del Mef (indagato per il filone siciliano) che grazie ai buoni uffici di Gemelli conquista una «stanza» da consulente al Mise, «non certo per rendere un servizio all'istituzione a costo zero bensì per assicurarsi futuri risvolti». Valterone incontra anche importanti ufficiali dell'Arma, comunicando a Gemelli che è «conosciuto ma totalmente libero», ossia «non attenzionato».

Al compagno della Guidi parla poi del dossier, «regalo dei carabinieri», contro il ministro renziano dei Trasporti Graziano Delrio: «Usciranno le foto con i mafiosi (...) quelli della 'ndrangheta». Ma Delrio ha spiegato di non aver «mai ricevuto pressioni o ricatti» e ha presentato un esposto.

Sempre da una lite salta fuori la cena di finanziamento di Italianieuropei del 17 giugno 2015, alla quale Gemelli e il padre del ministro, Guidalberto, volevano che la Guidi partecipasse. Lei, il giorno dopo, si sfoga: «Io non ho un uomo a cui appoggiarmi (...) Non ho uno che mi dice Bah, forse andare da D'Alema, bah... può darsi che in effetti non sia più opportuno. Tu non leggi i giornali, e non guardi i tg, vai a vedere cosa è uscito fuori sulla cena di D'Alema di ieri sera, vallo a vedere».

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Ven, 08/04/2016 - 09:13

MA VA ?? MA SCUSATE, VOI CHE DI PROFESSIONE FATE I GIORNALISTI SEMPRE IN CERCA DELLA VERITA'.... MA CHI HA MESSO AL POTERE PINOCCHIO SECONDO VOI ?? BABBO NATALE O LA FATA TURCHINA O QUEI PORCI ?????

Gasparesesto

Ven, 08/04/2016 - 09:44

La combriccola dei Palazzinari nel Palazzo , l’unico che non sa e che non la vede sembra essere l’Uomo del Colle difeso dal Perry Mason del Corriere Massimo Franco . . ma che in verità ha sempre sostenuto gli interessi e come sempre ha sempre fatto da scudo quale portavoce “ ombra “ alle marachelle di Matteo Renzi !

glasnost

Ven, 08/04/2016 - 09:51

Chissà quali intrighi e ruberie potrebbe scoprire in questi affari, una magistratura imparziale? Mi sa però che gli Italiani non lo sapranno mai.....e tutto finirà così, come è sempre avvenuto.

tonipier

Ven, 08/04/2016 - 10:10

"LA PRIMA MAFIA?" Per le distorsioni impressele dai partiti, la democrazia si è rilevata come il più grande bleuff consumato in danno del popolo italiano, autentica truffa sociale, condizione intensivo della buona fede e degli averi del popolo.

Efesto

Ven, 08/04/2016 - 10:19

Leggo questa frase dei procuratori "piegarne l'esercizio del potere a proprio esclusivo e personale interesse" riferita alle decisioni del Governo. La valutazione di queste decisioni è solo del Parlamento e è in questa sede che va posta la valutazione e l'indagine. Così come è stata posta conferma l'assunzione di competenza di un magistrato e per tanto costituisce un gravissimo vulnus della democrazia. La procura di Potenza dovrebbe riportare tutto quanto attiene alle scelte del Governo in parlamento dichiarando la propria incompetenza. Caso mai procedere sulle forma di assegnazione delle fasi operative del programma: ma il programma è e resta una decisione politica ed in quanto tale di esclusiva competenza del Parlamento. Se si viene a perseguire questa strada troveremmo quanto prima un novello Robespierre a capo di una congrega di Giacobini. 5 stelle hai udito bene?

Ritratto di mambo

mambo

Ven, 08/04/2016 - 10:23

Ma c'era qualcuno che aveva dei dubbi in merito? Diciamo piuttosto che non ne hanno fatto un mistero, tanto era evidente la cosa.

