I cittadini fanno arrestare gli assenteisti

Uffici comunali sempre deserti, popolazione esasperata. E dalle denunce parte il blitz: pizzicato un dipendente su 4

Andare in un ufficio comunale e non trovare nessuno. Capita un giorno, quello successivo e così ancora e ancora fino a convincersi che no, non può essere solo un caso o una sfortunata coincidenza. Succede ad Acireale, in provincia di Catania. Ma qui i cittadini non si sono limitati alla lamentela fine a se stessa, a sbuffare e a perdere ore su ore senza far nulla. Un gruppo di loro si è rivolto al locale commissariato facendo saltare il coperchio sull'ennesimo scandalo di casa nostra. Su 240 dipendenti del Comune siciliano ben 62 sono stati beccati con le mani nella marmellata. Anzi, con le mani in mano. Tre di loro sono finiti ai domiciliari, per 12 è stato disposto l'obbligo di firma mentre in 47 sono stati indagati a piede libero. Più che furbetti del cartellino, secondo il gip di Catania, si tratta di «parassiti che venivano pagati senza lavorare» e avevano organizzato un vero e proprio metodo collaudato per timbrare senza poi essere effettivamente sul posto di lavoro. Oltre ai classici «timbro e me ne vado» e ai ben noti «timbro quando voglio» sia in entrata che in uscita, ci sarebbe stata secondo gli inquirenti una sorta di turnazione tra i dipendenti comunali: chi strisciava il badge lo faceva anche per altri due, tre, pure 5 colleghi, a rotazione. Oggi me ne occupo io, domani tu e via così per non destare sospetti. O chissà, per non stancarsi troppo. Fatto sta che delle ore teoricamente lavorate, ne siano state effettivamente svolte anche meno della metà. Ed emerge il solito caso limite di chi nel periodo oggetto dell'inchiesta in ufficio non si è mai visto. Dopo i sospetti e le segnalazioni, l'indagine è entrata nel vivo quando dalla Procura hanno piazzato alcune telecamere in Comune, smascherando i dipendenti assenteisti, alla fine, conti alla mano, ben uno su quattro del totale. Fino a quando uno dei «furbetti» non ha notato l'occhio elettronico che poteva fregarlo e ha pensato bene di danneggiare la telecamera facendo così scattare il blitz.I fannulloni sono trasversali: gli uffici interessati sono l'area tecnica, lavori pubblici, pubblica istruzione, urbanistica e ambiente, servizi sociali e sport, affari istituzionali e servizio contratti. Per tutti l'accusa è di truffa ai danni di un pubblico impiego e falsa attestazione di presenza in servizio sul luogo di lavoro. Rischiano fino a 5 anni di reclusione oltre, ovviamente, l'addio al comodo posto di lavoro. I tre agli arresti domiciliari sono quelli la cui posizione è ritenuta più grave: Mario Primavera, 59 anni, Venera Lizio, di 71, e Orazio Mammino, di 39, funzionario dell'ufficio tributi. Mentre il sindaco ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile, l'indagine non è ancora finita. Gli inquirenti infatti stanno valutando se perseguire anche dirigenti e funzionari per possibili connivenze. Difficile pensare che nessuno si sia accorto di nulla, quando le assenze sono state notate e segnalate dai cittadini. E proprio su questo punto pone l'attenzione il procuratore di Catania Michelangelo Patanè sottolineando come in «tempi di crisi economica è intollerabile per il cittadino constatare che vi sono dipendenti pubblici che, forti del loro stipendio, del loro posto fisso, hanno questi comportamenti», aggiungendo che l'obbligo di firma per 12 è stato disposto prima e dopo l'orario di lavoro «per una sorta di contrappasso dantesco». Eppure non è il primo caso, anzi, da Sanremo a Roma, passando per la Sicilia, il fenomeno dei «furbetti del cartellino» non sembra conoscere crisi. Un po' come il mito del posto fisso. Già, proprio quello in Comune.

