Bancomat, multe in arrivo per i prelievi "ingiustificati"

L'ultima follia del Grande fratello: la delega fiscale in via di approvazione obblifa le partite Iva a provare come hanno speso i contanti presi allo sportello automatico

Adesso vi spieghiamo perché siamo degli schiavi. Dal punto di vista tributario, certo. Non abbiamo diritti. E quando li rivendichiamo, facciamo solo la figura dei fessi. C'è, in alto, la suprema Agenzia delle Entrate guidata da Rossella Orlandi che tutto può e dispone. La storia che segue è indicativa. Partiamo dalla coda. Gli autonomi o i professionisti devono appuntarsi, euro dopo euro, come hanno usato i quattrini prelevati con il bancomat, pena: sanzione che può arrivare al 50 per cento del prelevato. Lo prevede un codicillo: il comma 7 Bis che sta per essere varato con una delega fiscale. A meno che il governo non si ravveda.

Non saltate sulla sedia. La follia ha una storia.

Tutto nasce da un altro codicillo (il comma 402) di una Finanziaria, pensate un po' voi, varata dal governo Berlusconi nel 2005. Probabilmente ieri, come oggi, complice l'ignoranza dell'esecutivo, l'Agenzia, o chi per lei, è riuscita ad inserire in una legge complessa una micro norma dagli effetti micidiali.

Chiunque (dotato di partita Iva) subisca un accertamento fiscale avrà sottoposti ai raggi x i prelievi bancomat fatti nel periodo di accertamento (anche cinque anni). L'idea del fisco è che il nero produca nero. E, dunque, se un tizio preleva troppo si presume, legalmente, che «l'eccesso di prelievo» alimenti traffici in nero e debba essere colpito da tassazione al pari di un ricavo. La facciamo semplice. Alcuni professionisti che avevano prelevato in un anno 50mila euro, si sono visti abbuonati dall'accertatore 10mila euro (per spese di vita quotidiana non richiedenti giustificativo) e i restanti 40mila, invece, tassati come se fossero ricavo e dunque reddito. Una follia, ma così è stato.

Fino a quando un povero cristo ha ottenuto da una commissione tributaria volenterosa il rinvio alla Corte costituzionale. Nonostante molte sentenze favorevoli all'Agenzia delle entrate da parte della Cassazione, la Corte stabilì con la sentenza del 2014 numero 228 che si trattava di norma incostituzionale in quanto ledeva il principio di ragionevolezza e di capacità contributiva.

Tutto bene quel che finisce bene. Sì, ma non per i nostri amici delle Entrate. Come più volte denunciato da un attuale sottosegretario all'Economia, Zanetti, sono spesso loro a scrivere materialmente le norme tributarie. E non si lasciano dare per vinti. Sia chiaro: questa roba sui giornali viene sempre descritta come legge indispensabile per combattere l'evasione fiscale. Ma, dicevamo, la storia non finisce qua.

Gli uomini del fisco amavano molto la possibilità di impicciarsi dei nostri contanti e di presumere legalmente quale fetta di essi configuri evasione. E sono tornati, subdolamente, alla carica. Nello schema di decreto di riforma delle sanzioni amministrative tributarie di cui si parla in queste ore è rispuntata, di fatto, la tassa sui Bancomat, che la sentenza della Corte aveva bocciato. Per aggirare la sentenza non si parla più di presunzione legale sui prelievi, ma si tirano in ballo le sanzioni in caso di mancanza di giustificativo del beneficiario del prelievo stesso. In sostanza, in occasione di accertamenti bancari chi non indica (o indica in modo inesatto) il beneficiario dei prelievi si può beccare una sanzione che va dal 10 al 50 per cento dell'importo del prelievo.

Avete, un'altra volta, capito bene. Questi sono pazzi. Secondo loro dovremmo appuntarci, dopo ogni prelievo al bancomat, il registro delle spese di quei contanti. Ma fino a qui si tratta di una follia burocratica e dell'ennesima complicazione tributaria. In realtà, la storia è financo peggiore. Non bastano i nostri appuntini, è necessaria una prova. Ovviamente con data certa e rilievo fiscale, immaginiamo. Anche se fossimo il ragionier Filini (quello di Fantozzi) non ci riusciremmo: gli scontrini non indicano il codice fiscale di chi le riceve. Insomma, non sono parlanti e, dunque, servono a nulla al riguardo. Il fisco inventa una norma, diabolica, e non fornisce il modo per rispettarla (fosse pure accettabile, cosa che non è): nessuna norma primaria o secondaria infatti impone in che maniera possa essere fornita l'indicazione dei beneficiari. Attenti, quindi, a dare mance. Diventa pericoloso comprare un pacchetto di sigarette al giorno: sono 1.500 euro l'anno che non hanno pezze giustificative ufficiali. Per carità, cappuccino e caffè beveteli a casa. E se avete un'amante? Peggio per voi. Il fisco, più che vostra moglie, ve ne chiederà conto.

