Egiziano in centro di accoglienza semina il panico con un coltello

Ha trascorso la giornata con moglie e figli poi in un raptus ha ferito alcuni immigrati

Ha impugnato un grosso coltello da cucina recuperato nella mensa del centro di accoglienza per richiedenti asilo politico di Giarratana, in provincia di Ragusa, in cui è domiciliato insieme con la sua famiglia. E urlando e imprecando contro gli altri immigrati ospiti del centro, ci mancava poco che finisse in tragedia. Cosa sia accaduto domenica sera, quando l'egiziano ha fatto rientro nella struttura che lo ospita, dopo avere trascorso una giornata serena e di svago con la moglie e i due figli ancora piccoli nella vicina città di Chiaramonte Gulfi, è al vaglio degli investigatori della questura di Ragusa. I testimoni, alcuni lievemente feriti, raccontano che l'egiziano è sbottato di colpo non appena ha rimesso piede nella struttura di accoglienza. E uno degli immigrati ospiti del centro, intervenuto per cercare di ricondurlo alla calma, ha ricevuto una potente testata sul capo, che gli è costata qualche giorno di prognosi. Sono stati gli altri immigrati del centro di accoglienza a disarmare l'egiziano e a condurlo lontano, visto che nella struttura ci sono pure dei bambini. Anche l'egiziano si è leggermente ferito al volto tanto che i poliziotti dell'ufficio Volanti di Ragusa diretti dal commissario capo Filiberto Fracchiolla, giunti sul posto insieme con i carabinieri della Stazione di Giarratana, dopo aver faticato non poco per ricondurre alla calma l'immigrato che era ancora in escandescenze, hanno dovuto chiamare gli operatori sanitari del 118. Gli altri extracomunitari, quasi tutti di origini sub sahariane, hanno sporto denuncia in questura contro il loro compagno vicino di stanza, che è stato denunciato per lesioni e minacce aggravate. La sua posizione amministrativa è adesso al vaglio dell'ufficio Immigrazione della questura che dovrà decidere delle sue sorti. Cosa ci faccia un cittadino egiziano ospite di un centro di accoglienza per richiedenti asilo politico è tutto da vedere, vista la provenienza geografica, ma, dal momento che ha presentato istanza di asilo politico, la sua richiesta è tra quelle che devono essere valutate dalle commissioni ministeriali nominate ad hoc. Potrebbe anche avere inciso a favore della sua permanenza in territorio italiano il fatto che sia venuto insieme con moglie e bambini.

Annunci
Commenti
Ritratto di frank60

frank60

Mer, 03/02/2016 - 09:24

Cosa ci faccia un cittadino egiziano ospite di un centro di accoglienza per richiedenti asilo politico ??

Ritratto di frank60

frank60

Mer, 03/02/2016 - 09:26

Cosa ci faccia un cittadino egiziano ospite di un centro di accoglienza per richiedenti asilo politico??

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 03/02/2016 - 09:44

Non c'è da aver paura. Se ha seminato il panico è perché vuole avviare un'attività produttiva. Il panico è ottimo per canarini, cardellini; un affare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 03/02/2016 - 09:47

si vede che gli volevano ingroppare la moglie. Da questo punto di vista ha fatto bene.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/02/2016 - 10:21

Il carnevale continua. E' sempre carnevale!

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 03/02/2016 - 10:39

Non riesco a capire il perché, questi energumeni devono scannare chi non ha nessuna colpa. Invece di scannarsi a vicenda o scannare coloro che non possono cambiare la loro situazione, vadano ad INFILZARE coloro che governano e li obbligano a vivere nelle condizioni BESTIALI, che sono COSTRETTI. Gli Italiani darebbero loro una MEDAGLIA se farebbero CENTRO.

maurizio50

Mer, 03/02/2016 - 12:03

Definire "Pazzesco" tutto quanto messo in essere dall'attuale governo di im.bec,illi è forse ancora riduttivo. Ma credo che ormai le definizioni siano finite!!

gigetto50

Mer, 03/02/2016 - 12:43

....si...si..fa proprio ridere ...egiziano e famiglia tra i richiedenti asilo....anzi fa proprio piangere.... Ce ne saranno sempre di egiziani richiedenti asilo... perseguitati da Mubarak...poi da Morsi..ora da Al Sissi...anche da ISIS, da Al Qaeda, da Al Nusra, dai Fratelli Musulmani, dai Salafiti, dai Wahabiti, dai Copti etc..etc...e non escludo che prima o poi qualcuno dira' che é stato re Farouk a perseguitarlo... Veramente, che governo....non ci sono piu' parole, quelle educate, per esprimere giudizi sul suo operato....

franco-a-trier-D

Mer, 03/02/2016 - 12:46

si stava integrando come dice il vostro amato PD