Commenti

franco-a-trier-D

Sab, 13/02/2016 - 09:31

GIOLIO QUESTA è LA TUA BELLA iTALIA..

smoker

Sab, 13/02/2016 - 09:49

Mi è sempre più difficile capire gli assenteisti abituali : dopo tanti esempi di gente beccata , continuano nei loro deplorevoli comportamenti con grande sfacciataggine. Che pensino che ogni accusa finirà in niente di concreto?

freud1970

Sab, 13/02/2016 - 10:32

"I cittadini fanno arrestare gli assenteisti" AVANTI COSI', MERAVIGLIOSO......

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 13/02/2016 - 10:41

Finalmente i Cittadini si "svegliano". E' ora che i dipendenti della P.A. sono al "Servizio dei Cittadini" e non il contrario.

onurb

Sab, 13/02/2016 - 10:44

Queste vicende ci fanno capire qual è la percentuale di dipendenti pubblici che è superflua e quanti risparmi si potrebbero fare nei conti dello stato se i dipendenti fossero quelli strettamente necessari.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 13/02/2016 - 10:52

Dai non spariamola grossa, fanno arrestare gli assenteisti, tempo una mese verranno reintegrati con scuse e risarcimento.

paràpadano

Sab, 13/02/2016 - 10:57

Sicuramente, grazie ai sindacati e giustizia , quasi tutti questi parassiti rientreranno al loro posto .

vince50

Sab, 13/02/2016 - 11:28

Molto tempo fa è stato capito e affermato,chi gli Italiani devono essere comandati NON amministrati.Tutti(tranne rare accezioni) pronti a fottere il prossimo facendosi i c***i propri,dicendo che i furbi e disonesti sono sempre e soltanto gli altri.Se ci fossa rigore e senso civico,questi personaggi dovrebbero essere licenziati in tronco.Non sarà mai,ci sono altri disonesti legalizzati che li difenderanno.

giovaneitalia

Sab, 13/02/2016 - 11:48

Questi "signori fannulloni" in una Nazione seria con un Governo serio, una volta beccati, verrebbero sbattuti su due piedi fuori dalle amministrazioni e dovrebbero immediatamente restituire gli stipendi avuti senza mai lavorare. Detto questo, questa é l´Italia, fai qualsiasi cosa tanto ci sono i sindacati che ti proteggono e viva l´Italia.

Martinico

Sab, 13/02/2016 - 11:59

Sapeste quanti assenteisti anche li in quegli uffici preposti a fare piangere tanta gente....Agenzia delle Entrate... con la legge 104 è un aBuso continuo.

risorgimento2015

Sab, 13/02/2016 - 12:01

L'unica cosa che funziona in Italia e la politica di far stare comodi I clandestini !

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 13/02/2016 - 12:14

Solo mi chiedo perché deve essere il cittadino a vedere e andare al Commissariato. Nessuno è in grado di controllare e vedere la realtà, sotto gli occhi di tutti, in ogni dove?

billyserrano

Sab, 13/02/2016 - 12:41

A me è capitato di entrare negli uffici pubblici, e ci ho visto solo confusione, e gente che bighellonava. Parlando poi con un funzionario (che tra l'altro non poteva prendere provvedimenti in merito), mi ha detto:- metà di quelli che vedi crescono , non sono necessari per il funzionamento dell'ufficio, anzi averne in esubero crea solo confusione perchè fanno a gara a chi fa meno.

smoker

Sab, 13/02/2016 - 12:47

X onurb , praticamente tutto il sud disoccupato , un altro problema.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 13/02/2016 - 12:56

Quelli che si mettono al servizio dello stato sanno che guadagneranno una miseria ma arrotonderanno con la truffa. I famigerati assenteisti fanno meno danni di quelli che a lavoro ci vanno veramente, prestano i servizi che conosciamo e danneggiano i contribuenti. Senza la corruzione la pubblica amministrazione italiana sarebbe inerte.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 13/02/2016 - 13:57

Basta pagare stipendi - con le nostre tasse - ai fannulloni. Questi "signori" rubano denaro pubblico.

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 13/02/2016 - 14:33

E GLI ASSENTEISTI DI UNA PREFETTURA INCASTRATI DA STRISCIA LA NOTIZIA CHE FINE HANNO FATTO?

