I diritti strabici di "Repubblica" Indignata, ma non con Scalfari

Il quotidiano critica "la favola dei diritti acquisiti", ma dimentica la super pensione di Scalfari e Augias

Si aspetta un atto di rinuncia simbolica, ma anche molto pratica, di due grandi firme di Repubblica . Mollino subito i loro diritti acquisiti. Visto che ormai, secondo il Verbo del loro quotidiano, sono un delitto contro i giovani, rinuncino a questa arma letale contro il progresso, e diano un esempio di virtù civiche. O abbiano il coraggio di dire: me ne frego, però in pubblico.

Parliamo di Eugenio Scalfari e Corrado Augias. Il primo è il fondatore del quotidiano; la domenica dona al popolo un'omelia in stile francescano, densa di precetti salutistici per l'anima, specie quella degli altri. Il secondo tiene la rubrica quotidiana di posta coi lettori, in cui enuncia vigorosi precetti di morale «de sinistra». Oggi il pulpito su cui salgono con intensità ascetica, ospita un altro predicatore. Tocca ad Antonio Penati, il quale nell'articolo di fondo si lancia in una acrobatica difesa di Renzi. Ritiene giusta la sua decisione di non restituire il malloppo ai pensionati, se non in modica quantità. Penati agita la frusta contro i vecchi, che sacrificano come agnelli i giovani sull'altare dei Diritti Acquisiti.

Scrive: «Da più di vent'anni gli interessi dei giovani, di chi lavora, degli imprenditori, sono sacrificati sull'altare dei Diritti Acquisiti. E ogni volta che un governo cerca di contenere la spesa pensionistica, basta invocare i Diritti Acquisiti. E si blocca tutto. Così ha fatto la recente sentenza della Corte costituzionale, dichiarando illegittimo il blocco temporaneo dell'indicizzazione».

Sul tema ha scritto parole definitive su queste colonne Piero Ostellino. Lo ha fatto citando il principio su cui si regge il contratto sociale che fonda lo Stato: «Pacta sunt servanda». Per cui non ci dilunghiamo sul punto. Oltretutto le sentenze, ci pare, anche quelle che si ritengono sbagliate, vanno eseguite. E così avrebbe dovuto fare Renzi. Altro che diritti acquisiti: fanno più male ai giovani, al loro senso della giustizia, i diritti carpiti da parte dei potenti a chi non è in condizione di ribellarsi, com'è la grandissima parte dei pensionati, che non contano niente. Altro che gerontocrazia. Più che altro sperimentano i gerontocomi. Quel reddito cadenzato è atteso ed è l'unica certezza: sarà pure un diritto acquisito, ma è pure l'unico che hanno, trattarlo come una mostruosità è un vero schifo. Così come è molto comodo rinunciare unilateralmente a un dovere acquisito da parte dello Stato, se vuole essere fedele alla sua essenza.

Che c'entrano Scalfari e Augias? Se hanno un minimo di coscienza, fischieranno loro le orecchie, così fini nel captare i dolori dell'umanità. E molleranno l'osso per coerenza civica con la morale della casa madre. Essi godono infatti di un meraviglioso Diritto Acquisito, maiuscolo, maiuscolissimo, come vuole Antonio Penati. Duemiladuecento euro al mese di vitalizio parlamentare. Chiedo: avete letto Penati? Non vi fa schifo affamare i giovani?

Il fondatore gode del guiderdone da circa quarant'anni, l'addetto alla posta della casa lo munge come sua personale quota latte da sedici anni. Si noti. Durante il periodo in cui hanno svolto il ruolo da deputato Scalfari, tra il 1968 e il 1972, e da europarlamentare Augias, tra il 1994 e il 1999, hanno anche accumulato, pagati dall'istituto della loro categoria, l'Inpgi, i contributi per rendere più pingue la loro pensione da giornalisti. (Gli unici a non aver usufruito del privilegio risultano essere Gianni Letta e il nostro Paolo Guzzanti). Secondo Franco Bechis di Libero , Scalfari ha incassato negli anni un assegnone superiore ai 908mila euro. Per Augias l'aritmetica parla di un diritto acquisito che finora gli ha fruttato 360mila euro circa. Interrogato sulla faccenda da Daria Bignardi ha risposto, a proposito di queste elargizioni di Pantalone: «Fanno comodo». Si ravveda, o almeno adotti un paio di pensionati poveri. E non scelga Scalfari, per favore.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 19/05/2015 - 17:10

Chissà se il Sig. Farina, alias Agente Betulla, percepisce un'indennità dai servizi segreti...

ghorio

Mar, 19/05/2015 - 17:22

Lo scandalo di queste elargizioni pensionistiche o vitalizi esiste da tempo e viene evidenziato ma poi non cambia niente. Del resto il mondo dell'informazione se la cava in genere, quando si applica il"due pesi e due misure" dicendo che non incidono perché sono pochi milioni di euro: Con questa scusa c'è lo scandalo degli emolumenti dei parlamentari e consiglieri regionali. Questa è l'Italia della cosiddetta seconda Repubblica.

machete883

Mar, 19/05/2015 - 17:47

questo è piu viscido dell'anguilla...

machete883

Mar, 19/05/2015 - 17:50

brutta gente sti sinistri..brutta gente già dalle facce..

