Inizia la battaglia per il presidenzialismo: l’annuncio della Meloni

I parlamentari di Fratelli d’Italia depositeranno in Cassazione la proposta di legge di iniziativa popolare per l'elezione diretta del Capo dello Stato. Al via anche la raccolta delle firme necessarie per avviare l’iter del provvedimento

Il voto favorevole di ieri alla Camera al taglio del numero dei parlamentari non è l’unica azione sul piano delle riforme che intende portare avanti Fratelli d’Italia. L’obiettivo del partito guidato da Giorgia Meloni ora è il presidenzialismo. Per fare ciò, già da “domani mattina i parlamentari di Fratelli d’Italia depositeranno in Cassazione la proposta di legge di iniziativa popolare per l'elezione diretta del Capo dello Stato”, ha annunciato la leader di Fdi.

L’impegno dei militanti e dei dirigenti del partito, però, avverrà anche nelle strade. Si inizierà subito, infatti, la raccolta delle 50mila firme necessarie ad avviare l'iter del provvedimento. Il presidente di Fdi, inoltre, si dice sicuro che si possa raggiungere questo obiettivo già nel giro di pochi giorni.

Un certezza, la sua, che deriva dal “grande sostegno che abbiamo già riscontrato con la nostra petizione sul presidenzialismo”. La battaglia in Cassazione e nelle strade “è la nostra risposta al no della maggioranza gialloverde prima e rossogialla dopo ai nostri emendamenti per introdurre in Costituzione il presidenzialismo”. Per la Meloni è fondamentale “che siano i cittadini a scegliere” con il voto il Presidente della Repubblica.

Commenti

glasnost

Mer, 09/10/2019 - 14:40

Non potreste dirci dove andare a firmare? Grazie

rokko

Mer, 09/10/2019 - 14:56

Ma per favore, ma lasciate proprio perdere. La cosa migliore che potreste fare è fare una legge per estromettere tutti gli incapaci, cioè voi, dal parlamento, e ripartire con gente totalmente nuova.

gigi0000

Mer, 09/10/2019 - 15:00

Gli italiani non sono capaci di votare neanche il sindaco, figuriamoci il Presidente della Repubblica

agosvac

Mer, 09/10/2019 - 15:03

Ho sempre sostenuto che il Capo dello Stato dovrebbe essere eletto dagli italiani e non dal Parlamento. Ma sarà un lotta senza quartiere perché la sinistra è troppo abituata ad avere il "suo" Capo dello Stato. La speranza è nel "prossimo" Governo, perché con quello attuale mi sembra alquanto difficile.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 09/10/2019 - 15:25

Eleggere direttamente il Presidente della Repubblica, senza delegarne la nomina ai giochetti di palazzo, dovrebbe essere la norma in un Paese che ha la pretesa di dirsi "democratico". Quoto @agosvac

paolone67

Mer, 09/10/2019 - 15:26

Magari così avremo un presidente della repubblica di destra dopo 27 anni.

Rixga

Mer, 09/10/2019 - 15:44

Non ci siamo, il capo dello stato deve essere semplicemente abolito! Il premier e la sua squadra di governo deve essere eletta dai cittadini aventi diritto. Il nostro sistema elettorale proporzionale non lo permette e quindi da più di 20 anni sostengo il maggioritario secco, chi vince ottenga il 70% dei seggi. Legislatura di 4 anni e dopo due anni gli italiani vengono chiamati a rinnovare la fiducia al governo, altrimenti nuove elezioni. Stop anche al bicameralismo che è un'istituzione antiquata e non adatta alla velocità dei nostri tempi.

Pinozzo

Mer, 09/10/2019 - 15:48

Mamma mia sembra di ascoltare un disco rotto, ancora con sta storia del presidenzialismo. Non avete capito che in Italia non lo vuole nessuno tranne voi? Mettetevi il cuore in pace, in Italia il presidenzialismo non ci sara' MAI. Siamo e resteremo sempre una repubblica parlamentare e il presidente della Repubblica sara' sempre eletto dal parlamento. Tanti saluti ai vostri sogni reconditi di un novello Duce.

VittorioMar

Mer, 09/10/2019 - 15:53

..OTTIMA PROPOSTA della RUSPA-nte On MELONI !!!..E' in "STATO DI GRAZIA POLITICA"...INCONTENIBILE !!

Libertà75

Mer, 09/10/2019 - 15:54

@rokko, bella idea, facciamo delle leggi in cui diciamo chi è democratico e chi no? Toh ma guarda, già questa idea l'ha avuta il PNF con la legge Acerbo... certo che non cambiate mai, ops si avete cambiato collocazione in Parlamento

maurizio50

Mer, 09/10/2019 - 15:57

Qualcuno davvero crede che in caso di elezione popolare di un Presidente di destra l'apparato (Sinistrume, Preti, Giudici, politicanti, Corti varie, tirapiedi di Bruxelles e quant'altri) lo accetterebbero?? Mettete via le speranze. Ricorreranno pure alla Suprema Corte Interplanetaria ma non la faranno passare!!!!

