I magistrati sul web: "Ora Greta e Vanessa restituiscano il riscatto"

Toni forti nel dibattito tra le toghe: "Le signorine della Siria devono risarcire il danno, venga applicato il Codice civile"

Roma - Basta che uno getti il sasso, nello stagno delle mailing list dei magistrati, e sulle «Signorine della Siria» si apre un dibattito. Dai toni forti e recriminatori. Perché molte toghe si chiedono se Greta e Vanessa debbano restituire il riscatto pagato dallo Stato per salvarle dai rapitori in Siria. Non per principio, ma in punta di diritto. Lo Stato, si dice, non è padre né madre.

Un po' per provocazione, un po' per esercizio giuridico, gli interventi si moltiplicano. C'è chi ricorda tre Paesi dei più avanzati dove si chiede l'indennizzo: sono Svizzera, Germania e Giappone. Se in Italia questo non è previsto, per un magistrato si potrebbe applicare l'articolo 2043 del codice civile, sul Risarcimento per fatto illecito, che recita così: «Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno».

Quale sarebbe l'atto illecito? Basta il fatto, risponde una toga, di non avere avvertito del viaggio in zona di dichiarato rischio, fregandosene dei divieti e delle raccomandazioni delle autorità. Questo è un fatto «non lecito», assicura un magistrato piuttosto bellicoso. Che poi si chiede se, in questo caso, le «Signorine» avevano un'assicurazione che copre i loro sventati spostamenti nella missione «fai da te». Quanto sarà stato il riscatto, 12-15 milioni? Il ragionamento va avanti con esempi: se il gattino di un tale va sull'albero, i vigili del fuoco lo riprendono e poi mandano giustamente la fattura. Se uno si arrampica sulla ferrata in montagna, magari in ciabatte, il Soccorso alpino lo salva e poi chiede il codice fiscale.

A Berna, a Berlino e a Tokio si comportano così per gli ostaggi che non sono mandati in zona di guerra dallo Stato o da organizzazioni internazionali, ma rischiano troppo da soli.

Qualcuno tra i magistrati ragiona sulla possibilità di applicare, invece, l'articolo 2041 del codice civile. Quello su «Azione generale di arricchimento» che obbliga «chi, senza una giusta causa, si è arricchito a danno di un'altra persona» a versare un indennizzo parametrato. Ma sarebbe una forzatura, ammettono i giuristi. Ci vorrebbe una legge ad hoc .

E poi: nel caso di Vanessa e Greta, che nel video hanno espressamente chiesto di essere salvate, il salvataggio della vita o la tutela dell'incolumità personale si può inquadrare nell'azione di arricchimento, che ha piuttosto carattere patrimoniale? Certo, la vita vale più del patrimonio.

La questione giuridica, insomma, è complessa. Ma calzante sembra un parallelo: perché lo Stato blocca i beni alle famiglie delle vittime di sequestro da parte di terroristi «interni» e non prende una chiara posizione su quelli «esterni», facendo intervenire i Servizi?

Sembra una disparità di trattamento lampante, mentre il riscatto è sempre lo stesso e alimenta il mercato del sequestro e il terrorismo stesso. Insomma, le armi che poi fanno molte altre vittime vengono pagate con quei soldi già all'origine sporchi di sangue. Qualcuno cita il caso della giornalista Giuliana Sgrena, costato non solo denaro ma la vita un funzionario dello Stato. Qualche altro magistrato ricorda che nel Basso Medioevo alcune confraternite religiose riscattavano gli schiavi dai saraceni. E lo stesso Francesco d'Assisi andò a parlare per questo con il sultano, con gravi rischi. Oggi, non può essere preso d'esempio, lui era un Santo.

Tra le toghe ci sono tanti padri e soprattutto madri, che si fanno sentire con il sospetto che ci sia un po' di maschilismo verso le due «Signorine». Magari due giovanotti non sarebbero apparsi altrettanto sventati e indifesi? E inevitabile arriva la domanda: se nella stessa situazione si trovassero figlie vostre?

Il diritto, però, non lascia spazio a sentimentalismi e i più rispondono: lo Stato non può ragionare in base al sentimento materno-paterno, deve tener conto dell'uso che i terroristi faranno dei soldi del riscatto.

