Grillo maestro di piroette si rimangia la proposta M5s

Nel 2013 sosteneva lo ius soli, ora invece lo rinnega. Ci ha messo quattro anni a capire che era un errore

Le idee politiche di Beppe Grillo cambiano in base al vento elettorale. Dopo il flop alle recenti elezioni amministrative, il leader pentastellato ieri ha emesso la sentenza sullo ius soli.

«Trattasi non di legge, ma di pastrocchio invotabile. È vergognoso tenere il Parlamento in stallo per discutere di provvedimenti senza capo né coda, mentre non si fa nulla per dare una mano alle famiglie italiane che si trovano in grande difficoltà economica», ha chiosato Grillo sul proprio blog. Il motto è cambiato e ora sembra uno slogan di CasaPound: «Prima gli italiani».

Il motivo ufficiale lo ha spiegato ancora il leader pentastellato: «Secondo l'Istat sono l'11,9% del totale, ovvero 7 milioni e 209mila persone che nel 2016 si sono trovate nelle condizioni di grave deprivazione materiale. Il Movimento 5 Stelle non si fa le pippe pensando alle alleanze, alle cadreghe, alle lobby o alle cooperative. Pensiamo ai problemi delle persone, se chi governa facesse altrettanto oggi non saremmo qui». Insomma, l'ordine del giorno è quello di insabbiare l'ultima débâcle elettorale, mettere un freno all'emorragia di voti e alzare un muro contro la battaglia del Pd. Per fare questo, Parigi val bene una messa. E va bene anche cambiare idea dimenticando le idee e le azioni del passato. Basti ricordare ciò che Grillo vergò nero su bianco sul numero della rivista Internazionale il 10 novembre 2004 dal titolo «L'impronta dell'invasore».

«Con una percentuale di stranieri molto più bassa di quella svizzera (due su dieci) o tedesca (uno su dieci), in Italia (uno straniero ogni trenta italiani) il governo, alcuni politici e alcuni mezzi di comunicazione stanno fomentando una psicosi da paese invaso», scriveva l'allora comico genovese. Un articolo intriso di buonismo che sembrava scritto dalla Boldrini. A quel tempo, c'era Silvio Berlusconi al governo e, ça va sans dire, ogni occasione era buona per sfoderare un attacco dal palco del suo spettacolo. «Ma chi sono davvero gli invasori? Perché il governo italiano parla solo delle impronte digitali degli extracomunitari e non parla mai delle impronte ecologiche degli italiani?», continuava Grillo. Che infine invitava ad aprire le porte e i confini: «Dopo cinquecento anni il pendolo delle migrazioni inverte il suo corso e l'Europa diventa stazione di arrivo invece che stazione di partenza. Dovremmo solo ringraziare il cielo che anche i migranti sembrano aver perso come noi la memoria della storia: invece di venire a regolare i conti di secoli di rapine, vengono in Europa per lavorare e pagano le nostre pensioni al posto dei figli che non facciamo. Eppure c'è chi riesce lo stesso a odiarli».

Ma c'è anche un'altra piroetta che è passata in sordina, subito silenziata. Nel maggio 2013, Grillo sembrava cedere a un sottile spiraglio: «La legge può naturalmente essere cambiata, ma solo attraverso un referendum nel quale si spiegano gli effetti di uno ius soli dalla nascita». Di Battista gli rispose a muso duro: «Io sono per lo ius soli. Lui non è un parlamentare. È più italiano il figlio di immigrati nato e cresciuto in Italia piuttosto che un argentino, nipote di italiani, che l'Italia non l'ha mai vista». Un mese dopo, il M5s depositò alla Camera un Ddl quasi speculare a quello su cui si discute in questi giorni. Primo firmatario era il deputato Giorgio Sorial, bresciano d'origine egiziana. E tra gli altri promotori c'erano nomi di spicco come Di Battista, Di Maio e Fico. Cosa prevedeva il testo? Concedere una sorta di ius soli temperato, cambiando l'attuale normativa per semplificare l'iter per la concessione della cittadinanza italiana ai figli di immigrati residenti sul territorio italiano sin dalla giovane età. Il Ddl era stato calendarizzato per la votazione sul blog pentastellato, ma poi non se ne seppe più nulla e la rete e gli iscritti non vennero interpellati. Tutto insabbiato. Al motto dell'uno vale uno, succede sempre così: a sedare i dissensi interni e a emettere sentenza definitiva arriva sempre l'unico uno che vale uno: Grillo.