Si dirà che gli uomini delle Entrate utilizzeranno questo bazooka di cui dispongono con ragionevolezza. Non mi fiderei della loro ragionevolezza, posto che i medesimi non si fidano della nostra e, all'uopo, si dotano di armi di distruzione di massa.

E, soprattutto, viene da chiedersi che modo di legiferare sia questo. Dopo una sentenza della Corte costituzionale si reintroduce in modo surrettizio la medesima minaccia fiscale, sperando che nessuno se ne accorga.

Ecco, ci auguriamo che il governo sventi l'ennesimo colpo di mano della sua Agenzia e che dimostri di non essere complice di questa follia tributaria. Ha ancora qualche giorno per farlo.

Commenti

marcomasiero

Mer, 15/07/2015 - 08:46

sono partita iva. un prelievo bancomat max. è di 250 euro. NON CI PENSO MINIMAMENTE A DOVERE GIUSTIFICARE L' ACQUISTO DI ALIMENTARI O ALTRO !!! SI FOTTA IL FISCO !!! se non sono capaci con 66.000 finanzieri e una pletora di personale civile di fare il loro lavoro vengano LICENZIATI ! in Slovacchia subivo il controllo ogni anno come tutti da parte di paciocose signore che con pazienza cortesia e disponibilità si mettevano in ufficio a fare le verifiche senza alcun intento vessatorio !!! QUESTA è UNA REPUBBLICA FALLITA RETTA DA LADRI ISTITUZIONALIZZATI IN CUI SI RASCHIA IL FONDO DEL BARILE VESSANDO IL CITTADINO.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 15/07/2015 - 09:06

Davvero follia pura! Altro che Grande Fratello, questo è un incubo. Tutti

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 15/07/2015 - 09:21

nemmeno l'unione sovietica sarebbe arrivata a tanto.

alby118

Mer, 15/07/2015 - 09:21

Il governo ( agenzia delle entrate ) spia e vuol sapere come noi spendiamo i NOSTRI soldi, ma dovremmo essere noi, popolo di deficienti, a chiedere al governo di renderci conto di come spende o sperpera i NOSTRI soldi e se la cosa non ci aggrada, mandarli a casa a calci nel cu.lo !!!!!

gneo58

Mer, 15/07/2015 - 09:25

se non fosse che si è legati mani e piedi a questo sistema perché ormai tutto passa tramite banca bisognerebbe chiuder i conti e tenersi i soldi a casa e pagare solo in contanti. Anzi dirò di più bisognerebbe tornare al baratto e mandare a f...lo tutto questo sistema ormai marcio fino al midollo.

Ora

Mer, 15/07/2015 - 09:27

In un paese dove la corruzione fiscale arriva a 60 miliardi l'evasione a 150 miliardi e l'elusione a 40 miliardi le soluzioni sono due, o si fermano gli sbarchi o si controllano i conti correnti ,chi dà ,chi paga chi ,è per quale motivo paga.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 15/07/2015 - 09:28

@marcomadiero: ha perfettamente ragione. Ma di storture ce ne sono altre, è normale che se lascio sul cc più di 5000 euro vengo tassato? È normale che in barba alla legge sulla privacy, che se vai al cesso devi firmare il modulo, uno del ministero delle finanze fruga sul mio conto e guarda come spendo i soldi? Per combattere l'evasione c'è un solo metodo, tasse giuste e galera per chi evade, senza scampo. Come nei paesi civili.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 15/07/2015 - 09:28

Mi reco una due volte al mese in svizzera a fare il pieno e a comprare il tabacco trinciato in scatola perché così risparmio che a comprarli in Italia. ..ovviamente per non pagare commissioni sui pagamenti bancomat su estero pago in contanti.....dopo aver prelevato....per evitare future scocciature visto che il tutto comporta esborso annuo di circa 1500 euro sarò obbligato a usare il bancomat pagando così una TASSA OCCULTA? E che dire se uno le sigarette le compra in Italia? Il tabaccaio non rilascia scontrini sui tabacchi,dunque? Follia bisogna andarsene da questo paese di macellai fiscali.

Fradi

Mer, 15/07/2015 - 09:32

Aspetto il primo che dica che lui le tasse le paga e non ha nulla da nascondere.

