Immigrazione, Merkel all'angolo: tutta Europa contro la cancelliera

Dalla Francia ai Paesi dell'Est, un coro di "no" alle politiche di accoglienza volute da Berlino. Il summit europeo di questa settimana può mettere in crisi frau Angela

In apparenza è un Consiglio Europeo come tanti altri. In verità il summit dei capi di Stato e di governo europei attesi giovedì e venerdì prossimi a Bruxelles rischia di diventare la Caporetto di Angela Merkel. Una Caporetto sul fronte europeo dove Francia e Paesi dell'Est sono pronti ad opporsi a tutti i suoi piani d'accoglienza. Una Caporetto interna visto che i tedeschi attendono la batosta di Bruxelles per farle scontare l'arrivo nel 2015 di oltre un milione di profughi. Una Caporetto d'immagine per una Cancelliera che si presenterà a fianco di un premier turco considerato da molti non la soluzione, ma la causa del problema immigrazione. Ecco i tre fronti sui cui per Angela Merkel tira aria di disfatta.

Europa, il premier francese Valls alla testa dei nemici

«La Francia non s'è mai sognata di dire venite tutti». Con queste parole, pronunciate sabato alla Conferenza di Monaco sulla Siria, il premier francese Manuel Valls ha preso le distanze da tutte le richieste della Cancelliera sul problema immigrazione. Da sabato Valls è il portabandiera dei paesi decisi a sigillare la rotta Balcanica e a rifiutare sia l'accoglienza di nuovi rifugiati provenienti dalla Turchia, sia la loro ridistribuzione fra i 28 paesi della Ue. Dietro a Valls s'allineano Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Bulgaria e Slovenia, ovvero i paesi dell'Est decisi ad isolare una Grecia incapace di arginare l'ondata migratoria creando un muro lungo le sue frontiere occidentali. La principale conseguenza del «no» pronunciato da Valls e dai paesi dell'Est sarà il rifiuto dei piani della Merkel per garantire l'accoglienza di una quota annua di 200/300 mila richiedenti asilo selezionati direttamente in Turchia e ridistribuiti tra i partner europei. Sia Valls, sia gli alleati dell'Est ritengono che la soluzione non garantisca la fine di quella tratta di umani che, a gennaio, ha consentito l'arrivo in Grecia di altri 60mila profughi. Valls è deciso a rinnegare anche gli accordi dello scorso autunno quando la Francia s'impegnò ad accogliere 30mila richiedenti asilo provenienti da Italia e Grecia. Accordi mai attuati, ma su cui il governo di Matteo Renzi confidava per alleggerire la pressione.

La Caporetto tedesca

Una disfatta europea della Merkel rischia di aver gravi ripercussioni sul fronte interno. La Merkel contava sugli accordi con la Turchia e sulla redistribuzione dei profughi per presentarsi ad alleati e oppositori con un piano per scongiurare l'arrivo di altri milioni di rifugiati. Senza quel piano la coalizione della Cancelliera rischia una batosta alle tre elezioni regionali previste a marzo. E Angela Merkel rischia di non riuscire a controllare la sollevazione dei suoi alleati di partito e di governo. Il suo stesso ministro degli interni Thomas de Maiziere ha dichiarato in una recente intervista a Der Spiegel che «il tempo si sta esaurendo». Horst Seehofer capo della Csu, la formazione bavarese gemella della Cdu di Merkel ha già fatto sapere di voler portare davanti alla Corte Costituzionale le politiche dell'accoglienza decise dalla Merkel. E il milione di profughi entrato in Germania incomincia a preoccupare persino la sinistra social democratica. «Dobbiamo chiudere la rotta dei Balcani, chi vuole battersi per tenere aperti i confini europei deve anche saperli chiudere» - dichiara Axel Schafer, vice presidente della Spd al Parlamento federale.

Ahmet Davutoglu e la Caporetto dell'immagine

L'arrivo di Ahmet Davutoglu, invitato al Consiglio Europeo per spiegare le posizioni turche, rischia di rivelarsi devastante. E non solo perché il premier rappresenta una Turchia che minaccia di sommergerci di profughi. Il premier dovrebbe, in teoria, spiegare come intenda usare i tre miliardi di euro pretesi dall'Europa per arginare i migranti e limitare il loro afflusso annuo ai 200/300mila all'anno che - nei piani della Merkel - Bruxelles selezionerebbe, trasporterebbe dentro i propri confini e spartirebbe poi tra tutti i paesi partner. Davutoglu, in verità, non fa mistero di considerare gli accordi come una valvola di sfogo da aprire non secondo cifre prefissate, ma in base all'afflusso dalla Siria e alle proprie capacità d'accoglienza. Ankara pretende tra l'altro di scegliere i rifugiati da smaltire tra quelli che lei stessa blocca dalla parte siriana del confine. Un argomento considerato una scusa per consentire al suo esercito di operare direttamente in territorio siriano.

Annunci
Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 16/02/2016 - 08:37

Tranquilli, Frau Merkel a le redini ben strette in mano.

Klotz1960

Mar, 16/02/2016 - 09:05

Gioisco anche io per la debolezza della Merkel. Peccato pero' che la posizione di Valls e dei Paesi dell' Est, contrari alla ripartizione degli immigrati, ci mettera' in una situazione molto difficile e simile a quella tedesca gia' a primavera, con il riavvio degli sbarchi.

