Hanno disertato le urne eppure adesso i giovani piangono l'addio alla Ue

Il paradosso degli under 30: non partecipano alle elezioni ma si lamentano dei risultati

«Giovani, se siete così sconvolti dall'esito del referendum sull'Ue, perché allora non vi siete dati una mossa per votare?». La domanda, frutto di numeri e buon senso, se l'è posta l'altro giorno l'Independent e costituisce una delle chiavi di lettura più interessanti del referendum sulla Brexit. In questi giorni abbiamo ascoltato condita in mille salse la tiritera della generazione Erasmus sgambettata dalla generazione deambulatore. Giovani contro vecchi, una narrativa perfetta per numerosi titoli. Il vecchio egoista che sàbota il futuro del nipotino per un malriposto senso di protezionismo, di nostalgia per un'Albione (perfida o no che sia) che non esiste più, per un antieuropeismo complottista e tremebondo.

Ma i dati dicono il contrario. Dicono, cioè, che in Gran Bretagna gli «under 24» votano assai poco, meno della metà rispetto agli «over 65». Dati sull'affluenza per fasce di età nel referendum dello scorso 23 giugno non sono ancora stati resi noti. Però esistono quelli delle elezioni del 2015: in quell'occasione votò il 36 per cento della fascia di età tra i 18 e i 24 anni, il 58 per cento dei giovani tra i 25 e il 34, il 72 per cento della fascia di età tra i 35 e i 44, il 75 per cento della fascia tra i 45 e i 54, l'81 per cento della fascia tra i 55 e i 64 e l'83 per cento degli ultrasessantaquattrenni. Probabilmente il voto sulla Brexit avrà coinvolto maggiormente i giovani, ma è difficile che i più giovani, quelli che si lamentano perché sarà più difficile per loro volare in Europa e partecipare al programma Erasmus, abbia colmato l'enorme gap di partecipazione rispetto ai padri e ai nonni.

Questo vuol dire soltanto una cosa: i giovani hanno rinunciato a scegliere e quindi ora non possono lamentarsi. Del resto lo conferma un altro grafico pubblicato giorni fa dalla Bbc, secondo cui le aree che hanno avuto la minore partecipazione al voto sono quelle demograficamente più giovani. Fa impressione vedere le due mappe della Gran Bretagna, l'una con evidenziate in chiaro le aree con meno affluenza e l'altra con in chiaro le aree più «under»: coincidono come fotocopie sbiadite. E del resto c'è un altro dato: 27 delle 30 aree più anziane del Regno Unito hanno visto prevalere il Remain. Quindi, visto che alla fine a dividere i due «partiti» sono stati 1.269.501 voti e che gli «under 24» sono circa 4 milioni, un 40 per cento in più di partecipazione al voto da parte di essi sarebbe forse bastata a rovesciare l'esito.

Fa sorridere così che adesso qualcuno chieda che il diritto di voto venga esteso anche ai sedicenni. Lo fa anche Richard Branson, patron del marchio Virgin. Potrebbero votare anche i poppanti, ma se poi alle urne non ci vanno? Del resto, molti giovani non si iscrivono nemmeno alle liste elettorali (cosa che in Gran Bretagna non è automatica come da noi) malgrado il governo abbia reso molto più semplice farlo, con una procedura online che richiede pochi minuti. E certo i giovani non si può dire non trascorrano molto tempo sul web. Ma forse pochi minuti impiegati per compilare un «form» su internet sono molto più importanti del proprio futuro europeo.

Commenti

epc

Mer, 29/06/2016 - 08:55

Perchè non siete andati a votare? E' quello che dico anche io ai miei concittadini milanesi: adesso ci becchiamo altri anni di una giunta di sinistra. Perchè non siete andati a votare?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/06/2016 - 08:58

In Italia,invece è il contrario,ma con lo stesso comportamento del poi.Gli "anziani" non vanno a votare,e poi si lamentano al bar della bocciofila!!

ilario1961

Mer, 29/06/2016 - 09:09

Ricordo spesso una vecchia canzone di Renato Rascel, nel paese di Bellaria...fatta per incitare la gente ad andare a votare, la democrazia è anche questo, perdere un po' di tempo per scegliere chi ci dovrebbe rappresentare, (ancora più importante, per una vera democrazia sarebbe, INFORMARSI) e quando i ns. rappresentanti fanno una legge che non ci piace, con un referendum abolirla... Se non voto e il partito avverso vince, devo stare zitto non una, ma due volte..