Finalmente

Sab, 13/02/2016 - 14:34

Perdono il posto di lavoro e mi sta bene, ma non è che fra il milione di processi inutili, ne verrà istituito uno dove si richiede il rimborso del denaro illecitamente percepito? Ok non sarà molto, ma a questi non vorrei fosse lasciato un solo centesimo e ovviamente poi c'è il discorso pensione, che per come la vedo dovrebbe essere destituita per pagare la multa da parassiti quali sono.

Giuseppe Borroni

Sab, 13/02/2016 - 14:35

"" il fenomeno dei furbetti del cartellino non sembra conoscere crisi"" Casssso! avete scoperto l'acqua calda....e le legioni di dirigenti??...stessa solfa.....nomi e cognomi mai, naturalmente.... anche perché' si fa molto prima a fare le liste di quelli che lavorano visto il naturale, genetico assenteismo nella Pubblica Amministrazione, paese del bengodi per i fancazzisti.... Ha da veni' Baffone pe' sistema' ste cose !!!!!

gigetto50

Sab, 13/02/2016 - 15:18

....i cittadini fanno arrstare gli assenteisty? E i dirigenti, "niente videro"...aahhh?

scimmietta

Sab, 13/02/2016 - 15:34

Quand'è che la capiremo che i peggiori assenteisti sono i nostri politici ed amministratori?, Quand'è che ci decideremo a cacciarli ...tutti (quelli "giusti e meritevoli" ovviamente)...a pedate?

scimmietta

Sab, 13/02/2016 - 15:37

X Giuseppe Borroni: "...Ha da veni' Baffone pe' sistema' ste cose !!!!!"... purtroppo "baffone" (o baffin0, se preferisci) è il babbo di questo comportamento...

scimmietta

Sab, 13/02/2016 - 15:48

X smoker: "... il sud disoccupato , un altro problema." giusto, licenziarli no, ma che le strade siano eggiustate e la monnezza spazzata ... questo si, questo possiamo pretenderlo ... una bella scopa in mano e le città meridionali siano le più pulite del ... nord-africa.

joecivitanova

Sab, 13/02/2016 - 16:20

Non so come andrà a finire, mi auguro bene per la giustizia. Per ora la cosa è riuscita perché a farla sono stati un gruppo di cittadini, magari ben 'coperti', con delle buone posizioni alle spalle e che non avevano nulla da perdere. Bene. Facciamo il caso che ci provi un dipendente interno, che ha sempre lavorato e si è comportato bene, da solo, senza appoggi, senza coperture, con mansioni da sottoposto; poi vediamo come va a finire...! Ve lo anticipo io: sarà una gran fortuna se riuscirà a mantenere il sotto sotto del suo posto, dopodiché sarà isolato da tutti, passando per invidioso e bugiardo; dovrà poi perdere, ovviamente, una parte della memoria passata..!!.. G.

bobo55

Sab, 13/02/2016 - 16:20

È' così che deve funzionare, deve essere il cittadino a vigilare su questi sopprusi, quando il cittadino continuerà a denunciare, si toglierà il potere a questi eletti che si sentono intoccabili. Sono sulla buona strada, per ridare l'orgoglio di essere cittadino italiano, di essere qualcuno....di lanciare il messaggio ...TU SEI al sevizio della popolazione, IO cittadino ti pago TU dai il massimo per noi. E con il tempo arriverà questo segnale anche alla classe POLITICA . BISOGNA solo insistere.

linoalo1

Sab, 13/02/2016 - 16:26

Ed ecco a voi:L'Apice dell'Ignoranza!!!E poi ci si chiede perché l'Italia va male!!!!Questi Ignorantoni Spioni,purtroppo,hanno anche votato!!Sapete per chi???Non credo sia difficile immaginarlo!!!!

Ritratto di daybreak

daybreak

Dom, 14/02/2016 - 09:07

Visto che con le nostre tasse vengono pagati i loro stipendi virtualmente siamo i loro datori di lavoro quindi e' giusto cio' che fanno i cittadini.In un posto di lavoro privato non succedono queste cose perché il datore di lavoro non regala gli stipendi e visto che nel pubblico nessuno controlla e' giusto che ci pensino i cittadini ED'E' ORA CHE I DIPENDENTI PUBBLICI CAPISCANO CHE LO STIPENDIO GLI VIENE DATO DA NOI OSSIA LO STATO.