 

Commenti

maurizio50

Dom, 18/01/2015 - 08:41

Una volta tanto un'opinione condivisibile dei magistrati: lo Stato, vale a dire i cittadini, hanno subito un danno rilevante ad opera delle due cretine che giocavano a fare le guerrigliere in Siria. Ebbene a questo punto risarciscano ai cittadini Italiani il danno causato . in sostanza paghino allo Stato quanto lo Stato ha speso per riportarle a casa:è elementare!!!!!!!!!!!!!

aaantonio5555

Dom, 18/01/2015 - 09:21

Bravi i magistrati , devono risarcire lo stato .Deve essere un esempio per tutti.

michetta

Dom, 18/01/2015 - 09:23

I toni non devono essere solamente FORTI, ma FORTISSIMI! Queste due autentiche scimunite, DEVONO RESTITUIRE I SOLDI CHE LO STATO ITALIANO HA SBORSATO, per far sì che potessero armare i terroristi, prossimi, ad arrivare in Italia, con i prossimi barconi di invasori. Mi piacerebbe proprio conoscere le discussioni sui temi siriani che si facevano in casa di queste due, visto che anche i genitori si sono pronunciate allo stesso modo del loro comportamento inqualificabile! Come gia' diceva qualcuno prima, dal melo marcio, possono ven ire solamente gli stessi frutti! MALEDIZIONE!!!!!

INGVDI

Dom, 18/01/2015 - 09:25

Non è solo questione di codice civile. L'accusa che potrebbe essere formulata è quella di collaborazione con il terrorismo islamico. Sveglia Magistrati!

amedeov

Dom, 18/01/2015 - 09:36

Al contrario dei due MARO',che dopo tre anni sono ancora in india e nessun politico ha preso le loro difese,queste signorine non hanno avuto nessun ordine per andare in posti a rischio ma lo hanno fatto di propria iniziativa. Che siano loro a pagare il riscatto che il ministro degli esteri ha categoricamente negato di aver pagato.Come mai per i due MARO' non si mobilita nessuno?

killkoms

Dom, 18/01/2015 - 09:46

lo stato chiede sempre i soldi indietro ai suoi"servitori"che sbagliano, come nel casi aldrovandi e sandri!ora si chieda a queste 2 cinciallegre,se non si può"provare"il riscatto,almeno le spese (voli,mediazioni,soggiorni) occorse per riportarle indietro..!d'altronde,le autorità spagnole hanno chiesto (ed ottenuto) che una certa ong si facesse carico delle spese sostenute per riportare in patria quel sacerdote (poi deceduto) ammalatosi in africa di ebola!

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 18/01/2015 - 09:47

Essere d'accordo e condividere questa richiesta sarebbe il minimo, ma credo sia sempre la solita fuffa comunista in modo che resti tutto così. Se avessero avuto un po' di cervello libero da utilizzare per difendere il diritto e il buon nome del Paese, avrebbero dovuto intervenire e bloccare il pagamento, come farebbero con un qualsiasi rapimento sul suolo nazionale, ma siccome per i comunisti ciò che conta sono sempre le disposizioni ideologiche che decide il Comintern, eccoli tutti pronti ad ubbidire e gli Italiani che muoiano pure di fame, i compagni non incominceranno certo adesso a interessarsene. Se un giorno ci faranno andare a votare, non dimenticatevi di dare il vostro voto ai compagni, così poi loro potranno risparmiare anche sulla vaselina.

no_balls

Dom, 18/01/2015 - 10:02

Considerato che le due signorine facevano assistenza militare ai ribelli anti assad, e considerato che l'Italia a fianco dei partner occidentali ha combattuto il regime di assad..... Proporre i che le due signorine ricevessero un compenso per i sei mesi pari a quello che hanno ricevuto i militari occidentali che dall'alto sganciavano bombe in Siria a supporto dei ribelli. Siete talmente ignoranti che la primavera araba vi sembra una pizza islamica.

piertrim

Dom, 18/01/2015 - 10:05

In Italia abbiamo milioni di disoccupati che fanno la fame e queste amiche dei "siriani" ci costano milioni di soldi pubblici, finiti non si sa dove. Ma comparando le loro foto alla partenza e della "liberazione" si nota che tornate ingrassate per quanto stavano male???

mezzalunapiena

Dom, 18/01/2015 - 10:07

una volta tanto sono d'accordo con i magistrati.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 18/01/2015 - 10:09