Blueray

Mer, 15/07/2015 - 09:34

Pazienza, vorrà dire che chi spende troppo ritirerà con assegni e non con bancomat. Si fa di tutto per rendere la vita impossibile e il Paese arretrato, e poi ci chiediamo perché non c'è crescita e nessuno investe!!

cgf

Mer, 15/07/2015 - 09:38

ha già risposto marcomasiero se con tutte le risorse umane e mezzi si devono 'attaccare' a sistemi come questo, obbligano gli operatori economici a fornire tutto, con i calcoli [come vogliono loro] già fatti, perché prendono uno stipendio?

filatelico

Mer, 15/07/2015 - 09:56

A cosa serve un esercito di controllori ??? A NULLA se l'italiano più ricco risiedeva a Montecarlo, se una grande industria è diventata americana con sede in Olanda !!! Poi vengono a rompere le scatole al sottoscritto se versa in due volte 1000 euro (ovvero 1 banconota da 500 per ogni volta ) per poi pagare gli F24 dell'IMU!!! Il solerte impiegato bancario, ovvero un IDIOTA, mi ha segnalato a BanKitalia !!!

giuromani

Mer, 15/07/2015 - 09:56

Caro dott. Porro, sperare nel buon senso dei controllori è pura follia. La questione si aggrava se si considera che questi personaggi sono praticamente incontrollabili. Un esempio quando ho pagato l'imposta di successione. Dopo aver fatto tutte le cose per bene, con scrupolo, serietà e precisione,ho avuto un ulteriore accertamento di 11.000 euro. Motivo? La mia pratica è finita sul tavolo sbagliato (sic) di un impiegato, mio conoscente, convinto di essere il salvatore della patria perchè tutto dedito alla tutela dei poveri contro i ricchi e iscritto ad un partito dell'estrema sinistra. Su consiglio del commercialista sono addivenuto ad una conciliazione e la differenza si è risolta al 50%. Ma non mi si chieda il perchè.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 15/07/2015 - 10:03

L'ennesimo atto di guerra nei confronti dei lavoratori autonomi. Per questo Stato comunista i lavoratori autonomi non sono controllabili a bacchetta come i dipendenti pubblici, non sono bacino elettorale della sinistra e pertanto vanno eliminati. In Italia il costo e l'inefficenza dei dipendenti pubblici è alle stelle? Come si rimedia: mandando a casa almeno 400.000 dipendenti come in Inghilterra? NO! Non pagando imprese e professionisti che operano con gli E.P., abolendo le tariffe professionali e mantenendo (ovviamente) tutti i parassiti assunti.

gianni.g699

Mer, 15/07/2015 - 10:07

Ci fanno i conti in tasca e vogliono spiegazioni di come spendiamo i soldi che noi GUADAGNAMO con il nostro lavoro GUADAGNAMO e non RUBIAMO !!! ma loro non ci spiegano ad esempio (e ce lo dicono velatamente un giorno si e l’altro pure) che da un parco circolante di circa 42 milioni di veicoli al giorno sul territorio nazionale incassano (ponendo che ognuno dei proprietari dei veicoli consumi e paghi una media di circa 15 euro di carburante al giorno) 42 milioni per 10 euro che vanno al governo su 15 sborsati alla pompa 630 milioni al giorno per 365 giorni FANNO 229 miliardi e 950 milioni all’anno !!! di soldi spicci solo dai carburanti !!! ma dove ca….o mettono questo fiume immenso di denaro !!! a cui segue una miriade di salassi, tasse e gabelle varie ad ingrossare ulteriormente questo fiume di danaro che piove nelle casse dello stato !!! questo è da pretendere …

procto

Mer, 15/07/2015 - 10:10

se uno ha la coscienza a posto, non ha nulla di cui preoccuparsi

oldstyle

Mer, 15/07/2015 - 10:11

Un piccolo consxxlio a tutti, dipendenti o autonomi... Abbandonate il bancomat e usate i contanti... Vi metteranno il sale sulla coda, ma servirà a ben poco. Purtroppo è già in atto da anni il piano per eliminare i contanti da parte delle banche... Ma dobbiamo tenere duro, soprattutto i dipendenti (che ricevono la busta non contanti) devono invertire il giochetto, prelevare e pagare in CONTANTI CONTANTI CONTANTI. Ma sono stati furbi, hanno convinto che la carta è più fxxa... Qualcuno paga la colazione col pos. Ma se riusciamo a tornare indietro su questa cosa, il futuro appare mxxliore.

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 15/07/2015 - 10:23

Ci siamo,stanno per gettare le basi di una imminente RIVOLUZIONE!! Se penso in quale paese sto vivendo...me ne vado a vomitare.

