I sindaci all'attacco di Salvini: scontro su piano anti-degrado

Anci: "Prefetti non ci commissarieranno". Viminale: ordinanza si rifà alla legge. I casi Bologna e Firenze con l'ok della sinistra

Di fronte a "sindaci distratti" nella lotta a illegalità e degrado, ci penseranno i prefetti. La nuova azione interventista del ministro dell'Interno Matteo Salvini passa attraverso una direttiva che segnala "l'esigenza di intervenire con mezzi ulteriori" in quelle circostanze che "destano nella popolazione un crescente allarme sociale", come le piazze di spaccio. I primi cittadini possono ricorrere ai daspo urbani, emanare ordinanze per limitare l'orario di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche, ma non sempre basta. Il modello sono le sperimentazioni a Bologna e Firenze di provvedimenti prefettizi che hanno di fatto istituito "zone rosse" "che vietano lo stazionamento a persone dedite ad attività illegali, disponendone l'allontanamento". Certo si tratta di circostanze particolari, perciò "risulta essenziale la preventiva condivisione dei presupposti che ne motivano l'adozione".

I prefetti sono quindi invitati a convocare riunioni del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica per analizzare i casi, le misure straordinarie devono avere una durata limitata e dal 31 maggio ogni tre mesi dovranno inviare al Viminale un report trimestrale sulle ricadute delle ordinanze adottate. Cautele che non sono comunque riuscite a contenere le polemiche. La decisione di Salvini non piace agli alleati di governo, esclusi, con la scelta di una direttiva ministeriale, dalla discussione. E non piace ai sindaci, soggetti eletti che temono di vedersi aggirati dai prefetti, che invece "rispondono" al numero uno del Viminale. "I sindaci non sono distratti, affatto", replica per tutti il presidente dell'Anci e primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, "se ci avesse chiamati per affrontare seriamente il problema del degrado urbano nelle città gli avremmo detto che varare zone rosse non risolve il problema, lo sposta altrove. Noi sindaci amministriamo ogni giorno tra mille difficoltà e non abbiamo bisogno di essere commissariati da nessuno. Quello distratto sembra piuttosto il ministro, visto che sembra aver dimenticato che i prefetti hanno competenza esclusiva su ordine pubblico e sicurezza, e per occuparsi di questi temi non hanno bisogno di nessuna circolare ministeriale né di commissariare nessuno".

A rincarare la dose e a puntualizzare ci hanno fonti del Viminale secondo cui: "la circolare sulle zone rosse richiama il potere di ordinanza del prefetto già previsto dal Tulps (Testo unico legge di pubblica sicurezza), ordinanze di questo tipo erano già state ufficializzate a Bologna e Firenze. L'esercizio di tale potere si affianca a quelli riconosciuti al sindaco in tema di contrasto al degrado urbano e alla illegalità diffusa. In tale direzione costituisce uno strumento operativo da adottare in via straordinaria per un immediato impatto su specifiche aree cittadine, fatte salve tutte le iniziative che intendano assumere i primi cittadini. Sorprende che alcuni sindaci di centrosinistra fingano di non saperlo, sfruttando l'occasione per alimentare una polemica col ministro dell'Interno. Non solo. Ordinanze di questo tipo erano già state ufficializzate a Bologna e Firenze: i sindaci interessati le avevano condivise, compreso Nardella che aveva espresso soddisfazione nei Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza".

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Mer, 17/04/2019 - 22:17

Denunciateli e arrestateli.

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 17/04/2019 - 22:21

Non vogliono essere commissariati ? Perfetto, allora dicano a Salvini quale sarebbe la soluzione migliore; in particolar modo quei sindicaimdi sinistra (praticamente tutti) che hanno rienpito le città di balordi, clandestini, drogati e creato veri e propri ghetti. Certo che non mi fido delle indicazioni su come spegnere il fuoco da chi l'ha appiccato.

VittorioMar

Mer, 17/04/2019 - 22:33

..e poi qualcuno dice che SALVINI non LAVORA : COME SONO CONTENTI I PREFETTI !!..e poi in mancanza delle PROVINCE(dicono che sono state ABOLITE (?) ) !!

frapito

Mer, 17/04/2019 - 22:44

Che i sindaci contestatori se ne facciano una ragione per le loro inettitudine e INCAPACITA'.

cgf

Mer, 17/04/2019 - 22:56

i sindaci non sono distratti? a Palermo dice che non c'è criminalità, a Roma che è tutto ok, anzi stanno facendo moltissimo. A Torino...

istituto

Mer, 17/04/2019 - 23:08

Il 26 maggio votiamo per difendere l'Italia e l'Europa con il voto oppure l'italia muore insieme all'Europa. Si difende l'italia anche da Bruxelles e lo si fa con il nostro voto sovranista.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 17/04/2019 - 23:13

Se non accettate le regole dello stato, vi potete sempre dimettere. Da sempre il prefetto comanda il sindaco.