I magistrati in questione non si limitino a sterili richieste tramite il web. Sensibilizzino i colleghi di competenza territoriale affinchè agiscano di conseguenza cominciando a sequestrare cautelativamente beni immobili e finanziari delle famiglie delle due seffragette rivoluzionarie!

marcomasiero

Dom, 18/01/2015 - 10:10

era ora che cominciassero a pensare a cose serie invece che alle lenzuola del berlusca

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 18/01/2015 - 10:11

Non abbiamo pagato nulla. Le hanno liberate perché non sapevano disegnare!

angelomaria

Dom, 18/01/2015 - 10:15

IN GALERA DOVE NON POTRANNO FARE PIU' DANNI!!

mariod6

Dom, 18/01/2015 - 10:15

Queste due oche prima mandano un video dove chiedono aiuto perché diversamente le accoppano e poi dichiarano che non hanno mai rischiato di essere ammazzate e che sono state trattate bene. I paesi di origine fanno festa ed uno dei padri dice che non hanno niente da giustificare. Con i soldi che hanno fatto sprecare agli italiani lo stato poteva pagare le bollette di 20.000 pensionati che stanno al freddo o non mangiano perché con la pensione non arrivano nemmeno a metà mese. E' facile capire che siano tutte contente, hanno ottenuto quello che volevano: visibilità e soldi per i loro amici terroristi. Il tutto gratis. VERGOGNA !!!!

MEFEL68

Dom, 18/01/2015 - 10:16

Ho paura che questa volta i Magistrati non verranno ascoltati. Secondo una legge non scritta, la Magistratura va ascoltata solo ed esclusivamente se si "occupa" di Berlusconi. E' un fatto, non un'illazione.

titina

Dom, 18/01/2015 - 10:18

Sono d'accordo, alla luce di ciò che è emerso

renzan

Dom, 18/01/2015 - 10:20

Per me e questione penale: Sarò troppo sospettoso, ma quelle due finte verginelle si sono divise il malloppo con i loro amici siriani

att

Dom, 18/01/2015 - 10:24

Ma, Gentiloni che, in qualità di pubblico ministero, mente consapevolmente agli italiani sul modo in qui vengono impiegate le nostre tasse (salatissime!!!) non commette un reato???.... Facciamo finta di niente???... Ma l'azione penale non è automatica ed obbligatoria??...

Ritratto di C.Piasenza

C.Piasenza

Dom, 18/01/2015 - 10:25

Veda, signor no_balls ( nomen omen ... ) forse Le sfugge un non trascurabile dettaglio . Chi ce le ha mandate in zona di guerra ? Il governo ? Quanto poi alla primavera araba, i risultati del folle comportamento dell' Occidente in materia sono cosi evidenti che anche noi poveri ignoranti ( ah, beato Lei, con le Sue immarcescibili certezze... ) siamo in grado di vederli.

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 18/01/2015 - 10:30

scassa domenica 18 gennaio 2015 Quando si acciuffano i collaborazionisti e i fiancheggiatori si passano per le armi ,perché la guerra ,giusta o sbagliata,e' guerra ,ma set due diciamo cretine ,giocano a fare le passionarie sulla e con i soldi altrui! Soldi altrui che dagli eroici vigliacchi guerriglieri del menga useranno per acquisto di armi ...bene spero che le prime a... collaudarle ... siano proprio loro così da distinguere la realtà dall'ideologia becera !!!!!!!!!scassa.

MEFEL68

Dom, 18/01/2015 - 10:30

Un esempio terra terra. Se un leone fugge dallo zoo o da un circo e mi sbrana, la mia famiglia ha il diritto di essere risarcita. Se io, di mia spontanea volontà, entro nella gabbia del leone per accarezzarlo e questo mi sbrana, la colpa è solo mia. In questo caso sono lo zoo o il circo che hanno diritto ad essere risarciti per i danni subiti.

Klotz1960

Dom, 18/01/2015 - 10:33

Concordo sull' ipotesi risarcimento, anche se giuridicamente la cosa e' molto discutibile. In ogni caso l' opinione dei magistrati e' del tutto irrilevante, e caso mai vale a contrario. Pensassero alle migliaia di sentenze che i cittadini attendono da anni, mentre si fanno i loro due mesi e mezzo di vacanze all'anno.

elgar

Dom, 18/01/2015 - 10:34

Se hanno fatto un illecito è giusto che paghino. Ma Gentiloni dice che il riscatto non c'è stato. Se però c'è stato avrebbe mentito sapendo di mentire in una sede istituzionale. Delle due l'una.