Massimo Bocci

Mer, 29/06/2016 - 09:15

Chi sono questi PIAGNUCOLONI i nuovi,figli di Manuel EU, si gli stagisti SERVI!!! Produttori del nulla, che come una parassitosi di parassiti, vivono di sovvenzioni,per tenere a galla TANTA MER....DA comunitaria di parassiti, che farebbero di TUTTO!!! Pur di non lavorare e impegnarsi per il proprio paese per incentivare progresso civiltà benessere,preferendo i bivacchi dei CORRUTTORI UE, che li impegnano per fare, gli inutili passa carte a chi INUTILE,IN IN POSTI DI INUTILI,dopo una ciofeca di POVERE INUTILI MENINGI, tira fuori aborti per la misurazione delle zucchine e banane ecc.ecc., PIANIFICA LA LORO e NOSTRA DISTRUZIONE, di civiltà popoli autoctoni CON UN IMMIGRAZIONE SELVAGGIA, di povera gente meticcia, fatta procreare in allevamenti intensivi,nella fame, ignoranza e nella più nera miseria umana, questi sono i nuovi affezionatos nulla facenti UE,che sognano un posto nella parassitosi Euro, un seggio da vero da vero ENUNCO!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 29/06/2016 - 09:33

Una lotta politica interna ha creato un bel guaio, ora sono c...i...

Ritratto di Arlecchino_86

Arlecchino_86

Mer, 29/06/2016 - 09:33

Cosa si può dire? Beat on the brat with a baseball bat.

beowulfagate

Mer, 29/06/2016 - 09:34

Se tutto ciò è vero,allora è meglio alzare la soglia d'età per il diritto al voto,poichè è lampante come questi giovani siano pecoroni e dotati d'intelligenza bovina.Troppo per permettergli di esprimersi su argomenti di tale importanza.

Aegnor

Mer, 29/06/2016 - 09:35

Che generazioni di poveracci.

Edmond Dantes

Mer, 29/06/2016 - 09:36

E diciamocela giusta ! Chiunque abbia modo di conoscere le generazioni più giovani non può non constatare quanta ignoranza, superficialità e insulsaggine le caratterizzi, salvo rare eccezioni. Capacità di riflettere e pensiero critico non sono propriamente diffusi nei giovani 2.0, quindi neppure si pongono il problema di votare, salvo poi farsi interpreti sciocchi della "cultura del piagnisteo" promossa dal primo pifferaio europeista che, non senza interesse, dipinga loro scenari catastrofici per l'uscita dall' Europa. Per fortuna esiste ancora una Old England che ha votato per lasciare una Europa ormai condannata ad un infelice destino. Ci sarà anche una Old Italy ?

Aegnor

Mer, 29/06/2016 - 09:36

Erano troppo impegnanti a twittare e a socializzare su fb e wa.

morghj

Mer, 29/06/2016 - 09:39

In questi giorni del dopo BREXIT si sento le idiozie più disparate e strampalate. Ognuno dice la sua, che nella maggior parte dei casi è un'enorme cretinata. La GB ha scelto semplicemente di smarcarsi dalle decisioni ue (che poi sono quelle della germania) e prendere finalmente delle proprie decisioni di politica economica, finanziaria e sociale. Quando fra un anno vedremo che in pratica tutta questa catastrofe paventata dagli ignoranti, non si sarà verificata, ed anzi il pil britannico crescerà molto più di quello del resto d'europa, molti altri Stati penseranno finalmente di poter fare come l'UK. Forse è proprio questo che temono gli europidioti, in particolare i tedeschi, ma anche molti coxxxoni nostrani.

nerinaneri

Mer, 29/06/2016 - 09:54

...l'europa è un continente di vecchi...

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 29/06/2016 - 10:03

Come dice il proverbio "chi è causa del suo mal..." al posto di andare a votare,hanno preferito farsi una canna e/o una sniffata,ne subiscano stoicamente le conseguenze della Democrazia!Ciaparatt

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 29/06/2016 - 10:12

Adesso i giovani piangono l'addio alla Ue. Quando se ne renderanno conto piangeranno anche i vecchi. Voi che vi riempite la bocca come una grande espressione di democrazia si rifacesse il referendum oggi il risultato sarebbe capovolto. Allora cosa facciamo un referendum alla settimana ?

FabioFaenza

Mer, 29/06/2016 - 10:23

Bè visto che noi ci stiamo rimettendo i risparmi di una vita per colpa di questa manica di idioti, è giusto che loro paghino per i loro sbagli. Nessuna concessione, vogliono stare per i fatti loro bene restino sulla loro isoletta. E comunque tutto il mondo è paese, anche in Italia la gente non vota e poi si lamenta. E non è protesta contro la casta è semplice e pura ignoranza. Siamo nel 2016 ma gran parte del genere umano, la razza superiore alle altre (ma fatemi il piacere!) ha ancora un cervello da medio evo.