Cheyenne

Mar, 16/02/2016 - 09:05

la kulona ormai si può solo suicidare e la povera grecia è incolpata di tutto. La soluzione semplicissima non si vuole fare: blindare le frontiere e sparare sugli invasori veri delinquenti e falsi profughi

Adinel

Mar, 16/02/2016 - 09:19

Appunto; Ankara sceglie quali immigranti inviare! E che pensate in merito? Dubbiosa la cosa!!!! R con il denaro che fa???? Ognuno se lo puo immaginare visto la smania di espandersi di Erdogan!!! E noi qui in Europa , a lasciarci condizionaredalle loro decisioni impostaci!!!! Ma dove ci porta tutto cio?Non sarebbe finalmente ora Europa di essere unita e guardare finalmente a noi stessi, per il nostro bene? O volete provocare pure da noi una guerra ?! Ora basta, altrimenti cambiate i vostri Leader ai vertici.

Pippo3

Mar, 16/02/2016 - 09:49

@Klotz1960 mi scusi ma ce l'ha ordinato il dottore di andare a prendere gli immigrati sulle coste libiche invece di bloccarli? Anche uno diversamente intelligente avrebbe capito subito che ce li saremmo dovuti tenere, ma Renzi non l'ha capito, e adesso andiamo e prenderne degli altri? Questo problema, unito a quello della sicurezza che è legato a questo, affonderà il PD. Diciamo che almeno una cosa positiva l'immigrazione la otterrà.

Altaj

Mar, 16/02/2016 - 10:00

Che ci fossero degli idioti ad occupare posizioni importanti in politica é un fatto noto ovunque. Ma che abbiano raggiunto limiti estremi di ignoranza e stupiditá come la Merkel e la sua collega di Colonia la Reker, é un record assoluto in materia.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Mar, 16/02/2016 - 10:24

Insomma: tutti sul piede di guerra, e tutti giustamente inferociti con Frau Invasiönen e le sue sciagurate politiche immigratorie mutuate dal piddì. E l'Italia? Non pervenuta anche stavolta. Ma si sapeva; del resto, i nostri mirabili "salvatori della patria" sanno alzare la voce solo per difendere Shengen a spada tratta e per gridare ai quattro venti che "non bisogna costruire muri ma ponti".

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 10:30

la Regima madre Merkel sa quello che fa, quando sono troppi li manderà in Italia nel paese del giullare toscano italiano lui si metterà sull'attenti e aprirà le frontiere facendo contento il vostro tanto amato PD e tutti voi naturalmente che lo avete votato.

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 10:31

la Regima madre Merkel sa quello che fa, quando sono troppi li manderà in Italia nel paese del giullare toscano italiano lui si metterà sull'attenti e aprirà le frontiere facendo contento il vostro tanto amato PD e tutti voi naturalmente che lo avete votato.Eravate tanto disperati perchè venivano solamente in Italia rimproveravate la Merkel perchè non li voleva ora vi ha fatto contenti.

vianprimerano

Mar, 16/02/2016 - 10:31

Scacco matto per la culona!

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 10:33

è evidente che se così fosse lei cambierebbe politica fa questa perchè sa di essere appoggiata da molti.Ma voi non riuscite a capirlo voi compagni del casso.

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 11:11

VOI NON CAPITE NEPPURE LA DOTTRINA,LA PSICOLOGIA DEL PD ITALIANO, QUESTO FA PAURA ALLA GENTE E NON LO CAPITE VOI,SIETE NELLA MIERDA E CONTINUATE CON LA VOSTRE IDEE POLITICHE..

bjelka68

Mar, 16/02/2016 - 11:13

Ma vi rendete conto che questa ci ha messo nelle mani della Turchia? Herdogan è il primo di cui non fidarci!3 Mld a questo vuole dire sovvenzionare lui e la sua famiglia fino alla fine del mondo , per fortuna io vivo in SK, almeno il Gruppo Visegrad (SK,CZ,PL, HU) la ha mandata a cagare e nessun immigrato mettera piede qui.

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 16:31

comè è elegante la nostra Regina madreMerkel,bei vestiti colorati come fiorellin in una giornata di primavera che quà già spuntano,non come la Boldrinazza sempre di nero a lutto.

franco-a-trier-D

Mar, 16/02/2016 - 16:31

comè è elegante la nostra Regina madreMerkel,bei vestiti colorati come fiorellin in una giornata di primavera che quà già spuntano,non come la Boldrinazza sempre di nero a lutto...

franco-a-trier-D

Gio, 18/02/2016 - 18:27

pagiassu scrivi ben l italian se disge ha verbo avere con la acca, io ho , tu hai egli ha essi hanno questa è la grammatica italiana.

manente

Lun, 14/03/2016 - 23:21

Questa oscena badante che non si è fatta il minimo scrupolo quando si è trattato di massacrare il popolo greco e che ora, mentre parla di "umanità" verso i migranti, si mette a pecoroni di fronte ai ricatti del sultano Erdogan sborsando milioni di euro che non le appartengono, è la quintessenza della viltà e della ipocrisia, assolutamente indegna di guidare la Germania e meno che mai l'Europa.

Keplero17

Ven, 18/03/2016 - 10:43

E' sufficiente tagliare l'assistenza sanitaria agli europei e il problema è risolto. E poi si può investire in cultura etnica ad esempio scuole per insegnare a suonare i bonghi o a scolpire statuette di legno.

franco-a-trier-D

Sab, 19/03/2016 - 10:03

Cheyenne rimbecillito la Merkel nel suo paese può fare quello che vuole , guarda invece i tuoi politici comunisti cosa fanno per arginare questa maledizione..NIENTE.