vince50_19

Ven, 08/04/2016 - 10:48

Andiamo ragazzi: lo ha perfino "intuito" uno come Di Battista, anche la Camusso ha ricordato (10/2014) quanto disse Marchionne che per me appartiene a qualche élite particolare, ovvero che Renzi è stato messo lì non certo dal popolo italiano.. Gentilmente, se volete, fate una seria indagine in tal senso, portate in superficie il marciume che c'è in casa nostra, sempre più preponderante e chi lo "sponsorizza". Ci vuole soprattutto rispetto per il popolo italiano TUTTO, altro che fare promesse simili quasi sempre ad aria fritta da parte del noto logorroico. Adesso è "isso" sotto i "riflettori", non serve adoperare schemi secondari così cari a certa sinistra. Vi leggerò con la dovuta attenzione. Grazie

cameo44

Ven, 08/04/2016 - 10:52

Il Governo in mano delle Lobby magari il governo è in mano a dilettan ti allo sbaraglio un Presidente del Consiglio mai votato da nessuno sa solo fare proclami e promesse un Ministro degli interni senza dignità ed incapace ha consegnato il paese alla criminalità e agli immigrati un Ministro della Difesa e degli Esteri incapaci di risolvere l'annoso problema dei Marò il Ministro della Sanità incapace tantè che abbiamo una sanita in pieno caos tutti gli altri basta vedere in che stato tro vasi il Paese smendendo i trionfalismi di Renzi e soci abbiamo solo scandali e sprechi alla faccia delle vantate riforme

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 08/04/2016 - 10:54

Per chi avesse ancora dubbi in proposito giova ricordare che l'irresistibile ascesa di Renzi fu, in primis, sponsorizzata in terra di Germania dalla kanzlerin. Che, dopo attento esame, giudicò il giovanotto svelto di lingua e fedele quanto bastava per condurre a buon fine...la soluzione finale del problema Italia. Analogamente a quanto era accaduto per un altro Merkel-boy: Tsipras. Da qui alla calda raccomandazione per il vegliardo del Colle la strada per lui fu tutta in discesa.

timba

Ven, 08/04/2016 - 11:31

Efesto. Potresti anche avere ragione. Peccato che questo Governo se ne frega del Parlamento. Decide, poi pone la fiducia e belle che fatto. Ormai il Parlamento mette solo più l'ultimo bollino. Quindi cosa sta succedendo è solo ed esclusiva farina del sacco del Governo, inclusa tutta questa schifezza che sta venendo fuori. Per il resto. La Guidi è soddisfatta perchè si ritiene "parte lesa". Parte lesa??? "se vado giù io vai giù tu", "mi ha fatto fare cose raccapriccianti", etc.. ed è parte lesa?? Una ministra che ha fatto Cose Raccapriccianti si definisce parte lesa?? Ma tutti i moralisti ed i giudici anti Cav in servizio permanente effettivo... dove sono finiti? Cose raccapriccianti... lo dice una ministra. Ecco la superiorità morale della sx..

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 08/04/2016 - 11:42

Il Governo in mano alle Lobby, sai che novità a me pare che la stessa Repubblica sia nata e cresciuta in mano alle Lobby.L'Italia, a mio parere, è solo una località geografica perchè manca completamente il senso d'apparteneza e di unità Nazionale. Si parla "Italiano" ma nemmeno questo è la lingua ufficiale dello Stato, perchè non esiste. Tutto questo malcostume non avviene per caso ma è avallato dai Cittadini convinti di potersi esprimere democraticamente.

pbellofi

Ven, 08/04/2016 - 11:50

Una bolla di sapone....

Libertà75

Ven, 08/04/2016 - 12:04

si lamentavano del conflitto di interessi di Berlusconi perché dovevano portare avanti gli interessi delle lobby che li finanziavano... chi pensa che il PD sia un partito più pulito degli altri alzi la mano

Una-mattina-mi-...

Ven, 08/04/2016 - 12:32

IL VOTO POPOLARE DA TEMPO E' SOLO PROFORMA, ed include elezioni politiche e referendum. CHI VIENE VOTATO NON HA VINCOLI programmatici DI ALCUN TIPO, nessuna conseguenza è prevista se dichiara una cosa e poi attua il contrario.Di fatto perfino il senso comune delle cose è diventato reazionario, ed è sacrificato sull'altare di loschi intrighi, quegli stessi che dettano agende, nomi, tempi , modi e luoghi.

unosolo

Ven, 08/04/2016 - 14:11

conflitto di interessi si ma sanno nasconderlo bene ? se un governo di dx avesse fatto questi due ultimi casini cosa sarebbe successo ? domandiamoci questo , come si comportava la Magistratura ? erano quasi tutti in galera per non intorbidire le trivelle,.