Dordolio

Mer, 15/07/2015 - 10:26

Una norma assolutamente idiota, destinata poi ad essere aggirata con artifizi banali ma che ti complicano la vita. Hai dei figli adolescenti magari a cui dai dei soldi contanti: devi poi pretendere che ti portino gli scontrini di tutto quel che hanno speso? Certi circoli privati poi NON rilasciano scontrini, a quanto mi risulta. E per i tabacchi non è previsto scontrino, ad esempio. Sarà comunque sufficiente mettersi d'accordo con qualcuno non Part. Iva che ti dia i suoi scontrini (che non sono nominativi). O semplicemente raccoglierli per terra.

linoalo1

Mer, 15/07/2015 - 10:30

Finalmente un po' di Democrazia!!Mia moglie si incazzerà o chiederà il Divorzio perché verrà a sapere che,con il Bancomat,vado a Puttane tette le Settimane!!!Quindi,Italiani,non usate le Banche ma il Materasso!!

giosafat

Mer, 15/07/2015 - 10:41

Fintantochè le prostitute non rilasceranno regolare scontrino fiscale ecco come giustificare la spesa del denaro prelevato dal bancomat.

vince50

Mer, 15/07/2015 - 10:44

Mi chiedo chi si può permettere di valutare un prelievo"ingiustificato",stanno massacrando tutto e tutti altro che purghe Staliniane.Però prima c'è stata la dittatura,adesso meno male che siamo in Democrazia.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 15/07/2015 - 10:47

Alle prossime elezioni voterò chiunque ripristini l'uso del denaro contante, per il controllo dell'evasione ci sono tantissimi altri, modi basta volerlo.

Dordolio

Mer, 15/07/2015 - 10:49

Mi viene l'idea che dietro l'angolo ci aspetti un regresso o un ritorno alle origini del commercio. Il baratto o qualcosa che gli somiglia. Ho bisogno che un idraulico mi aggiusti il bagno? Faccio il commercialista? Lui fa il lavoro e io in cambio la denuncia dei redditi. Per la frutta e verdura andrò direttamente dai produttori locali e "acquisterò" direttamente quanto mi occorre ma - dentista - gli otturerò i denti in cambio. Sono certo che in moltissimi casi si troveranno interessanti accordi. Andando in quel posto a chi se lo merita.

Rossana Rossi

Mer, 15/07/2015 - 10:50

Quando si arriva a queste follie si ha la chiara dimostrazione dell'incapacità sostanziale di un governo (!) di fare il proprio dovere e quindi si pretende che sia il cittadino in tutte le sue attività a fornire elementi di controllo. L'unica consolazione che resta è che quando si vuole controllare troppo, alla fine non si controlla più niente perchè mancano mezzi e soldi........

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 15/07/2015 - 10:58

@procto la coscenza pulita ce l'ha chi non l'ha mai usata.

UNITALIANOINUSA

Mer, 15/07/2015 - 11:02

Dove sta scritto che bisogna tenere i soldi (pochi che siano) in banca? italiano in usa

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 15/07/2015 - 11:03

@ procto: mai nickname fu più appropriato al commento e viceversa. Provo, con poca speranza, a spiegare perché anche chi la coscienza a posto DEVE preoccuparsi: uno ha i suoi soldi sul conto, combacia tutto con dichiarazioni, redditometro, spesometro, entrate con uscite, qualunque incasso e pagamento oltre i 999 euro fatto con mezzi tracciabili come da legge...bene, ritiri delle somme e le usi per scopi leciti,pensi di stare tranquillo? No! Perché lorsignori dell'AdE possono "presumere" che con quei soldi hai fatto del nero, tu devi dimostrare il contrario MA NON PUOI PERCHÉ È IMPOSSIBILE! Se sei ancora tranquillo, sei in malafede...

vinvince

Mer, 15/07/2015 - 11:28

... mi chiedevo, invece di parlare / scrivere tanto .... cosa possono FARE le partite IVA per non sparire dalla circolazione ?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/07/2015 - 11:37

Ma mi sembra ovvio che quello che prelevi per i tuoi usi privati da un conto intestato a una partita iva non lo puoi dedurre come spese per l'attività professionale e quindi deve essere considerato reddito!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 15/07/2015 - 11:47

Se un evasore viene "beccato" potrà dire "accidenti, mi è andata male". Ma queste norme si ritorcono soprattutto su chi non evade, ma spende semplicemente i suoi soldi. Esistendo l'inversione dell'onere della prova, chi ha la coscienza a posto non potrà comunque mai dare spiegazioni convincenti, perché è impossibile dimostrare cosa NON si è fatto. Ecco perché i più preoccupati devono essere quelli con la coscienza a posto, come dice qualcuno. Sekhmet.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 15/07/2015 - 11:51

Egregio procto ci è o ci fa? Lei evidentemente è un dipendente, penserei pubblico, e - come tale - risparmiato da inquisizioni statali. Se solo avesse la compiacenza di informarsi, apprenderebbe che: 1) non è come vogliono dare ad intendere Stato e compiacenti mass media che il mondo dei lavoratori autonomi è un mondo di criminali evasori; 2) non è sufficiente essere a posto con coscienza e fisco per essere esentati da vessazioni fiscali. Al riguardo potrei testimoniarle di problemi personali con l'Agenzia delle Entrate che mi sono costati decine di migliaia di euro e dei quali sono avuto a capo solo dopo 22 anni (diconsi ventidue anni) di tribolazioni e spese. Ovviamente anche quando lo Stato ha torto (e lo riconosce) si guarda bene dal risarcire i danni o anche solo gli interessi. La prossima volta, prima di "disturbarsi" a sparare la sua ca****a, si informi.