Ritratto di Ivano Colzani

Ivano Colzani

Dom, 18/01/2015 - 10:35

E' incredibile che ci siano commenti del genere da parte di alcuni magistrati. Allora in loro è rimasto ancora un barlume di intelligenza...

Makatea

Dom, 18/01/2015 - 10:39

Quello che mi ha colpito vedendole scendere dalla scaletta dell'aereo di stato (necessario?) era la totale assenza di paura sui loro visi .... paffutelli. Dopo sei mesi nelle mani di quelli là avrebbero dovuto almeno avere il terrore dipinto in faccia. Boh.

marvit

Dom, 18/01/2015 - 10:45

Forse basterebbe una sola indagine:quella di complicità e collaborazionismo......sperando nella certezza che siano del tutto innocenti

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Dom, 18/01/2015 - 10:46

Sembrano in primis comportamenti di una certa rilevanza penale, piuttosto che solo risarcitorie...

beowulfagate

Dom, 18/01/2015 - 10:55

Carina la barzelletta della Domenica.All'improvviso i magistrati-molti dei quali non esenti da colpe nello sfascio del paese-sfogano le loro piccole masturbazioni mentali con richieste che loro per primi sanno non saranno mai esaudite.Siccome oggi è il giorno del Signore rinuncio a mandarli dove dovrebbero andare.E in fondo il problema non esiste;un ministro della repubblica ci ha appena detto (e lui è "uno di quelli bravi") che non è stato pagato alcun riscatto.

gillette

Dom, 18/01/2015 - 10:59

Bhe un reato salta immediatamente all'occhio. Il procurato allarme...Codice penale italiano Art. 658 - Procurato allarme presso l'Autorità - Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l'autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l'arresto fino a sei mesi... Nel loro video del 31-12 sostenevano che erano in pericolo di vita, mentre i ros sostengono che erano tracciate.. quindi?

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 18/01/2015 - 11:04

Ma se il ministro ha detto che non abbiamo pagato niente, forse i signori magistrati vogliono farci capire che il ministro non capisce una beata mazza? Attenzione signori magistrati, questo è un insulto alle istituzioni!

Tarantasio.1111

Dom, 18/01/2015 - 11:20

Magistrati hanno sempre il personale fine... comunque, al padre sbruffone e all'altrettanto fratello di queste ambigue ragazze si potrebbe ( e sarebbe utile per l'intero paese visto i cretini che si comportano in tale modo) decretare una legge dove questi famigliari comincino loro a risarcire i danni dei propri figli/e teste di caxxo.

avallerosa

Dom, 18/01/2015 - 11:21

Bravi questi magistrati,sarebbe ora che questo paese ritornasse ad essere un VERO PAESE e non un paese fantoccio di tipo nappolitanocomunista staliniano

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 18/01/2015 - 11:21

Le due "banât" non sono state "liberate", ci sono state semplicemente rispedite indietro una volta compiuta la missione di finanziamento (e altro...) a favore dei loro indottrinatori e magari sono diventate anche due "dormienti" pronte a essere usate al momento opportuno per fiancheggiare quello che questi fulgidi eroi del terrore e della nostra macellazione hanno preparato per noi (anche grazie ai milioni che gentilmente gli continuiamo e continueramo a elargire). Anche stavolta non sono riuscito a "farla breve"... quindi, se a qualcuno interessa leggere il mio commento sul tema, può leggerlo sui blog di Maria del Vigo, di Caputo o di Rossi... Buona fortuna a tutti per il radioso futuro fatto di solidarietà e accoglienza "diversamente invasive-steminatrici" che è ormai giusto davanti a noi! Abbiate "fede" e vedrete quanto presto ci dovremo salutare con "salam aleikum"...