Giorgio5819

Mer, 17/04/2019 - 23:15

I sindaci che si oppongono devono essere destituiti e processati, l'Italia ha urgente bisogno di essere disinfettata.

roberto zanella

Mer, 17/04/2019 - 23:40

DENUNCIATELI ? SIAMO NOI CITTADINI CHE DOVREMMO DENUNCIARLI....CHI E' CITTADINO DI MILANO OSSERVI COME SI COMPORTA SALA E FACCIA PARTIRE UNA SERIE CONTINUA DI DENUNCIE NEI SUOI CONFRONTI....SONO I CITTADINI CHE SI DEVONO MUOVERE NON DIRLO COME SE CI FOSSERO DEI TERZI CHE INTERVENGONO...SI DENUNCI IL DEGRADO DELLA CITTA' ALLE PREFETTURE....IL PD E' NERO PER QUESTO PERCHE' DOPO LE ONG SI ARRIVA A COLPIRE I SINDACI DI SINISTRA VERE E PROPRIE ONG NASCOSTE.

Alessio2012

Mer, 17/04/2019 - 23:46

GLI UNICI CHE DEVONO RISPETTARE LA "LEGGE" SONO QUELLI DEL CENTRODESTRA...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 17/04/2019 - 23:50

"Il modello sono le sperimentazioni a Bologna e Firenze di provvedimenti prefettizi che hanno di fatto istituito "zone rosse" "che vietano lo stazionamento a persone dedite ad attività illegali, disponendone l'allontanamento". " Certo che a sx hanno il senso dell'eguaglianza più peloso che esista.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 18/04/2019 - 00:15

Se i sindaci dell'ANCI (tutti ROSSI) DORMONO, non diano la colpa a Salvini!!!!!jajajajajaja.

STREGHETTA

Gio, 18/04/2019 - 00:18

“ I Boia dell'Italia “ - Ma possibile che in Italia tutti quelli che hanno uno straccio di carica, o potere, o visibilità, sentano l'irrefrenabile bisogno di cantare nel coro del Pensiero Unico ( il solito, stantìo,di sinistra )? Possibile che non ci sia più nessuno, salvo fra la gente normale, che ami l'Italia, che cerchi di salvaguardare il suo paese, che non ne voglia l'estinzione culturale sotto il peso dell'inesausta e incalzante e prepotente orda barbarica? Un tempo le invasioni barbariche si combattevano, un tempo si voleva preservare la propria identità e i propri connotati e quanto costruito nei secoli da antenati e predecessori. C'è gente che per l'Italia è morta, ha dato la giovinezza e la vita, per non lasciarla invadere e fagocitare. E oggi cosa fanno questi folli omologati e pavidi? Oggi si sfegatano e fanno a gara a chi strilla più forte di aprire le porte, a chiunque, senza un piano, all'infinito :

lorenzovan

Gio, 18/04/2019 - 00:43

ritorniamo al federale ???

lorenzovan

Gio, 18/04/2019 - 00:44

o sondaci sono eletti...il prefetto nominato dal governo..esautorare i sindaci in pro del governo..e' ricalcare pari pari le traccie del mascellone con i federali....nel controllo delle localita' periferiche

akamai66

Gio, 18/04/2019 - 01:25

Rudolph Giuliani fù uno dei primi a capirlo ed a spiegarlo, quello che adesso da noi è l’area rossa e che per lui 25 anni fa era la graduale erosione della sicurezza derivante dal lasciar fare: lui inventò la tolleranza 0, osteggiata da tutte le sinistre che a parole tacciano tutti di fascismo, essendo loro i peggiori sfascisti della Storia. Salvini fa un discorso in linea con Rudolph: se io me ne frego della sicurezza, come nei fatti dimostrano molti sindaci sinistri, quando poi la sicurezza dovesse implodere e l’ordine pubblico esplodere, per i prefetti sarebbe durissima. NON si tratta del solito discorso meschino e pilatesco di affermare quello tocca a me e l’ altro no ma di come gestire al meglio la sicurezza e su queste cose la sinistra è sempre, sempre, sempre fallita.

gio777

Gio, 18/04/2019 - 05:20

LO STATO NON ESISTE

stefanix

Gio, 18/04/2019 - 07:10

Matteo fai benissimo! Io spesso vado a Bologna e scene di degrado ed inciviltà simili le ho viste solo a Roma. Muri imbrattati ovunque,schiamazzi in centro a tutte le ore,spaccio alla luce del giorno ecc ecc ecc. Ed è così da molti anni. Se io fossi il sindaco mi vergognerei.

amicomuffo

Gio, 18/04/2019 - 07:22

la soluzione è molto semplice, basta togliere i soldi che si danno ai migranti e la mangiatoia finisce! Allora vediamo quale sindaco alzerà la voce a favore dei migranti! Purtroppo sarà una cosa che non avverrà e noi, comuni cittadini, dovremo continuare a sorbirci le loro lamentele...abbiamo ancora una sola arma: il voto! Il candidato sindaco che metterà nel suo programma la non accoglienza, vincerà a mani basse.

lappola

Gio, 18/04/2019 - 07:23

La causa del degrado e del disordine pubblico è solo la presenza dei clandestini. Sbattiamoli fuori TUTTI e torneremo tutti al livello di civiltà imbattibile perché noi ITALIANI imbattibili lo siamo.

