Con i fondi fino a +21% rispetto agli indici

Un'altra opportunità per sfruttare le ricadute positive sull'economia interna americana e il taglio delle tasse aziendali annunciato dall'amministrazione di Donald Trump consiste nell'investire nelle small e mid cap quotate a Wall Street (che trarranno i massimi benefici da queste iniziative) e sulle azioni dei gruppi italiani più attivi in America. Per posizionarsi su questi temi di investimento i fondi comuni e i comparti di Sicav offrono la possibilità di far leva sulla gestione attiva che, tramite la ricerca e l'analisi di mercato, seleziona le società con le migliori potenzialità e quelle sottovalutate. Il gestore consulta periodicamente i manager per conoscere le iniziative che stanno per essere intraprese per migliorare l'efficienza aziendale. Inoltre, la conoscenza del mercato permette ai gestori più abili di sfruttare le correzioni di mercato nelle quali vengono vendute le azioni sia delle società più fatiscenti che di quelle ben gestite. D'altra parte basta dare uno sguardo a quanto accaduto negli ultimi tre anni. Nella categoria degli azionari Usa small cap i migliori fondi di categoria hanno guadagnato tra i 6 e i 21 punti percentuali in più rispetto alla media degli Etf di categoria con, peraltro, una rischiosità inferiore. Ancora più evidente la differenza tra i migliori fondi azionari Italia (che hanno reso tra il 17% e il 22%) e la media degli Etf di categoria (che non sono andati oltre un +2,1%): una differenza che potrà ripetersi anche nei prossimi anni se i gestori sapranno selezionare le aziende italiane capaci di cogliere le occasioni sui mercati americani nell'era Trump.