procto

Mer, 15/07/2015 - 12:10

Andrea B. Non capisco: se i contanti li usi per scopi leciti, avrai scontrini e/o fatture per dimostrarlo no?

gneo58

Mer, 15/07/2015 - 12:15

per gianni.g699 - lei ha fatto un calcolo approssimativo riferito ad un certo settore. Io le dico che, euro più euro meno questo stato sanguisuga sempre a caccia di soldi, tassando tra un po' anche l'aria, incassa OGNI GIORNO che Dio manda in terra tra tasse, iva, accise, bolli ecc ecc 2.500.000.000 Euro (Due miliardi e cinquecentomila - EURO) - una cifra spropositata - dove vanno ?, come sono spesi ?, perché sono sempre in bolletta ? lo sappiamo tutti ma nessuno ci pensa abbastanza. Un saluto.

gneo58

Mer, 15/07/2015 - 12:17

per procto - glielo dico io perché anche se ha la coscienza a posto non può stare tranquillo - dal giudizio e dall'operato degli imbecilli non c'è ragione che tenga.

cabass

Mer, 15/07/2015 - 12:28

Se vengono a chiedermi come ho speso i soldi presi al bancomat, gli dico che, seguendo l'invito della Boldrina a valorizzarli, ho acquistato cianfrusaglie dalle risorse senegalesi, rose dalle risorse cinghialesi e quello che mi è rimasto, l'ho offerto ai questuanti rom... E gli dico anche di verificare, se ci riescono, se costoro abbiano puntualmente dichiarato i relativi introiti.

painlord2k

Mer, 15/07/2015 - 12:28

Usare Bitcoin per i pagamenti potrebbe essere una soluzione. Semplice, facile, nessun limite, se la banca chiude a voi non frega nulla. Marietto Draghi può stampare tutti gli € che vuole, ma non può stampare un singolo Bitcoin.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 15/07/2015 - 12:33

@Omar: serenamente le dico di lasciare perdere certi argomenti...dal commento, pur di tre righe, si capisce come non abbia conoscenza alcuna in materia.

david71

Mer, 15/07/2015 - 12:44

He He He .. guardali lì a tutti gli evasori come glie girano le palle….

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 15/07/2015 - 12:51

Ogni governo dichiara che ha riformato il fisco definendolo "fisco amico" ma nei fatti si opera peggio del KGB.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 15/07/2015 - 12:54

@Procto, ripeto il concetto base, che è quello in discussione: i soldi dentro il c/c, benché di una partita iva, sono -o meglio dovrebbero essere- liberamente spendibili. Dall'Agenzia delle Entrate invece si presume che vengano usati per alimentare attività in nero, da cui si realizza ulteriore reddito non tassato, di qui le sanzioni! Non è la liceità o meno della spesa, per assurdo uno potrebbe comprare per vendere droga, ma non è quello ciò che verrebbe sanzionato. E poi un dipendente non potrebbe ritirare anche lui soldi dal suo c/c per fare nel nero? Perché solo gli autonomi? Poi, a parte che gli scontrini dopo un anno circa sono illeggibili, non riportano i dati chi ha acquistato. E ci sono parecchi casi in cui uno spende senza avere ricevuta alcuna e non sto parlando dell'idraulico per casa pagato senza fattura!

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 15/07/2015 - 12:55

@Protco – Stiamo raggiungendo in questo modo a lunghi passi la Grecia. Ti faccio presente che in questo modo non incentiveremo certo il lavoro, aumentando a dismisura la dittatura fiscale, fintanto che ciò si rivolterrà contro gli stessi lavoratori pubblici. In Grecia molti lavoratori sono stati licenziati ed altri hanno stipendi medi di 700 EURI. In questo modo non tarderemo a ritrovarci come loro.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 15/07/2015 - 13:05

In aggiunta: l'Agenzia delle Entrate fino adesso ha applicato questo osceno principio anche ai ritiri di contante effettuati dal conto bancario personale dell'autonomo, il quale deve avere un conto corrente separato per la propria attività (anche per un'impresa individuale, le banche ringraziano!), ma viene comunque controllato anche se trasferisce denaro dal conto dell'impresa al proprio (quello dove paga il mutuo e le spese di casa, il bancomat per i famigliari..etc etc)

xgerico

Mer, 15/07/2015 - 13:10

@procto -10:10 - Esatto! Se poi non hai la coscienza "a posto" se la prendono anche con lei!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 15/07/2015 - 13:15

@David71: no, a me girano le palle di essere considerato "presunto colpevole" da una manica di parassiti, che anche se sbagliano non pagano mai di tasca propria. Mi girano le palle per il principio di poter venire liberamente vessato e sanzionato dal feudatario e dal suo paggetto, benché non faccia niente di sbagliato. Ma per comprendere ciò, oltre ad avere più intelligenza di quella che serve per fare il misero troll da blog, bisogna avere l'animo di chi ama la libertà. Se uno invece è uno schiavetto docile e rassegnato non lo capirà mai!