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 18/01/2015 - 11:33

Esiste l'accordo tra alcuni Stati in cui si stabiliva che per i sequestri internazionali non si sarebbe dovuto pagare più alcun riscatto. Esiste la legge italiana in cui si congelano i beni dei familiari affinchè non possano pagare alcun riscatto. Esiste un articolo del Cc in cui si obbliga il cittadino sventato al risarcimento.... E CON TUTTE QUESTE DISPOSIZIONI, ANCORA CI SI PONE IL DUBBIO? Spero che almeno d'ora in poi questo Stato si prostri davanti a chicchessia. Con i rapitori non si tratta: non deve farlo lo stato e non deve farlo nemmeno la famiglia.

pinopalazzi

Dom, 18/01/2015 - 11:35

Queste due idiote ed i loro genitori devono pagare e basta. Nel video dicono di essere in pericolo di morte. Ora dicono di non essere state minacciate. Essendo loro italiane e rivolgendosi al Governo Italiano perché' hanno letto quelle frasi in inglese? Qui c'è una grandissima gatta che ci cova.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Dom, 18/01/2015 - 12:01

Queste due compagnette sono partite dall'Italia verso la Siria buttandosi sulla parte Siriana anti-Assad che in pochi giorni doveva conquistare il potere rovesciando il regime legale. Ma purtroppo le cose non sono andate cosi , il vento e cambiato , Assad e stato riconfermato Presidente , l'occidente si e' defilato e le donzellette che dovevano tornare in Italia in pompa magna come due eroine si sono trovate improvvisamente dalla parte sbagliata del fronte... per il sequestro a scopo di estorsione prossimamente ne sentiremo delle belle...

Anonimo (non verificato)

pinux3

Dom, 18/01/2015 - 12:23

@elio2...E chi ti dice che i magistrati di cui si parla nell'articolo siano "comunisti"? Ah già, dimenticavo, per voi berluscones tutti i magistrati sono comunisti...Ma al posto del cervello nella scatola cranica cosa avete, segatura?

Anonimo (non verificato)

GimmeSong

Dom, 18/01/2015 - 12:26

Bisogna indagare se non ci fosse stata premeditazione....

Zizzigo

Dom, 18/01/2015 - 12:29

Lo Stato, si dice, non è padre né madre... lo Stato è il PADRONE ASSOLUTO (qui da noi). Le due ragazze meriterebbero di essere spellate, a cinghiate! Forse non hanno nemmeno imparato la lezione ed il danno non lo ripagheranno mai.

agosvac

Dom, 18/01/2015 - 12:31

Molto bene! Ho sempre sostenuto che in magistratura oltre a quelli che lasciano liberi i terroristi ce ne sono anche di quelli che fanno il loro dovere di giusti e leali servitori dello Stato. Spero che questi ultimi abbiano il coraggio di portare avanti le loro opinioni: queste ragazze o i loro genitori, devono rimborsare lo Stato, quindi tutti noi, di quanto speso per la loro salvezza. E questo perché non è stato lo Stato a mandarle in luogo pericoloso, ci sono andate di loro volontà sapendo che avrebbero corso grossi rischi. Sono sicuro che se si cominciasse a chiedere il rimborso del riscatto pagato, nessuno o pochissimi si recherebbe in luoghi ad alto rischio e questo ci farebbe risparmiare un bel po' di soldini e, per di più, non finanzierebbe ulteriormente il terrorismo.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 18/01/2015 - 12:34

QUESTA VOLTA CONCORDO COI MAGISTRATI, MA SOLO SE APRONO IMMMEDIATAMENTE IL PROCEDIMENTO

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 18/01/2015 - 12:39

concordo con questi magistrati..da web..ma uno dimostra di non conoscere la costituzione(ma non ne avevamo dubbi) "Lo Stato, si dice, non è padre né madre" sbagliato, la costituzione parla espressamente dello stato verso i suoi cittadini "lo stato agisce sui suoi cittadini come il buon PADRE di famiglia" ergo non certo come fa spesso, vessando, ricattando, distruggendo molti cittadini che cercano di campare in questo momento di crisi o favorendo economicamente immigrati, fati venire espressamente dallo stesso, cio' e' tutto fuorche' l'atteggiamento del "buon padre" di famiglia della COSTITUZIONE VERSO I SUOI CITTADINI, detto questo il "buon padre" prende anche a calci in sederino i furbetti o chi si aprofitta di cio'..e ci siamo "capiti"..

taniaes

Dom, 18/01/2015 - 12:52

queste sono due cretine invasate che erano d'accordo con i guerriglieri e che ci potranno fare molti danni. seguitele e tenetele sotto stretta sorveglianza, e al primo passo falso ritirate il passaporto e mettetele sotto chiave.

