'Ndrangheta in Lombardia, ​l'accusa chiede dieci anni per Zambetti

L'ex assessore è accusato nel processo sulle infiltrazioni al nord, accusato di voto di scambio

Per l'accusa Domenico Zambetti va condannato a dieci anni di carcere. Lo hanno detto oggi in Aula a Milano, durante un'udienza del processo sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia, un fascicolo in cui l'ex assessore regionale è accusato di voto di scambio e corruzione.

Il pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia, Giuseppe D'Amico, ha chiesto per gli imputati pene che vanno dai tre anni e mezzo ai 17 anni di carcere e parlato di un patto "molto grave" tra Zambetti e e la 'ndrangheta, che avrebbe "falsato" il risultato delle elezioni regionali del 2010.