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 09/10/2019 - 15:58

Anche il futuro presidente della Repubblica può passare per un "inciucio" fra i partiti al governo. Per questo trovo positiva la proposta di FdI.

Divoll

Mer, 09/10/2019 - 16:08

Non solo elezione diretta del PdR, ma anche del PdC e dei giudici.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 09/10/2019 - 16:10

cara meloni, gli italiani hanno diritto di votare(non molto spesso)solo per il parlamento per che tutto si può cambiare in corso d'opera, per il pdr non si può per che il nome che uscirebbe dalle urne non è sostituibile!

salmodiante

Mer, 09/10/2019 - 16:11

attualmente la figura del Presidente della Repubblica, seppure un refuso della monarchia e della sua funzione nei regimi democratici, dovrebbe essere "super partes" e quindi eletto da un' assemblea di parlamentari rappresentativi. Sarebbe deleterio il prevalere di una fazione sull' altra, senza una rimodulazione delle sue funzioni nei confronti del primo ministro e del governo, soprattutto quando si tratta di verificare la costituzionalità delle proposte di legge e di presiedere il CSM.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 09/10/2019 - 16:14

È talmente ovvio, scontato, perfino banale e lapalissiano che i sinistri, abituati ad avere il loro simulacro in cima alla piramide, saranno restii, anzi, assolutamente contrari.

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 16:38

queta ogna una sorta di Capo.....non vede come e' ridotta la francia con un capo? o gli usa con un capo?.....teniamoci la nostra bellissima Carta e il nostro parlamentarismo! meraviglioso!

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 17:20

viva il parlamentarismo....non veniamo fuori con gli ombrellini da sole...

Giorgio Rubiu

Mer, 09/10/2019 - 17:46

Sarei, per principio democratico, favorevole all'elezione del PdR da parte del popolo. Purtroppo il popolo va a simpatie e potremmo trovarci alla presidenza della repubblica chiunque goda di popolarità di qualsiasi genere. Cantanti, attrici e attori, calciatori, nuotatori, belle donne anche se di dubbia fama (ricordate che Cicciolina arrivò in parlamento?), il mago Otelma e (cosa orribile solo da pensare) lo Chef Rubio. Il rischio che arrivino Prodi, D'Alema o Bersani mi inducono a suggerire che sia meglio un ritorno alla monarchia. Aosta, non Savoia, sia ben chiaro!

anteo17

Mer, 09/10/2019 - 18:07

questi del pd non vogliono elezioni e neanche referendum, alla faccia del nome "democratico" e della democrazia!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 09/10/2019 - 18:28

@divoll, sono d'accordo con lei.

salmodiante

Mer, 09/10/2019 - 18:33

monarchia mai! Repubblica di liberi cittadini!

DRAGONI

Mer, 09/10/2019 - 19:03

GO MELONI!!

Valvo Vittorio

Mer, 09/10/2019 - 19:21

Capisco che il caso Napolitano bruci ancora, ma occorre creare condizioni affinché la scelta del capo del Quirinale sia ponderata. L'attuale presidente ha più crismi che si richiedono, pertanto il problema Italia va ricercato altrove!

19gig50

Mer, 09/10/2019 - 20:10

Si basta con questi presidenti manovrabili che devono favori a qualcuno che li ha fatti eleggere.

Popi46

Gio, 10/10/2019 - 06:35

@Giorgio Rubio: anche Ronald Reagan era stato un attore e,ad occhio e croce, è stato fra i protagonisti della caduta del Muro. E comunque meglio un attore di una mummia

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 10/10/2019 - 08:30

Giovinap:il popolo è sovrano è potrebbe fare tutto,anche bloccare le votazioni e fare ostruzionismo se lo volesse,come in altri contesti governativi.

donzaucker

Gio, 10/10/2019 - 09:13

Sarebbe anche ora di smetterla con i nomi scritti su carta da formaggio, come per l'elezione del rappresentante di classe, e delle 18 votazioni con nomi imbarazzanti. Però poi i vari piagnoni di destra di cosa si lamenteranno? Non potranno più votare per Napolitano e poi lamentarsi dicendo che è colpa del parlamento comunista.

Epietro

Gio, 10/10/2019 - 10:01

@gigi0000: Per forza non sanno votare un Sindaco risulta spesso uno sconosciuto e allora votano il partito di "appartenenza" che ha scelto tale sindaco. Per il voto al Presidente della Repubblica è molto più facile votare per una persona conosciuta, capace e che non faccia interessi di un qualche partito che spesso se ne frega degli italiani e del loro volere.