Gaby

Dom, 18/01/2015 - 13:00

Paghino finni all'ultima lira e con gli interessi , le due cretine.

acam

Dom, 18/01/2015 - 13:06

Anna Maria Greco - Dom, 18/01/2015 - 08:20 Questo corrobora quanto ho scritto altrove su questo giornale. ...Insomma, le armi che poi fanno molte altre vittime vengono pagate con quei soldi già all'origine sporchi di sangue... il pericolo é che venga scoperto che la fornitura di tale armi possa essere nazionale o di paesi amici perquesto dicevo che il tanfo é talmente gorsso che non si puo mascherare con un riscatto ci vorrebbe una gigliottina speciale

giosafat

Dom, 18/01/2015 - 13:19

Fatti, non parole. Se le ipotesi qui ventilate stanno in piedi la domanda sorge spontanea: cosa aspetta la magistratura, sempre pronta e ringalluzzita ad ogni stormir di fronda, ad aprire una inchiesta, ma che sia vera, sul fatto? O dall'alto sono piovuti, nel frattempo, ramoscelli d'ulivo e sommessi suggerimenti?

Ritratto di DOMOVOLT

DOMOVOLT

Dom, 18/01/2015 - 13:44

Le signorine in questione portano rimborsare il danno con un quito dello stipendio da SENATRICI a VITA.

piantagrassa

Dom, 18/01/2015 - 13:48

#att- E' esattamente quello che volevo scrivere, lo condivido in pieno. Gentiloni la deve smettere di prendere in giro (per non dire altro) gli italiani dichiarando che non è stato pagato nessun riscatto per le due cretine, non è mai tornato nessuno senza nulla in cambio. E in qualità di Rappresentante dello Stato, in quanto ministro, e dichiarando in un luogo istituzionale tutte le menzogne sentite, dovrebbe essere perseguibile per aver detto IL FALSO.

Kerenkeren

Dom, 18/01/2015 - 14:50

La cosa triste,e assurda che le due invasate saranno ospiti di varie trasmissioni ,ovviamente pagate per raccontare la loro idiozia con lo share alle stelle ,e il Salvatore delle due EROINE ,Geniloni a tessere le lodi del governo che le ha liberate da chi? Dai loro AMICI.solo in Italia capitano cose del genere .Purtroppo hanno ragione i Francesi ,che non sopporto,a dire LES ITALIENS.(ovviamente in senso dispregiativo).

Cecco Beppe

Dom, 18/01/2015 - 15:00

E cosa aspettano allora ad aprire un fascicolo su queste due?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/01/2015 - 15:00

Incredibile, no veramente incredibili queste frasi. Saranno magistrati leghisti infiltrati.......

Squalo2

Dom, 18/01/2015 - 15:12

finalmente una cosa sensata.Con la speraza che la cosa si avveri,suggerirei di applicarla anche a madama Sgrena e alle due Simone.

paco51

Dom, 18/01/2015 - 15:37

I soldi sborsati dallo stato sono una donazione volontaria alla Jaad per cui le fanciulle non devono restituire nulla.! Vorrei sapere da quale paradiso fiscale hanno mosso i soldi, forse fondi dei servizi?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 18/01/2015 - 15:58

SEMPRE PIU FESSI. ANCHE I MAGISTRATI DI DESTRA!!! "Lo Stato deve tener conto dell'uso che i terroristi faranno...". E già, ma sembra proprio che i "terroristi" non abbiano incassato un centesimo. E che i rapitori fossero dei semplici banditi "senza nemmeno un'ombra di jihadismo". A parte il fatto che le ISTITUZIONI dello Stato hanno smentito il pagamento di un riscatto. Quindi, come sempre, quelli di destra, anche magistrati, si attaccano al tram!

Mobius

Dom, 18/01/2015 - 16:00

Ho letto bene?? i magistrati vogliono colpevolizzare le due... [autocensura]...? Sono sconvolto, mi devo aggrappare per non cadere dalla sedia. Ma no, vedrete che presto rinsaviranno e ci diranno, amabilmente: Ma cos'avete capito, stavamo solo scherzando...