Commenti
Ritratto di makko55

makko55

Dom, 18/06/2017 - 13:34

Come giustificherà questo cambio di posizione a tutti i komunisti travestiti che tiene in grembo ???

Cheyenne

Dom, 18/06/2017 - 13:35

STAVOLTA HA FATTO LA PIROETTA GIUSTA SE NON CABIA PARERE DI NUOVO

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ..WannaCry...

..WannaCry...

Dom, 18/06/2017 - 13:35

le solite MENZOGNE contro Beppe Grillo, se ci sono RESPONSABILI DEL DISASTRO ITALIA bisogna guardare altrove, all'associazione dei COMPARI DI MERENDE INCAPACI E CORROTTI pdpdl che HANNO SVENDUTO SPOLPATO DISTRUTTO IL PAESE

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 18/06/2017 - 13:36

Alla continua ricerca di raccattar consensi. Una volta avuti, se li avrà, tornerà docile dal suo sponsor dal cognome palindromo.

venco

Dom, 18/06/2017 - 13:37

Ma i profughi si accolgono perché poi tornino a casa loro, non per tenerli qua in eterno. Se si tengono qua e si fanno cittadini non sono profughi.

rossini

Dom, 18/06/2017 - 13:38

L'importante è che Grillo oggi lo abbia capito e che si schieri con il suo partito contro lo ius soli e contro l'invasione da parte dei migranti. Se lo farà, vincerà a mani basse le prossime elezioni. La gente è stanca di pagare per far venire a stare a casa nostra parassiti che mangiano e bevono a spese nostre. Gli italiani prima di tutti!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 18/06/2017 - 13:39

"tutto sommato",meglio così!!Se votassero con PD e soci, in favore di questa "cavolata solenne",saremmo fritti!!!!!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 18/06/2017 - 13:42

Ha impiegato solo 4 anni a capirlo? Un genio. Pensate che i comunisti, in genere, impiegano decenni. Per esempio, hanno impiegato 70 anni a capire che la rivoluzione d'ottobre del '17 era stata un errore madornale. Dopo aver trucidato lo zar e la sua famiglia, ed eliminato milioni di oppositori (le valutazioni vanno da 30 a 50 milioni di vittime) ed aver sconvolto l'economia e la società russa, hanno capito di aver sbagliato tutto. Così hanno abbattuto un muro a Berlino e, dopo aver combattuto il capitalismo, hanno ricominciato a costruire la Russia con sistemi capitalisti. Tanto è vero che oggi, alcuni dei più ricchi del mondo sono russi (o cinesi). Tanto valeva lasciare le cose come stavano e tenersi lo Zar. Sì, hanno i riflessi lenti.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 18/06/2017 - 13:45

La corte dei miracoli del comico genovese mi pare il gioco del "passaparola" tra sordi e muti: Grillo dice melo, Fico capisce pero, "Dibba" prosegue con cero, Di Maio afferma velo, Toninelli guaita nero, Bonafede sbraita telo... Se chiedete loro un'opinione sullo "jussoli", ogni parlamentare cinque-stalle vi affermerà qualcosa d'altro: si mettessero d'accordo almeno tra loro, poi potrebbero sparare tutte le minkiate che vogliono!

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 18/06/2017 - 13:46

Grillo si sa..non ha una linea II pensiero. senza neanche Casaleggio segue i suoi umori li tramuta in frasi ed invettive. e con queste fa la sua politica. per questo non ha senso ci siano suoi eletti in parlamento. grillo può essere rappresentato solo da se stesso.. grillo è uno solo basta e avanza.

Royfree

Dom, 18/06/2017 - 13:47

Il nuovo cittadino Italiano? Madre Nigeriana prostituta con padre spacciatore e delinquente. Una vera risorsa atta a dare prestigio ad un occidente in decadenza governata da feccia incapace.

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

vince50

Dom, 18/06/2017 - 14:06

Non si può incolpare ne Grillo ne nessun'altro politico,incolpiamo noi stessi per non avere la facoltà di capire.