painlord2k

Mer, 15/07/2015 - 13:26

Se il sistema è uno schifo il consiglio è uscirne il più possibile, il prima possibile. Se vogliono costringere la gente ad usare solo ed esclusivamente le banche, vuol dire che è il momento di uscire dalle banche. Tenere il minimo indispensabile in banca e il resto fuori. Diversificare e internazionalizzare. Ci sono tanti sistemi a disposizione ormai: bitcoin, bitgold, goldmoney, bitreserve, etc. alcuni sono anche impossibili da bloccare, più veloci, più pratici. L'unico problema è che sono poco diffusi, ma ci vuole poco tempo e sforzo ad adottarli. Un po' di più (ma non molto di più) per adottarli bene, riducendo i rischi al minimo.

Paul58

Mer, 15/07/2015 - 13:37

david71 tu devi avere qualche problema. le banche non ti regalano i soldi,per cui se prelevi attraverso il bancomat vuol dire che hai versato. per cui basta vedere se c'e' il corrispettivo di fattura e hai finito il controllo. per il resto con i prelievi posso anche accendermi le banconote che sono cacchi miei. troppo complicato per te?

david71

Mer, 15/07/2015 - 13:38

e pure tanto...

luigi.muzzi

Mer, 15/07/2015 - 13:51

daccordissimo sui conti e bilanci trasparenti... si cominci con quello di stato, regioni, comuni, coop, ecc...

davidebravo

Mer, 15/07/2015 - 13:55

Se a un controllo rispondete che vi spendete abitualmente tutto nelle macchinette dei bar avete risolto. O in prostitute, o in biglietti del superenalotto. Insomma, basta ingegnarsi un po'.

moichiodi

Mer, 15/07/2015 - 14:00

Elucubrazioni sotto l'afa. Schiavi del bancomat? Semmai liberi!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Mer, 15/07/2015 - 14:04

ma siamo matti? questo e' uno stato di polizia fiscale!!! a noi chiedono conto dei nostri soldi e loro non ci danno conto sempre dei nostri soldi?!?!?! per me si possono fottere

Ritratto di Klaus_Trofobico

Klaus_Trofobico

Mer, 15/07/2015 - 14:07

Circa 3 settimane fa l´agenzia delle entrate ha confiscato circa 150mila euro a dei rom che non sapevano giustificare da dove venivano i loro proventi visto che non avevano un lavoro e nemmeno una ditta individuale per giustificare la loro sopparavivenza.....bene? NOOOO oggi un giudice gli ha restituito tutti i beni perché erano precedenti alle loro condanne per furto e rapina....siamo ridotti cosí il cittadino per bene paga e i ladri (compresi tutti quelli che sono al governo ) incassano senza dover giustificare niente!!!

david71

Mer, 15/07/2015 - 14:12

Paul58, già.. che stupido a non averci pensato, è così banale.... Nik... ma hai visto chi sono i tuoi sostenitori?

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Mer, 15/07/2015 - 14:20

ma io dico, su 1030 perditempo parlamentari ci sarà uno, UNO che possa presentare un disegno di legge sul divieto di approvare il proprio stipendio a qualsiasi livello, ma di farselo decidere da una commissione popolare? E' troppo facile squagliare gli zebedei agli artigiani mentre 4 milioni di fancazzisti fanno la stessa vita di 15 anni fa, precrisi. Non è palese conflitto di interessi che un senatore si aumenti con una leggina infilata di nascosto la notte di ferragosto il proprio emolumento a botte di 1000 euro quando va bene? Ancora a parlare di evasori fiscali... e le banche che con la riserva frazionaria moltiplicano per 50 il denaro che depositiamo che sono?

giottin

Mer, 15/07/2015 - 14:22

Per tutti: oggi come oggi tutti i finanzieri girano per i mercati a fare la spesa gratis!!!!Chiaro il concetto?????

luna serra

Mer, 15/07/2015 - 14:25

chi lo avrebbe detto un articolo di legge fatta dal governo Berlusconi, questa è la dimostrazione di come comandano i dirigenti che scrivono le leggi e i politici firmano senza leggere

beale

Mer, 15/07/2015 - 14:47

una bella campagna giornalistica per la soppressione dell'agenzia delle entrate ed il licenziamento senza pensione della Orlandi? Il tutto alla salute di Cottarelli e della spending review.