Rabbia

Dom, 18/01/2015 - 17:05

Speriamo che non sia solo un proclama, ma venga fatto sul serio quello che dicono. Non importa se non vivranno assai per restituire 24 miliardi di lire condannatele a pagare un tot ogni mese fino alla fine dei loro giorni.

g-perri

Dom, 18/01/2015 - 17:30

Se ciò che si ipotizza in questo articolo avvenisse davvero sarebbe cosa buona e giusta. Tuttavia temo che questo argomento sia stato "gettato nell'arena" con la funzione di far placare un pochino la rabbia che manifesta la stragrande maggioranza degli italiani dopo avere appreso del pagamento di questo riscatto (negato dal governo davanti all'evidenza dei fatti).

emmea

Dom, 18/01/2015 - 17:46

Nessuno ostaggio torna a casa da quei luoghi se non si sborsa il riscatto. Il fatto è che il ministro degli esteri in Parlamento non ha risposto al quesito in ordine al pagamento, e una persona di media intelligenza ci arriva da sola a capire come stanno le cose anche dispetto di qualsiasi smentita. Quindi la verità a mio parere sta in poco posto. Il problema è che sarà arduo per qualunque magistrato dimostrare che il pagamento c'è stato e il fatto che questi affari sporchi i governi li fanno trattare ai servizi segreti la dice lunga. Ma questo non significa che il pagamento in sè non sia un atto illecito ed un abuso di pubblico denaro visto che in questi ultimi tempi abbiamo assistito a una catena di suicidi di brave persone, imprenditori e lavoratori umiliati dall'esosità del fisco o dalla perdita del lavoro e nessuno si è preoccupato di aiutarli. Quando la misura sarà colma la Provvidenza presenterà ai protagonisti il conto con tutti gli interessi.

Ritratto di Maxpasi

Maxpasi

Dom, 18/01/2015 - 19:10

Dopo il rientro l'Idiota 1 (Greta) ha mantenuto un basso profilo e rilasciato poche dichiarazioni. Invece l'Idiota 2 (Vanessa) e suo padre hanno voluto sfruttare i loro 5 minuti di celebrità: la prima ha dichiarato che non tornerà in Siria, ma ha precisato PER IL MOMENTO! Invece il padre ha detto SkyTg24 che sua figlia non deve scusarsi di niente perché non ha fatto niente di sbagliato... E intanto mostrava l'insegna della sua Trattoria a Verdello! In attesa che ci rimborsino i soldi che noi contribuenti abbiamo versato per riportare a casa le 2 Idiote (riscatto e spese di trasporto) BOICOTTIAMO e FACCIAMO BOICOTTARE (mediante Twitter?) la Trattoria Cascina Bolsa di Verdello, così vediamo se almeno ha l'umiltà di ringraziare se non di chiedere scusa. In attesa che i Magistrati ne facciano finalmente una buona!

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 18/01/2015 - 19:33

Si, si Omar ci ha proprio convinto... come no? Io quando ho bisogno di certezze vengo qui, la leggo ed i miei dubbi si dissolvono come neve al sole. Certo che deve essere un brutto periodo per voi islamici eh? Dover andare di taqiyya 24/7... su tutti i fronti e su ogni argomento Voi pensate che il mondo sia fatto da fessi dove gli intelligenti siete solo voi... talmente intelligenti che nel 2015 state a cxxo all'insù come tanti pecoroni. Cioè abbiamo sterminato gli indiani perché si radunavano attorno ad un totem (quella si era una cxxtura ed una civiltà) ed ora ci ritroviamo tra i piedi voi con tutto il carico di sxxxxxxxe e problemi che create alla società. Ma la pacchia non può durare all'infinito e voi "giocate" fuori casa...

pinux3

Dom, 18/01/2015 - 19:35

@rapax... La frase che hai citato nella Costituzione...NON C'E...

sferzante

Lun, 19/01/2015 - 04:27

Ma che restituire il riscatto! Il riscato se lo sono pappato i terroristi per cui queste due lavorano! E il Governo Italiano ha fatto il loro gioco fino in fondo. Il Governo Italiano dovrebbe rispondere di finanziamento del terrorismo islamico di fronte ad una corte internazionale!

Giorgio5819

Lun, 19/01/2015 - 20:59

Ma che magistrati sono? Sono italiani? Ma si rendono conto di cosa potrebbe scatenare la loro richiesta ? Se li beccano i loro colleghi rossi finiscono peggio dei prigionieri dell'isis.

angelomaria

Mer, 28/01/2015 - 09:18

BOB SOLO C'E ANCHEIL REATO DI FALSO RAPIMENTO EAIUTARE ITERRORISTI LE LI RENDE COMPLICI LORO E FAMIGLIA C'E NE' DA DIRE SUL COMPORTAMENTO DEL CLAN!!!!