Fossil

Dom, 18/06/2017 - 14:07

L'unica cosa che ha capito è che deve allearsi con qualcuno per andare avanti...GRULLO è e grullini resta.

Ritratto di Zohan

Zohan

Dom, 18/06/2017 - 14:08

Se si tratta di profughi che scappano da situazioni di guerra...una volta che la guerra è finita devono tornare al loro paese...quindi a che serve chiamarli italiani o far diventare italiani i loro figli che poi una volta tornati a casa loro saranno stranieri a loro volta? Mi sono perso qualche puntata? Non ci capisco piu' una mazza

bernaisi

Dom, 18/06/2017 - 14:22

ma il proverbio dice : meglio tardi che mai

bernaisi

Dom, 18/06/2017 - 14:25

ma quali guerre ? in Africa secondo voi ci sono le guerre ? ci sono solo un sacco di animali che non hanno voglia di fare niente

titina

Dom, 18/06/2017 - 14:29

cambia idea secondo le lamentele degli italiani per avere i loro voti. Più che grillo è camaleonte.

OttavioM.

Dom, 18/06/2017 - 14:46

Grillo è sempre stato contro lo ius SOLA e pure contro l'abolizione del reato di clandestinità,magari dentro il suo partito c'è qualche estremista di sinistra,ma l'importante è che Grillo abbia finalmente messo i puntini sulle i.E cmq se nel lontano 2004,cioè in un altra epoca storica,scriveva che gli immigrati erano di meno degli altri paesi,allora era vero,infatti poi è arrivata la sinistra al potere nel 2006 e ci ha fatto aumentare l'immigrazione e di nuovo dal 2011 cioè da quando è caduto il governo Berlusconi.Adesso le cose sono diverse.Oggi il governo ci ha traghettato altri 3000 migranti,parlare di ius soli è una follia.

manfredog

Dom, 18/06/2017 - 14:50

..forse ha capito che con i..'pius assoli'..non va da nessuna parte..!!..mah.. mg.

coccolino

Dom, 18/06/2017 - 14:54

"Ci ha messo quattro anni a capire che si trattava di un errore"...comunque, meglio tardi che mai.....

Romolo48

Dom, 18/06/2017 - 14:58

@ ..WannaCry... che lei se la prenda con chi ha lasciato l'Italia in queste condizioni ci sta, ma dubito fortemente che Grillo sia la soluzione. Questione di opinioni e di sensazioni!!

Nick2

Dom, 18/06/2017 - 15:01

"Ci ha messo 4 anni a capire che era in errore" Caro Domenico Ferrara, che fosse in errore prima non è una certezza, un dato oggettivo, come lei vuol far credere. Ognuno ha la sua visione della realtà e la sua opinione che, lo dice il termine è opinabile. Certo è che, se voi de Il Giornale e di Libero (una faza, una raza), per dimostrare la correttezza della vostra posizione anti ius soli mentite spudoratamente sul contenuto della legge in discussione, significa che non siete proprio convinti di aver ragione...

igiulp

Dom, 18/06/2017 - 15:01

Ricordiamoci che l'originale è sempre e solo uno: Matteo Salvini. Tutto il resto è solo una raffazzonata copiatura, da qualsiasi parte provenga.

antonio54

Dom, 18/06/2017 - 15:02

In questo momento storico, dove la gente è incazzatissima, andare a favore dello ius soli, significa perdere tanti ma tanti voti. I grillini hanno annusato l'aria, e adesso fanno finta di invertire la rotta, ma il loro ceppo rimane sempre quello di sinistra, hanno poco da camuffarsi...

bobots1

Dom, 18/06/2017 - 15:08

Non voterò Grillo e i suoi perchè ora come ora sono dei pivelli ipocritici e pure ignorantelli (un po' troppo) ma stavolta sono contento che abbiano fatto questa giravolta. Un' ultima speranza per sconfiggere i criminali di sinistra su questo tema. Ora speriamo nei centristi. Se quest'ultimi ci pugnalano alle spalle ce ne ricorderemo.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 18/06/2017 - 15:11

Ogni volta che lo vedo (Grillo) mi viene in mente quel romanzo di Collodi: Le avventure di Pinocchio. La storia di un burattino e il grillo che gli parla e, strana analogia, gli allocchi che l'ascoltano.