Ritratto di Aulin

Aulin

Mer, 15/07/2015 - 14:48

FINO A OGGI ho sempre pagato fior di tasse e ho fatto la spesa con assegni e bancomat. ORA BASTA, DA ORA SOLO CONTANTI. Ogni negozio dove entrerò CHIEDERO' CHE NON MI FACCIANO SCONTRINI. NERO PER ASPIRARE VIA I SOLDI DALLE BANCHE E TOGLIERLI AI DIPENDENTI PUBBLICI E PRIVATI NON LICENZIABILI. SE vorranno lavorare prenderanno una P.IVA! DOVE CHI LAVORA LAVORA E CHI NON LAVORA CREPA. Abolizione del lavoro dipendente = abolizione dei non licenziabili.

Ritratto di Aulin

Aulin

Mer, 15/07/2015 - 14:52

Fradi, aspetto il primo dipendente che faccia due sole pausa caffè al giorno (di 5 min), che non sia mai in malattia per cxxxxxe e che lavori almeno quanto lavora il suo datore di lavoro. E magari che rinunzi alle ferie pagate se l'azienda è in crisi e che non dica "QUESTO NON E' DI MIA COMPETENZA". Sei così? Se non sei così sei UN EVASORE FISCALE lavorativo, anzi, SEI UN LADRO.

Tuthankamon

Mer, 15/07/2015 - 14:56

Mi auguro che stiano scherzando. Poco tempo fa, se uno ritirava piu' di 999,99 Euro, gli chiedevano cosa ne doveva fare. Mia moglie rispose "i cxxxi miei". Davvero nemmeno l'Unione Sovietica era arrivata a tanto! E abbiamo migliaia di persone in giro per il Paese di cui non sappiamo nemmeno il nome ... che vergogna!

arkkan

Mer, 15/07/2015 - 15:07

No, questi non sono pazzi! Questi sono ladri e criminali. Leggo tanti "sapienti" commenti in mezzo a qualche nota sensata. Però nessuno affronta l problema alla radice: non è lecito nè sensato continuare ad accettare l'inversione dell'onere della prova, anche solo ai fini fiscali. E' chi accusa che deve provare, NON chi si deve difendere. Se non ci battiamo per questo principio, la battaglia è persa in partenza. Anche perchè, come ha rilevato qualcuno, le norme le scrivono i funzionari ed i parlamentari le approvano negligentemente senza leggerle (e non è novità di oggi). CONTANTE LIBERO! !

onurb

Mer, 15/07/2015 - 15:12

procto. Non hai capito. Stando a quanto dice Porro, nessuno avrà la coscienza a posto, nemmeno tu, perché non sarà in grado di dimostrare di aver comprato il Giornale tutti i giorni, come io faccio, o di aver acquistato un pacchetto di sigarette, o di aver dato qualche centinaio di euro alla sorella nullatenente, o di aver fatto un'elemosina per strada, bevuto un caffè o un cappuccino e mangiato una brioche. Se per dimostrarlo deve tenere gli scontrini fiscali, tanto vale che si adotti il sistema americano: tutte le spese documentate sono detraibili e i controllori avranno più tempo per andare a rompere le palle nei settori dove ci sono le grandi evasioni.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 15/07/2015 - 15:16

Con gl'occhi del nostro fisco siamo TUTTI evasori e NESSUNO può dirsi al sicuro.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 15/07/2015 - 15:19

Basta chiudere il conto corrente e mettere il denaro su un bel libretto di risparmio nominativo, senza assegni,senza bancomat e senza carta di credito: è questione di organizzarsi e funziona benissimo. Poi quando uno deve andare in vacanza fa una PostePay ricaricabile ci mette il necessario e fine del cinema.

onurb

Mer, 15/07/2015 - 15:41

E se decidessi di chiudere il conto corrente e tenere il contante dentro il materasso memory per evitare di dover contribuire con i miei soldi a sanare il fallimento della banca provocato dai funzionari e non da me? Cosa direbbe l'agenzia delle entrate? D'accordo, Papa Francesco, nel dire una delle sue tante scempiaggini, ha sostenuto che la proprietà privata non è intoccabile, ma qui si esagera.

onurb

Mer, 15/07/2015 - 15:54

Mi piace andare a donne di piacere, ma non mi rilasciano scontrini fiscali e accettano solo contanti: come posso fare?

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Mer, 15/07/2015 - 17:31

Tutta questa indignazione per nascondere che il governo Berlusconi ha fatto un'altra legge contro i suoi stessi elettori? Un governo può giustificarsi dicendo "mi hanno fatto approvare una norma vessatoria senza che me ne accorgessi"? Dopo aumento della tassazione sul Capital Gain e IMU, anche questa. Dopodiché ci chiediamo perché gli elettori piuttosto che votare Centro Destra se ne rimangano a casa e permetano alla sinistra di spadroneggiare.