jackpiccardo

Gio, 18/04/2019 - 07:35

Grazie alle sinistre e alle migliaia di clandestini che hanno introdotto in Italia ormai le nostre città sono ridotte al più totale degrado, quartieri interi in mano ad africani che spacciano, aggrediscono, stuprano. E ovviamente i sindaci di sinistra sempre dalla parte dei poveri stranieri, che secondo loro hanno tutto il diritto di spacciare e delinquere. Ben venga questo provvedimento che mira ad arginare il buonismo e l'inettitudine di troppi sindaci.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 18/04/2019 - 07:37

La rivolta degli incapaci. Certe zone delle nostre città sono da tempo off limits per gli onesti cittadini. Ma i sindaci non se ne sono accorti. Troppo impegnati nell'organizzazione di marce pro migranti o logore liturgie di regime come 25 Aprile e 1° Maggio.

Albius50

Gio, 18/04/2019 - 07:51

Una grande opportunità x i SINDACI che possono avere una collaborazione fattiva, ovvero o creano nella propria città una VERA POLIZIA o saranno costretti a soccombere, torno a ribadire che certe CITTA' sono perse da tantissimi anni ricordiamoci l'ultimo fatto a PALERMO con la BANDA DEGLI SCASSA OSSA

Ritratto di Grifona

Grifona

Gio, 18/04/2019 - 07:53

Mi spiace per il Sindaco di Bari ma il PROBLEMA dei Sindaci che fanno finta di non vedere o, come a Ferrara, che rimproverano pure i propri cittadini di avere "Percezioni Soggettive", ESISTE! Si negano situazioni gravissime di interi quartieri OCCUPATI ed oramai svuotati di Italiani, che lasciano le loro case svalutate dell'80%. Chissà perchè l'Ottanta per cento%? E' ? Ing. Antonio Decaro. Devo continuare?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/04/2019 - 07:55

Anci, un altro carrozzone inutile pagato dagli italiani. Che bisogno c'è di unirsi.Forse non ho capito il loro scopo.

glasnost

Gio, 18/04/2019 - 08:00

Non so cosa accada a Firenze o Padova, ma per quello che riguarda Bologna quanto fatto fin'ora non sembra aver avuto nessun effetto. Provare a girare la sera (avendone il coraggio) per Piazza Verdi o tutta la zona Universitaria per rendersene conto.

VittorioMar

Gio, 18/04/2019 - 08:02

..E' bene condividere la RESPONSABILITA' di SICUREZZA E LEGALITA' con tutti gli ADDETTI ai LAVORI !!

Giorgio5819

Gio, 18/04/2019 - 10:11

Personalmente me ne strafrego di chi debba prendersi la responsabilità di garantire la sicurezza, IMPORTANTE E' COMBATTERE DELINQUENZA E DEGRADO. I sindaci che non riescono a dare garanzie ai cittadini abbiano il pudore di tacere e rispettare le indicazioni del viminale. Il resto é sporco interesse personale.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 18/04/2019 - 14:02

Riprovo Nell'Ottobre del 2012 I Parla mentari inquisiti, indagati, condannati ecc erano 117 una percentuale di oltre il 10% che non rispecchia il Paese. Tra essi Angelucci, Berlusconi, Bossi, Calderoli, Castagnetti, Castelli, Ciarrapico, D'Alema, Dell'Utri ecc ecc. E OGGI? TUTTI GLI “ONOREVOLI”PARLAMENTARI sono degli agnellini? Non credo, sono ricchi, potenti, bianchi e in giacca e cravatta e non disturbano la vista e gli si fa la riverenza. Invece i poveri, i disgraziati specie se neri che spesso le circostanze ma anche le politiche fatte da quelli sopra elencati hanno spinto a delinquere...disturbano la vista dei “signorotti/e”...quindi a loro DASPO...che vadano nelle periferie...o sulla Luna.

oracolodidelfo

Ven, 19/04/2019 - 01:47

DemetraAtenaAngerona 14,02: nessuno spinge nessuno a delinquere se non il delinquente che è insito....nel delinquente. Le politiche, nel nostro Paese e nei Paesi di provenienza dei clandestini sono uguali per tutti gli abitanti. Secondo il suo ragionamento dovrebbero delinquere tutti. Come mai solo alcuni? Rubo a Parmenide: ciò che è non può non essere e ciò che non è non può essere!

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 19/04/2019 - 17:35

@oracolodidelfo...solo le leggi della fisica, della chimica e della matematica sono immutabili....il resto e la natura e il comportamento umano cioè dei singoli individui può mutare e le circostanze e le politiche hanno il loro peso...le foto il film LADRI DI BICICLETTE...e la cronaca ci consegna casi di pensionati con basse pensioni sorpresi a rubare nei supermercati il cibo...dopo un intera vita onestissima....Parmenide o lei dimenticate il divenire il mutare delle cose e degli uomini.

oracolodidelfo

Ven, 19/04/2019 - 21:46

Demetra 17,35 - Parmenide: non costringerai ad esistere ciò che non esiste. Ed anche: ciò che è non può non essere e ciò che non è non può essere......più che le leggi della fisica, chimica, matematica....