FabrizioP

Dom, 18/06/2017 - 15:47

...WANNACRY scusa tanto, capisco i vostri problemi intellettivi e culturali...ma ora ci devi spiegare dove sono LE MENZOGNE???

m.nanni

Dom, 18/06/2017 - 16:14

a me non importa perchè l'ha detta, se per raccattare consensi o per fare dispetti; è interessante che abbia preso una posizione nettamente contraria all'iniziativa del governo e che fra tutti i leader abbia sentenziato con saggezza. con la cittadinanza italiana otterrebbero anche quella europea e allora non si possono fare concessioni che non implichi una concertazione tra gli stati membri della UE. ma anche tempo addietro aveva detto che gli irregolari vanno rispediti a casa loro. quindi non capisco l'irrisione de Il Giornale contro Grillo. benvenuto tra di noi, Beppe. Forza Salvini.

Divoll

Dom, 18/06/2017 - 16:27

Ho scoperto da poco che il CORANO PROIBISCE ai musulmani di vivere in territori non-musulmani. Cosa ci vengono a fare qui i musulmani (i non-profughi, che sono il 94%), allora? A mio avviso, la risposta e' una sola, benche' duplice: a) per approfittare del nostro welfare e (b) per islamizzare l'Europa. Ecco perche' resistere sia a questa invasione, sia a chi la promuove (elite globaliste e loro servi politici) e' oggi il dovere N.1 di ogni europeo. Perche' costoro stanno programmando il nostro genocidio.

INGVDI

Dom, 18/06/2017 - 16:31

I grillini sono da sempre favorevoli allo ius soli e all'invasione con il piano Kalergi, sono per un nuovo ordine mondiale a servizio della nuova massoneria. Hanno le sesse idee del PD che combattono solo per questione di potere. Le giravolte di Grillo non sorprendono, funzionali al recupero di qualche voto.

Griscenko

Dom, 18/06/2017 - 16:37

Wanna Cry Ha ragione a sostenere che Grillo non è responsabile del disastro dell'Italia. I responsabili sono la massa - canaglia che affronta i problemi dal punto di vista dei diritti umani di poverini - poveretti. Delinquenti, buoni a niente, imbroglioni, spacciatori, prostitute, parassiti sociali sfruttano la dabbenaggine della massa - canaglia per prosperare. Purtroppo anche Grillo e il M5S fa parte di questa massa - canaglia.

Paolo Fanfani

Dom, 18/06/2017 - 16:44

Tutti gli uomini politici cercano di conquistare il Governo; pochi in buona fede (Giuseppe Giusti nell'800 diceva "tutto si risolve a parer mio, levati di costì che ci voglio venir io"). Ma il vero marciume nasce sempre dopo le elezioni allorquando si comincia quasi subito ad abbatterlo. Una delle migliori e tragiche battute coniate al caso Renzi, è certamente la seguente: "Cerasi Leader da mandare a casa" e ce l'hanno fatta intorno ad una legge costituzionale obbiettivamente utile.

Alessandro.84

Dom, 18/06/2017 - 17:58

L'importante è che sia fermo su questa posizione.

Ritratto di CADAQUES

Anonimo (non verificato)

gbuzziferraris

Dom, 18/06/2017 - 20:00

Per fortuna Grillo ha cambiato idea.Nel 2004 la situazione in Italia e in Europa era molto diversa e pur essendo di opinione contraria alle sue idee a quel tempo,il problema immigrati era molto meno drammatico paragonato ad ora.Fermare gli immigrati e rimandare indietro i falsi profughi(circa il 94%)dovrebbe essere la parola d'ordine di tutti gli Italiani che vogliono difendere la nostra Civilta',la nostra Storia,la nostra Cultura ed anche la nostra Etnia.

dakia

Dom, 18/06/2017 - 20:00

Ma fusse cà fusse la vorta bbona puro pé sto cantastorie, che si ricordi i ritornelli quando canta o qui come si dice in volgare va tutto a....

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 18/06/2017 - 20:05

il dramma degli italiani che rifiutano i partiti tradizionali responsabili di 20 anni di immobilismo è che il posto di outsider è stato occupato da queste nullità. bravi a picconare e a mettere in evidenza le assurdità del sistema italia, ma assolutamente inadeguati quando si tratta di costruire qualcosa di concreto.