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 19/05/2015 - 17:55

diceva un saggio:"ho conosciuto tanti delinquenti che no erano moralisti,ma mai MORALISTI che no fossero DELINQUENTI" parole da incidere a perenne memoria di tutti i soloni che predicano bene e razzolano MALE la maggior parte sinistr....i

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 19/05/2015 - 18:28

Fosse per me a questi due ceffi, Scalfari ed Augias, non darei solo dei diritti, manche dei rovesci, dei montanti e dei ganci.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Antonio43

Mar, 19/05/2015 - 18:52

Dreamer per cui se Farina prendesse un qualche indennità dai servizi, cosa non provata, ma basta insinuarla, perderebbe valore il fatto che questi due tromboni stanno usufruendo di una rendita che è tutta sulle nostre spalle, anche le sue. Straricchi come sono! Lo devo dire, non ce la faccio a tenermelo: schifosi sinistri!

Antonio43

Mar, 19/05/2015 - 19:02

Dreamer, non lei, quei due!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 19/05/2015 - 19:02

Di che meravigliarsi sono i suoi cagnolini

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 19/05/2015 - 19:03

E chissà quanto hanno raccattato i fessi che hanno votato.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 19/05/2015 - 19:04

L'unica è sperare che tiri le cuoia presto, ha già vissuto a sbafo anche troppo a lungo.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 19/05/2015 - 19:19

i COMNUNISTI hanno questo detto : i SACRIFICI LI DEVONO FARE GLI ALTRI !! A NOI DELLA POVERA GENTE CHE AZZO CI FREGA !!

Tarantasio.1111

Mar, 19/05/2015 - 19:20

Questi uomini di sinistra con il portafoglio a destra...uomini lordi

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 19/05/2015 - 19:21

merdaccia !!

nerinaneri

Mar, 19/05/2015 - 19:28

...betulla, se ti prende annarella...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 19/05/2015 - 19:29

Come volevasi dimostrare il candidato del PILU PER TUTTI tale LAQUALUNQUE non è una icona cinematografica ma è un soggetto reale pagato dal contribuente e con un pelo sullo stomaco da far invidia ad un orso polare.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 19/05/2015 - 19:46

COMUNISTI DI MxxxA E BRANCO DI IGNORANTI.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 19/05/2015 - 19:58

Augias e Scalfari si tengano ben stretto il bottino! Non lo mollino, siano coerenti con se stessi. Continuino ad essere coerenti, fra i più coerenti che io abbia mai visto: ancora fascista il primo e sovietico pagato coi rubli il secondo. Che male c'é?

Trentinowalsche

Mar, 19/05/2015 - 20:10

Questi sono personaggi squallidissimi. Il direttore del premio Grinzane ha dichiarato che sto Augias era il più vorace: non finiva mai di chiedere soldi per ogni minima sua prestazione, naturalmente in nero. Moralmente dev'essere una mxxxa.

LAC

Mar, 19/05/2015 - 20:18

Un "gattopardo straordinario" Ugo La Malfa definì Eugenio Scalfari quando era un pidocchioso che cercava di aggrapparsi a qualsiasi personalità che potesse assicurargli un futuro. L'uomo che ha distrutto "l'Unità" facendo la sua fortuna personale. E quei cog... dei 'compagni' si sentivano e si sentono gratificati con 'la Repubblica', anzichè 'l'Unità', sotto l'ascella.

killkoms

Mar, 19/05/2015 - 20:38

solo le superpensioni?questo "barbogio"(che cavalcò l'onda della "questione morale" ai tempi di mani pulite)andò in parlamento (quando c'era l'immunità) per non scontare una condanna!

Ritratto di Zione

Zione

Mar, 19/05/2015 - 21:13

Ma che emeriti CIALTRONI.

claudio63

Mar, 19/05/2015 - 21:24

DREAMER 66: come sempre, quando non si ha nulla da obbiettare,allora si smerda, ".. ah, perche tu invece..." e intanto il problema rimane. bell'esempio di critica costruttiva. tipico della sinistra radical chic italiana del resto.

claudio63

Mar, 19/05/2015 - 21:26

quasi dimenticavo: no, i servizi segreti, non passano alcun vitalizio, garantito.cretinetti.

Tuthankamon

Mer, 20/05/2015 - 09:29

Chi e' parte del problema non puo essere parte della soluzione dello stesso ...

Rossana Rossi

Mer, 20/05/2015 - 10:24

Che repubblica sia un giornale buono solo da increspare e mettere nel cesso l'avevamo capito e forse non è nemmeno buono per quello. Che i papponi che ci stanno intorno siano la peggior espressione del radical-chic del 'fai come dico ma non come faccio' coperto dal propagandare di pistolotti pseudo-moralistici è sempre stato un suo must, invisibile solo a quella massa di italioti che si fa quotidianamente impapocchiare e ci spende pure dei soldi per comprarlo............puah!

giovauriem

Mer, 20/05/2015 - 11:04

repubblica e solo uno degli armamenti(fuorilegge) pro doma loro de benedetti e scalfari .