Ritratto di Fuchida

Fuchida

Mer, 29/06/2016 - 10:30

"che sàbota il futuro". A parte il fatto che si scrive e pronuncia sabòta, un minimo dubbio a Cuomo proprio non viene?

Rossana Rossi

Mer, 29/06/2016 - 10:32

Come gli italiani.....non vanno a votare e poi si lamentano, stessa incoscienza......

epc

Mer, 29/06/2016 - 10:41

Comunque la foto è esemplificativa. I ggggiovani, quelli contro la Brexit, sono la "generazione Erasmus", cioè quei gran vitelloni debosciati che fanno i viaggetti internazionali con l'Università e si credono per questo dei grandi cittadini del Mondo.... Invece QUELLI CHE LAVORANO hanno votato per la Brexit....

epc

Mer, 29/06/2016 - 10:43

@FabioFaenza: lei dice, letteralmente "Bè visto che noi ci stiamo rimettendo i risparmi di una vita per colpa di questa manica di idioti, è giusto che loro paghino per i loro sbagli." Scusi, si riferisce al padre del Ministro Boschi, vero?

epc

Mer, 29/06/2016 - 10:43

@FabioFaenza: lei dice, letteralmente "Bè visto che noi ci stiamo rimettendo i risparmi di una vita per colpa di questa manica di idioti, è giusto che loro paghino per i loro sbagli." Scusi, si riferisce agli amministratori di Banca Etruria, vero?

Maver

Mer, 29/06/2016 - 10:47

I giovani di questo continente non si sentono nemmeno europei, piuttosto apolidi. Sono stati cresciuti in tal senso dall'ideologia progressista dominante. Non avvertono minimamente il pericolo di una perdita totale della propria identità; al contrario, percepiscono l'abbattimento di ogni frontiera come "il garante irrinunciabile" di nuove ed irrinunciabili possibilità fanta-sociologiche. Le istanze identitarie finiranno per spegnersi definitivamente con le nuove generazioni.

frabelli1

Mer, 29/06/2016 - 11:32

Questi hiovani non sanno fare altro che dire di no, poi lamentarsi sempre degli altri e piangere perché loro...

giumaz

Mer, 29/06/2016 - 12:11

La sola cosa di cui ha paura la "generazione erasmus" è che finisca la bazza fancazzista di passare un anno in un paese estero dove starsene quasi in vacanza a ubriacarsi, farsi delle canne e sco**re.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/06/2016 - 12:12

Il problema è solo e sempre il solito:Chi non vota,non vota per il semplice motivo che non ne sente il "bisogno"(quella cosa che fa muovere la gente),perchè tutto sommato,qualsiasi venga eletto,qualsiasi legge ci sia o non ci sia,al SOGGETTO,va bene così,non gli cambia niente,sostanzialmente è un MANTENUTO!!!!Naturalmente,mascherano,giustificano il loro non voto,con mille scuse e pretesti vari!!!

tzilighelta

Mer, 29/06/2016 - 12:17

dopo i 60 massimo 65 anni non si dovrebbe più votare, si è prossimi all'uscita del mondo del lavoro, le motivazioni si attenuano, un certo grado di rincoglionimento senile comincia a farsi strada, si diventa più cattivi e cinici, razzisti e intolleranti, addirittura odiano i giovani! Chi ha votato la brexit lo ha fatto per paura e per ignoranza, gli anziani credono ai maghi, aprono le porte ai ladri, insomma sono da accudire! Quindi niente urne, meglio una partita a briscola!

aqualung56

Mer, 29/06/2016 - 12:21

Solite lacrime di coccodrillo in Gran Bretagna come altrove. Non vi rendete conto, cari ragazzi, di che rischio avete corso con l'Eu. Non dovete più dare conto ai superburocrati di Bruxelles e dintorni. Come vi invidio!!!!

kayak65

Mer, 29/06/2016 - 12:27

due considerazioni a proposito del voto sulla brexit: -sono sempre I padre o nonni che salvano il futuro dei figli, anche perche quest'ultimi specie oggiorno vivono solo il presente a mo' di cicala -ha ragione quel politico che dice che il voto andrebbe tolto agli ignoranti. ma non c'e' bisogno di farlo. lo hanno fatto da solo la young generation settimana scorsa

paolonardi

Mer, 29/06/2016 - 12:55

Parafrasando: "chi si astiene (e' assente) ha detto giustamente NO a questo schifo d'Europa ed e' inutile che i radical-chic cerchino giustificazioni per delegittimare un un voto democratico che va contro i loro perversi convincimenti.