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Mer, 15/07/2015 - 17:38

Un colpo al cerchio ed uno alla botte. In questo paese chi falsifica i bilanci va in galera. Prodi che ha falsificato il bilancio dello stato (Der Spiegel, news 2012) come mai è a piede libero? L'eroica GDF che è così brava con i privati non può fare un accertamento per vedere se le notizie dei tedeschi siano vere?

beale

Mer, 15/07/2015 - 18:30

parole sante Giuseppe EFC: da noi se non sono in malafede sono scemi quindi inabili a governare. poi, sembra normale che per pagare le tasse si schieri un esercito di 70000 unità oltre ad agenzia delle entrate ed equitalia. tutti stipendi da pagare indipendentemente dal pil prodotto.

chicolatino

Gio, 16/07/2015 - 00:34

Porro, mi dispiace ma questa volta l'articolo e' scritto con I piedi! immagino lei si riferisca ai professionisti ed ai prelievi sul c/c dedicato alla propria attivita' di lavoratore autonomo; se e' cosi', direi che e' normale che se il suddetto lavoratore autonomo vuole DEDURRE i costi relativi a tali prelievi (ricavi-costi = utile imponibile), DEVE fornire adeguato supporto documentale, mi sembra pure logico o no? altrimenti il professionista puo' far passare come costi legati alla sua attivita' anche le vacanze o le "lucciole"; se invece, non vuole dedurli, e' libero di spender quanto vuole!semmai occorre stare attenti ai VERSAMENTI fatti nel c/c da cui si preleva...quelli si che devono essere giustificabili...

swiller

Gio, 16/07/2015 - 09:06

STATO CRIMINALE.

onurb

Gio, 16/07/2015 - 09:18

chicolatino. Io sono partita Iva, ditta individuale, e non ho l'obbligo di avere un conto corrente dedicato all'attività. Inoltre il conto corrente è cointestato con mia moglie (siamo in comunione di beni) e in esso confluiscono anche i suoi introiti ed ella stessa può fare prelievi. Mi tolga una curiosità: in quale sogno ha visto che un professionista potrebbe far passare come costi legati alla propria attività le vacanze o le lucciole? I costi si detraggono dai ricavi solo se comprovati da fatture; le lucciole non ne rilasciano e la fattura relativa a una vacanza non vedo come potrebbe essere fatta rientrare nei costi relativi all'attività.

moichiodi

Gio, 16/07/2015 - 10:30

Xonurb non ce peggior sordo di chi non vuole intendere: lei conferma ciò che ha scritto chicolatino

Optaylon

Gio, 16/07/2015 - 10:39

Mi raccomando incazzatevi tutti sui Social, qui sxx Sito, ma attenzione: comodamente seduti in poltrona o sxxla vostra sedia, sia mai che scendete in piazza a fare casino oppure sia mai che organizzate una class action per prelevare tutto quello che avete in banca chiudendo o minacciando di chiudere di getto tutti i vostri conti. Ci tengono per le palle e ci piace, a sto punto perché non lavorare senza stipendio? O per i liberi professionisti: perché non continuare a pagare le tasse lavorando gratis? Per favore diamoci tutti una svegliata perché qua ci pigliano allegramente per il cxxo e sinceramente io sono abbastanza stanco...non so voi.

onurb

Gio, 16/07/2015 - 15:36

moichiodi. chicolatino ha scritto stupidaggini e in questo senso ciò che io ho scritto conferma, per l'appunto, che si trattava di stupidaggini.

chicolatino

Gio, 16/07/2015 - 18:04

caro onurb lei fa commistione tra reddito da lavoro autonomo, spese sue di lavoro, spese personali e personali di sua moglie, il tutto in un c/c cointestato... wow, e poi si lamenta se gli vogiono are le pulci...lo sa che i c/c online sono a costo zero e molto efficienti? la legge non obbliga ma non impedisce di averne uno dedicato, o no? quindi si faccia un un c/c dedicato solo all'attivita', in cui confluiscano redditi e spese relative alla sua attivita', e per le spese conserva i giustificativi...dal cellular fa poi bonfici dal c/c dell'attivita' al suo cointestato da cui attinge per le spese personali...non venga a dire balle sull'acquisto dei giornali, o sigarette, etc; semplice semplice, ma mi sembra che fino ad oggi ci ha marciato su questa "commistione", motive epr cui siete arrabbiatucci....quella sulle lucciole era un'imperbole, ma non l'ha evidentemente capita....

franco-a-trier-D

Gio, 16/07/2015 - 19:04

ma perché non portate i soldi in banche estere mica è proibito.

franco-a-trier-D

Gio, 16/07/2015 - 19:04

ma perché non portate i soldi in banche estere mica è proibito.

Ritratto di gian td5

gian td5

Gio, 16/07/2015 - 19:56

Questo è solo un assaggio del sistema comunista prossimo venturo che regolerà i rapporti tra stato e italiani.

ferro76

Dom, 19/07/2015 - 11:49

Basta non mettere più i soldi in banca.. Dove è il problema?

ferro76

Dom, 19/07/2015 - 11:52

basta non mettere più i soldi in banca.