Movimento 5 Stelle, dure le reazioni dopo il "no" dell'Alde

Da Salvini al Pd, accuse all'ex comico dopo il gran rifiuto del gruppo in Ue

Non ha funzionato. È saltato il tentativo di Beppe Grillo di far confluire il Movimento 5 Stelle all'interno dell'Alde, l'eurogruppo di centro guidato da Guy Verhofstadt, che in serata ha annunciato la rinuncia all'alleanza con i grillini.

Una figuraccia per Grillo, accolta dal Pd a Forza Italia con grandi critiche. "'Alleanza empia'. Da liberali francesi e tedeschi sberle a grillo. Base m5s in subbuglio per la svolta europeista. Inversione a u riuscita male", scrive su twitter il capogruppo alla Camera di Fi, Renato Brunetta. E anche Paolo Becchi, un tempo considerato ideologo del Movimento, commenta sui social.

"Te lo dico in spagnolo - scrive -: pero que mierda de figura es esta???", mentre il leader della Lega Matteo Salvini parla di una "svendita dei vertici 5 Stelle" e la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, paragona l'ex comico Grllo a "un Mario Monti qualunque". "Punizione all'opportunismo", aggiunge dal Pd Franco Mirabelli.

Commenti

Controcampo

Mar, 10/01/2017 - 13:12

Più che rinuncia è un rifiuto. L'Alde è una questione seria e ben attiva per il suo contesto. Non può compromettere il suo statuto per un movimento privo di programma e che non sa nemmeno cosa vuole. Ora tutti ridono alle spalle del comico e gli sta bene, anzi, benissimo!