Edmond Dantes

Mer, 29/06/2016 - 13:08

@tzilighelta. Peggio del rincoglionimento senile c'è solo l'imbecillità giovanile, ormai carattere antropologico di gran parte delle nuove generazioni, premiata addirittura col diritto di voto. Unica nota positiva è che l'imbecillità di questi "ggiovani" è così radicata da far loro trascurare l'esercizio del suddetto diritto. Altrimenti avremmo guai peggiori di quelli che già ci procurano gli imbecilli "giovanilisti" con meno di 60 anni.

cgf

Mer, 29/06/2016 - 13:12

Cari giovani se le 'zie' votarono SI all'ingesso nel 1975 quando voi non eravate neanche nati ed oggi dicono OUT almeno una ragione ci dovrà essere, no? ogni tanto ragionate con la VOSTRA testa.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/06/2016 - 14:31

@tzilighelta:....la sua demenza,non vale altro commento!!"Basta la Parola"!!

tzilighelta

Mer, 29/06/2016 - 15:07

Edmond Dantes, concordo con lei, l'imbecillità giovanile è una piaga che purtroppo in alcuni casi permane anche dopo aver lasciato gli anta, si esce dalla prima imbecillità e si entra nel rincoglionimento senile di cui sopra, quasi in contemporanea! Un motivo in più per evitare di porre quesiti alla quale non si è in grado di rispondere!

Edmond Dantes

Mer, 29/06/2016 - 20:08

@tzilighelta. Sono veramente dispiaciuto per lei. Comunque lasci perdere, non ponga quesiti "alla quale", tanto non le risponderebbe e rischierebbe di esaurire i pochi neurotrasmettitori residui. p.s. Purtroppo solo gli ultrasessantenni hanno studiato ai loro tempi la sintassi e l'analisi logica, presupposti irrinunciabili per dire cose di senso compiuto. Ad maiora.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/06/2016 - 23:54

LO DISSI IO MA è ANCORA PRESTO.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/06/2016 - 23:58

HANNO FATTO IL GIOCO DEI MUSULMANI QUELLO DI SPEZZETTARE LA EUROPA COSì SARà PIù FACILE CONQUISTARLA , UN SINDACO MUSULMANO GIà C'è UN ALTRO IN OLANDA, ALTRI NEL GOVERNO ITALIANO PIANO PIANO IL RAGNO TESSA LA SUA TELA..

mila

Gio, 30/06/2016 - 06:23

I giovani sono stati bombardati dalla propaganda favorevole al melting-pot, contro gli Stati nazionali ecc.

nerinaneri

Gio, 30/06/2016 - 12:24

...totalmente d'accordo con tzilighelta.la sintassi e l'analisi logica la lascio agli anziani che dovrebbero fare una vita sana all'aperto invece di pigiare dei tasti...

tzilighelta

Gio, 30/06/2016 - 13:11

Edmond Dantes, refusi di cui sono responsabile e me ne assumo la totale responsabilità, però il senso compiuto era chiaro, e purtroppo tra i maggiori responsabili metterei proprio gli ultrasessantenni che hanno lasciato i giovani balia degli ultras! Saluti

Edmond Dantes

Gio, 30/06/2016 - 19:48

@nerinaneri. E che potevamo aspettarci da chi, come lei, ha frequentato la scuola degli asini voluta dalla sinistra con sinistra perseveranza ? Studi un po' di più e frequenti meno il web, vedrà che prima o poi la licenza media gliela daranno, magari solo per mera compassione, visto che ci ha già provato più di una ventina di volte.

nerinaneri

Dom, 03/07/2016 - 10:04

Edmond Dantes: lei è di quella generarazione che prende le rotonde contromano e sbagliano gli svincoli autostradali...non frequento le case di riposo...

Edmond Dantes

Lun, 04/07/2016 - 21:14

@nerinaneri. Veramente la maggior parete degli incidenti stradali gravi li fanno i giovani imbecilli ubriachi e fumati, e neppure si fermano. Tutta gente che all' età per le case di riposo non arriverà mai, per il semplice motivo che lascerà questo mondo prima. Degli imbecilli di meno, è solo un bene per tutti, anzi sono utili alla donazione di organi. Lei è iscritta all' AIDO. No ? Lo faccia, potrebbe sempre essere utile a qualcuno, dopo una vita inutile.

nerinaneri

Mar, 05/07/2016 - 09:10

Edmond Dantes: lei pensi a superare questa estate, e saluti i bisnipoti...rudere...

Edmond Dantes

Mar, 05/07/2016 - 14:16

@nerinaneri. I ruderi parlano di cultura e sfidano il tempo, gli imbecilli parlano di cose che non conoscono, nessuno si ricorderà di loro che il tempo sanno solo sprecarlo. Magari impari ad usare meglio il suo: la vuol prendere sta' benedetta licenza media (inferiore, of course) o no ?